User Tag List

Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 30
  1. #1
    SENATORE di POL
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Alessandria
    Messaggi
    23,784
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Lettera di Natalia Sedova Trotzky alla IV Internazionale (1951)

    LETTERA DI NATALIA TROTSKY

    ALLA IV INTERNAZIONALE



    Ecco la parte principale della lettera della vedevo di Leone Trotzky al Segretariato Unificato della IV Internazionale Comunista, con la quale la medesima rivoluzionaria bolscevica prende motivato congedo dall'organizzazione che aveva fondato il marito.



    " Compagni,

    sapete benissimo che io non ero più d'accordo politicamente con voi da cinque o sei anni, dalla fine della guerra e anche prima. La posizione che avete preso sugli importanti avvenimenti degli ultimi tempi mi mostra che invece di correggere i vostri errori precedenti, persistete in essi e anzi li approfondite. Sulla strada che avete imboccato siete arrivati a un punto in cui non mi è più possibile restare in silenzio e limitarmi alle proteste in privato. Ora, devo esprimere pubblicamente le mie opinioni.

    Mi sento obbligata a fare un passo per me grave e difficile, e non posso che dispiacermene sinceramente. Ma non c'è altra via. Dopo molte riflessioni ed esitazioni su di un problema che mi ha profondamente addolorata, devo dirvi che non vedo altra via che quella di dire apertamente che i nostri disaccordi non mi permettono più di rimanere oltre nei vostri ranghi.

    Le ragioni di questo mio atto definitivo sono conosciute dalla maggior parte di voi. In questa sede non le ripeto se non per coloro ai quali esse non sono familiari, non interessando altro che le divergenze fondamentali, essenziali e non le divergenze sulle questioni di politica quotidiana a quelle collegate o da cui conseguono.

    Ossessionati da formule vecchie e sorpassate, voi continuate a considerare lo Stato staliniano come uno Stato operaio. Io non posso e non voglio seguirvi su questo punto. Dall'inizio della lotta contro la burocrazia usurpatrice, L. D. Trotsky ripetè praticamente ogni anno che il regime si spostava verso destra, date le condizioni di ritardo della rivoluzione mondiale e del sequestro di ogni posizione

    RADICI



    politica in Russia da parte della burocrazia. A più riprese, egli sottolineò che il consolidamento dello stalinismo in Russia comportava un deterioramento delle posizioni economiche, politiche e sociali della classe operaia e il trionfo di un'aristocrazia tirannica e privilegiata. Se questa tendenza continua, disse, la rivoluzione si esaurirà e il capitalismo sarà restaurato. Purtroppo, è ciò che avvenuto, sebbene sotto forme nuove e inattase. Non c'è nessun altro paese al mondo in cui le idee e i difensori autentici del socialismo siano perseguiti in modo così barbaro. Dovrebbe essere chiaro a chiunque che la rivoluzione è stata completamente distrutta dallo stalinismo. Tuttavia voi continuate a dire che, sotto questo regime inaudito, la Russia è ancora uno stato operaio. Lo stalinismo e lo Stato staliniano non hanno assolutamente niente in comune con uno Stato operaio e con il socialismo. Quelli sono i più pericolosi nemici del socialismo e della classe operaia.

    Oggi voi ritenete che gli Stati dell'Europa orientale sui quali lo stalinismo ha posto il suo dominio durante e dopo la guerra siano anch'essi Stati operai. Ciò equivale a dire che lo stalinismo ha avuto un ruolo socialista rivoluzionario. Io non posso e non voglio seguirvi su questo punto. Dopo la guerra e anche prima che terminasse, in quei paesi ci fu un movimento rivoluzionario montante delle masse. Ma non furono le masse che si impadronirono del potere e non furono Stati operai quelli che sorsero dalle loro lotte. Fu la controrivoluzione staliniana che si impadronì del potere, riducendo quei paesi alle condizioni di vassalli del Kremlino, strangolando le masse lavoratrici, le loro lotte rivoluzionarie e le loro aspirazioni rivoluzionarie.

    Ritenendo che la burocrazia staliniana abbia edificato Stati operai in quei paesi, le assegnate un ruolo progressivo e persino rivoluzionario. Diffondendo questa mostruosa contro-verità, negate alla IV Internazionale ogni fondamentale ragione d'essere come partito mondiale della rivoluzione socialista. Nel passato noi abbiamo sempre considerato lo stalinismo come una forza controrivoluzionaria in ogni senso del termine. Voi non lo fate più, ma io continuo a a farlo.

