User Tag List

Pagina 1 di 8 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 78
  1. #1
    Forumista storico
    Data Registrazione
    07 Mar 2004
    Messaggi
    42,452
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Gli studenti stranieri sono più bravi degli studenti italiani

    apparso su "Avvenire" del 19 dicembre 2002)


    Sempre più spesso, a scuola, i più bravi risultano essere loro, gli allievi extracomunitari. C'è una prova di grammatica tutta irta di voci verbali? L'unico a consegnare un lavoro privo di errori è lui, l'albanese che meno di un anno fa non sapeva una parola di italiano. Ce n'è un'altra davvero impegnativa di matematica? I voti migliori se li prendono i cinesi, i russi, i coreani. E così dicasi per allieve ed allievi dai cognomi variamente balcanici, ucraini, romeni, asiatici in genere. E anche, in non pochi casi, dagli arabi che, insieme ai ragazzi la cui lingua madre è di ceppo slavo, si rivelano particolarmente abili nel padroneggiare gli strumenti linguistici.
    A parlarne con gli insegnanti,secondo un'indagine condotta in più di 50 scuole italiane la regola è questa: fatte ovviamente salve le eccezioni che la confermano.
    Questo aspetto della nuova scuola italiana, che è ormai largamente multietnica specie in certe regioni, resta ancora sconosciuto al grande pubblic o al quale la vulgata corrente continua a raccontare la favola, dolciastra ed ideologica, di una massa di scolaretti stranieri che restano indietro a scuola perché non sanno la nostra lingua, perché i loro genitori sarebbero ignoranti, poveri, troppo occupati nel lavoro. Cose magari anche vere, tranne il fatto - per niente marginale - che questi scolari, lungi dal restar indietro, spesso passano avanti a tutti gli altri e cioè ai nostri che provengono da famiglie decisamente meno povere, forse meno sprovvedute, a volte perfino meno occupate nel lavoro.
    Come si spiega un fenomeno del genere? Dato che la natura distribuisce equamente fra i popoli il dono dell'intelligenza, resta da capire perché, una volta entrati nella nostra scuola, gli scolari stranieri dimostrino di saperla usare meglio degli autoctoni, pur partendo da condizioni decisamente svantaggiate. Buttando così all'aria le sacre teorie di un mare di "esperti", pedagogisti, sociologi, psicologi, politici, i quali - forse per questo - non danno ancora segno di aver rilevato il fatto.
    Gli insegnanti, invece, una risposta sensata la forniscono: tutti i giorni essi constatano che, rispetto agli italiani, gli alunni stranieri sono più motivati, più capaci di attenzione e concentrazione, di impegno prolungato; più abituati a contare solo su se stessi e ad assumersi in proprio le responsabilità delle loro azioni. Forse perché a casa gli insegnano che la scuola è importante. O forse perché, in partenza più svantaggiati, hanno un maggior desiderio di affermarsi. Non così i nostri: spesso iperprotetti, annoiati subito di tutto, continuamente stanchi e "stressati", abituati a trovarsi al centro di un universo familiare esteso di adulti che li educano ad esser più consapevoli dei loro diritti che dei loro doveri. Talora si tratta di ragazzi eccentrici, non solo capricciosi: e la recente vicenda delle mense scolastiche dove i nostri figli mangiano esclusivamente ciò che gli piace, pizza e patatine, sta giustamente preoccupando i nutrizionisti.
    In queste condizioni, perché meravigliarsi se gli stranieri si rivelano più veloci a capire e si impadroniscono meglio degli argomenti di studio, diventando i più bravi della classe? Dove il danno, per una volta, non verrebbe dalla povertà, ma dal suo contrario cioè l'eccesso di benessere, di comodità, di agio. Tutto questo produce una sorta di "disadattamento" - alla fatica, ivi compresa quella dell'imparare, all'assunzione in proprio delle responsabilità, ecc. - di cui le nostre società avanzate non sono ancora consapevoli. Tanto meno ne sanno valutare le conseguenze a medio e a lungo termine: che sono gravi e non riguardano solo la scuola e l'acquisizione del sapere. Ma anche re stando in tema e salendo ai livelli universitari, chiunque giri un po' - per motivi professionali - negli atenei europei, sa che qui le facoltà più ostiche (e più strategiche per il futuro) dove c'è da faticare di più come Matematica, Fisica, Informatica e simili, sono già "colonizzate" da cervelli russi, indiani, bulgari (e italiani fuori..."norma") mentre i cinesi spopolano nelle università degli States. Lavorare stanca e studiare anche: chi è allenato alla fatica lo fa, gli altri si riposano e si divertono. E il loro domani?

