User Tag List

Risultati da 1 a 2 di 2
  1. #1
    Nosce Te Ipsum
    Data Registrazione
    15 May 2004
    Località
    Venezia
    Messaggi
    25
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Sètte pseudocattoliche: vino nuovo in otri vecchi?

    GRUPPO DI RICERCA E DI INFORMAZIONE SULLE SETTE

    O.M.S.A. : vino nuovo in otri vecchi?

    Tratto da : "Movimenti Religiosi Alternativi" DOSSIER a cura del Gris N. 30


    " E nessuno mette vino nuovo in otri vecchi ; altrimenti il vino nuovo spacca gli otri, si versa fuori e gli otri vanno perduti" (Lc 5,37).

    Questo monito del Signore sembra fatto a pennello per tutti quei movimenti che, come l’OMSA ( Ordine Missionario per la Salvezza delle Anime), in momenti di crisi, in periodi di stanca e difficoltà economiche o quando sono invischiati in problemi con la giustizia, cercano di darsi una parvenza di "legalità" e una "ripulita" sommaria che non interessa, però, la sostanza della dottrina e degli intenti del movimento stesso. Essi hanno bisogno, di tanto intanto, di rifarsi il "look", sperando così di conservare i propri adepti stanchi e sfiduciati, per le promesse non mantenute, le profezie che non si sono avverate, lo splendore che non si è manifestato.

    E’ il caso, per esempio, della chiesa dell’Unificazione del reverendo Moon, del gruppo "Bambini di Dio", oggi denominato "La Famiglia", del movimento New Age che negli Stati Uniti ora si trasforma in Next Age, e così via.
    Anche l’OMSA, nel suo piccolo, si trasforma. Nel numero di Aprile 1998 del mensile "P. D.", a pag.1, l' attuale leader del gruppo, annuncia ufficialmente che "E’ da considerarsi definitivamente esaurita l’esperienza che ci ha visti destinatari di una attività sintetizzata dalla enunciazione : O.M.S.A. Siamo ora estensori di un organismo che, con il riconoscimento da parte del Governo, è presente come "O. D. P.". Il decreto del 2/9/97 rende pertinente la nostra attività, giuridicamente valutata con finalità di Ente Morale a tutti gli effetti".

    Cambia il nome, dunque, ed arriva la "patente" di legalità.
    Ma, a parte le amenità contenute in questo breve testo, nel quale sembra che addirittura il Governo Prodi, in prima persona, si sia adoperato per il riconoscimento di una Associazione che vanta qualche decina di persone e della quale i giornali e la televisione si sono interessati solo a causa di scandali e processi giudiziari, andiamo a ricordare, per chi non lo sapesse, cosa è l’OMSA.

    Ci siamo occupati di questo gruppo nei n. 19 e 25 di "Movimenti Religiosi Alternativi". Rimandiamo anche all’inchiesta svolta da Avvenire sui movimenti tradizionalisti a cura di Luigi Geninazzi.

    Si tratta di una setta nata nella città di Chieti, all’interno del Terz' Ordine Francescano e composta da membri di Chieti, Pescara e Teramo. Il gruppo, guidato dal frate cappuccino Padre Valeriano Vestini, si è trasformato gradatamente in una vera e propria setta pseudocattolica. La degenerazione è avvenuta dal 1983 al 1990, in seguito alle presunte visioni e locuzioni di membri della setta nelle quali L'Eterno Padre, la Vergine Santissima, i santi e Gesù stesso avrebbero trasmesso grandi rivelazioni.

    Tra queste la più importante era quella riguardante la Chiesa Cattolica, ormai decaduta per sempre perchè traditrice della sua missione e il Santo Padre, Giovanni Paolo II, privato da Dio dei suoi "poteri". Il trasferimento della dignità pontificia sarebbe avvenuto sulla persona di Padre Valeriano, che le rivelazioni dichiararono essere papa Valeriano I. Il gruppo, chiamato, per volere divino, Ordine Missionario per la Salvezza delle Anime, avrebbe ricevuto il privilegio di essere l'unica chiesa cattolica al posto di quella "ufficiale". Grazie alle "rivelazioni" si è formalizzato il "Nuovissimo Testamento", che completerebbe Nuovo Testamento. All’interno del gruppo si svolgevano anche, regolarmente, sedute spiritiche in cui un membro faceva da medium e Padre Valeriano da richiedente.

