User Tag List

Pagina 1 di 6 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 51
  1. #1
    piemonteis downunder
    Data Registrazione
    20 Mar 2002
    Località
    sydney
    Messaggi
    3,615
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Talking calafrica saudita

    TELEVIDEO RAI

    Un uomo di 45 anni, ritenuto dagli investigatori un esponente della 'Ndrangheta calabrese, è stato ucciso in un agguato compiuto da sconosciuti a Isola Capo Rizzuto, nel Crotonese. Nell'agguato è rimasto gravemente ferito un parente di 38 anni che era con lui. Secondo un prima ricostruzione, i due erano a bordo di un'auto blindata e stavano rientrando a casa, quando sconosciuti hanno sparato contro il mezzo con un bazooka.

    Se avete notizie di episodi analoghi nelle regioni padane,
    postateli qui, cosi' possiamo fare un'analisi statistica di questi episodi
    che sicuramente avvengono anche in Trentino...

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Ospite

    Predefinito

    Bravissimo! Propongo che venga messo il thread in rilievo: sono anni che mi batto per far conoscere lo stato delle cose e cioè che prima degli islamici dobbiamo regolare i conti coi terroni che hanno importato solo malaffare, violenza ecc.

    Un thread con le notizie dei quotidiani aggiornato periodicamente servirebbe anche a sputtanare tanti voremossebbbene...

  3. #3
    What am I doing here?
    Data Registrazione
    11 Apr 2004
    Messaggi
    37,582
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    ESASPERATO DA CACCIATORI NE UCCIDE UNO, ARRESTATO

    ALESSANDRIA - ''Non volevo uccidere, il proiettile e' partito dalla mia pistola quando sono stato colpito con un calcio al ventre''. Si e' difeso cosi' Alfredo Barberis, l' agricoltore di Torre Garofoli (Alessandria) che ieri ha ucciso il cinquantenne Giancarlo Torriglia al rientro da una battuta di caccia. Il delitto si e' consumato durante un litigio tra l' agricoltore, esasperato dal via-vai dei cacciatori nel suo campo, e un gruppetto di 'doppiette', tra cui Torriglia, amministratore di due cliniche, una a Tortona (Alessandria), l' altra a Milano. La vittima e' stata uccisa da un proiettile che gli ha perforato l' addome ed e' morto poco dopo il ricovero in ospedale.

    ''Volevo sparare in aria. Lui mi ha colpito al basso ventre ed e' partito il colpo''. E' la versione data dall' agricoltore nel lungo interrogatorio davanti al magistrato, il sostituto procuratore Elisabetta Paglia. ''Ero esasperato dai cacciatori, che sparavano vicino a casa mia - ha detto l' agricoltore - ieri mattina sono stato perfino colpito da alcuni pallini''. Barberis ha atteso che i cacciatori tornassero indietro e li ha affrontati, con la pistola, una P38 regolarmente denunciata, in tasca ''perche' - ha spiegato - nella zona girano grossi cani''.

    L' agricoltore e' rinchiuso nel carcere di Alessandria, domani si terra' l' udienza di convalida davanti al gip. La vittima era molto conosciuta a Tortona: era l' amministratore dello 'Studio Biomedico Tortonese' e di una clinica a Milano. Appassionato di caccia, nel tardo pomeriggio di ieri stava tornando a casa da una battuta con un cugino e un amico. Il gruppetto stava attraversando a piedi un campo non coltivato, con i fucili in spalla, aperti e scarichi. Barberis, che stava tagliando legna nel cortile, ha iniziato a gesticolare, poi ha raggiunto i cacciatori. E' nata una discussione, il pensionato ha estratto la pistola calibro 38 e sparato un colpo da distanza ravvicinata, che e' stata fatale per Torriglia.
    03/10/2004 13:22

