User Tag List

Visualizza Risultati Sondaggio: Chi voti?

Partecipanti
30. Non puoi votare in questo sondaggio
  • Reazionari

    10 33.33%
  • Conservatori

    2 6.67%
  • Nazional-liberali

    3 10.00%
  • Zentrum

    1 3.33%
  • Democratici

    6 20.00%
  • Radicali

    1 3.33%
  • Repubblicani

    0 0%
  • Socialdemocratici

    7 23.33%
Pagina 1 di 7 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 64
  1. #1
    .
    Data Registrazione
    06 Apr 2009
    Località
    Parma
    Messaggi
    2,995
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Elezioni nell'Impero di Germania

    SITUAZIONE INTERNAZIONALE
    1846: il Conclave elegge il cardinale Tommaso Gizzi,liberale,al soglio pontificio. Egli assume il nome di Gregorio XVII ed avvia una serie di riforme che rivoluzionano la sclerotica struttura dello Stato della Chiesa.

    1848-1849: Parigi è in piena rivolta. Le barricate cacciano Luigi Filippo,Re dei Francesi. Come al solito,quando la Francia ha il raffreddore,l’Europa starnutisce. La rivolta si estende in tutte le zone dell’Europa occidentale. Si rivoltano i polacchi (divisi fra Russia,Prussia ed Austria),si rivoltano gli ungheresi (che si trovano nell’Impero Austriaco),si rivoltano soprattutto gli Italiani. Carlo Alberto concede lo Statuto e dichiara guerra all’Impero Austriaco,imitato dal Granducato di Toscana (che concede anch‘egli una Costituzione). Lo Stato della Chiesa,non potendo per ragioni morali guerreggiare per scopi offensivi,si limita a mandare volontari ma vara una Costituzione rivoluzionaria che trasforma lo Stato della Chiesa in uno stato pressoché laico (la religione cattolica resta però religione di stato,il Papa rimane capo di Stato seppur con pochissimi poteri ed è vietato per Costituzione il divorzio,che del resto nessuno chiede). A Napoli viene concessa una Costituzione ,ma il Re,che detiene il potere di dichiarare la guerra,non entra nel “casino nordista” (da lui così definito) e si limita a mandare volontari (molto ostacolati,per evitare che in caso di vittoria austriaca il Reame sia troppo compromesso). Ma l’esercito austriaco non riesce ad opporsi. Diviso fra Italia,Ungheria e Galizia (a maggioranza polacca) esso è incapace di opporre alcuna resistenza. Le perdite inizialmente sono poche (tra cui la perdita di Modena e di Parma,annesse al Piemonte) ma il 24 luglio gli austriaci vengono sconfitti a Ustola (grazie ad una inedita rapidità di movimento degli eserciti italiani,comandati ufficialmente da Carlo Alberto,ma di fatto da un giovanissimo La Marmora,e vengono di fatto messi in rotta. Gli austriaci fuggono ma vengono funestati da attacchi ad opera di bande di volontari italiani. I nostri eserciti regolari li inseguono. Il 5 agosto viene liberata Venezia. Rivolte scoppiano in tutte le zone italiane sotto controllo austriaco. L’esercito di Radetzky supera le Alpi decimato,lasciando in Italia migliaia di uomini,fra morti e prigionieri. D’Azeglio (presidente del consiglio piemontese e di fatto capo di tutta l’Italia moderata) corre in soccorso alla rivolta slava sviluppatasi nei Balcani austriaci,ad opera di sloveni e croati (sostegno che costerà parecchio dal punto di vista finanziario,per la ancora debole economia italiana). Per l’Austria è la fine. Le rivolte scoppiano ora anche il Germania e persino a Vienna. Francesco I decide dunque di firmare un armistizio (che entra in vigore il giorno dopo,dando alle forze italiane il tempo di occupare il Trentino,la costa istriana e alcune città dalmate tra cui Zara,e di aiutare gli slavi). Ciò fatto,l’imperatore concede una Costituzione (che segna la fine dell’Impero Austriaco e la nascita del Regno tedesco d’Austria) ed abdica. Sale al trono Francesco Giuseppe che firma un armistizio anche cogli Ungheresi (che avevano occupato la Slovacchia e costituito un governo provvisorio).