    All'interno della setta ci sono state ordinazioni cardinalizie da parte di Padre Valeriano che ha "ordinato" cardinali tutti gli uomini del gruppo e consacrato "suore " tutte le donne. Nell'autunno del 1992 quasi tutti i membri maschili del gruppo hanno celebrato messe sacrileghe nella sede di Via Cauta 73 a Chieti e, oltre a quella canonica, il profeta principale, insieme ad altri, ha inventato una vera e propria liturgia parallela con riti diversi per quasi tutti i sacramenti. La setta ha alle spalle una associazione denominata "O. della D. P." e diffonde un mensile, "P. D.".

    Il 22 Novembre 1993 Padre Valeriano Vestini veniva sospeso a divinis dal suo superiore, Padre Carmelo Sciore. Nonostante questo provvedimento, il frate ha continuato a celebrare la S. Messa sia nella sede di Via Cauta che, di tanto in tanto, in chiese cattoliche situate in zone limitrofe alla città di Chieti. I suoi seguaci sono rimasti compatti accanto alla loro guida aspettando il ritorno, promesso dall'Eterno Padre, nel convento di Mater Domini dal quale Padre Valeriano si era allontanato. Tale ritorno, naturalmente, non si è verificato.

    Nel settembre 1995 Padre Valeriano è rientrato nel suo ordine ed è attualmente ospite del convento di Avezzano. I suoi seguaci hanno continuato a riunirsi e a stampare il mensile della setta, senza perdere i contatti con il frate. Dopo il rientro di quest’ultimo in convento, il gruppo ha trovato assistenza spirituale nei sacerdoti dell’Istituto Mater Boni Consilii, formatosi dopo il distacco di quattro sacerdoti dalla comunità di mons. Lefebvre. I sacerdoti di questo Istituto hanno più volte celebrato la Messa nella sede di Via Cauta secondo il rito di S. Pio V, in regime di sede vacante. In questo rito, al momento di doverlo pronunciare, viene omesso il nome del Santo Padre. I sacerdoti in questione abbracciano, infatti, la cosiddetta "Tesi di Cassiciacum", secondo la quale Giovanni Paolo II sarebbe papa solo materialiter, non formaliter. In sostanza egli non sarebbe veramente papa e la sede papale risulterebbe vacante. Per una disamina accurata di questa "tesi" propugnata da Mons. Guerard De Lauriers rimandiamo alla rivista "Sodalitium", organo ufficiale dell’Istituto.

    I sacerdoti dell’Istituto, ingannati dai membri dell’OMSA, che celarono ad arte le proprie dottrine e le "riunioni segrete" in cui il profeta continuava a ricevere "messaggi dall’Eterno", pensando di trovarsi all’interno di una comunità di fedeli cattolici tradizionalisti e fedeli alla liturgia preconciliare isolati e bisognosi di assistenza spirituale, frequentarono il gruppo per circa un anno. Il loro appoggio venne a mancare quando essi ebbero la certezza di essere stati ingannati e di trovarsi invischiati in un caso di vera e propria apostasia. Fatto, questo, che li convinse ad abbandonare il gruppo dopo alcuni tentativi di "salvataggio".

    Seguì un periodo di sbandamento fino a quando iniziò la frequentazione dei sacerdoti lefebvriani del Priorato Madonna di Loreto di Rimini come si evince dal n. 4 (31) 1996 de La Tradizione Cattolica a pag. 42 e da dichiarazioni degli stessi sacerdoti del priorato che indicavano la sede di Via Cauta come centro di Messa, anche se utilizzato in modo saltuario. Sempre in questo periodo, Padre Valeriano Vestini, subì un regolare processo di fronte al "Tribunale" della setta che lo espulse dal gruppo.

