User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 12
  1. #1
    Registered User
    Data Registrazione
    24 Mar 2002
    Località
    napoli
    Messaggi
    1,203
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito adinolfi sulla vittoria di bush

    Adinolfi sulla vittoria Usa Post #2 di 4

    Tutto può ancora succedere; tuttavia la riconferma di Bush sembra scontata. Una vittoria striminzita per l’inquilino della Casa Bianca (249 grandi elettori contro 242) ma più consistente di quella che aveva ottenuto quattro anni fa contro Al Gore.

    Lo scontro fra le due nullità che si contendevano il titolo di primo amministratore della macchina imperialistica al servizio del capitalismo cannibale - altra dicitura di quel Crimine Organizzato che domina il mondo dal 1945 - sembra essersi conclusa con la vittoria di colui che aveva dalla propria l’apparato di potere. I democratici hanno immediatamente attaccato l’Amministrazione accusandola di brogli, particolarmente in Ohio dove la vittoria del presidente uscente non sembra chiara.

    Kerry aveva tutte le carte in regola, nella società dello spettacolo, per sostituire Bush: dalla sigla JFK che richiama in modo subliminale al mitizzato Kennedy, all’appoggio della totale congerie degli uomini dello spettacolo. Persino alcuni dei falchi di Bush, ad esempio Perle, avevano dato segni di aperture sospette verso i potenziali nuovi occupanti della Casa Bianca.

    Intendiamoci, se avesse vinto Kerry, le cose non sarebbero migliorate ma, probabilmente, peggiorate.

    La politica dello sfidante democratico non si discostava da quella del presidente in carica se non per delle sfumature, o meglio per delle verniciature.

    Gli Usa non possono fare altra politica da quella che conducono oggi: una politica di sopravvivenza e di egemonia; l’una e l’altra vanno di pari passo per quel colosso di argilla che vive del lavoro del sud, del danaro degli altri paesi del nord, della sua potenza militare al servizio di una cupola mafiosa che coordina un perfezionato sistema criminale, articolato e concentrico.

    Succubo dell’arroganza dei neocons, Bush non ha fatto altro che esacerbare le contraddizioni, fino a spingere gli uni nelle braccia degli altri importanti paesi subalterni che stava rapinando (Francia, Germania) e potenze che sta minacciando (Russia, Cina), incrinando persino, sia pure in minima parte, quell’alleanza oggettiva che lega gli Usa all’Iran da mezzo secolo e che non si è infranta con la caduta dello Scià ma ha soltanto trovato un intermediario particolare: Israele.

    Kerry, se una volta eletto avesse fatto la politica promessa, nei prossimi mesi avrebbe smussato qualche angolo, ridotto le frizioni nel nord del pianeta, e ci avrebbe coinvolti tutti, via Onu, a partecipare più attivamente al disastro ecologico e umano che si perpetra sotto la bandiera stelle e strisce.

    Tutto sommato dovremmo essere più soddisfatti che continui Bush, allora. Sempre che continui. Perché, come insegna l’esperienza, i presidenti una volta eletti spesso cambiano politica. Che Bush faccia esattamente quello che sbandierava Kerry non è dunque affatto escluso.

    In ogni caso, con la vittoria di zero su zero, l’essenziale permane. Buon incubo, abitanti del mondo !

    da noreporter.org

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Registered User
    Data Registrazione
    24 Mar 2002
    Località
    napoli
    Messaggi
    1,203
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    C'è un aspetto che manca nell'analisi (a caldissimo: parla il dato citato del 249 a 242) di Gabriele.
    L'essere cioè scaturito il successo di Bush - contro tutte le previsioni dei cacasenno sull'impatto filo-Kerry di una massiccia partecipazione al voto - che il netto successo elettorale porta il segno di una radicalizzazione dell'America profonda su alcuni temi cari anche a componenti della destra radicale italiana.
    L'agenda politica dettata dai fondamentalisti cristiani ha molti punti in comune con il programma di Forza nuova, tanto per semplificare...

  3. #3
    Registered User
    Data Registrazione
    18 Sep 2002
    Messaggi
    3,685
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: adinolfi sulla vittoria di bush

    In origine postato da ugotassinari
    Adinolfi sulla vittoria Usa Post #2 di 4

    [...]

    Kerry, se una volta eletto avesse fatto la politica promessa, nei prossimi mesi avrebbe smussato qualche angolo, ridotto le frizioni nel nord del pianeta, e ci avrebbe coinvolti tutti, via Onu, a partecipare più attivamente al disastro ecologico e umano che si perpetra sotto la bandiera stelle e strisce.

    Tutto sommato dovremmo essere più soddisfatti che continui Bush, allora. [...]
    Perfettamente d'accordo. Bush è il male minore.

