User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 12
  1. #1
    Veneta sempre itagliana mai
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Località
    '' E' in gran parte merito di Luca Cordero di Montezemolo se la Juventus non si rivolse ai tribunali ordinari '' (Joseph S. Blatter - Presidente F.I.F.A. - Dicembre 2007)
    Messaggi
    63,122
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Una mosca bianca.....purtroppo

    Fossero tutti così gli imprenditori

    Mercoledì, 15 Settembre 2004




    GIORGIO TELESI IMPRENDITORE DI SALGAREDA
    «Gli extracomunitari non ci servono»


    «I lavoratori extracomunitari non funzionano e non capisco le posizioni assunte da tanti miei colleghi industriali o dalle nostre associazioni di rappresentanza. Possiamo benissimo farne a meno e io sono d'accordo con chi vorrebbe far rientrare gli immigrati nelle proprie terre, come il vicesindaco di Treviso , Giancarlo Gentilini, o il presidente della Provincia, Luca Zaia». A parlare così non è un leghista sfegatato, ma un normale imprenditore trevigiano la cui esperienza farebbe però gola ai cultori dei sondaggi. Dice la scienza statistica che quando il campione è omogeneo e composto da più di cento unità, il grado di attendibilità è già buono.
    Ebbene, Giorgio Telesi, titolare di un'azienda meccanica di Salgareda specializzata in carpenteria medio-pesante, negli ultimi sei anni ha avuto modo di sperimentare la bellezza di 186 lavoratori provenienti da Paesi non comunitari. Alcuni di loro hanno contribuito a realizzare le travature utilizzate per la copertura dello stadio olimpico di Atene, oltre settemila tonnellate di manufatti che sono poi stati montati dalla pordenonese Cimolai. Altri sono impegnati a preparare la copertura del Palahockey per le Olimpiadi invernali Torino 2006. Ma di quell'esercito di extracomunitari ne sono rimasti solo cinque. È un'esperienza frutto di osservazione sul campo, quella che Giorgio Telesi racconta. Ne viene fuori un ritratto in controtendenza rispetto a tanti quadri di perfetto inserimento lavorativo.

    Quanti sono gli extracomunitari rimasti?

    «Sono cinque, un albanese, due croati e due rumeni. Ma ne ho avuti in totale 186, soprattutto dei Paesi dell'Est: serbi, croati, sloveni, albanesi, rumeni. Tranne un paio di eccezioni, non ho mai licenziato alcuno, ma si sono arresi loro perchè non hanno voglia di far niente».

    Sono loro a presentarsi?

    «Sì, chiedono di lavorare. Io li prendo in prova, poi li assumo. Se erano senza permesso di soggiorno mi davo da fare per farglielo ottenere. Ho anche procurato la casa. Ma la maggior parte delle persone a breve tempo si dimette. Non ha nè il ritmo nè la capacità dei nostri».

    Capacità professionale?

    «Poca, la capacità di lavorare è un decimo di quella degli italiani. La volontà è al 30 per cento, la resistenza quasi zero. Leggo sempre sul giornale dichiarazioni secondo cui le quote di immigrazione non bastano mai. Ma io dico che questi personaggi non servono».

    Quali figure professionali occorrono alla sua azienda?

    «Carpentieri capaci di leggere un disegno e di costruire un pezzo in base al disegno. E saldatori, veri saldatori, non operai che si limitino ad attaccare il ferro. Invece non hanno la capacità dei nostri i quali purtroppo hanno una certa età, non ci sono più giovani italiani che fanno quei lavori. Tra qualche anno me ne vanno in pensione tre e sto già cercando come rimpiazzarli».

    Perchè ne ha licenziati due?

    «Il primo, un albanese, perchè venne arrestato dall'Interpol per omicidio. Il secondo perchè era un gran furbacchione con i certificati di malattia».

    Perchè è d'accordo con Zaia e Gentilini?

    «Perchè a mio parere gli extracomunitari non servono a nulla e anzi sono un peso enorme per la comunità in quanto esigono casa, assistenza sanitaria e creano solo costi. Hanno capito subito i loro diritti, ma non sanno cosa siano i doveri e non hanno il Dna per eseguire quello che i nostri riescono a fare a parità di orario. I peggiori dei nostri sono senz'altro migliori dei loro più bravi».

    Quindi?

    «A casa tutti e diamo lavoro agli italiani, un plauso a Zaia e Gentilini che sono i paladini del buon senso civico».

    Il suo sembra uno slogan leghista.

    «No, non è una valutazione politica, ma un giudizio pratico che nasce dalla mia esperienza».

    Eppure non tutti gli imprenditori la pensano allo stesso modo. Anzi Confindustria lamenta le quote di immigrazioni insufficienti, soprattutto a Nord Est.

    «Pur essendo un industriale, sono associato con Confartigianato. Ma mi stupisco del mio settore, perchè si continua ad affermare che c'è bisogno di manodopera straniera. Ma con i licenziamenti che ci sono, ad esempio da parte di Zoppas, credo si troverebbero anche italiani».

