User Tag List

Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 26
  1. #1
    Registered User
    Data Registrazione
    01 Jun 2002
    Messaggi
    32
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Comunicato stampa dei Giovani Comunisti di Udine

    Il Coordinamento provinciale dei Giovani Comunisti di Udine, a seguito delle sconcertanti dichiarazioni rilasciate dal segretario del Partito della Rifondazione Comunista, Fausto Bertinotti, al quotidiano “La repubblica” del 9 settembre 2004, constatate le profonde divergenze con le opinioni del compagno, intende esprimere quanto segue.
    Il ritiro di tutte le truppe d’occupazione in Iraq e soprattutto quelle italiane deve restare la proposta politica centrale e inalienabile del nostro partito. Il compagno Bertinotti, non pago di essersi seduto allo stesso tavolo con il governo guerrafondaio di Berlusconi, è giunto a sostenere: “ora salviamo le due ragazze del ritiro riparleremo dopo” e prosegue “adesso stiamo parlando di come salvare delle vite umane. In questi casi c’è un’urgenza temporale e di valori che impone una gerarchia una scelta. (…) C’è l’altra dimensione, quella strategica, sulla quale rimane un dissenso profondo con il governo. Ma è una questione che va tenuta separata.”
    Ferma restando la piena solidarietà con le compagne di “Un ponte per…”, non crediamo che le parole di Bertinotti si attaglino a quello che dovrebbe essere un dirigente comunista, consapevole delle nefandezze causate da un’occupazione brutale ed assassina che giorno dopo giorno ha dimostrato di essere assolutamente insensibile alla vita umana, confermando ciò attraverso l’uso indiscriminato di massicci bombardamenti (settanta morti ieri a Felluja).
    Per i Giovani Comunisti di Udine la liberazione degli ostaggi è inscindibile dalla richiesta di ritiro delle truppe dall’Iraq, di quelle truppe italiane, tanto celebrate anche qui in Regione, che sono state protagoniste di episodi oscuri e controversi come la battaglia dei ponti a Nassirja dove hanno perso la vita decine di iracheni, donne e bambini compresi; tentare di trarre in salvo gli ostaggi non equivale ad accettare compromessi di unità con questo governo, come vuole farci credere Bertinotti, per far cosa poi, per mandare Frattini in Iraq?
    Infine crediamo doveroso fare alcune precisazioni sulla resistenza irachena, infatti, se il compagno Bertinotti frettolosamente la bolla come resistenza con la “r” minuscola, noi pensiamo che non sia possibile suddividere i movimenti resistenziali di liberazione nazionale in categorie d’importanza, ma pensiamo che la lotta di massa degli iracheni sia legittima, espressione dell’ambizione del popolo iracheno ad un paese libero e non ad un paese governato e derubato da stranieri, né un paese di tagliatori di teste. Il fenomeno dell’estremismo e del terrorismo islamico è minoritario, se esso ha avuto delle recrudescenze in un territorio storicamente laico come l’Iraq è solo grazie al generoso aiuto dell’imperialismo.
    La priorità in questo momento non è discutere con Berlusconi, ma cacciarlo con una mobilitazione di massa, come è avvenuto per Aznar in Spagna quest’anno. Negoziare oggi sul ritiro delle truppe in Iraq, compagno Bertinotti, significa essere disposti a cedere domani sul terreno della lotta contro la precarietà, per la giusta pensione, per l’occupazione.
    [email protected]

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Per l'unità dei comunisti.
    Data Registrazione
    13 Jun 2004
    Località
    Roma
    Messaggi
    1,842
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Non sono d'accordo. Bertinotti non ha mai dett di rimunciare al sacrosanto ritiro delle truppe di occupazione, ma a solamente rbadito, anche in quel tavolo cumune, la necessità prioritaria di favorire la liberazione delle 2 compagne? Quello che voi sostenete era la contrapposizione Prc-governo che portava l'ulimo a sostenere sicuramente la bontà dell'occupazione mettendo in serio pericolo, più di quanto lo sia ora, la vita delle 2 splendide ragazze.
    Emanuele

  3. #3
    Bestia in via d'estinzione...
    Data Registrazione
    21 Apr 2004
    Località
    "Molti canti ho sentito nella mia terra natìa, canti di gioia e di dolor. Ma uno mi s' è inciso a fondo nella memoria ed è il canto del comune lavorator"...spettrale residuo di quegli estatici giorni rivoluzionari!
    Messaggi
    6,997
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Comunicato stampa dei Giovani Comunisti di Udine

