Cara amica, caro amico,

come già saprai il 21 luglio il Comitato Economico e Sociale delle Nazioni Unite (ECOSOC), di cui il PRT ha lo status consultivo, sarà chiamato a votare (http://www.radicalparty.org/trp_un/) sulla richiesta del Vietnam di espellerci dall'Onu per tre anni.

Sai bene cosa il PRT, come Ong, è riuscito a fare dal 1995 ad oggi. Basti pensare alla Corte Penale Internazionale, la battaglia contro la pena di morte, le lotte antiproibizioniste, le presenze a Ginevra, a Vienna e a New York, nelle sedi delle Nazioni Unite, durante le quali abbiamo dato la possibilità a rappresentanti di popoli oppressi di parlare in nostra rappresentanza.

Tutti sono concordi nel dire che il PRT è importante, che senza i radicali questo mondo non sarebbe lo stesso, ed evidentemente è vero, perché un regime forte come il Vietnam vuole la nostra eliminazione, sia per la battaglia per la libertà religiosa che per i diritti del popolo dei Montagnards, che da decenni viene massacrato dal regime di Hanoi.

Come fu con la richiesta della Federazione Russa di 3 anni fa, oggi noi vogliamo dimostrare che la ragione sta dalla parte dei diritti civili e politici di tutti e dalla parte della democrazia e vogliamo contrastare la richiesta del Vietnam con le armi della politica.

In questi giorni stiamo lavorando affinché non si arrivi all'ipotesi peggiore: la nostra espulsione e ti scriviamo per chiederti di darci il tuo sostegno:


- firma e fai firmare l'appello (http://www.radicalparty.org/trp_un/form.php?lang=it)

- iscriviti e fai iscrivere i tuoi amici al PRT
(http://www.radicalparty.org/onu_form1.htm)

Tutte le battaglie che abbiamo combattuto, le abbiamo realizzate grazie anche lo status consultivo di prima categoria che abbiamo presso le Nazioni Unite: vorremmo continuare anche in futuro ed è per questo che stiamo tenacemente lavorando affinché il voto del prossimo 21 luglio ci sia favorevole. La sconfitta sarebbe prima di tutto una sconfitta per la democrazia e per il sistema di difesa dei diritti umani nell'ambito delle Nazioni Unite.

Siamo certi che vorrai contribuire.


Un caro saluto,




Sergio Stanzani
Presidente

Danilo Quinto
Tesoriere