    Come non pensare che il recente cambiamento di "look" sia solo un modo per cercare di non perdere l’assistenza spirituale anche dei lefebvriani? Questi ultimi, infatti, sono a conoscenza di quello che è il passato dell’OMSA, anche se, forse, ignorano che il profeta non ha cessato di fare il "profeta" e di ricevere "messaggi dall’Alto".

    Comunque stiano le cose è opportuno ricordare che coloro che aderiscono formalmente al movimento scismatico di Lefebvre incorrono nella scomunica "latae sententiae" (incorsa automaticamente) in base al n.5c del "motu proprio Ecclesiae Dei" del 2 Luglio 1988. Questa affermazione è stata ribadita recentemente dalla Congregazione per i Vescovi e chiarificata da una Precisazione del Pontificio Consiglio per l’interpretazione dei testi legislativi, in seguito ad una richiesta fatta da Mons. Norbert Brunner, vescovo di Sion (Svizzera), la diocesi in cui si trovano il seminario e la Fraternità S. Pio X ,fondati a Econe da mons. Marcel Lefebvre.

    Dopo queste importanti considerazioni ci sembra opportuno prendere in mano il mensile "P. D.". L’estensore dell’articolo, nel numero di Aprile 1998, parlando a nome del gruppo, dice:" Sappiamo che la nostra testimonianza può essere valutata solo in base a ciò che viene esposto nei foglietti che divulghiamo...".

    Volendo accogliere la sua dichiarazione vogliamo, proprio partendo da "quei foglietti" fare solo qualche considerazione per dimostrare che non è vero che " Il momento attuale ... è completamente separato dal passato ..." o che " E’ da considerarsi definitivamente esaurita l’esperienza che ci ha visti destinatari di una attività sintetizzata dalla enunciazione O.M.S.A.".

    Iniziamo ad esaminare la prima pagina del mensile, dove campeggia l’immagine del "L’Amore del Cuore Sacro del Padre" con la sottostante citazione di Ger 3,15: "E darò a voi dei pastori secondo il mio Cuore". La lettera maiuscola usata per la parola "cuore" non è presente nella Bibbia, ma nella citazione è presente sempre, anche negli altri numeri. Il motivo sfugge a chi non possiede gli archivi nei quali è contenuta la dottrina del gruppo esplicitata nel corso di alcuni anni. In base a questi archivi è facile ritrovare la dottrina sul " Sacro Cuore del Padre" divulgata nella setta quando il capo indiscusso era ancora Padre Valeriano. Essa fa parte della "nuova rivelazione", successiva al Nuovo Testamento, denominata "Nuovissimo Testamento" e redatta dal profeta sotto dettatura dell’"Eterno". La maiuscola della parola "Cuore" unita al colore rosso fiammante della figura che compare sul frontespizio, dice chiaramente che il mensile si riferisce a tale dottrina. La conferma di quanto diciamo ci viene proprio dal numero di Gennaio 1998, dice:" Dopo quanto è stato detto appare evidente la necessità di proporre la devozione alla Misericordia di Dio attraverso l’adorazione e la venerazione del Suo Cuore..."

    Ma chi è in grado di mettere in atto tale adorazione? Solo" ...tra le anime sensibili le più volenterose, disposte a testimoniare la grandiosità di quel battito Sovrano..." Solo i membri dell’ex OMSA, dunque, gli unici disposti a mettere in atto tale adorazione che non è presente nella Rivelazione Biblica, sono i prescelti da Dio per salvare i peccatori. Dottrina anche questa da sempre presente nella setta, il cui nome " Ordine Missionario per la salvezza delle anime" stava ad indicare proprio che solo i suoi membri, in mezzo a miliardi di "poveri mortali" potevano portare a termine questa missione. Rimane dunque ancora oggi come nel passato la prospettiva gnostica e l’idea di superiorità mistica del gruppo. Anche qui nulla di nuovo sotto il sole.

