User Tag List

Risultati da 1 a 7 di 7
  1. #1
    Ospite

    Arrow La libertà religiosa, la profezia di Montini

    TRA STORIA E MEMORIA
    In corso a Brescia il colloquio internazionale sul fondamentale documento conciliare

    Libertà religiosa, la profezia di Montini

    Con il documento «Dignitatis humanae» il Pontefice indicò la strada per «scardinare» i regimi totalitari

    Dal Nostro Inviato A Brescia Luigi Geninazzi



    Se il Concilio Vaticano II segnò una svolta storica fu anche per un documento di poche pagine destinato a provocare grandissimi cambiamenti.
    Si tratta della Dichiarazione Dignitatis Humanae sulla libertà religiosa, uno dei testi conciliari più rivoluzionari e più fecondi per un serio dialogo tra la Chiesa e la società civile. Se ne parla al Colloquio internazionale di studio, giunto alla sua nona edizione, dell'Istituto Paolo VI, che da ieri vede riuniti a Brescia storici, teologi e giuristi provenienti da ogni parte del mondo. Come ha ricordato il presidente dell'Istituto, Giuseppe Camadini, «il tema della libertà religiosa fu particolarmente caro a Papa Montini» che in un certo senso può venir considerato il grande artefice del documento conciliare. Fu un'autentica scossa per i fedeli ed anche per l'opinione pubblica più laica. La Dichiarazione sulla libertà religiosa ebbe «una storia travagliata, un'ardua preparazione, una focosa discussione ed una contrastata ricezione». Così, con la sua consueta verve oratoria, il cardinale Paul Poupard ha introdotto l'argomento, mettendo in luce il ruolo decisivo svolto da Paolo VI, che non si limitò ad assicurare ai Padri conciliari la piena libertà di discussione per giungere al necessario consenso su un tema allora controverso, ma si sforzò di aiutarli a chiarire alcuni punti decisivi. Toccherà poi sempre a Papa Montini, nel periodo successivo al Vaticano II, chiedere ad alta voce il riconoscimento effettivo della libertà religiosa. La stessa azione diplomatica della Santa Sede ne trasse nuovo vigore. Il frutto più maturo, ed anche più insperato, ci fu nel 1975 con gli Accordi di Helsinki, sottoscritti perfino dall'Unione Sovietica. Per la prima volta il totalitarismo rosso riconosceva il principio della libertà religiosa, anche se solo sulla carta. Ma è proprio a quella Carta sui diritti umani che si appellerà il successore di Paolo VI, il Pontefice venuto da un Paese comunista. C'è insomma un fil rouge che collega la so fferta lotta di Papa Montini con la battaglia a tutto campo di Papa Wojtyla.
    Nei primi anni Sessanta però la situazione era molto diversa. Pochi ritenevano che la libertà religiosa sarebbe potuta diventare il grimaldello per scardinare i regimi totalitari, la maggioranza dei Padri conciliari era prigioniera dei dibattiti infiammati che avevano caratterizzato la vita della Chiesa nell'Ottocento e delle condanne del Sillabo.
    Ci volle «tutta la semplicità e la chiarezza di Paolo VI, insieme con la sua incrollabile fiducia nella Chiesa», nota Poupard, perchè si arrivasse all'approvazione finale, a larghissima maggioranza, della Dignitatis Humanae. Al Concilio, come ha spiegato con una dettagliata ricostruzione storica il professor don Gianni Colzani, si confrontavano due diverse mentalità: da un lato c'era il timore di cedere all'indifferentismo agnostico, dall'altro l'urgenza di rendere la Chiesa protagonista di libertà e giustizia. Paolo VI guardava più lontano. A suo avviso la questione della libertà religiosa si risolveva in due semplici ammonimenti: «in materia di fede che nessuno sia impedito! Che nessuno sia costretto!».
    Si tratta di una «conversione copernicana» secondo monsignor Giuseppe Colombo, uno dei più noti teologi contemporanei. Dall'affermazione che solo la verità, e non l'errore, può vantare dei diritti, si passa all'affermazione che la libertà della religione appartiene ai diritti inviolabili della persona e quindi è in ogni caso da rispettare. È il primato della coscienza, non certo del soggettivismo, in quanto resta l'obbligo per ciascuno di formarsi una coscienza aperta alla verità. C'è dunque continuità fra la Dignitatis Humanae e la Dominus Jesus, la Dichiarazione, emessa nel 2000 dal cardinale Ratzinger, dove si condanna la teoria del pluralismo religioso. Ancora una volta il Concilio, al di là delle intepretazioni approssimative, dà la giusta segnaletica.


