User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 17
  1. #1
    Iterum rudit leo
    Data Registrazione
    09 Jun 2009
    Località
    Milano
    Messaggi
    3,661
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Olanda: La morte selvaggia

    La morte selvaggia

    La "morte selvaggia" è un'espressione di Philippe Ariès
    che indica il modo con cui la società contemporanea si
    rapporta al destino comune di ogni uomo, contrapponendola
    alla "morte addomesticata" del periodo medioevale.
    La morte selvaggia è anche lo spettacolo desolante che ci
    ha accolto al nostro ritorno dalle ferie in questo caldo
    e sonnacchioso inizio di settembre - con l'ultimo evento
    luttuoso: la strage di Beslan, a spargere sale sulle
    povere ferite dell'umanità.

    Cosa è successo, dunque?
    La magistratura olandese, su mandato del Parlamento, ha
    autorizzato una clinica ad applicare un "rigido
    protocollo" per "terminare" bambini al di sotto dei 12
    anni di età, in barba alla Dichiarazione Universale dei
    Diritti dell'Uomo e alle - a questo punto ipocrite -
    affermazioni che rubricano l'eutanasia tra i "diritti"
    inalienabili da concedere a chi la chieda.

    Da dove proviene tutto questo odio per l'uomo mascherato
    da "amore" e da "compassione"?
    Qual'è il germe segreto che sta erodendo la nostra
    società?
    Non sbaglia di molto chi lo trova in quella mentalità
    materialista e nichilista che, cieca ad ogni dimensione
    spirituale, vede e considera l'uomo allo stesso modo
    degli animali: dei cani randagi o dei cavalli da
    abbattere "per non farli soffrire".
    Ma ancora di più, noi crediamo di vederlo balenare
    nell'odio ideologico per l'uomo reale, con i suoi limiti
    e le sue sofferenze; per l'uomo che - impudente! - non
    ne vuole sapere di nascere quando vogliono gli altri,
    con gli attributi che altri hanno deciso; che si ostina
    ad ammalarsi, a soffrire e a morire fuori dai "canoni"
    che altri hanno fissato per non "turbare"; per
    quell'uomo così lontano da quell'umanità "ideale" che
    i moderni demiurghi vogliono plasmare.

    Ma il dolore insopportabile?
    L'assenza di ogni speranza?
    La vita "degna" di essere vissuta?
    La sofferenza inutile?

    Pensate a questo: una famiglia numerosa (quindici figli)
    in cui l'ultimo nato è completamente deforme: "non
    poteva star ritto, tanto meno camminare; stentava perfino
    a star seduto nella sedia che era stata fatta
    appositamente per lui; le sue dita stesse erano troppo
    deboli e rattratte per scrivere; le labbra e il palato
    erano deformati al punto che le sue parole uscivano
    stentate e difficili a intendersi"; a peggiorare le
    cose: "i competenti lo dichiararono anche deficiente".

    Siamo sicuramente di fronte ad un caso limite: se le
    malformazioni fossero state diagnosticate per tempo
    chi si sarebbe stupito di un aborto, naturalmente nel
    suo interesse?
    Ma Ermanno nacque e sopravvisse.
    Di più, studiò.
    Matematica, greco, latino, arabo, astronomia, musica.
    Costruì astrolabi, strumenti musicali, orologi.
    Scrisse trattati scientifici e di storia.
    Musicò il Salve Regina e l'antifona Alma Redemptoris Mater.
    Di lui dicevano i cronisti: "piacevole, amichevole,
    conversevole, sempre ridente, tollerante, gaio".

    Questo succedeva quasi mille anni fa.
    Oggi, quanti s. Ermanno lo Storpio sarebbero
    sopravvissuti per illuminarci con il loro splendore?

    FattiSentire.net
    8 settembre 2004

    Una campagna sull'argomento è possibile cliccando su:
    http://eutanasia.totustuus.info/

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Iterum rudit leo
    Data Registrazione
    09 Jun 2009
    Località
    Milano
    Messaggi
    3,661
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    **Cosa ne avrebbe fatto l'Olanda di questi nuovi storpi?**

    Recentemente in Olanda, in cui l'eutanasia era stata già depenalizzata
    nel 1994, la magistratura ha autorizzato tale procedura medica anche sotto i
    12 anni di età in seguito ad un accordo con la clinica universitaria di
    Groningen.

    Così ha commentato in data 3 settembre il Vicepresidente della
    Pontificia Accademia per la Vita, Monsignor Sgreccia su L'Osservatore
    Romano: "con questo ultimo accordo medico-giudiziario, in Olanda si varca un
    limite finora proibito persino per la sperimentazione clinica", e ha
    spiegato: "le norme etiche relative alla sperimentazione clinica, ispirate
    ai principi proclamati dopo il processo di Norimberga, sono state
    abbondantemente oltrepassate negli ultimi accadimenti olandesi".

    L'assurda decisione rappresenta una palese violazione della Convenzione
    Europea per la salvaguardia dei diritti dell'uomo e delle libertà
    fondamentali, in modo particolare dell'art. 2 il quale stabilisce che "il
    diritto alla vita di ogni persona è protetto dalla legge" e che "nessuno può
    essere intenzionalmente privato della vita."

    Ciò è intollerabile e dimostra che, una volta aperta la breccia
    dell'amoralità, non vi è più limite che possa bloccarla.

