User Tag List

Risultati da 1 a 3 di 3
  1. #1
    Iterum rudit leo
    Data Registrazione
    09 Jun 2009
    Località
    Milano
    Messaggi
    3,661
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Thumbs down Neonata sottopeso e malata. I "medici": Uccidiamola!

    GB: NEONATA SOTTOPESO E MALATA, I MEDICI DICONO 'BASTA CURE'

    LONDRA - Quando e' nata nell'ottobre scorso Charlotte Wyatt pesava meno di
    mezzo chilo ed era alta meno di 20 centimetri. In questi mesi piu' volte la
    funzione respiratoria e' cessata a causa di gravi problemi cardiaci e
    polmonari. I medici sostengono che comunque non potra' vivere a causa dei
    danni irreparabili ai suoi organi interni e hanno chiesto ad un tribunale di
    poterla lasciare morire.

    Ma i suoi genitori, Duran e Debbie, si oppongono alla decisione dei
    sanitari, sostengono che con il passare dei mesi la bambina ha piu'
    possibilita' e che non accetteranno mai di rinunciare a lottare per tenerla
    in vita.

    Tre mesi fa i medici erano arrivati alla conclusione che non era
    nell'interesse della neonata vivere solo grazie alle macchine. Quando era
    nata nell'ottobre scorso nel St.Mary Hospital di Portsmouth, nel sud
    dell'Inghilterra, Charlotte pesava 450 grammi; era alta ''meno di una penna
    a sfera'' scrive il Sunday Times che riferisce la vicenda ed era una
    prematura di 26 settimane con uno sviluppo fisico di un feto di 19
    settimane.

    La piccola non e' mai uscita dall'ospedale ma e' entrata ed uscita piu'
    volte nella macchina cuore-polmoni che le ha garantito la sopravvivenza in
    diverse occasioni. Nell'agosto scorso infine e' arrivata la decisione dei
    medici, sostenuti dai responsabili del servizio sanitario: non c'e' alcuna
    speranza, la piccola non avrebbe alcuna possibilita' di crescere e
    sopravvivere a causa dei problemi drammatici che hanno i suoi organi
    interni. La mamma di Charlotte, Debbie, di 23 anni non la pensa cosi'. Lei
    ed il marito rifiutano di accettare la sentenza di morte. ''Vogliamo andare
    avanti fin che si puo', vogliamo continuare a tentare di salvarla'' ha detto
    Debbie. Con il passare dei mesi la piccola ''diventa piu' forte, si
    irrobustisce - ha aggiunto - e nessuno ci fara' cambiare idea che noi
    vogliamo che resti viva''.

    La donna ha detto che lei e suo marito Darren stanno lottando e discutendo
    per convincere medici e servizio sanitario che la battaglia va portata
    avanti. Ma i medici insistono di non voler trasferire Charlotte nel reparto
    di cura intensiva. E si appellano al fatto che vi sono sentenze che non
    obbligano i medici a somministrare cure che loro giudicano contrarie
    all'interesse del malato, anche se si tratta di bambini e anche se i
    genitori non sono d'accordo. Ora il giudizio spetta alla Corte. Nel luglio
    scorso il Giudice Munby aveva sentenziato che i medici non possono decidere
    da soli il limite tra la vita e la morte dei pazienti terminali e comunque
    ci deve essere la presunzione che un paziente vuole rimanere vivo. Con una
    sentenza osannata e criticata il magistrato aveva deciso di garantire ai
    pazienti il potere di decidere sul loro destino e aveva tolto ai medici
    quello di indicare il limite incui la cura diventa una violenza e la
    macchina che aiuta a respirare o ad alimentarsi una tortura inutile. Dovra'
    essere un giudice a consentire che questo avvenga. A maggior ragione se il
    malato non e' in grado di esprimere la propria volonta'.

    La sentenza aveva sostituito il concetto di ''qualita''' con quello di
    ''intollerabilita'''. Se il trattamento che prolunga la vita produce alcuni
    miglioramenti alla situazione generale, questo deve essere portato avanti
    fino a quando la situazione non diventi ''intollerabile'' dal punto di vista
    del malato. E se esiste anche un minimo dubbio questo deve essere risolto
    garantendo la vita.

    A seguito della sentenza i medici dovranno attenersi alla decisione del
    malato se questi ha espresso la volonta' in questo senso. Se non lo ha fatto
    e non e' piu' in grado di farlo, i medici devono continuare a curarlo fino
    alla verifica che la situazione e' diventata ''intollerabile''. In casi di
    dubbi e di pareri diversi e' la Corte a intervenire. E cosi' sara' anche
    inquesta occasione.


    ANSA - 26/09/2004 21:23

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Moderatore
    Data Registrazione
    18 Apr 2010
    Località
    Pistoia fraz.San Felice
    Messaggi
    2,445
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Mi sembra che ritorni il problema dell'accanimento terapeutico.
    Credo che il Giudice sarà chiamato a rispondere alla domanda.: la bambina deve essere tenuta artificialmente in vita perchè crescendo esiste una sia pur minima possibilità che essa possa raggiungere un livello, ancora sia pur minimo, di sopravvivenza autonoma, oppure questo è da escludersi.? Nel primo caso è doveroso tenerla in vita facendo tutto il possibile, anche il ricorso ad una sopravvivenza "momentaneamente artificiale". Nel secondo caso è moralmente legittimo lasciare che la natura compia il suo normale corso.
    Innanzi a Dio è egualmente colpevole sopprimere una vita o non mettere in atto tutte le cure possibili , così come sostituirsi a Lui nel decidere l'ora della morte, trattenendo in vita una persona di cui non sussiste nessuna possibilità di vita autonoma nè nel momento presente nè nel futuro.
    Se sopravviverà Dio le conceda una vita significativa ai suoi occhi, se non sopravviverà la accoiglierà, innocente, tra i suoi santi.

  3. #3
    elizabeth
    Ospite

    Predefinito

    il problema è che i conservatori per recuperare voti tra i giovani ha aperto su tematiche come le unione tra omosessuali e tematiche etiche e la sinistra non potendo farsi superare a sinistra dai conservatori su questi temi si spinge sempre oltre

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 35
    Ultimo Messaggio: 23-10-13, 12:06
  2. Risposte: 25
    Ultimo Messaggio: 16-09-13, 19:02
  3. Risposte: 16
    Ultimo Messaggio: 18-07-12, 09:00
  4. Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 17-07-12, 15:44
  5. Neonata sottopeso e malata. I "medici": Uccidiamola!
    Di krentak the Arising! nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 20
    Ultimo Messaggio: 27-09-04, 18:53

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226