    Ma perchè i suoi colleghi imprenditori insistono con le quote insufficienti?

    «Forse qualcuno ne approfitta, fa il furbo. Riduce il costo aziendale liquidando agli extracomunitari una "paga globale", comprensiva di tutto, che viene a costare di meno e comporta quindi maggiori utili per le aziende».

    G. P.



    Edizione del 15/9 gazzettino


    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Padania libera dai padioti
    Data Registrazione
    14 Jun 2002
    Messaggi
    2,329
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Dice quello che moltissimi vorrebbero dire ma ch ehanno paura di dire.

    Ti dico la mia esperienza.Un mio amico vicentino lavora in unamedia azienda dove ci sono un vcentinaio di dipendenti.

    Gli extra sono una decina e fanno lavori di basso livello, mentre il livello medio dei dipendenti è abbastanza elevato.Insomma il 10 % scarso e di scarso livello professionale.

    Servire servono ma in numero molto limitato rispetto alle richieste farneticanti dei pirla di cnfindustria.

  3. #3
    Bovaro padano
    Data Registrazione
    28 Jul 2003
    Località
    ovunque dove non ci siano afroterroni
    Messaggi
    767
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In origine postato da LosVonRom
    Dice quello che moltissimi vorrebbero dire ma ch ehanno paura di dire.

    Ti dico la mia esperienza.Un mio amico vicentino lavora in unamedia azienda dove ci sono un vcentinaio di dipendenti.

    Gli extra sono una decina e fanno lavori di basso livello, mentre il livello medio dei dipendenti è abbastanza elevato.Insomma il 10 % scarso e di scarso livello professionale.

    Servire servono ma in numero molto limitato rispetto alle richieste farneticanti dei pirla di cnfindustria.


    Scusa ma devo contestare e dire che NON SERVONO. NEPPURE UNO.
    Venti anni fa esisteva l'agricoltura, l'industria, l'artigianato e tutte queste attivita' progredivano senza l'utilizzo di un solo comunitario .Come mai?
    Forse perche le paghe e gli stipendi erano piu'alte e consentivano a tutti di vivere dignitosamente.

  4. #4
    Padania libera dai padioti
    Data Registrazione
    14 Jun 2002
    Messaggi
    2,329
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    E' difficile reperire manodopera di basso livello in molte regioni padane.

    La forza lavoro si è dimezzata a causa della natalità bassissima.

    Ma pensare che la soluzione sia quella di rimanere attaccati a queste produzioni labour intensive è quantomeno suicida.

    O si sta dentro segmenti di mercato che richiedono alte capacità professionali (non solo ingegneri fisici e matematici o informatici) che si acquisiscono con alcuni anni di esperienza e applicazione oppure si è destinati a un declino più o meno rapido.

    Il poblema sta tutto quì.I muratori sono tutti terroni o extra e molti di loro non è che guadagnino poco.Questo per farti capire che il problema non è solo retributivo.

    Se invece si vuol far passsare l'idea che il lavoro manuale deve essere solo appannaggio della manodopera straniera allora quì c'è sotto un imbroglio che ha finalità quantomeno sospette.

    Aumentare a dismisura l'offerta di manodopera per abbassare pesantemente le retribuzioni e i livelli di garanzia.

    MA alla lunga a chi giova questa politica ?

  5. #5
    Ospite

    Predefinito

    Non so se è mai capitato a nessuno di Voi e forse è un filino off-topic ma la mia situazione è quella che i dipendenti se ne vanno via nonostante gli offra uno stipendio più alto per andare nelle grandi aziende private o di stato. Ho avuto due casi negli ultimi anni dove non è bastato offrire 1200 euro netti a ragazzini di 20-22 anni per riuscire a farli restare: hanno preferito andare a lavorare in un ufficio a 200 euro al mese in meno piuttosto che stare quà a imparare un mestiere che richiede competenze ampie. Il miraggio del posto fisso e della grande azienda dove qualcuno al colloquio gli proponeva una carriera folgorante li ha fulminati. Di extra non ne posso prendere perchè, come scritto sopra, raramente sono in grado di fare più che lavori malfatti.

    Non sarà che di nuovo si vuol favorire l'ingrandimento delle aziende a scapito di quelle piccole-medie per favorire la sindacalizzazione e il controllo dei lavoratori?

  6. #6
    Bovaro padano
    Data Registrazione
    28 Jul 2003
    Località
    ovunque dove non ci siano afroterroni
    Messaggi
    767
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In origine postato da Capitan Kurlash
    Non so se è mai capitato a nessuno di Voi e forse è un filino off-topic ma la mia situazione è quella che i dipendenti se ne vanno via nonostante gli offra uno stipendio più alto per andare nelle grandi aziende private o di stato. Ho avuto due casi negli ultimi anni dove non è bastato offrire 1200 euro netti a ragazzini di 20-22 anni per riuscire a farli restare: hanno preferito andare a lavorare in un ufficio a 200 euro al mese in meno piuttosto che stare quà a imparare un mestiere che richiede competenze ampie. Il miraggio del posto fisso e della grande azienda dove qualcuno al colloquio gli proponeva una carriera folgorante li ha fulminati. Di extra non ne posso prendere perchè, come scritto sopra, raramente sono in grado di fare più che lavori malfatti.