    © Copyright ANSA Tutti i diritti riservati

  4. #4
    Ospite

    Predefinito

    In origine postato da Il_Grigio
    ESASPERATO DA CACCIATORI NE UCCIDE UNO, ARRESTATO

    ALESSANDRIA - ''Non volevo uccidere, il proiettile e' partito dalla mia pistola quando sono stato colpito con un calcio al ventre''. Si e' difeso cosi' Alfredo Barberis, l' agricoltore di Torre Garofoli (Alessandria) che ieri ha ucciso il cinquantenne Giancarlo Torriglia al rientro da una battuta di caccia. Il delitto si e' consumato durante un litigio tra l' agricoltore, esasperato dal via-vai dei cacciatori nel suo campo, e un gruppetto di 'doppiette', tra cui Torriglia, amministratore di due cliniche, una a Tortona (Alessandria), l' altra a Milano. La vittima e' stata uccisa da un proiettile che gli ha perforato l' addome ed e' morto poco dopo il ricovero in ospedale.

    ''Volevo sparare in aria. Lui mi ha colpito al basso ventre ed e' partito il colpo''. E' la versione data dall' agricoltore nel lungo interrogatorio davanti al magistrato, il sostituto procuratore Elisabetta Paglia. ''Ero esasperato dai cacciatori, che sparavano vicino a casa mia - ha detto l' agricoltore - ieri mattina sono stato perfino colpito da alcuni pallini''. Barberis ha atteso che i cacciatori tornassero indietro e li ha affrontati, con la pistola, una P38 regolarmente denunciata, in tasca ''perche' - ha spiegato - nella zona girano grossi cani''.

    L' agricoltore e' rinchiuso nel carcere di Alessandria, domani si terra' l' udienza di convalida davanti al gip. La vittima era molto conosciuta a Tortona: era l' amministratore dello 'Studio Biomedico Tortonese' e di una clinica a Milano. Appassionato di caccia, nel tardo pomeriggio di ieri stava tornando a casa da una battuta con un cugino e un amico. Il gruppetto stava attraversando a piedi un campo non coltivato, con i fucili in spalla, aperti e scarichi. Barberis, che stava tagliando legna nel cortile, ha iniziato a gesticolare, poi ha raggiunto i cacciatori. E' nata una discussione, il pensionato ha estratto la pistola calibro 38 e sparato un colpo da distanza ravvicinata, che e' stata fatale per Torriglia.
    03/10/2004 13:22

    © Copyright ANSA Tutti i diritti riservati
    E chi ha mai detto che in Padania non ic siano criminali? Non esiste un paese senza delinquenti. Noi diciamo solo che per uno dei nostri ce ne sono 10 dei vostri...

    Come sempre pisci fuori del vaso. Ritenta

  5. #5
    What am I doing here?
    Data Registrazione
    11 Apr 2004
    Messaggi
    37,582
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: calafrica saudita

    In origine postato da aussiebloke

    Se avete notizie di episodi analoghi nelle regioni padane,
    postateli qui, cosi' possiamo fare un'analisi statistica di questi episodi
    che sicuramente avvengono anche in Trentino...
    Come da richiesta....

  6. #6
    What am I doing here?
    Data Registrazione
    11 Apr 2004
    Messaggi
    37,582
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In origine postato da Capitan Kurlash
    E chi ha mai detto che in Padania non ic siano criminali? Non esiste un paese senza delinquenti. Noi diciamo solo che per uno dei nostri ce ne sono 10 dei vostri...

    Come sempre pisci fuori del vaso. Ritenta
    Siamo più produttivi...

  7. #7
    Ospite

    Predefinito

    E vai col liscio...

    Pestato a sangue per un incidente
    Muore prima di arrivare in ospedale
    E' successo in via Maurolico, nei pressi della stazione centrale del capoluogo siciliano. La vittima è Simone La Mantia, 37 anni. L'uomo è intervenuto in difesa della moglie, che aveva avuto un tamponamento con un'altra auto. I carabinieri hanno fermato due persone, Toti e Natale Mannino, padre e figlio, titolari di una impresa di pompe funebri, accusati dell'aggressione.