    1849: con il Trattato di Trento,l’Austria cede all’Italia il Lombardo-Veneto,il Trentino,la costa istriana,Zara,Sebenico,Lagosta ,Cazza,il Quarnaro e persino Spalato. Inoltre il neonato Regno non avrebbe più avuto alcuna influenza sulla politica italiana. I territori perduti,insieme al Piemonte (ingrandito con Parma e Modena) e la Toscana,formarono la Confederazione Italiana,che di lì a poco occupò lo Stato della Chiesa (su richiesta esplicita del Parlamento papalino e senza che il Papa si opponesse) ed il Regno delle Due Sicilie,a causa del rifiuto dei Borbone di riconoscere Carlo Alberto come monarca della penisola. Nasce così il Regno d’Italia.
    Con il trattato di Lubiana,la Slovenia e la Croazia ottengono l’indipendenza e passano sotto influenza italiana.
    Con il trattato di Budapest ottengono l’indipendenza l’Ungheria e la Slovacchia (sotto influenza ungherese).
    Il Regno austriaco di fatto si riduce ai territori tedeschi,boemi,moravi e polacchi. Nel neo-eletto Parlamento austriaco si delinea subito una ampia maggioranza a favore dell’indipendenza della Galizia polacca,ma non della Boemia e della Moravia.

    SITUAZIONE TEDESCA

    1848: la Prussia è sconvolta dalla rivolta polacca (molti polacchi sono presenti nel territorio prussiano della Posnania) e soprattutto da quella dei borghesi tedeschi che reclamano diritti politici. Il Re di Prussia Federico Guglielmo IV,terrorizzato,concede una Costituzione,imitato da molti monarchi tedeschi,coll’eccezione della Baviera (che concederà una Costituzione solo dopo che l‘avrà fatto l’Austria,al pari del Liechtenstein) . Immediatamente si svolgono elezioni che vedono vittoriose le forze patriottiche e liberali,seppur in misura assai minore rispetto alla vittoria dei liberali austriaci. Il nuovo Parlamento prussiano concede,ed il Re approva a malincuore,l’indipendenza ai polacchi della Posnania,mentre restano prussiane la Prussia occidentale,quella orientale e la Slesia,che subiscono modifiche territoriali trascurabili.

    1849: l’Austria firma,come detto,i vari trattati di pace. Il Parlamento austriaco,chiusa questa pendenza,pone ora l’accento sull’unità tedesca,aiutato dal Parlamento prussiano e da quello dei vari stati tedeschi. I monarchi sono costretti ad accettare che a Francoforte si riunisca un’Assemblea Costituente per redigere la costituzione del futuro Impero di Germania,a patto che questa abbia struttura federale (per far sì che i vari principi tedeschi restino sui loro troni). Si svolgono elezioni per eleggere l’Assemblea,vinte in larghissima misura dai liberali,che ottengono risultati plebiscitari negli stati meridionali (Austria e Baviera in particolar modo),risultati buoni nel resto della Germania ma molto al di sotto delle aspettativa in Prussia (dove i liberali hanno il 43% dei voti,poco al di sopra dei conservatori guidati da Ottone di Bismarck). L’Assemblea elegge Reggente provvisorio dello Stato Giovanni d’Asburgo (il più liberale nella famiglia) e viene formato un governo di unità nazionale e di attesa,al quale partecipano le forze liberali e conservatrici (Bismarck,ottimo come diplomatico,ottiene il Ministero degli Esteri),che però non ha poteri circa la Costituzione. Di fatto l’azione governativa si limiterà alla dichiarazione di guerra alla Danimarca per lo Schleswig-Holstein (a maggioranza tedesca),che viene annesso alla Prussia per cercare di rendere Federico Guglielmo IV più ben disposto verso l’unificazione.