    Nella pagina 2 dello stesso numero, in un contesto diffamatorio, si nomina il Santo Padre come "Wojtyla", mente si afferma che egli è circondato di "...prelati massoni militanti in logge diversificate." Più avanti si afferma che "... il Concilio, sancendo la libertà di religione... ha reciso le radici che assicuravano l’affermazione dell’unica verità e ha condotto all’estinzione dei valori dello spirito...". Queste affermazioni stanno a testimoniare che l’atteggiamento da sempre presente nella setta, diffamatorio verso il Sommo Pontefice e la gerarchia, è rimasto immutato. Nel mensile ritorna ancora l’affermazione che "L’azione sincretista, punta di diamante dell’odierna strategia ecumenica..." fa parte di un piano massonico fine del quale è sottomettere tutti gli uomini al..."potere incarnato dai cultori della religione universale". Il Papa, quindi, insieme a tulle le Chiese impegnate nel dialogo ecumenico, sarebbero gli artefici e gli esecutori di complotti massonici. Idee presenti da sempre nell’archivio delle dottrine del gruppo e da sempre sbandierate nella stessa rivista.

    Ancora nel numero di Gennaio 1998 a pag. 2 si riafferma una dottrina segreta presente negli archivi delle "rivelazioni" che consiste nel credere che L’Eterno Padre, grazie ai meriti dei suoi eletti, salvi dalla dannazione eterna tutte le anime, anche quelle non disposte a salvarsi. Dio, secondo tale dottrina, costringerebbe le anime in extremis a salvarsi anche a scapito della loro libertà. Ciò è puntualmente riaffermato quando dice: "L’Eterno Padre, nella Sua Bontà, trae dal Suo Cuore Misericordioso l’Onnipotenza del Suo Amore che concorre a trasformare, con il contributo dei suoi collaboratori, la ritrosia dei peccatori... Chi ama è riamato e sospinge nel grande oceano della misericordia Divina chi non trova in se stesso la forza e il coraggio di lasciarsi invadere dall’Amore Infinito". Queste dottrine si innestano perfettamente in quelle conservate negli archivi delle "rivelazioni" e completate con il cosiddetto "dogma della Corredenzione", "Terzo Atto Creativo del Padre" (dopo la Creazione e la Redenzione), grazie al quale la setta sarebbe l’unica chiesa in grado di salvare l’umanità dalla perdizione eterna.

    Per ragioni di spazio dobbiamo interrompere il nostro esame degli articoli di "P. D." che dimostrano come il tentativo di "mettere vino nuovo in otri vecchi" sia finito molto male per gli appartenenti all’O. D. P.", ex seguaci di Valeriano I.

    Riguardo poi al presunto riconoscimento come Ente Morale non ci soffermiamo ad elencare tutte le sette, anche le più pericolose, che hanno ottenuto riconoscimenti simili. Questa parvenza di legalità non incanta più nessuno.

    Per concludere vorremmo fare alcune considerazioni: la moda opportunistica di certi nuovi movimenti religiosi di cambiare nome e dottrine a seconda delle necessità non può essere considerata solo come un intermezzo ludico tra una pubblicazione e l’altra, come certi studiosi usano fare, forse per acquisire maggiore notorietà. Non si possono banalizzare questi avvenimenti solo per dare annunci "clamorosi" in diretta TV per il semplice motivo che, in questo caso, vi sono coinvolti esseri umani. Quando una setta cambia nome e dottrina o si trasforma con tanta disinvoltura, che ne è dei suoi adepti? Come si sentiranno coloro che, fino ad allora, hanno creduto a quelle dottrine? Due sono i casi: se sono condizionati completamente accetteranno qualsiasi cosa, anche il contrario di tutto, senza lamentarsi, e questo sarebbe veramente il caso più tragico.

