User Tag List

Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 24
  1. #1
    Iterum rudit leo
    Data Registrazione
    09 Jun 2009
    Località
    Milano
    Messaggi
    3,661
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Antidoti: Allam (di R. Cammilleri)

    Allam

    Seguendo una recensione dell’agenzia «Corrispondenza romana» del 22 maggio u.s., vi informo di quanto segue. Magdi Allam, egiziano e giornalista del «Corriere della Sera», ha pubblicato per Mondadori Kamikaze made in Europe, in cui avverte che il terrorismo islamico non è affatto una realtà arcaica, bensì moderna e tecnologica, e trova in Europa (grazie al suo garantismo e alle sue libertà, assenti nei Paesi musulmani) la tribuna ideale per propagandare l'ideologia della «guerra santa», reclutare seguaci (soprattutto fra gli immigrati regolari), procurare i mezzi finanziari e le complicità necessarie per realizzare gli attentati.

    Queste complicità sono trasversali e vanno da certi ambienti di destra fino alla sinistra no-global e le nuove Brigate Rosse, passando per un cattolicesimo pacifista e terzomondista. Il collante di queste solidarietà è costituito dall’antiamericanismo. Come i bizantini ortodossi alla vigilia dell'invasione islamica proclamavano lo slogan suicida «Meglio il turbante del Sultano che la tiara del Papa», oggi si dice «Meglio musulmani che americanizzati» (ai tempi del comunismo sovietico si diceva «Meglio rossi che morti»).

    Allam critica la pretesa dei governi europei di trovare un interlocutore nelle associazioni che animano il "popolo delle moschee", ritenendole rappresentative di un islamismo moderato. In realtà, questo popolo costituisce una infima minoranza dei fedeli (appena il 5% in Italia); i luoghi di culto ufficiali sono solitamente sostenuti dall'Arabia Saudita (la quale spera, finanziandoli, di mandarli a far danno fuori dai suoi confini) e dominati dai Fratelli Musulmani, dunque da estremisti che intendono promuovere una graduale islamizzazione della società e dello Stato presentandosi come "moderati". Invece le moschee europee sono spesso solidali con il terrorismo, che finanziano sottobanco.

    L'Occidente paga oggi caro il grave errore, commesso fin dagli anni Settanta, di appoggiare le rivendicazioni e le organizzazioni musulmane, dapprima in Palestina e Libano, poi in Iran e in Afghanistan, infine in Bosnia e nel Kossovo. Per decenni l'Europa ha permesso che organizzazioni islamiche installassero sul suo territorio basi paramilitari per l'addestramento di guerriglieri e terroristi da sguinzagliare in Palestina o in altre parti del Terzo mondo. E, alla luce, dei fatti più recenti, anche l’Arabia Saudita ha fatto male i suoi conti.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    15 Oct 2004
    Messaggi
    13,224
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    E' vero quello che dice Allam: l'islamismo radicale, la sinistra antimondialista, la destra neofascista e il mondo cattolico sono antiamericani.
    E sono il terreno di coltura del terrorismo.

  3. #3
    **********
    Data Registrazione
    04 Jun 2003
    Messaggi
    23,775
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by aguas
    E' vero quello che dice Allam: l'islamismo radicale, la sinistra antimondialista, la destra neofascista e il mondo cattolico sono antiamericani.
    E sono il terreno di coltura del terrorismo.
    Una volta tanto sono d'accordo: l'antiamericanismo è tipico nella Chiesa. D'altronde, non sono gli USA la culla della massoneria (il cui simbolo è emblematicamente riprodotto nel dollaro)?
    A mio sommesso avviso, si tratta effettivamente di un governo pluto-satanico, con il quale tutti gli altri governi mondiali dovrebbero interrompere ogni genere di rapporto.
    Non a caso, la stragrande maggioranza delle guerre e delle stragi dell'ultimo quarto del secolo XX e di quello attuale sono state scatenate dalle mire imperaliste e petrolifere degli USA.
    E' un governo che va isolato.
    L'attuale forma di terrorismo - alludo a quello islamico - sebbene non giustificabile (non si risponde a violenza con altra violenza), appare nondimeno comprensibile come reazione a quelle mire. Ma con ciò, ripeto, non voglio giustificare le violenze perpetrate da ambo le parti.

  4. #4
    più arcipreti, meno arcigay
    Data Registrazione
    03 Jun 2004
    Località
    Tra la verità e l'errore non c'è nessuna via di mezzo, tra questi due poli opposti non c'è che un immenso vuoto. Colui che si pone in questo vuoto è altrettanto lontano dalla verità di colui che è nell'errore (J. Donoso Cortes)
    Messaggi
    19,845
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Chissà cosa ne penserà il card. Spellman...