  4. #4
    Registered User
    Data Registrazione
    25 Apr 2004
    Località
    il fronte dell'essere
    Messaggi
    407
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    un'analisi condivisibile su molti punti quella di adinolfi...anche io per ragioni avviamente opposte a quelle dei suoi(spesso purtroppo nostrani)sostenitori speravo in una rielezione della scimmietta...non condivido riguardo all'iran collaboratore degli usa...dopo la presa del potere da parte di khomeini l'iran è stato l'unico baluardo nella zona contro yankee e sionisti...i valori grazie a cui bush ha vinto sono solo una facciata..una delle tante con cui il potere politico americano prende in giro i suoi sudditi ops cittadini...ergo il paragone con forza nuova non sta in piedi...a meno che si vogliano mettere a confronto le vite e i percorsi politici di un cheney e di un morsello per fare un esempio...
    LEGIO PATRIA NOSTRA

  5. #5
    Registered User
    Data Registrazione
    14 Jun 2004
    Messaggi
    591
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Bell'analisi e finalmente un pò di equilibrio e di concretezza "di destra" in un momento in cui invece i commenti ufficiali e non ufficiali che vengono dall'area ci avvicinano di molto a Vauro e compagnia global-pacifista e alla loro retorica massimalista.

  6. #6
    Registered User
    Data Registrazione
    24 Mar 2002
    Località
    napoli
    Messaggi
    1,203
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In origine postato da legioner
    un'analisi condivisibile su molti punti quella di adinolfi...anche io per ragioni avviamente opposte a quelle dei suoi(spesso purtroppo nostrani)sostenitori speravo in una rielezione della scimmietta...non condivido riguardo all'iran collaboratore degli usa...dopo la presa del potere da parte di khomeini l'iran è stato l'unico baluardo nella zona contro yankee e sionisti...i valori grazie a cui bush ha vinto sono solo una facciata..una delle tante con cui il potere politico americano prende in giro i suoi sudditi ops cittadini...ergo il paragone con forza nuova non sta in piedi...a meno che si vogliano mettere a confronto le vite e i percorsi politici di un cheney e di un morsello per fare un esempio...
    da repubblica it di oggi

    I milioni di evangelici bianchi che si sono recati alle urne rappresentano un'armata che ha i suoi rappresentanti in Congresso e che si sente sottorappresentata. Alla Convention repubblicana di New York, in un momento in cui il partito cercava i voti dei moderati, gli esponenti della destra religiosa sono stati costretti a parlare la mattina davanti a una platea vuota, mentre repubblicani liberal come Schwarzenegger avevano il prime time televisivo.

    Non è solo questione di apparenza, lo è soprattutto di sostanza e la prima cosa che gli evangelici pretendono è che Bush mantenga fede alla promessa di emendare la Costituzione vietando per legge i matrimoni tra omosessuali in tutti gli States come già hanno fatto 11 Stati.


    Se ben ricordo Forza nuova è l'unica forza d'area che boicotta sistematicamente i gay pride

  7. #7
    Registered User
    Data Registrazione
    12 Oct 2004
    Messaggi
    706
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In origine postato da ugotassinari
    da repubblica it di oggi

    I milioni di evangelici bianchi che si sono recati alle urne rappresentano un'armata che ha i suoi rappresentanti in Congresso e che si sente sottorappresentata. Alla Convention repubblicana di New York, in un momento in cui il partito cercava i voti dei moderati, gli esponenti della destra religiosa sono stati costretti a parlare la mattina davanti a una platea vuota, mentre repubblicani liberal come Schwarzenegger avevano il prime time televisivo.

    Non è solo questione di apparenza, lo è soprattutto di sostanza e la prima cosa che gli evangelici pretendono è che Bush mantenga fede alla promessa di emendare la Costituzione vietando per legge i matrimoni tra omosessuali in tutti gli States come già hanno fatto 11 Stati.


    Se ben ricordo Forza nuova è l'unica forza d'area che boicotta sistematicamente i gay pride



    Fuori da mondo gli uni e gli altri. Solo che i primi hanno qualche speranza di poter ottenere delle "concessioni" da parte del cow boy planetario, gli altri sono talmente insignificanti nel panorama politico italiano che le le loro azioni e proposte diventano solo folkloristiche e ridicole.