    (...) So benissimo che dite spesso che voi criticate lo stalinismo e lo combattete: ma il fatto è che la vostra critica e la vostra lotta perdono il loro valore e non possono dare risultati perchè sono determinate dalla vostra posizione di difesa dello Stato staliniano e subordinate a quest'ultima. Chiunque difenda quel regime di oppressione barbara, abbandona, indipendentemente dalle sue intenzioni, i principi del socialismo e dell'internazionalismo.

    Nel messaggio che mi è stato inviato dall'ultimo congresso del S.W.P. (Socialist Workers' Party, il partito trotskista degli USA che durante la seconda guerra mondiale deteneva la maggioranza del Comitato Esecutivo della IV Internazionale, n.d.r.) è scritto che le idee di Trotsky continuano a guidarvi. Devo dire che ho letto queste parole con molta amarezza. Come avete potuto constatare da quanto ho scritto, non vedo quelle idee nella vostra politica. Io ho fiducia in quelle idee. Resto convinta che la sola via d'uscita alla situazione attuale sia la rivoluzione socialista, l'auto-emancipazione del proletariato mondiale.
    ".


    Saluti liberali

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    stellarossa1959
    Ospite

    Predefinito Re: Lettera di Natalia Sedova Trotzky alla IV Internazionale (1951)

    In origine postato da Pieffebi
    LETTERA DI NATALIA TROTSKY

    ALLA IV INTERNAZIONALE



    Ecco la parte principale della lettera della vedevo di Leone Trotzky al Segretariato Unificato della IV Internazionale Comunista, con la quale la medesima rivoluzionaria bolscevica prende motivato congedo dall'organizzazione che aveva fondato il marito.



    " Compagni,

    sapete benissimo che io non ero più d'accordo politicamente con voi da cinque o sei anni, dalla fine della guerra e anche prima. La posizione che avete preso sugli importanti avvenimenti degli ultimi tempi mi mostra che invece di correggere i vostri errori precedenti, persistete in essi e anzi li approfondite. Sulla strada che avete imboccato siete arrivati a un punto in cui non mi è più possibile restare in silenzio e limitarmi alle proteste in privato. Ora, devo esprimere pubblicamente le mie opinioni.

    Mi sento obbligata a fare un passo per me grave e difficile, e non posso che dispiacermene sinceramente. Ma non c'è altra via. Dopo molte riflessioni ed esitazioni su di un problema che mi ha profondamente addolorata, devo dirvi che non vedo altra via che quella di dire apertamente che i nostri disaccordi non mi permettono più di rimanere oltre nei vostri ranghi.

    Le ragioni di questo mio atto definitivo sono conosciute dalla maggior parte di voi. In questa sede non le ripeto se non per coloro ai quali esse non sono familiari, non interessando altro che le divergenze fondamentali, essenziali e non le divergenze sulle questioni di politica quotidiana a quelle collegate o da cui conseguono.

    Ossessionati da formule vecchie e sorpassate, voi continuate a considerare lo Stato staliniano come uno Stato operaio. Io non posso e non voglio seguirvi su questo punto. Dall'inizio della lotta contro la burocrazia usurpatrice, L. D. Trotsky ripetè praticamente ogni anno che il regime si spostava verso destra, date le condizioni di ritardo della rivoluzione mondiale e del sequestro di ogni posizione

    RADICI



    politica in Russia da parte della burocrazia. A più riprese, egli sottolineò che il consolidamento dello stalinismo in Russia comportava un deterioramento delle posizioni economiche, politiche e sociali della classe operaia e il trionfo di un'aristocrazia tirannica e privilegiata. Se questa tendenza continua, disse, la rivoluzione si esaurirà e il capitalismo sarà restaurato. Purtroppo, è ciò che avvenuto, sebbene sotto forme nuove e inattase. Non c'è nessun altro paese al mondo in cui le idee e i difensori autentici del socialismo siano perseguiti in modo così barbaro. Dovrebbe essere chiaro a chiunque che la rivoluzione è stata completamente distrutta dallo stalinismo. Tuttavia voi continuate a dire che, sotto questo regime inaudito, la Russia è ancora uno stato operaio. Lo stalinismo e lo Stato staliniano non hanno assolutamente niente in comune con uno Stato operaio e con il socialismo. Quelli sono i più pericolosi nemici del socialismo e della classe operaia.

    Oggi voi ritenete che gli Stati dell'Europa orientale sui quali lo stalinismo ha posto il suo dominio durante e dopo la guerra siano anch'essi Stati operai. Ciò equivale a dire che lo stalinismo ha avuto un ruolo socialista rivoluzionario. Io non posso e non voglio seguirvi su questo punto. Dopo la guerra e anche prima che terminasse, in quei paesi ci fu un movimento rivoluzionario montante delle masse. Ma non furono le masse che si impadronirono del potere e non furono Stati operai quelli che sorsero dalle loro lotte. Fu la controrivoluzione staliniana che si impadronì del potere, riducendo quei paesi alle condizioni di vassalli del Kremlino, strangolando le masse lavoratrici, le loro lotte rivoluzionarie e le loro aspirazioni rivoluzionarie.