    Se, invece, hanno conservato un barlume di libertà di pensiero come si sentiranno dopo aver lasciato il lavoro, o la famiglia, o gli studi per amore di quelle dottrine dettate dall’"Alto" e definite "infallibili"? Come si sentiranno dopo aver rifiutato cure mediche, o rinunciato ad una propria vita, a scegliersi il proprio coniuge, a mettere al mondo dei figli, solo perché le "rivelazioni" lo ordinavano? Come si sentiranno dopo aver donato i propri beni o aver irrimediabilmente compromesso l’avvenire dei propri figli per un’opera che non si è mai realizzata? Che cosa accadrà ai bambini che hanno visto la loro infanzia trasformata in una prigione soffocante in nome di un futuro di felicità che non vedranno mai?

    Tutto ciò non è altro che una ulteriore prova del fatto che gli adepti delle sette sono le principali vittime dei loro capi. Essi sono ingannati continuamente e sempre più subdolamente. Questa triste realtà ci spinge ancora di più a moltiplicare le nostre preghiere e i nostri sforzi per prevenire il più possibile il fenomeno dell’affiliazione a movimenti pseudoreligiosi nei quali non viene rispettata la libertà e la dignità umana, specialmente dei più deboli.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    più arcipreti, meno arcigay
    Data Registrazione
    03 Jun 2004
    Località
    Tra la verità e l'errore non c'è nessuna via di mezzo, tra questi due poli opposti non c'è che un immenso vuoto. Colui che si pone in questo vuoto è altrettanto lontano dalla verità di colui che è nell'errore (J. Donoso Cortes)
    Messaggi
    19,845
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Quest'articolo lo conoscevo già in quanto era un inserto del mensile dei dehoniani "P. cristiana" di qualche anno fa.

    Il GRIS fa sempre dei buoni lavori, soprattutto perchè va a colpire la mania oramai diffusissima di apostatare la Religione Cattolica per aderire ai culti più impensati, o più semplicemente per approdare all'ateismo formale.
    Tutto questo per mere ragioni di comodità personale; Gesù lo aveva detto: "Sforzatevi di passare per la porta stretta", invece la massa preferisce la porta larga e comoda che porta dritta all'inferno e alla dannazione nterna.

    Questi dell'OMSA/ODP non vanno presi troppo sul serio in quanto sono gruppetti isolati e se ne sta già occupando chi di dovere, ossia la magistratura; sono stati abbandonati da tutti gli adepti dei gruppi tradizionalisti che volevano conivolgere in questa truffa.

    Bisogna invece stare attenti a certaltri gruppi, i quali- per un malinteso senso della tradizione- si contrappongono alla Chiesa Cattolica e alla vera Gerarchia una para-chiesa e una para-gerarchia ordinata illecitamente o, nel migliore dei casi, scomunicata.
    Alludo, ovviamente, alla Fraternità San Pio X, o meglio ancora ai gruppi più radicali e radicalmente acattolici, che vanno sotto il nome di "sedevacantisti" (vedi forum "tradizione cattolica) e che si gabellano per vera Chiesa mentre sono seguaci di vescovi e preti che amministrano i sacramenti illecitamente compiendo sacrilegi.

    Disgraziatamente questi gruppetti di outsider hanno proseliti (generalmente anziani o giovani di scarsa levatura culturale, perlomeno liturgico-teologica) anche a causa della poca vigilanza effettuata dai Vescovi, che purtroppo pensano ad altro.

 

 

Discussioni Simili

  1. Un tedesco su sette sogna un nuovo Fuhrer
    Di Der Wehrwolf nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 09-11-06, 20:25
  2. Sette donne nel governo del nuovo Iraq
    Di Misterbianco nel forum Politica Estera
    Risposte: 20
    Ultimo Messaggio: 16-05-05, 16:21
  3. Nuovo scontro Berlino-Roma. La causa? Il vino...di Hitler
    Di skorpion (POL) nel forum Destra Radicale
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 10-09-03, 02:20
  4. Niente nuovo Office per i vecchi Windows
    Di Aug83 nel forum Scienza e Tecnologia
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 14-11-02, 12:56

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226