    1850: viene approvata la Costituzione. Poiché la Prussia reclamava la corona imperiale per uno dei suoi regnanti,e poiché Francesco Giuseppe aveva posto un veto su Federico Guglielmo IV,viene nominato Imperatore il fratello del Re di Prussia,Guglielmo I,che diviene Imperatore di Germania e deve rinunciare al trono prussiano (la carica imperiale è incompatibile con quella di capo di stato di uno stato tedesco). La famiglia Hohenzollern si divide quindi in due tronconi:quello tedesco (gli Hohenzollern-Deutschland) e quello prussiano (Hohenzollern-Preussen),il primo guidato da Guglielmo e dai suoi successori maschi con la corona imperiale ed il secondo guidato da Federico Guglielmo IV *.

    STRUTTURA DELL’IMPERO

    L’Impero di Germania (Kaiserreich Deutschland) ,questo il nome ufficiale,è,per costituzione,una monarchia federale e costituzionale. Come già detto,i vari stati tedeschi continuano ad esistere all’interno della struttura federale,ma allo stato centrale spetta il controllo della politica estera,di quella militare,di quella economica e di molte altre (una via di mezzo fra federalismo e semi-federalismo,insomma). All’Imperatore spetta il potere esecutivo,che egli esegue per mezzo del Governo federale,guidato da un Cancelliere del Reich (Reichskanzler),col tempo sempre più dipendente dal Parlamento che non dall’Imperatore. Il Parlamento è diviso fra la Dieta dell’Impero (Reichstag) e fra Consiglio federale (Bundestrat),il primo eletto a suffragio pressoché universale (vota chiunque abbia 25 anni se sa leggere e scrivere,30 se analfabeta),il secondo nominato dai governi dei vari stati tedeschi in proporzione alla grandezza ed alla popolazione per ogni stato. I vari stati possono legiferare purchè le loro leggi non vadano in contraddizione con le leggi imperiali. La valuta è il marco del Reich (Reichsmark),la bandiera è ovviamente il tricolore nero-rosso-giallo,mentre l’inno è il Canto dei Tedeschi (Das Lied der Deutschen,ossia il Deutschland,Deuschtland uber alles). Le forze armate vengono unificate e seguono l’esempio prussiano. Nascono così l’Esercito (Heer) e la Marina militare (Kriegsmarine). La capitale,per evitare attriti fra Berlino e Vienna,sarà Francoforte.

    ELEZIONI E PARTITI

    Sciolta l’Assemblea ed i Parlamenti dei vari stati si va alle elezioni. Si presentano i seguenti gruppi:

    -Reazionari. Arruolati fra l’alta nobiltà austriaca,formata da persone contrarissime alla fine dell’Impero Austriaco ed alla unificazione. Hanno rinunciato ufficialmente a proporre un ritorno alla situazione della Confederazione Germanica e propongono una ulteriore concessione di poteri ai vari stati a danno dell’Impero tedesco. In politica estera sono estremamente vicini alla Russia zarista,mente detestano gli “stati rivoluzionari” (Francia,Italia,Ungheria e relativi stati fantoccio). Estremamente cattolici,legati al Trono e all’Altare. Sono quindi la Destra extra-costituzionale.

    -Conservatori (Konservative): guidati dall’abilissimo Ottone di Bismarck,sono di fatto dei reazionari che hanno accettato l’unificazione solo perché la Prussia ci ha guadagnato molto,seppur in via indiretta. Sono quasi tutti Junker,ossia aristocratici e possidenti terrieri prussiani. In politica estera,come in quella interna sono pragmatici,ma sembrano puntare al capitalismo di stato e ad una guerra contro la Francia per il controllo dell’Alsazia (etnicamente tedesca) e persino della Lorena. Contano molto nelle scelte militari,poiché le alte sfere militari tedesche (quasi tutte prussiane) sono dalla loro parte. Estremamente luterani,sono quindi la Destra costituzionale.