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    SILVIO INNOCENTE!!!!!!!!!
    Data Registrazione
    25 May 2002
    Messaggi
    18,754
    Mentioned
    46 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito

    Ma se gli extras sono cosi furbi, che ci vengono a fare in Italia?

  3. #3
    Sempre Avanti
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Bologna
    Messaggi
    74,329
    Mentioned
    6 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Che gli studenti italiani non abbiano voglia di fare un cazzo è cosa risaputa, non è certo questione di intelligenza. Poi vorrei sapere quanto è seguito in media uno studente straniero rispetto ad uno italiano.

    Comunque ho letto fior di articoli che dicono l'esatto opposto, cioè che la presenza di stranieri in classe rallenta l'attività scolastica (cosa confermatami da un amico che insegna in un istituto professionale), tanto che a Brescia hanno dovuto istituire le quote per gli studenti stranieri in ogni classe.
    Riaffiorano i ricordi degli anni di passione
    ritorna il vecchio sogno per la rivoluzione.
    Racconti senza fine di gente che ha pagato
    non puoi mollare adesso la lotta a questo stato.
    La rivoluzione è come il vento, la rivoluzione è come il vento.

  4. #4
    email non funzionante
    Data Registrazione
    04 Apr 2009
    Messaggi
    48,456
    Mentioned
    159 Post(s)
    Tagged
    11 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    4

    Predefinito

    In Origine Postato da Malik
    Già si sapeva che gli extracomunitari sono più intelligenti dei napoletani.
    il sottoscritto ha insegnato per diciotto anni in scuole dell'emiliae credo di avere qualche elemento in più del nostro blob e di avvenire.

    i peggiori in assoluto sono marocchini e tunisini( non a caso per nulla citati nell'articolo)
    nella stragrande maggioranza non hanno voglia di fare nulla, non sono minimamente seguiti dalle famiglie, solo qualche ragazzina si salva, i masci sono un disastro.
    e subito idetro, mi dispiace dirlo ma è l'amara verità, i ragazzi meridionali, in paricolare, caro blob, proprio i napoletani.
    e la colpa, chiaramente, non è loro.
    E' di insegnanti che non sanno per nulla fare il loro mestiere, in particolare nelle discipline scientifiche), e in famiglie che se ne strafregano della scuola.
    le chiacchere stanno a zero.

  5. #5
    Me, Myself, I
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Messaggi
    118,490
    Mentioned
    42 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito

    In Origine Postato da Naitmer
    Ma se gli extras sono cosi furbi, che ci vengono a fare in Italia?
    Perchè le scuole, da loro, spesso sono una lavagna sotto un albero?
    (quando non sono un cumulo di macerie conseguente ad un bombardamento)
    Forse??...

  6. #6
    Sempre Avanti
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Bologna
    Messaggi
    74,329
    Mentioned
    6 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In Origine Postato da MrBojangles
    Perchè le scuole, da loro, spesso sono una lavagna sotto un albero?
    (quando non sono un cumulo di macerie conseguente ad un bombardamento)
    Forse??...
    Eh... ok... ma allora poi perchè non studiano avendone la possibilità?
    Riaffiorano i ricordi degli anni di passione
    ritorna il vecchio sogno per la rivoluzione.
    Racconti senza fine di gente che ha pagato
    non puoi mollare adesso la lotta a questo stato.
    La rivoluzione è come il vento, la rivoluzione è come il vento.