    FattiSentire.net lancia la campagna "Cosa ne avrebbe fatto l'Olanda di
    questi nuovi storpi?", in riferimento ai dodicenni rimasti menomati dopo la
    strage in Ossezia.

    La "e-campagna" è rivolta al Parlamento europeo ed invita ad intervenire
    per favorire di un'inversione di tendenza in materia di eutanasia, che
    potrebbe altrimenti essere incoraggiata anche in altri paesi dell'Unione
    europea.

    Chi volesse partecipare a questa campagna per la vita, contro
    l'eutanasia, può cliccare il link http://eutanasia.totustuus.info , dal
    quale si può sottoscrivere una richiesta di sensibilizzazione e di impegno
    concreto che raggiungerà il presidente del parlamento europeo, i
    vicepresidenti e tutti gli eurodeputati olandesi e italiani.

    Lobbying etico: http://www.fattisentire.net

  3. #3
    Iterum rudit leo
    Data Registrazione
    09 Jun 2009
    Località
    Milano
    Messaggi
    3,661
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Sono d'accordo: smettiamo di farti soffrire

  4. #4
    Ospite

    Predefinito

    Ancora peggiore e terribile è l'accanimento terapeutico verso chi effettivamente non ha più alcuna speranza.

  5. #5
    Cattolico Resiliente
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Avete il novo e ’l vecchio Testamento, e ’l pastor de la Chiesa che vi guida; questo vi basti a vostro salvamento. Se mala cupidigia altro vi grida, uomini siate, e non pecore matte, sì che ’l Giudeo di voi tra voi non rida! (Dante: Paradiso Canto V)
    Messaggi
    6,174
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Manuel
    Ancora peggiore e terribile è l'accanimento terapeutico verso chi effettivamente non ha più alcuna speranza.
    Infatti la Chiesa è fermamente contraria all'accanimento terapeutico.

  6. #6
    FIAT VOLUNTAS TUA
    Data Registrazione
    11 Mar 2002
    Località
    Sacro Romano Impero
    Messaggi
    3,748
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Bellarmino
    Infatti la Chiesa è fermamente contraria all'accanimento terapeutico.
    ... che è nato nel mondo della ri-produzione tecnica (parole usate da altri e per altri contesti, ma accettabili nel nostro contesto) della vita. Una vita che ha perso la propria autenticità, proprio perché la morte e la vita, i due poli estremi della nostra esistenza, oggi sono fissati dal "genio" umano.

    Fuego non sa - proprio perché tutto fuoco contro la Chiesa (così il conformismo gli ha insegnato, e così agisce), che l'eutanasia e l'accanimento terapeutico sono aspetti di un medesimo problema: la riduzione dell'uomo a fatto. O fatto che non è più utilizzabile, e allora scade e viene eliminato. Non è vero che si muore con atroci dolori, proprio OGGI: falso. Gli antidolorifici ormai riescono a fare "miracoli", tranne il mirqacolo più grosso, per i tempi che corrono: essere gratuiti. E se poi pensiamo non in particolare, ma nella generalità dell'evento, siamo costretti a notare come lo Stato spenderebbe milioni e milioni per mantenere cosa? .... e qui che viene il secondo punto. L'uomo o fatto inutilizzabile, o fatto utilizzabile, ed unico: perché i medici, altrimenti, dove farebbero i loro esperimenti? Ricordiamoci che la Lega anti-vivisezione funziona, e quella per la difesa dell'essere umano che non è più di moda.
    "

  7. #7
    Iterum rudit leo
    Data Registrazione
    09 Jun 2009
    Località
    Milano
    Messaggi
    3,661
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by fuego
    Chi vuole porre foine alle proprie sofferenze e non crede in Dio a chi deve rendere conto se la vuole fare finita?
    Rende conto allo stato Italiano. Se non gli sta bene, se ne può sempre andare in Olanda.

  8. #8
    Iterum rudit leo
    Data Registrazione
    09 Jun 2009
    Località
    Milano
    Messaggi
    3,661
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by fuego
    Perché deve renderne conto?
    Per il principio del più forte?
    Esatto.

  9. #9
    Iterum rudit leo
    Data Registrazione
    09 Jun 2009
    Località
    Milano
    Messaggi
    3,661
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Siete voi a rifiutare una legge approvata dal Parlamento e pertanto a nutrire disprezzo per la democrazia. A meno che democrazia, nella singolare accezione radical-nazista, non sia il pattume che riempie le vostre scatole craniche.

  10. #10
    Iterum rudit leo
    Data Registrazione
    09 Jun 2009
    Località
    Milano
    Messaggi
    3,661
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by fuego
    Noi combattiamo le leggi ingiuste.
    Sostenere che una legge sia ingiusta è un giudizio morale. Voi radicali dimostrate così di avere in disprezzo la democrazia ed il principio di separazione tra etica e politica.

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. La Caccia Selvaggia
    Di Tomás de Torquemada nel forum Esoterismo e Tradizione
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 20-05-15, 03:01
  2. La Caccia Selvaggia.
    Di Eymerich (POL) nel forum Filosofie e Religioni d'Oriente
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 27-08-06, 23:50
  3. La caccia selvaggia
    Di Harm Wulf nel forum Paganesimo e Politeismo
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 10-01-06, 10:17
  4. Natura Selvaggia
    Di Rain Forest nel forum Destra Radicale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 16-11-05, 22:36
  5. Selvaggia
    Di MiLeSsA nel forum Fondoscala
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 29-10-05, 17:44

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226