  5. #5
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    15 Oct 2004
    Messaggi
    13,224
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Augustinus
    Una volta tanto sono d'accordo: l'antiamericanismo è tipico nella Chiesa. D'altronde, non sono gli USA la culla della massoneria (il cui simbolo è emblematicamente riprodotto nel dollaro)?
    A mio sommesso avviso, si tratta effettivamente di un governo pluto-satanico, con il quale tutti gli altri governi mondiali dovrebbero interrompere ogni genere di rapporto.
    Non a caso, la stragrande maggioranza delle guerre e delle stragi dell'ultimo quarto del secolo XX e di quello attuale sono state scatenate dalle mire imperaliste e petrolifere degli USA.
    E' un governo che va isolato.
    L'attuale forma di terrorismo - alludo a quello islamico - sebbene non giustificabile (non si risponde a violenza con altra violenza), appare nondimeno comprensibile come reazione a quelle mire. Ma con ciò, ripeto, non voglio giustificare le violenze perpetrate da ambo le parti.
    Non per niente gli Usa ci hanno liberato, coi loro morti, dal nazifascismo, mentre la chiesa cattolica non apriva bocca.

  6. #6
    Iterum rudit leo
    Data Registrazione
    09 Jun 2009
    Località
    Milano
    Messaggi
    3,661
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Augustinus : l'antiamericanismo è tipico nella Chiesa.

    Non confondere i tuoi desideri con la sana dottrina. L'antiamericanismo è già cattolicamente insensato come termine, visto che si può essere contro una religione, un'ideologia, un governo, ma non contro un intero popolo. Peraltro, l'accusa di massoneria può essere rivolta ancor più credibilmente contro la Francia, viste le appartenenze di Mitterand e Chirac, ma probabilmente loro sono massoni buoni visto che sostengono e finanziano Hamas (oltre ad offrire un caldo rifugio a "perseguitati politici" che hanno insanguinato l'Italia per oltre un decennio). La questione dell'imperialismo e delle guerre è priva di valore, giacchè se dovessimo fondare su di essa un sentimento di antiamericanismo, allora dovremmo similmente nutrire sentimenti antiromani (e magari qualche leghista ne sarebbe lieto ), antiaustriaci, antitedeschi, antispagnoli, antiinglesi, antifrancesi, antirussi etc.etc. Infine il peloso pilatismo e giustificazionismo nei confronti del terrorismo suicida di natura islamica è letteralmente ributtante.

  7. #7
    **********
    Data Registrazione
    04 Jun 2003
    Messaggi
    23,775
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by aguas
    Non per niente gli Usa ci hanno liberato, coi loro morti, dal nazifascismo, mentre la chiesa cattolica non apriva bocca.
    Altro che liberati ... quando andarono in sicilia, scarcerarono i mafiosi (senza l'aiuto della mafia non sarebbero riusciti a "liberare" l'Italia), dicendo "questi sono i vostri nuovi padroni".

  8. #8
    **********
    Data Registrazione
    04 Jun 2003
    Messaggi
    23,775
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by krentak
    Augustinus : l'antiamericanismo è tipico nella Chiesa.
    Non confondere i tuoi desideri con la sana dottrina. L'antiamericanismo è già cattolicamente insensato come termine, visto che si può essere contro una religione, un'ideologia, un governo, ma non contro un intero popolo. Peraltro, l'accusa di massoneria può essere rivolta ancor più credibilmente contro la Francia, viste le appartenenze di Mitterand e Chirac, ma probabilmente loro sono massoni buoni visto che sostengono e finanziano Hamas (oltre ad offrire un caldo rifugio a "perseguitati politici" che hanno insanguinato l'Italia per oltre un decennio). La questione dell'imperialismo e delle guerre è priva di valore, giacchè se dovessimo fondare su di essa un sentimento di antiamericanismo, allora dovremmo similmente nutrire sentimenti antiromani (e magari qualche leghista ne sarebbe lieto ), antiaustriaci, antitedeschi, antispagnoli, antiinglesi, antifrancesi, antirussi etc.etc. Infine il peloso pilatismo e giustificazionismo nei confronti del terrorismo suicida di natura islamica è letteralmente ributtante.
    Peccato che forse ignori il Magistero sin dai tempi di Leone XIII. Alla fine dell'Ottocento, infatti, la rivista dei gesuiti "Civiltà cattolica" e lo stesso papa di allora, Leone XIII appunto, definivano comunemente le teorie liberali come il "morbo americano", temendo le infiltrazioni liberali americane nell’ordinamento della Chiesa. Egli scriveva che “questi amatori di novità lodavano oltremisura le verità naturali, quasi queste rispondessero più acconciamente ai costumi e alle esigenze dell’età presente”. Quanto a Pio XII, ancora durante la II guerra mondiale condannava la civiltà americana per il materialismo pratico, l'edonismo, l'individualismo e il consumismo che la caratterizzavano. Diciamo quindi che sono in buona compagnia.
    E così si potrebbe dire dell'imperalismo americano. Negli anni sessanta, prima con il pontificato di Giovanni XXIII e poi con quello di Paolo VI, la Chiesa apre ai problemi del sud del mondo e in particolare all’America Latina. Nell’enciclica “Populorum progressio”, del 26 marzo 1967, vengono denunciate con forza le dinamiche di sfruttamento dei paesi poveri e, come non manca di sottolineare la rivista dei gesuiti milanesi “Aggiornamenti sociali”, si ribadisce “che la Chiesa non si era sposata a nessun sistema, e soprattutto all’imperialismo internazionale del denaro”. La politica di potenza americana suscita in quegli anni vivaci reazioni: alcuni giovani dell’Università Cattolica del Sacro Cuore raccolgono nella primavera del 1967 più di mille firme per spingere il governo italiano a chiedere la sospensione immediata dei bombardamenti sul Vietnam. Le guerre ‘americane’ dei decenni successivi non hanno miglior fortuna nel giudizio di gran parte dell’opinione pubblica cattolica e ispirano le medesime prese di posizione, anche quando mirano a ristabilire il diritto internazionale oppure sono spinte dalla legittima difesa.
    D'altro canto, è innegabile che la stragrande maggioranza delle guerre avutesi dalla II guerra mondiale sono state generate dalle mire espansionistiche americane (in Vietnam, in Corea, ecc., per giungere in Iraq ed in Alfganistan alla ricerca del fantomatico Bin Laden ...). Il sentimento antiamericano, d'altronde, si nutre non del nazionalismo (che ha, invece, caratterizzato gli altri imperi da te citati), bensì dell'oppressione che gli USA creano ... .
    Quanto al terrorismo islamico, mi pare di aver detto - ma forse non hai compreso - che io non giustifico, però lo comprendo. E' una reazione ad una situazione di "disagio" di popoli oppressi dagli USA o dai popoli suoi satelliti (come Israele). Se di questo non ci si rende conto, il terrorismo non potrà mai essere sconfitto; esso va affrontato alle sue radici, che sono nell'ingiustizia (e questo il Papa attuale, se non erro, lo ha più volte ricordato ... ma se tu spari pure sul Papa ...).