    In origine postato da Rakovskij
    Il Coordinamento provinciale dei Giovani Comunisti di Udine, a seguito delle sconcertanti dichiarazioni rilasciate dal segretario del Partito della Rifondazione Comunista, Fausto Bertinotti, al quotidiano “La repubblica” del 9 settembre 2004, constatate le profonde divergenze con le opinioni del compagno, intende esprimere quanto segue.
    Il ritiro di tutte le truppe d’occupazione in Iraq e soprattutto quelle italiane deve restare la proposta politica centrale e inalienabile del nostro partito. Il compagno Bertinotti, non pago di essersi seduto allo stesso tavolo con il governo guerrafondaio di Berlusconi, è giunto a sostenere: “ora salviamo le due ragazze del ritiro riparleremo dopo” e prosegue “adesso stiamo parlando di come salvare delle vite umane. In questi casi c’è un’urgenza temporale e di valori che impone una gerarchia una scelta. (…) C’è l’altra dimensione, quella strategica, sulla quale rimane un dissenso profondo con il governo. Ma è una questione che va tenuta separata.”
    Ferma restando la piena solidarietà con le compagne di “Un ponte per…”, non crediamo che le parole di Bertinotti si attaglino a quello che dovrebbe essere un dirigente comunista, consapevole delle nefandezze causate da un’occupazione brutale ed assassina che giorno dopo giorno ha dimostrato di essere assolutamente insensibile alla vita umana, confermando ciò attraverso l’uso indiscriminato di massicci bombardamenti (settanta morti ieri a Felluja).
    Per i Giovani Comunisti di Udine la liberazione degli ostaggi è inscindibile dalla richiesta di ritiro delle truppe dall’Iraq, di quelle truppe italiane, tanto celebrate anche qui in Regione, che sono state protagoniste di episodi oscuri e controversi come la battaglia dei ponti a Nassirja dove hanno perso la vita decine di iracheni, donne e bambini compresi; tentare di trarre in salvo gli ostaggi non equivale ad accettare compromessi di unità con questo governo, come vuole farci credere Bertinotti, per far cosa poi, per mandare Frattini in Iraq?
    Infine crediamo doveroso fare alcune precisazioni sulla resistenza irachena, infatti, se il compagno Bertinotti frettolosamente la bolla come resistenza con la “r” minuscola, noi pensiamo che non sia possibile suddividere i movimenti resistenziali di liberazione nazionale in categorie d’importanza, ma pensiamo che la lotta di massa degli iracheni sia legittima, espressione dell’ambizione del popolo iracheno ad un paese libero e non ad un paese governato e derubato da stranieri, né un paese di tagliatori di teste. Il fenomeno dell’estremismo e del terrorismo islamico è minoritario, se esso ha avuto delle recrudescenze in un territorio storicamente laico come l’Iraq è solo grazie al generoso aiuto dell’imperialismo.
    La priorità in questo momento non è discutere con Berlusconi, ma cacciarlo con una mobilitazione di massa, come è avvenuto per Aznar in Spagna quest’anno. Negoziare oggi sul ritiro delle truppe in Iraq, compagno Bertinotti, significa essere disposti a cedere domani sul terreno della lotta contro la precarietà, per la giusta pensione, per l’occupazione.
    [email protected]
    Ma Bertinotti nn ha mai smesso di pressare x far ritirare le truppe dall'iraq, tranne che in questa situazione prima di tt dobbiamo pensare alle due ragazze pacifiste(visto ke il governo cm sempre nn farà un cazzo x liberarle!)e poi riprenderemo a pressare cm sempre x il ritiro...poi sulla Resistenza iraquena nn ha mai detto nulla contro, nn mi è mai sembrato la definisse cn la "r"minuscola...in questo momento bertinotti sta facendo una cosa molto inteligente, ma anche difficile da fare: deve riuscire a far collaborare tutto il PRC(membri ed elettori compresi)cn i moderati e x farlo deve usare determinate frasi e fare determinati discorsi, ma fin'ora nn mi è mai parso che avesse detto chissà che cosa di grave...qui c'è in ballo un importantissimo patto elettorale tra Sinistra Alternativa e l'Ulivo che se nn riesce c'è il rischio che il berlusca vinca di nuovo e cn altri 5 anni di centro-destra ci scordiamo definitavamente cos'è la Democrazia.Capitelo ragazzi...