    -Nazional-liberali (Nationalliberale Partei):guidati da Rodolfo von Bennisgen,sono l’ala destra del liberalismo tedesco. Quasi tutti borghesi,hanno una distribuzione geografica abbastanza omogenea,ma sono più forti nella parte meridionale tedesca. Liberali e liberisti,come è ovvio aspettarsi. Favorevoli ad un accordo colla Francia per ottenere l’Alsazia,hanno una “passione” segreta anche per la Svizzera tedesca,dove favoriscono i movimenti filo-tedeschi. Contano molto nella alta borghesia imprenditoriali e fra gli industriali. Equamente divisi fra cattolici e luterani (ma con una leggera prevalenza dei primi),sono quindi la Destra moderata.

    -Partito di Centro (Zentrum): perduto ogni potere temporale,Papa Gregorio XVII ha dato il via libera alla formazione di partiti cattolici che partecipino attivamente alle vite politiche dei vari paesi europei. Il Zentrum è uno di questi. Fortissimo in Austria e Baviera,è appoggiato da contadini e operai. Si fa portavoce di una “visione sociale” della cattolicesimo avanti lettera. Libertà economica dunque,ma anche interventi statali per evitare squilibri. In politica estera estremamente pragmatico. E’ quindi un partito de Centro cristiano.

    -Partito Democratico tedesco (Deutsche Demokratische Partei)artito liberal-democratico,portavoce delle istanze liberal-sociali. Ne fanno parte i membri della borghesia centrista laica. Tendenzialmente centrista,tende a sinistra. E’ dunque un partito del Centro laico e,contemporaneamente,della Sinistra moderata.

    -Partito Radicaleartito di sinistra,votato sostanzialmente da borghesi progressisti,fortemente nazionalista. E’ anti-francese (per via dell’Alsazia),anti-clericale (specialmente contro la Chiesa cattolica),anti-socialista (non comprendendo le ragione intime del socialismo),fortemente “inquinato” dalla massoneria (molto più dei nazional-liberali e dei democratici). Vuole risolutamente la guerra alla Francia,vuole che la Svizzera tedesca entri a far parte dell’Impero,vuole un Impero coloniale. Insomma un partito di Crispi tedeschi. E’ quindi la Sinistra costituzionale.

    -Repubblicani (Republikaner): partito molto piccolo,borghese,favorevole alla instaurazione di una repubblica parlamentare e federale. Sono quindi membri della Sinistra extra-costituzionale

    -Socialdemocratici: non ancora organizzati come partito. Il loro programma è di fatto il Manifesto del Partito Comunista,e paiono dei socialisti rivoluzionari più che socialdemocratici moderni. Membri,insieme ai repubblicani,della Sinistra extra-costituzionale.

    Potrete votare sino a giovedì 12 novembre,la storia continuerà in base ai risultati ottenuti (modello Supermario).
    Ultima modifica di Von Righelli; 01-11-09 alle 16:58
    Senatore Imperiale,Patrizio dell’Impero,Duca Duce di Parmula,Placentula et Guastallula,Sovrintendente agli ‘Mperial vitigni di Sangiovese,Vicecomandante del FICA.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Nichilismo Cristiano
    Data Registrazione
    02 Apr 2004
    Località
    Parma
    Messaggi
    34,544
    Mentioned
    347 Post(s)
    Tagged
    29 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    2

    Predefinito Rif: Elezioni nell'Impero di Germania

    Reazionari, auspicando alleanza col Zentrum. In realtà avrei votato Konservative se fossero stati cattolici.