    http://www.avvenire.it/

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Obama for president
    Data Registrazione
    10 Apr 2003
    Località
    Venezia
    Messaggi
    29,096
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    finalmente spunta montini in questo forum e non i soliti quattro fanatici

  3. #3
    più arcipreti, meno arcigay
    Data Registrazione
    03 Jun 2004
    Località
    Tra la verità e l'errore non c'è nessuna via di mezzo, tra questi due poli opposti non c'è che un immenso vuoto. Colui che si pone in questo vuoto è altrettanto lontano dalla verità di colui che è nell'errore (J. Donoso Cortes)
    Messaggi
    19,845
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    A proposito di fanatici...che ci fai tu qui, mister 24 settimane?

  4. #4
    Iscritto
    Data Registrazione
    12 Feb 2004
    Messaggi
    126
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito PRUDENZA

    Tralasciando le battute. La problematica è seria e come tale abbisogna di riflessioni pertinenti, non scadenti nell'effimero tra quattro amici al Bar.

    Focalizziamo la problematica: cosa intendiamo per SOGGETTIVISMO, per VERITA', per LIBERTA' RELIGIOSA ?

    Mi permetto d' aprire in proposito una discussione apposita, non facendomi illusione alcuna che sia fatta oggetto di pirateria disturbante volta all' equivocazione ed alla inconcludenza.

    Vado. M' arrischio.....
    OPUS DEI, BELLUM DOMINI, GESTA DEI.

  5. #5
    Iscritto
    Data Registrazione
    12 Feb 2004
    Messaggi
    126
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Soggettivismo. Verita'. Liberta' Religiosa.

    Tre (3) concetti, tre (3) !!

    Li vogliamo sviscerare ?

    Mi permetto d' inziare con il rilievo ( non solo metodologico ) che sia cosa corretta anteporre il secondo dato elencato, rispetto agli altri in ordine d'esame.



    OPUS DEI, BELLUM DOMINI, GESTA DEI.

  6. #6
    Registered User
    Data Registrazione
    17 Dec 2003
    Messaggi
    1,565
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    La liberta' religiosa:

    -nei Paesi "laici"
    -nei Paesi comunisti
    -nei Paesi totalitari(non comunisti)
    -nei Paesi musulmani
    -nei Paesi ortodossi

    Prendiamo questi 5 casi e vediamo a che conclusione arriviamo.

  7. #7
    Iscritto
    Data Registrazione
    12 Feb 2004
    Messaggi
    126
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito LA VERITA'

    Originally posted by Cipriano
    La liberta' religiosa:

    -nei Paesi "laici"
    -nei Paesi comunisti
    -nei Paesi totalitari(non comunisti)
    -nei Paesi musulmani
    -nei Paesi ortodossi

    Prendiamo questi 5 casi e vediamo a che conclusione arriviamo.
    LA VERITA' ! Questo è il secondo dato dal quale suggerivo d'iniziare.
    LA LIBERTA' RELIGIOSA, pur nei concreti casi che ben elenchi mi pare segua dopo corretta ed onesta ricerca MENDICANTE in ordine a quanto mi permetto di porre in premessa.
    Altrimenti la deriva della solita ed opinabile-interminabile polemica piegata alla "ragion politica" è sempre in agguato con tutto quel fracasso assordante che non permette più d'udir la prima.

    Cordialmente.
    OPUS DEI, BELLUM DOMINI, GESTA DEI.

 

 

Discussioni Simili

  1. Presto una legge sulla libertà religiosa
    Di ragazzosemplice nel forum Cattolici
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 27-08-06, 15:30
  2. Discussioni sulla libertà umana.
    Di Thomas Aquinas nel forum Cattolici
    Risposte: 21
    Ultimo Messaggio: 10-12-04, 18:41
  3. A Roma conferenza internazionale sulla libertà religiosa
    Di Thomas Aquinas nel forum Cattolici
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 03-12-04, 17:21
  4. Lega: No Al Ddl Sulla Liberta' Religiosa
    Di Der Wehrwolf nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 13-03-03, 18:29

Chi Ha Letto Questa Discussione negli Ultimi 365 Giorni: 0

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226