    Egol

  4. #4
    Fedele alla Linea
    Data Registrazione
    09 Aug 2002
    Località
    Roma
    Messaggi
    380
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Non mi sembra che Bertinotti abbia mai messo in dubbio la necessità di ritirare le truppe dall'Iraq, e mi sembra ovvio che in un frangente in cui la liberazione di due volontarie di un'ONG è un obiettivo che perseguono tutte le forze politiche di un paese anche Rifondazione si sieda al tavolo con Berlusconi, Fini, Fassino e Rutelli.

    comunicati del genere ci alienano consensi...

  5. #5
    Hanno assassinato Calipari
    Data Registrazione
    09 Mar 2002
    Località
    "Il programma YURI il programma"
    Messaggi
    69,195
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    benvenuto

  6. #6
    smrt fašismu
    Data Registrazione
    23 Mar 2004
    Località
    Socijalisticka Federativna Republika Jugoslavija
    Messaggi
    2,947
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Pur essendo della FGCI, condivido in toto il comunicato dei giovani comunisti di Udine. Nessuna unità nazionale con i responsabili della macelleria irakena!

    Sovetskij Soyuz!

  7. #7
    email non funzionante
    Data Registrazione
    15 Jun 2009
    Messaggi
    13,053
    Mentioned
    4 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    D'accordissimo con i GC di Udine.Bertinotti sta seguendo la linea del centrosinistra ben delineata su Repubblica in un intervista di una settimana fa da Giuliano Amato e non è come si pensa "un incidente di percorso" sulla scorta dell'ignobile sequestro delle due ragazze, peraltro sempre' piu' riconducibile agli ambienti paramilitari di Allawi, bensi' un opzione strategica dell'alleanza prodiana.E questo è vergognoso!

    Ricordo solo che Bertinotti non si è mai espresso per la Resistenza irachena anzi ha sempre cercato con argomenti molto contorti di delegittimarla.Di che vi stupite?

  8. #8
    Bestia in via d'estinzione...
    Data Registrazione
    21 Apr 2004
    Località
    "Molti canti ho sentito nella mia terra natìa, canti di gioia e di dolor. Ma uno mi s' è inciso a fondo nella memoria ed è il canto del comune lavorator"...spettrale residuo di quegli estatici giorni rivoluzionari!
    Messaggi
    6,997
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In origine postato da pietro
    D'accordissimo con i GC di Udine.Bertinotti sta seguendo la linea del centrosinistra ben delineata su Repubblica in un intervista di una settimana fa da Giuliano Amato e non è come si pensa "un incidente di percorso" sulla scorta dell'ignobile sequestro delle due ragazze, peraltro sempre' piu' riconducibile agli ambienti paramilitari di Allawi, bensi' un opzione strategica dell'alleanza prodiana.E questo è vergognoso!

    Ricordo solo che Bertinotti non si è mai espresso per la Resistenza irachena anzi ha sempre cercato con argomenti molto contorti di delegittimarla.Di che vi stupite?
    Sentite tutta sta fuffa...bertinotti nn ha detto nulla di così grave, mi pare che abbia detto cose normali: pur continuando a pressare x il ritiro delle truppe, dice che bisogna anche pensare a salvare le due pcifiste(dato ke il governo cm sempre nn farà un cazzo!)...poi sulla Resistenza iraquena nn ha mai detto nulla?ma che dite se c'era un articolo qualche giorno fa in cui proprio bertinotti attribuiva la giusta importanza a questa Resistenza, pur ammettendo che certe azioni contro persone di diversa nazionalità uscivano dall'essere Resistenza ed entravano nell'essere terrorismo(cm per esempio i 12 nepalesi)...e lì nn ci piove...cmq voi del pdci dovreste smettere di dire che Rifondazione è troppo moderata in quanto vi ricordo che il vostro partitino(che vorrebbe farci credere sia il nuovo PCI, cn simbolo, alcuni vecchi membri e addirittura FGCI, stessi del PCI...mi sta simpa sl cossutta)si è staccato da PRC proprio x essere + vicina all'Ulivo...e oltre a togliere voti al PRC stanno sulle palle ad un pò si persone(destra e sinistra)xkè O SEI IN UN MODO O NN LO SEI!...io ho sempre votato Rifondazione anche se nn mi sn mai iscritto e ora che si sta avvicinando di più questa la ritengo la scelta migliore...xò nn venitemi a dire ke il pdci è + a sinistra di rifondazione, alcuni suoi membri sicuramente, ma il partito in quanto scelte(nn programma)nn lo è x niente...

