Dato che oggi e' il 2 novembre, e credenti o no e' comunque una giornata di ricordo, voglio esporre a tutti il mio pensiero , non polemico, ma per me doveroso per quei morti che forse non lo sono mai stati perche' dalla parte sbagliata o da quella innocente, come i 300 bambini della scuola di Gorla ( quartiere di Milano) uccisi da bombe americane alla fine del conflitto, i 100.000 tedeschi di Dresda uccisi a conflitto ormai al termine, il milione di Giapponesi uccisi da due bombe americane a guerra ormai decisa, tutte le morti bianche nel triangolo rosso emiliano nel maggio giugno del '45, per ricordarli e per ricordare a tanti che la verita'e la giustizia non e' mai da una parte sola e non necessariamente da quella dei vincitori!

Ed un ricordo ai caduti della prima guerra mondiale, giovani uccisi inutilmente per "liberare"una regione che ci era stata offerta in cambio della neutralita', e per soddisfare le bramosie di una nazione che ha saputo solo portare il paese in un secolo a tante guerre mal condotte e quasi sempre perse.