  7. #7
    Forumista storico
    Data Registrazione
    07 Mar 2004
    Messaggi
    42,452
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In Origine Postato da svicolone

    .
    e subito idetro, mi dispiace dirlo ma è l'amara verità, i ragazzi meridionali, in paricolare, caro blob, proprio i napoletani.
    e la colpa, chiaramente, non è loro.
    E' di insegnanti che non sanno per nulla fare il loro mestiere, in particolare nelle discipline scientifiche), e in famiglie che se ne strafregano della scuola.
    le chiacchere stanno a zero.
    Guarda che mia madre ha insegnato nelle scuole napoletane più malfamate e io ci ho fattoilvolontariato-doposcuola,quindi conosco benissimo le diverse realtà.Allora se mi dici che i napoletani non vogliono fare un cazzo ovviamente è una palese puttanata che non merita neanche commento,se mi dici che esistono delle realtà difficili che spesso rendono complicato ilcompito degli insegnanti allora possiamo anche discutere.

  8. #8
    SILVIO INNOCENTE!!!!!!!!!
    Data Registrazione
    25 May 2002
    Messaggi
    18,754
    Mentioned
    46 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito

    In Origine Postato da MrBojangles
    Perchè le scuole, da loro, spesso sono una lavagna sotto un albero?
    (quando non sono un cumulo di macerie conseguente ad un bombardamento)
    Forse??...
    Ma tu sei stato a scuola in italia??? Magari avessimo avuto una lavagna intatta e per non parlare del gesso che doveva essere comprato dai professori. Mi ricordo un mio professore comunista che voleva che noi alunni di seconda media facessimo la colletta per i gessi. La mia scuol amedia inoltre non era altro che una colonia fascista, costruita dal duce, ma non come scuola ma per fargli fare le vacanze. Le classi erano divise da un muro di compensato spesso 5 millimetri ed educazione fisica si faceva in sala da pranzo. Questa è la repubblica itagliana.

  9. #9
    Me, Myself, I
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Messaggi
    118,490
    Mentioned
    42 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito

    In Origine Postato da Naitmer
    Ma tu sei stato a scuola in italia??? Magari avessimo avuto una lavagna intatta e per non parlare del gesso che doveva essere comprato dai professori. Mi ricordo un mio professore comunista che voleva che noi alunni di seconda media facessimo la colletta per i gessi. La mia scuol amedia inoltre non era altro che una colonia fascista, costruita dal duce, ma non come scuola ma per fargli fare le vacanze. Le classi erano divise da un muro di compensato spesso 5 millimetri ed educazione fisica si faceva in sala da pranzo. Questa è la repubblica itagliana.
    Non ci si stupisce di come ne sei venuto fuori...

  10. #10
    Forumista storico
    Data Registrazione
    07 Mar 2004
    Messaggi
    42,452
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In Origine Postato da Fenris
    Che gli studenti italiani non abbiano voglia di fare un cazzo è cosa risaputa, non è certo questione di intelligenza. Poi vorrei sapere quanto è seguito in media uno studente straniero rispetto ad uno italiano.


    .
    Infatti non è questione di intelligenza se leggi l'articolo,ma di volontà,di abitudine alla fatica.
    Non sono io quello che pensa che esistano popoli più intelligenti di altri..

 

 
Pagina 1 di 8 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Gli studenti stranieri nati in Italia più bravi dei loro compagni
    Di Orco Bisorco nel forum Destra Radicale
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 22-03-10, 11:53
  2. Gli studenti stranieri nati in Italia più bravi dei loro compagni
    Di Il viaggiatore notturno nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 88
    Ultimo Messaggio: 21-03-10, 12:33
  3. Gli studenti d'o Sudde sono più bravi!
    Di Gioann Bagoss nel forum Padania!
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 11-08-09, 18:26
  4. Risposte: 20
    Ultimo Messaggio: 25-10-08, 14:49
  5. Risposte: 44
    Ultimo Messaggio: 17-01-08, 09:55

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226