    Ritenendo che la burocrazia staliniana abbia edificato Stati operai in quei paesi, le assegnate un ruolo progressivo e persino rivoluzionario. Diffondendo questa mostruosa contro-verità, negate alla IV Internazionale ogni fondamentale ragione d'essere come partito mondiale della rivoluzione socialista. Nel passato noi abbiamo sempre considerato lo stalinismo come una forza controrivoluzionaria in ogni senso del termine. Voi non lo fate più, ma io continuo a a farlo.

    (...) So benissimo che dite spesso che voi criticate lo stalinismo e lo combattete: ma il fatto è che la vostra critica e la vostra lotta perdono il loro valore e non possono dare risultati perchè sono determinate dalla vostra posizione di difesa dello Stato staliniano e subordinate a quest'ultima. Chiunque difenda quel regime di oppressione barbara, abbandona, indipendentemente dalle sue intenzioni, i principi del socialismo e dell'internazionalismo.

    Nel messaggio che mi è stato inviato dall'ultimo congresso del S.W.P. (Socialist Workers' Party, il partito trotskista degli USA che durante la seconda guerra mondiale deteneva la maggioranza del Comitato Esecutivo della IV Internazionale, n.d.r.) è scritto che le idee di Trotsky continuano a guidarvi. Devo dire che ho letto queste parole con molta amarezza. Come avete potuto constatare da quanto ho scritto, non vedo quelle idee nella vostra politica. Io ho fiducia in quelle idee. Resto convinta che la sola via d'uscita alla situazione attuale sia la rivoluzione socialista, l'auto-emancipazione del proletariato mondiale.
    ".


    Saluti liberali
    W Il compagno Stalin!
    Trotzky è stato un traditore del movimento operaio. Un deviazionista cosmopolita reazionario e borghese.
    Per anni ha combattuto la costruzione del socialismo nell'Unione Sovietica, attraverso la politica, la menzogna e il sabotaggio.
    Saluti bolscevichi.

  3. #3
    smrt fašismu
    Data Registrazione
    23 Mar 2004
    Località
    Socijalisticka Federativna Republika Jugoslavija
    Messaggi
    2,947
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Re: Lettera di Natalia Sedova Trotzky alla IV Internazionale (1951)

    In origine postato da stellarossa1959
    W Il compagno Stalin!
    Trotzky è stato un traditore del movimento operaio. Un deviazionista cosmopolita reazionario e borghese.
    Per anni ha combattuto la costruzione del socialismo nell'Unione Sovietica, attraverso la politica, la menzogna e il sabotaggio.
    Saluti bolscevichi.
    Concordo pienamente.

  4. #4
    Bestia in via d'estinzione...
    Data Registrazione
    21 Apr 2004
    Località
    "Molti canti ho sentito nella mia terra natìa, canti di gioia e di dolor. Ma uno mi s' è inciso a fondo nella memoria ed è il canto del comune lavorator"...spettrale residuo di quegli estatici giorni rivoluzionari!
    Messaggi
    6,997
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Re: Lettera di Natalia Sedova Trotzky alla IV Internazionale (1951)

    In origine postato da stellarossa1959
    W Il compagno Stalin!
    Trotzky è stato un traditore del movimento operaio. Un deviazionista cosmopolita reazionario e borghese.
    Per anni ha combattuto la costruzione del socialismo nell'Unione Sovietica, attraverso la politica, la menzogna e il sabotaggio.
    Saluti bolscevichi.
    Anzitutto tu lo sai che Lenin e stalin non andavano troppo d'accordo vero?Trosky è un eroe in quanto ha lottato per la realizzazione della Libertà, Democrazia e del vero Socialismo!Trosky ha lottato per difendere ciò che Lenin predicava!Invece voi rovinate tutto con il vostro finot Comunismo!Se non sbaglio c'era una classe dirigente che comandava e che veniva avvantaggiata nell'urss, si o no?poi l'unione sovietica ha o no intrapreso azioni di puro imperialismo contro l'europa dell'est che chiedeva Libertà(Primavera di Praga)oppure anche in asia, come per esempio contro l'afghanistan per difendere i suoi interessi, l'ha fatto o no?Siete solo degli ipocriti voi stalinisti!