  9. #9
    smrt fašismu
    Data Registrazione
    23 Mar 2004
    Località
    Socijalisticka Federativna Republika Jugoslavija
    Messaggi
    2,947
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Egol ma lo sai che nel 98 fu bertinotti a volere in tutti i modi la scissione? e sai perchè? perchè voleva uscire dal centrosinistra?
    NO, perchè d'accoordo con i trozkisti, non voleva più cossutta e gli ex PCI tra i piedi....

    Bertinotti fu quello che votò la finanziaria durissima del 97, mentre quella del 98 era molto più leggera...e allora perchè rompere nel 98 invece che nel 97?

    E perchè non aspettare il 1999 ad uscire dalla maggioranza sapendo, come tutti, che ci sarebbe stata l'aggressione alla Yugoslavia?
    Perchè si sarebbe tirato dietro tutto il partito, compresi Cossutta e Rizzo, che invece Berty voleva cacciare via a tutti i costi!

    E quando ci fu l'aggressione alla Yugoslavia Bertinotti faceva l'estremista inconcludente in piazza, mentre Cossutta era a Belgrado a parlare con il presidente Milosevic che lo scongiurò di non uscire dalla maggioranza per evitare l'invasione via terra, e altri dirigenti del PdCI come Diliberto e Atalmi erano sui ponti di Belgrado a fronteggiare le bombe della nato!

    E poi non è questione di essere più a sinistra di questo o quello, noi comunisti non ragioniamo così, mica siamo estremisti para-troskisti o anarcoidi, il fatto è che è Rifondazione che sta andando sempre più a destra!!
    Ormai rifondazione è a 90° per mendicare un po' di ministeri nel governo dell'Ulivo

  10. #10
    Bestia in via d'estinzione...
    Data Registrazione
    21 Apr 2004
    Località
    "Molti canti ho sentito nella mia terra natìa, canti di gioia e di dolor. Ma uno mi s' è inciso a fondo nella memoria ed è il canto del comune lavorator"...spettrale residuo di quegli estatici giorni rivoluzionari!
    Messaggi
    6,997
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In origine postato da veterokom
    Egol ma lo sai che nel 98 fu bertinotti a volere in tutti i modi la scissione? e sai perchè? perchè voleva uscire dal centrosinistra?
    NO, perchè d'accoordo con i trozkisti, non voleva più cossutta e gli ex PCI tra i piedi....

    Bertinotti fu quello che votò la finanziaria durissima del 97, mentre quella del 98 era molto più leggera...e allora perchè rompere nel 98 invece che nel 97?

    E perchè non aspettare il 1999 ad uscire dalla maggioranza sapendo, come tutti, che ci sarebbe stata l'aggressione alla Yugoslavia?
    Perchè si sarebbe tirato dietro tutto il partito, compresi Cossutta e Rizzo, che invece Berty voleva cacciare via a tutti i costi!

    E quando ci fu l'aggressione alla Yugoslavia Bertinotti faceva l'estremista inconcludente in piazza, mentre Cossutta era a Belgrado a parlare con il presidente Milosevic che lo scongiurò di non uscire dalla maggioranza per evitare l'invasione via terra, e altri dirigenti del PdCI come Diliberto e Atalmi erano sui ponti di Belgrado a fronteggiare le bombe della nato!

    E poi non è questione di essere più a sinistra di questo o quello, noi comunisti non ragioniamo così, mica siamo estremisti para-troskisti o anarcoidi, il fatto è che è Rifondazione che sta andando sempre più a destra!!
    Ormai rifondazione è a 90° per mendicare un po' di ministeri nel governo dell'Ulivo
    va bene ho capito vetero...tu sei uno stalinista quindi sei chiuso a nuove aperture purtroppo...

 

 
Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Gruppo giovani della Margherita della Provincia di Udine
    Di Repubblica nel forum Friuli-Venezia Giulia
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 22-09-06, 10:23
  2. cosa pensate dei giovani comunisti(i giovani di rifondazione)
    Di benfy nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 55
    Ultimo Messaggio: 21-06-06, 14:34
  3. Comunicato stampa dei Giovani del Vlaams Blok (VBJ)
    Di Der Wehrwolf nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 27-04-04, 09:45
  4. Comunicato giovani comunisti Versilia sulla guerra imperialista
    Di Politikon nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 03-04-03, 13:55
  5. Giovani comunisti
    Di Nuvolarapida nel forum Sinistra Italiana
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 26-03-02, 13:54

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226