Cos'è che diceva Calderoli a proposito della voglia del Sud di "libertà", "federalismo", di "attenzione per le tematiche legiste", dell' "affrancarsi dalla mafia" ecc. ecc.???
Non cambieranno mai

BARI - Per evitare che due giovani, che avevano da poco rapinato un ragazzo del suo ciclomotore, venissero arrestati dalla polizia, una cinquantina di persone ha circondato e aggredito agenti di polizia e ferito alcuni di loro: uno dei poliziotti ha riportato la frattura di una mano e guarira' in un mese circa, altri due in una decina di giorni.
E' accaduto a Bari, in piazza Chiurlia, al limite tra la citta' vecchia e il centrale Corso Vittorio Emanuele, dove gli agenti hanno arrestato tre persone.

Secondo la ricostruzione dell' accaduto fatta dalla polizia, gli agenti hanno soccorso un ragazzo che era stato rapinato del suo ciclomotore da un giovane, il quale era poi fuggito alla guida dello stesso ciclomotore. Dalla descrizione del mezzo fornita dal proprietario, i poliziotti lo hanno rintracciato in piazza Chiurlia: a bordo erano due persone. Dopo un breve inseguimento gli agenti hanno bloccato i due e li hanno fatti salire, separatamente, su due auto delle 'Volanti' che erano sopraggiunte. A quel punto una folla, composta da una cinquantina di persone, ha circondato le due auto ed ha aggredito gli agenti. Nel parapiglia uno dei due giovani fermati e' riuscito a fuggire ed e' ricercato.

Al termine dell' aggressione, gli agenti hanno arrestato tre persone: Maurizio Larizzi, di 21 anni, con precedenti penali, accusato di rapina, minacce gravi e resistenza, e le sorelle Giovanna e Pasqua Greco, di 35 e 29 anni, entrambe con precedenti penali, accusate di favoreggiamento personale, minacce gravi, lesioni, resistenza e violenza a pubblico ufficiale, e danneggiamento aggravato. Pasqua Greco e' anche accusata di detenzione e porto illegale di coltello di genere proibito.
30/06/2004 101