  3. #3
    Deputato di POL
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    SP
    Messaggi
    3,392
    Mentioned
    102 Post(s)
    Tagged
    28 Thread(s)

    Predefinito Rif: Elezioni nell'Impero di Germania

    Democratici
    Non chiedete cosa possa fare il paese per voi: chiedete cosa potete fare voi per il paese

  4. #4
    bronsa querta
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    56,556
    Mentioned
    264 Post(s)
    Tagged
    25 Thread(s)

    Predefinito Rif: Elezioni nell'Impero di Germania

    Una bella sfida tra CSX e destra radicale.:gluglu:
    C. De Gaulle: "l'Italia non è un paese povero. E' un povero paese".

  5. #5
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    12 Feb 2008
    Messaggi
    20,160
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    3

    Predefinito Rif: Elezioni nell'Impero di Germania

    socialdemocratici, verso il sol dell'avvenir
    Dannato Barone Rosso.

  6. #6
    Chap Socialist
    Data Registrazione
    13 Sep 2002
    Messaggi
    31,653
    Mentioned
    10 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Elezioni nell'Impero di Germania

    Ovviamente socialdemocratici ! gran bel sondaggio, secondo me se Franz avesse sposato la sorella di Sissi come previsto avrebbe anche potuto avverarsi (non tutti lo sanno, ma Elisabetta d'Asburgo-Wittelsbach ebbe un ruolo fondamentale nel compromesso con la sua amata Ungheria).

  7. #7
    Forumista senior
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    ComunismoE'Libertà
    Messaggi
    3,057
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Elezioni nell'Impero di Germania

    certamente Socialdemocratici
    Dissidente Politico in Regime Totalitario

  8. #8
    Forumista senior
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    4,635
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Elezioni nell'Impero di Germania

    Bel fanta-sondaggio. :gluglu:

  9. #9
    Nichilismo Cristiano
    Data Registrazione
    02 Apr 2004
    Località
    Parma
    Messaggi
    34,544
    Mentioned
    347 Post(s)
    Tagged
    29 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    2

    Predefinito Rif: Elezioni nell'Impero di Germania

    Ma se per ipotesi i kommunist mollassero la sinistra borghese e accettassero di rispettare la cristianità del popolo tedesco, cosa potremmo offrirgli in cambio noi reaktionarien ?

    Decentramento del potere, Sindacati e.. hm.. la Francia ?

  10. #10
    .
    Data Registrazione
    06 Apr 2009
    Località
    Parma
    Messaggi
    2,995
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Elezioni nell'Impero di Germania

    Citazione Originariamente Scritto da Perseo Visualizza Messaggio
    Ma se per ipotesi i kommunist mollassero la sinistra borghese e accettassero di rispettare la cristianità del popolo tedesco, cosa potremmo offrirgli in cambio noi reaktionarien ?

    Decentramento del potere, Sindacati e.. hm.. la Francia ?
    dubito che i reazionari possano concedere qualcosa ai socialisti...solo un Bismarck potrebbe tentare un'apertura sociale con pensioni di vecchiaia,d'invalidità e via discorrendo.
    Senatore Imperiale,Patrizio dell’Impero,Duca Duce di Parmula,Placentula et Guastallula,Sovrintendente agli ‘Mperial vitigni di Sangiovese,Vicecomandante del FICA.

 

 
Pagina 1 di 7 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. 1865 - Elezioni nell'Impero di Germania
    Di Defender nel forum FantaTermometro
    Risposte: 67
    Ultimo Messaggio: 11-02-15, 21:44
  2. 1860 - Elezioni nell'Impero di Germania
    Di Defender nel forum FantaTermometro
    Risposte: 26
    Ultimo Messaggio: 29-11-09, 23:54
  3. 1855 - Elezioni nell'Impero di Germania
    Di Defender nel forum FantaTermometro
    Risposte: 72
    Ultimo Messaggio: 22-11-09, 19:43
  4. Elezioni nell'Impero Bizantino
    Di Manfr nel forum FantaTermometro
    Risposte: 25
    Ultimo Messaggio: 06-09-08, 21:29
  5. Elezioni nell'Impero Romano
    Di Danny nel forum Parlamento di Pol
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 14-01-07, 23:09

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226