  5. #5
    SENATORE di POL
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Alessandria
    Messaggi
    23,784
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

  6. #6
    smrt fašismu
    Data Registrazione
    23 Mar 2004
    Località
    Socijalisticka Federativna Republika Jugoslavija
    Messaggi
    2,947
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    eegol ti rendi conto che per dare addosso a stalin stai dalla stessa parte di un berluschino fascistoide come pfb?

  7. #7
    SENATORE di POL
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Alessandria
    Messaggi
    23,784
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

  8. #8
    Moderatore
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    Roma
    Messaggi
    39,362
    Inserzioni Blog
    5
    Mentioned
    5 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Re: Re: Lettera di Natalia Sedova Trotzky alla IV Internazionale (1951)

    In origine postato da Eegol
    Anzitutto tu lo sai che Lenin e stalin non andavano troppo d'accordo vero?Trosky è un eroe in quanto ha lottato per la realizzazione della Libertà, Democrazia e del vero Socialismo!Trosky ha lottato per difendere ciò che Lenin predicava!Invece voi rovinate tutto con il vostro finot Comunismo!Se non sbaglio c'era una classe dirigente che comandava e che veniva avvantaggiata nell'urss, si o no?poi l'unione sovietica ha o no intrapreso azioni di puro imperialismo contro l'europa dell'est che chiedeva Libertà(Primavera di Praga)oppure anche in asia, come per esempio contro l'afghanistan per difendere i suoi interessi, l'ha fatto o no?Siete solo degli ipocriti voi stalinisti!
    concordo pienamente con te!

    per approfondimenti sul tema :

    http://www.politicaonline.net/forum/...=&pagenumber=2

  9. #9
    cricetoso
    Data Registrazione
    05 Feb 2004
    Località
    Cricetopoli
    Messaggi
    4,709
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Trotzky e' fuoriuscito dal marxismo da sinistra, con l'utopismo delle rivoluzioni permanenti, l'estremismo rivoluzionario e settario che Lenin definiva "malattia infantile del comunismo".

    Fu certamente un grande rivoluzionario e organizzatore ai tempi della guerra contro i bianchi, dannoso come commissario per gli affari esteri e come controrivoluzionario ai tempi di Stalin

  10. #10
    cricetoso
    Data Registrazione
    05 Feb 2004
    Località
    Cricetopoli
    Messaggi
    4,709
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Re: Re: Lettera di Natalia Sedova Trotzky alla IV Internazionale (1951)

    In origine postato da Eegol
    Anzitutto tu lo sai che Lenin e stalin non andavano troppo d'accordo vero?Trosky è un eroe in quanto ha lottato per la realizzazione della Libertà, Democrazia e del vero Socialismo!Trosky ha lottato per difendere ciò che Lenin predicava!Invece voi rovinate tutto con il vostro finot Comunismo!Se non sbaglio c'era una classe dirigente che comandava e che veniva avvantaggiata nell'urss, si o no?poi l'unione sovietica ha o no intrapreso azioni di puro imperialismo contro l'europa dell'est che chiedeva Libertà(Primavera di Praga)oppure anche in asia, come per esempio contro l'afghanistan per difendere i suoi interessi, l'ha fatto o no?Siete solo degli ipocriti voi stalinisti!
    Lenin non ha mai risparmiato critiche a Trotzky se per quello
    Lenin non ha mai predicato utopiche rivoluzioni permanenti.

    Classe dirigente che veniva avvantaggiata nell'Urss? E Trotzky l'ha scoperto dopo il 1924? Prima lui non si intascava nulla...?

    Stalin ha costruito il socialismo in un paese solo, se stavamo ad aspettare Trotzky finiva come con la Luxemburg, Stalin ha vinto la guerra coi fascismi, se stavamo ad aspettare Trotzky visto i danni che ha fatto come commissario per gli affari esteri nella prima guerra mondiale..... a quest'ora la parola comunismo non la potevi nemmeno pronunciare....

    L'Europa dell'Est chiedeva la liberta'??? A me risulta che fosse qualcuno d'oltre Oceano a chiedere la liberta' dei paesi dell'est...
    Comunque che c'entra Stalin con la primavera di Praga? Che c'entra la guerra Fredda con l'imperialismo?

 

 
Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Avete mai letto libri di Natalia Ginzburg?
    Di subiectus nel forum Hdemia
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 12-01-13, 12:18
  2. Rosolino e Natalia, sempre in pista
    Di Malik nel forum Fondoscala
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 02-06-09, 16:53
  3. 60 - Belgio Anno 1951
    Di Cattivo nel forum Monarchia
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 18-10-07, 12:13
  4. Repressione e capitalismo internazionale - Lettera dal Bengala(India)
    Di Zefram_Cochrane nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 33
    Ultimo Messaggio: 17-02-07, 07:56

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226