    Viene pestato a sangue al culmine di una lite, ma trasportato d'urgenza in ospedale è giunto morto. Il tragico episodio si è verificato stamane a Palermo, in via Maurolico, nei pressi della stazione centrale del capoluogo siciliano. La vittima è Simone La Mantia, 37 anni di Palermo.
    L'uomo è stato trovato privo di sensi dai carabinieri giunti sul posto. Immediatamente è stato trasportato al pronto soccorso del Policlinico dove i medici non hanno potuto fare altro che riscontrarne il decesso.
    Simone La Mantia, secondo la ricostruzione dei carabinieri che si occupano del caso, sarebbe stato ucciso al culmine di una lite scoppiata per un banale incidente stradale. L'uomo, intervenuto in difesa della moglie, che aveva avuto un tamponamento con un'altra auto, è stato picchiato a sangue e lasciato senza vita sul selciato nei pressi della stazione centrale di Palermo.
    I carabinieri hanno fermato due persone, Toti e Natale Mannino, padre e figlio, titolari di una impresa di pompe funebri a Palermo, accusati di avere picchiato e ucciso Simone La Mantia.
    Il magistrato Francesco Del Bene, che si sta occupando dell'inchiesta, ha disposto per lunedì mattina un'autopsia per accertare le cause del decesso.
    Secondo una prima ricostruzione della vicenda, i due Mannino avrebbero avuto un'accesa discussione con La Mantia dopo che la moglie, Irene, 33 anni, aveva provocato un piccolo incidente stradale. I titolari dell'impresa di pompe funebri avrebbero aggredito in un primo momento l'uomo con spintoni, poi, dopo alcuni chiarimenti, sarebbero tornati indietro riprendendo il diverbio. A quel punto La Mantia sarebbe finito per terra, perdendo i sensi.
    La vittima non presenta segni evidenti ed ecchimosi sul corpo, secondo una prima sommaria ricognizione cadaverica potrebbe avere il collo rotto.
    Simone La Mantia lavorava all'Azienda del Gas di Palermo e aveva quattro figli. Un cugino davanti alla camera mortuaria del Policlinico lo descrive come «una persona tranquilla e mite di carattere». «Sicuramente - aggiunge il familiare - non sarà stato lui ad aver provocato l'aggressione».


    Palermo 02/10/2004 h.18.33.22

  8. #8
    Ospite

    Predefinito

    Go Johnny go....

    IL MATTINO DI NAPOLI

    INDICE EDIZIONI Domenica 3 Ottobre 2004

    --------------------------------------------------------------------------------
    Turista tedesca
    sbarca dalla nave
    scippata e ferita
    Microcriminalità sempre più scatenata in città. A farne le spese sono - come spesso accade - i turisti. Anche quella di ieri è stata una giornata drammatica sul versante della sicurezza: tre scippi in poche ore, tutti nel pomeriggio e tutti nella zona del centro. Una turista tedesca che era da poco sbarcata dalla nave da crociera «Costa Romantica» è stata scippata del Rolex in via Toledo: l’aggressore l’ha trascinata per terra ferendola, ne avrà per dieci giorni.Poco dopo è toccato ad una turca che passeggiava nei pressi del teatro San Carlo. In serata una donna è stata aggredita nella zona del lungomare.

  9. #9
    Ospite

    Predefinito

    Napoli out of control...