    In ogni caso è evidente che gli americani hanno scelto. Hanno votato ed eletto l'incarnazione dello spirito imperialista statunitense. Sono colonizzatori, sono quelli che hanno assaltato il selvaggio West apprpriandosi di terre e risorse che non gli appartenevano, hanno sterminato e ghettizzato i legittimi proprietari di queli luoghi e vi hanno importato quel protestantesimo grazie cui iniziava a lievitare la logica del capitalismo "schiacciasassi". Il popolo americano ha origine prioprio lì, dall'usurpazione e dalla prevaricazione. Oggi ha dimostrato di aber mantenuto nei propri geni quello spirito e l'elezione di Bush ne è l'esito più evidente. Dato per scontato che una vittoria di Kerry di fatto non avrebbe cambiato nulla nel panorama politico internazionale (K. avrebbe continuato nella strada tracciata da Bush ma dietro il paravento della sua natura "democratica" che gli avrebbe garantito il consenso della sinistra liberal planetaria) un voto popolare in suo favore avrebbe significato una parvenza di rifiuto della logica della guerra preventiva. Avrebbero predominato gli americani contrari, se non altro, alla politica di aggressione di Bush. Forse.
    Anche per me, tra i due mali, era meglio che la scelta cadesse su Bush. Se non altro c'è una possibilità che si radicalizzi un sentimento antiamericano che serpeggia da qualche anno non solo in molti ambienti politici ma anche tra la gente "della strada".

  8. #8
    suum cuique
    Data Registrazione
    25 Dec 2002
    Località
    Anfiteatro Flavio
    Messaggi
    2,187
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In origine postato da ugotassinari
    L'agenda politica dettata dai fondamentalisti cristiani ha molti punti in comune con il programma di Forza nuova, tanto per semplificare...
    Si ma come dice Jana070 Forza Nuova è quel che è, ossia non raccoglie che una minima percentuale dell' area che, già di per sè, è piccola minoranza in Italia.

    I fondamentalisti cristiani invece sono ben radicati
    sul suolo americano e la loro stessa esistenza trae origine dal substrato culturale di quel paese.

    A ogni modo, radicalizzazione o meno della politica statunitense, finchè continueranno a essere un paese liberale e capitalista tutte le loro battaglie puritane non saranno che accadimenti effimeri che non possono far altro che sfiorare la superficie della società senza modificare le radici profonde che generano tali fenomeni (omosessualità dilagante nella fattispecie).

  9. #9
    Cattolico Resiliente
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Avete il novo e ’l vecchio Testamento, e ’l pastor de la Chiesa che vi guida; questo vi basti a vostro salvamento. Se mala cupidigia altro vi grida, uomini siate, e non pecore matte, sì che ’l Giudeo di voi tra voi non rida! (Dante: Paradiso Canto V)
    Messaggi
    6,174
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In origine postato da ugotassinari
    da repubblica it di oggi

    I milioni di evangelici bianchi che si sono recati alle urne rappresentano un'armata che ha i suoi rappresentanti in Congresso e che si sente sottorappresentata. Alla Convention repubblicana di New York, in un momento in cui il partito cercava i voti dei moderati, gli esponenti della destra religiosa sono stati costretti a parlare la mattina davanti a una platea vuota, mentre repubblicani liberal come Schwarzenegger avevano il prime time televisivo.

    Non è solo questione di apparenza, lo è soprattutto di sostanza e la prima cosa che gli evangelici pretendono è che Bush mantenga fede alla promessa di emendare la Costituzione vietando per legge i matrimoni tra omosessuali in tutti gli States come già hanno fatto 11 Stati.


    Se ben ricordo Forza nuova è l'unica forza d'area che boicotta sistematicamente i gay pride
    Perchè allora non fare il paragone con Buttiglione o col CCD/CDU oppure con Castagnetti? Anche costoro condividono il boicottaggio al gay pride... Sempre contro FN?
    Immagino poi che conoscerai le differenze tra la setta evangelica ed i cattolici, o no?!

  10. #10
    Registered User
    Data Registrazione
    24 Mar 2002
    Località
    napoli
    Messaggi
    1,203
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In origine postato da Bellarmino
    Perchè allora non fare il paragone con Buttiglione o col CCD/CDU oppure con Castagnetti? Anche costoro condividono il boicottaggio al gay pride... Sempre contro FN?
    Immagino poi che conoscerai le differenze tra la setta evangelica ed i cattolici, o no?!
    Caro Bellarmino,
    è un po' che non ci capiamo. E mi dispiace.
    Nessun intento polemico nei confronti di FN. Figurati. Ho persino litigato con i compagni (ma anche con qualche camerata) per difendere l'onorabilità personale di Fiore.
    Ciò detto: è un dato significativo che FN sia l'unico gruppo di area che coglie tendenze internazionali significative.
    Scusa se è poco
    umt

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Lotta e Vittoria, Comandante! [di Gabriele Adinolfi]
    Di NAZIONALPOPOLARE nel forum Destra Radicale
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 30-12-09, 21:36
  2. Lotta e Vittoria, Comandante! [di Gabriele Adinolfi]
    Di SubZero nel forum Destra Radicale
    Risposte: 49
    Ultimo Messaggio: 10-10-07, 13:44
  3. Risposte: 41
    Ultimo Messaggio: 23-06-05, 18:51
  4. Adinolfi sulla Sgrena
    Di Iron81 nel forum Destra Radicale
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 06-03-05, 23:59
  5. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 08-02-04, 12:16

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226