    Non sarà che di nuovo si vuol favorire l'ingrandimento delle aziende a scapito di quelle piccole-medie per favorire la sindacalizzazione e il controllo dei lavoratori?
    Mah , non direi. La multinazionale itagliana( ex padana e qui mi fermo) dove lavoro da venti anni, sta cercando in tutti i modi di ridurre il personale.
    Molti padani sono stati dismessi o riciclati in societa' di servizio.
    Assunzioni poche e prevalentemente di giovani meridions; uno stipendio di 1500 euro non viene ritenuto sufficente per giovani neo-laureati, ed anche i meridionali dopo un po'mollano trovando sconvenienti gli alti affitti di citta' come Milano.
    Penso che l'aumento del costo della vita, l'altissima pressione fiscale, unica in Europa, abbia creato una visione distorta del concetto di denaro nei giovani e nei non piu'giovani.
    Quello che tre anni fa era considerato un bel prendere, che so 4 milioni al mese, adesso e'considerato una miseria, e la gente non fa piu'lavori che ritiene sottopagati, a meno che sia costretta.
    Se si considera inoltre il fatto che, importando dall'America tutte le piu'deleterie mode, esiste ormai il concetto di lavorare oltremisura ben oltre le 8 canoniche ore, si puo'capire che si sia tutti un po'disorientati.
    Da un lato il costo della vita, e la pressione fiscale, e dall'altro condizioni di lavoro sempre piu' precarie e difficili.
    Questo vale per l'occupazione intellettuale, ma penso che anche a livello di commessa siamo di fronte ad una degenerazione del sistema, basta pensare che le ragazze ormai sono obbligate a lavorare le domeniche!
    Che si puo 'pretendere da giovani obbligati ad una semi-schiavitu'per 800 euro al mese.

  7. #7
    Veneta sempre itagliana mai
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Località
    '' E' in gran parte merito di Luca Cordero di Montezemolo se la Juventus non si rivolse ai tribunali ordinari '' (Joseph S. Blatter - Presidente F.I.F.A. - Dicembre 2007)
    Messaggi
    63,122
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    In origine postato da LosVonRom
    E' difficile reperire manodopera di basso livello in molte regioni padane.

    ma porca eva, l'altro giorno in tivu han fatto vedere i vigneti e sostenevano che servivano immigrati per la vendemmia, ma sbaglio o ci sono anche le macchine che tirano giù l'uva? alla fine della fiera non so se costi di più l'attrezzatura che poi ce l'hai per sempre o gli operai

  8. #8
    Homo faber fortunae suae
    Data Registrazione
    03 Mar 2003
    Località
    Gussago
    Messaggi
    4,237
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In origine postato da pensiero
    ma porca eva, l'altro giorno in tivu han fatto vedere i vigneti e sostenevano che servivano immigrati per la vendemmia, ma sbaglio o ci sono anche le macchine che tirano giù l'uva? alla fine della fiera non so se costi di più l'attrezzatura che poi ce l'hai per sempre o gli operai
    con l' "attrezzatura" dovresti strappare la pianta come si fa con gli ortaggi e non so quanto sia conveniente...

  9. #9
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    07 May 2009
    Località
    INSUBRIA, next to the Ticino river
    Messaggi
    6,738
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Arrow SECESSIONE

    In origine postato da green

    Quello che tre anni fa era considerato un bel prendere, che so 4 milioni al mese, adesso e'considerato una miseria, .
    Ne sei sicuro?
    Dammeli subito!

  10. #10
    Veneta sempre itagliana mai
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Località
    '' E' in gran parte merito di Luca Cordero di Montezemolo se la Juventus non si rivolse ai tribunali ordinari '' (Joseph S. Blatter - Presidente F.I.F.A. - Dicembre 2007)
    Messaggi
    63,122
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    In origine postato da Elendil
    con l' "attrezzatura" dovresti strappare la pianta come si fa con gli ortaggi e non so quanto sia conveniente...
    ah si? ma sei sicuro? allora non so, io ho sentito dire che ci son le macchine che lo possono fare, quello dello strappare le piante mi è nuova

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. La guerra della Casa Bianca all’asse tra il Cav e Mosca
    Di GLADIUS nel forum Destra Radicale
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 10-06-13, 11:26
  2. Purtroppo
    Di Spetaktor nel forum Destra Radicale
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 07-01-10, 19:07
  3. Una mosca bianca
    Di raggioverde nel forum Padania!
    Risposte: 55
    Ultimo Messaggio: 22-12-06, 01:17
  4. Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 05-09-06, 00:15
  5. Mosca 7-11 Giugno : Conferenza Sul Futuro Della Razza Bianca
    Di Jenainsubrica nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 13-04-06, 00:58

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226