Fiorentina: Frey, De Silvestri, Gamberini, Natali (29' st Comotto), Gobbi, Zanetti, Montolivo, Santana (31' pt Jorgensen), Jovetic, Vargas, Mutu (1' st Gilardino). A disp. Avramov, Donadel, Pasqual, Castillo. All. Prandelli

Napoli: De Sanctis, Grava, Rinaudo, Contini, Maggio, Gargano, Pazienza, Aronica, Hamsik, Lavezzi (47' st Datolo), Quagliarella (42' st Denis). A disp. Iezzo, Rullo, Bogliacino, Cigarini, Pià. All. Mazzarri

Arbitro: Morganti di Ascoli
Marcatore: 43' st Maggio
Note: ammoniti Mutu, Grava, Aronica, Contini, Zanetti, Gamberini, Maggio. Al 21' st espulso il tecnico Mazzarri (N) per proteste. Al 35' st Frey ha parato un rigore a Quagliarella.


Firenze - La porti un bacione a Firenze! Il Napoli sbanca il Franchi con un gol di Christian Maggio al minuto 88 e festeggia il suo compleanno di felicità interrompendo l'astinenza di vittorie in trasferta a 364 giorni dall'ultimo successo esterno all'Olimpico con la Lazio. Nessuno aveva mai vinto a Firenze quest'anno, nessuno aveva mai segnato a Firenze quest'anno, nessuno aveva mai messo i brividi a Firenze quest'anno, nessuno aveva mai messo in ginocchio la Viola a Firenze quest'anno. L'ha fatto il Napoli, nell'ultima domenica di ottobre ed alla prima di Walter Mazzarri lontano dal San Paolo. Il Giglio della gloria lo coglie Maggio, il Top Gun sulle ali della libertà che vola nel cielo del trionfo e va a fare l'inchino all'imbrunire, mentre l'orizzonte volge al desio. Quando Seba Frey sembrava un Manga Boy, un Supereroe dalla cresta bionda che aveva cacciato anche le zanzare dalla linea bianca. E che aveva esorcizzato un rigore di Quagliarella a dieci minuti dalla fine. Ma quando nella porta viola sembrava non potesse entrare neppure il sole, ecco il raggio di luce azzurra. Denis, appena salito sulla giostra, battezza con un cross benedetto la sua giornata, Maggio entra di fioretto, et voilà le jeux sont fait. Chapeau e inchino. Si chiude il sipario. Mazzarri fa il pieno: 6 punti su 6. Il Napoli sbanca il Franchi. La porti un bacione a Firenze!
Si inizia come si finisce, con un tiro di Maggio: para Frey. E' l'antipasto. Al 9' risposta di Jovetic, De Sanctis c'è. Al 22' Zanetti lancia Vargas, sinistro in diagonale largo. Al 30' la più grande palla gol del primo tempo. Lavezzi si imbuca nella difesa viola e brucia tutti, Frey fa una parata splendida e ferma anche la successiva respinta di Quagliarella. Al 33' numero di Hamsik e sinistro in area: Frey chiude. Sembra un fatto personale tra il Napoli ed il portiere francese. Ma gli azzurri non si abbattono. Finisce il primo tempo 0-0. Il più bello deve ancora arrivare.
Nel secondo tempo Prandelli prova il jolly Gilardino che prende il posto di Mutu. Ed il Gila risponde subito presente girando dopo pochi minuti in porta una palla vagante in area: De Sanctis respinge alla grande, arriva Jorgensen che scarica il destro ed Hamsik salva sulla linea. Che partita. Si ha la sensazione del gol sempre, da un lato e dall'altro. Corde che vibrano anche a Mazzarri che in piena adrenalina ha un impeto per un fallaccio su Maggio. Morganti lo espelle. Partita che si gioca ad alta tensione.
Al 28' Quagliarella si infila nel cuore della difesa fiorentina e Frey con una uscita arrembante salva ancora la porta. Poi il break micidiale a 10 minuti dalla fine. Hamsik dribbla Gamberini e Gobbi in area e viene steso. Rigore netto. Va a tirare Quagliarella, Frey para. Sembra la domenica della beffa. Ed invece è la domenica della brava gente. German Denis appena entrato va via sulla destra e crossa teso per Maggio: tocco sotto e gol fantastico. E' il sentiero di Christian, che va a fare l'inchino sul viale della gloria. Chapeau. Si chiude il sipario. Il Napoli sbanca il Franchi. La porti un bacione a Firenze!