Da Pavia giunge una splendida notizia: un bambino guarisce dalla talassemia, malattia del sangue, grazie all'uso di cellule staminali prelevate dal cordone ombelicale di due fratellini, gemelli.

Si potrebbe solo esultare, volgendo alla ricerca scientifica lo sguardo che non riesce a star fermo in Ossezia, dove bambini vengono immolati al fanatismo folle delle fedi.

Ma non basta, occorre guardar meglio. Intanto i due gemelli sono stati concepiti in Turchia, perché in Italia sarebbero stati due fuorilegge.

Già, la coppia che aveva dato alla luce un bambino talassemico ha deciso, più che giustamente, di non affidarsi al caso e di richiedere test genetici prima dell'impianto dell'ovulo fecondato.

Questa pratica, in Italia, è illegale. Nell'islamica Turchia è stata possibile. I test genetici sono odiosi, forse anche terrificanti, se destinati a determinare le caratteristiche superflue del nascituro. Ma se fatti per evitare che abbia malattie ereditarie e mortali, siano benedetti (omissis)