Una giornata in ricordo delle vittime dell'attentato alle Torri gemelle dell'11 settembre 2001.

Rappresentanti del mondo cristiano, ebreo e musulmani si incontreranno sabato e domenica a Roma per celebrare la 'Seconda Giornata per l'interdipendenza'. L'iniziativa è promossa da un cartello di associazioni, fra cui le Acli, Legambiente, Movimento politico per l'unità, Comunità di Sant'Egidio e CivWorld, insieme al Comune di Roma.

La Giornata per l'interdipendenza si apre sabato sera, alle 20.30, in piazza del Campidoglio. All'incontro saranno presenti il card. Paul Poupard, presidente del Pontificio Consiglio per la cultura, il Rabbino Riccardo di Segni, capo della comunità ebraica di Roma e Shahrzad Hushmand, teologa islamica iraniana.

La serata prevede anche momenti artistici e testimonianze di giovani cristiani, musulmani ed ebrei. Presente anche l'Imam Warith D. Mohammed, leader della 'American Muslims Society' che conta 2 milioni di aderenti.


Domenica 12 settembre l'apputnamento si sposta all'Auditorium parco della Musica di Roma per un dibattito sul tema 'Il ruolo della società civile per la promozione dell'interdipendenza positivà.

Interverranno, fra gli altri, Chiara Lubich, fondatrice del Movimento dei Focolari, Romano Prodi, Andrea Riccardi, fondatore della Comunità di Sant'Egidio e Lech Walesa, fondatore di 'Solidarnosc'