    PIAZZA CARITÀ, RICOVERATA ALL’OSPEDALE SANTOBONO
    Scooter come proiettile, bimba travolta
    In due corrono tra la folla, poi abbandonano il motorino che investe la piccola
    Un atto di teppismo che poteva trasformarsi in tragedia. Piazza Carità, all’angolo con via Toledo. La strada è piena di gente, come ogni sabato sera. Un gruppo di ragazzi sta armeggiando vicino a un motorino. Due di loro salgono sul mezzo e iniziano a correre tra la folla, sul marciapiede. A un certo punto i due saltano dal ciclomotore e questo va a sbattere contro una bambina di quattro anni e suo padre. I due ragazzi fuggono immediatamente assieme al gruppo di amici, facendo perdere le proprie tracce, nel dedalo dei vicoli di Montecalvario.
    La mamma della piccola raccoglie invece il targhino del ciclomotore, che viene poi consegnato a una pattuglia della polizia e quindi ai vigili urbani, che procedono sull’episodio. Arriva un’ambulanza del 118 ma la bambina era già stata caricata su un’auto e portata in ospedale, al vicino Vecchio Pellegrini. Qui però per competenza si decide di ricoverarla al Santobono, ospedale per bambini. Viene ricoverata in neurochirurgia per una commozione cerebrale. Sino a tarda sera non era in pericolo di vita, il primo referto parlava di sette giorni, anche se è tenuta sotto stretto controllo dai medici dell’ospedale vomerese.
    E intanto sono iniziate le indagini della polizia municipale per capire con esattezza quanto è successo. Il mezzo a un primo controllo dei caschi bianchi sino a ieri sera non risultava essere rubato. I vigili stanno cercando di rintracciare il legittimo proprietario del ciclomotore per sapere se era a conoscenza dell’accaduto o se aveva prestato il mezzo a qualcuno. Può essere anche che il motorino sia stato rubato poco prima dell’incidente.
    Sono circostanze che comunque verranno chiarite con l’ausilio della magistratura che già in queste ore ha aperto un’inchiesta,
    Anche sul fatto ci sono ancora dubbi da diradare. È acclarato che il mezzo quando ha colpito la bambina era senza conducente, resta da vedere se questi ha abbandonato la guida deliberatamente o perché ha perso il controllo.
    Purtroppo dai primi rilievi della polizia municipale sembra proprio che la povera bambina sia rimasta vittima di un episodio di teppismo (definirlo scherzo o gioco è fuori luogo). A dare una prima versione ai vigili urbani è stata proprio la mamma della bimba che ha raccontato che a un certo punto ha visto i due occupanti del ciclomotore saltare giù dal mezzo che ha continuato la sua folle corsa verso la bambina e il padre.
    Una versione corroborata anche dalle prime testimonianze dei passanti. La pattuglia della polizia municipale è rimasta a piazza Carità sino a tarda ora per tutti i rilievi del caso. Il ciclomotore, uno scooter cinquanta, è stato sequestrato, così come sono stati fatti rilievi sull’asfalto per notare eventuali tracce di frenate o altri segni che servano a far capire cosa sia avvenuto.
    c.t.

  10. #10
    What am I doing here?
    Data Registrazione
    11 Apr 2004
    Messaggi
    37,582
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Re: Re:

    In origine postato da Beli Mawyr
    Ho scritto "faccia da delinquente" che è cosa un pò diversa
    Aggiungo: un bell'incrocio (si fa per dire) tra Pecoraro Scanio e Pino Daniele
    No, diciamo che sarebbe meglio evitare, preferirei che editassi.
    Ricordi il nostro discorsetto sul personale?

 

 
Pagina 1 di 6 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. La cronaca nera ha rotto.
    Di Mike Suburro nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 12-11-10, 23:53
  2. A che serve la cronaca nera?
    Di blob21 nel forum Il Seggio Elettorale
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 05-11-09, 14:35
  3. cronaca nera e nazionalità
    Di pietroancona nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 01-07-08, 16:25
  4. Cronaca nera
    Di Lollo87Lp nel forum Fondoscala
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 21-06-08, 20:03
  5. Ma a che serve la cronaca nera?
    Di blob21 nel forum Il Seggio Elettorale
    Risposte: 48
    Ultimo Messaggio: 08-05-07, 01:17

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226