  9. #9
    Iterum rudit leo
    Data Registrazione
    09 Jun 2009
    Località
    Milano
    Messaggi
    3,661
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Non so se conosci bene il Magistero, ma sicuramente sei un buon lettore di AgiPress ed Ideazione

    Sorvolando pure sul fatto che i pronunciamenti della Civiltà Cattolica, di Aggiornamenti Sociali o degli studenti del Sacro Cuore non rappresentano in alcun modo il Magistero , le prove che porti al sostegno del tuo antiamericanismo sono davvero deboli. Pare che Leone XIII abbia parlato una volta di "morbo americano"... quando, dove, in riferimento a cosa? Sottolinei poi la giusta condanna dell'edonismo, dell'individualismo, del consumismo. Ma questi dis-valori sono diffusi in tutte le società occidentali, non solo e non principalmente negli Stati Uniti d'America.

    Sostenere poi che le guerre degli ultimi 25 anni siano state tutte causate dagli Stati Uniti significa quantomeno essere distratti. In Sudan, in Rwanda, nella ex Yugoslavia, tra Iran ed Iraq, si sono svolte guerre senza che vi fosse l'intervento americano, ma forse quelle carneficine non suscitano l'indignazione intermittente dei pacifisti antiUSA.

    Infine, ribadisco il disgusto per qualsiasi giustificazione portata al terrorismo suicida di natura islamica ed ancora maggiore irritazione per il tentativo di associarsi il Papa in questa deprecabile posizione. Avendo, tra l'altro, Giovanni Paolo II bollato il terrorismo stesso come "atto blasfemo contro Dio" e riconosciuto la "legittimità della lotta contro il terrorismo". Opinione ben diversa da chi trova "comprensibile" uccidere bambini, donne, uomini inermi.

  10. #10
    FIAT VOLUNTAS TUA
    Data Registrazione
    11 Mar 2002
    Località
    Sacro Romano Impero
    Messaggi
    3,748
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Augustinus
    Altro che liberati ... quando andarono in sicilia, scarcerarono i mafiosi (senza l'aiuto della mafia non sarebbero riusciti a "liberare" l'Italia), dicendo "questi sono i vostri nuovi padroni".
    Confermo. E' cosa ormai scentifica provata. Ammesso fosse necessario provare qualcosa: tutti i siciliani lo sapevano già.
    "

 

 
Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. cammilleri.....
    Di pietroancona nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 16-06-08, 15:27
  2. Antidoti
    Di Eymerich (POL) nel forum Cattolici
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 18-07-05, 17:31
  3. Antidoti di Cammilleri: Affus colpisce ancora
    Di Thomas Aquinas nel forum Cattolici
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 21-03-05, 17:23
  4. Antidoti: Bush (di R. Cammilleri)
    Di krentak the Arising! nel forum Imperial Regio Apostolico Magnifico Senato
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 11-11-04, 13:30
  5. Antidoti: Americani
    Di krentak the Arising! nel forum Cattolici
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 31-10-04, 08:57

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226