User Tag List

Risultati da 1 a 8 di 8
  1. #1
    Dal 2004 con amore
    Data Registrazione
    15 Jun 2004
    Località
    Attorno a Milano
    Messaggi
    19,247
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito La famiglia bene precedente il diritto

    TEMA DI GRANDE MOMENTO

    LA FAMIGLIA BENE PRECEDENTE IL DIRITTO



    Giuseppe Dalla Torre

    In un momento nel quale, in Italia e fuori, il dibattito su matrimonio e famiglia si è riacceso e quasi furoreggia, l'intervento pronunciato ieri da Giovanni Paolo II giunge quanto mai centrato per opportunità e pertinenza.
    Due sono i punti del suo discorso che in particolare richiamano l'attenzione nostra e della collettività, politici e media compresi. Il primo è quello per cui "la famiglia, come società fondata sul matrimonio, è un'istituzione naturale insostituibile ed elemento fondamentale del bene comune di ogni società".
    In che senso una "istituzione naturale"? Certamente storia e cultura incidono sull'istituzione familiare, così come su tutte le istituzioni umane. Anche nella nostra società abbiamo conosciuto dei mutamenti nell'esperienza della famiglia, riflessi nella sua disciplina giuridica. E tuttavia si deve riconoscere, a cominciare dagli insegnamenti della storia, che nella sostanza la famiglia possiede una struttura fondamentale e diversa da quella delle altre formazioni sociali; una struttura di base che si può culturalmente reinterpretare ma che non è modificabile nel tempo, data com'è dall'unione di un uomo e di una donna i quali cercano il completamento di se stessi, qui ed ora, e nei giorni a venire, con apertura alla procreazione e quindi all'educazione dei figli.
    È quanto in sostanza vuol dire anche la nostra Costituzione quando all'art. 29 dichiara che la famiglia è "una società naturale fondata sul matrimonio".
    Di qui la conseguenza che, quale dato strutturale dell'umano, essa non è mutabile a piacimento dalle inflessioni soggettive, dei privati, né può essere modificata dalla volontà del legislatore. Come i diritti umani, nella sua struttura fondamentale la famiglia è un a-priori rispetto al diritto positivo, di cui questo no n può che prendere atto. Un grande giurista del Novecento, Arturo Carlo Jemolo, certo non sospetto di clericalismo, esprimeva quest'idea con una immagine famosa, secondo la quale il matrimonio e la famiglia sono come un'isola, che il mare del diritto può lambire, ma lambire soltanto.
    Il secondo punto di riflessione nasce da quel passaggio del discorso pontificio, per cui "chi distrugge questo tessuto fondamentale dell'umana convivenza, non rispettandone l'identità e stravolgendone i compiti, causa una ferita profonda alla società e provoca danni spesso irreparabili". Il richiamo è innanzitutto alla responsabilità del legislatore: responsabilità grande quale sarebbe quella della pretesa di modificare un dato strutturale. Ma il richiamo si estende anche a tutti coloro, singoli ed istituzioni, che svolgono funzioni in grado di incidere sulla realtà sociale e sui modelli di comportamento, giacché lo stravolgimento delle basi naturali dell'istituto familiare può avvenire anche al di fuori dell'intervento legislativo.
    È singolare constatare quanto si sia accresciuta, e giustamente, la nostra sensibilità a fronte degli stravolgimenti che l'intervento sconsiderato dell'uomo può arrecare alla natura, ad esempio nel campo dell'ambiente; ma quanto si sia parallelamente offuscata la nostra sensibilità per i danni arrecabili alla natura in altri ambiti, come quello delle strutture sociali fondamentali.
    Una riflessione pacata, scevra da passionalità e ideologismi, su tematiche fondamentali quali quelle del matrimonio e della famiglia, non è solo possibile, come dimostrano le più recenti evoluzioni d'oltreoceano, ma anche necessaria.

    Avvenire - 21 novembre 2004

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Iscritto
    Data Registrazione
    09 Nov 2004
    Messaggi
    65
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: La famiglia bene precedente il diritto

    Originally posted by Thomas Aquinas
    TEMA DI GRANDE MOMENTO

    LA FAMIGLIA BENE PRECEDENTE IL DIRITTO



    Giuseppe Dalla Torre

    In un momento nel quale, in Italia e fuori, il dibattito su matrimonio e famiglia si è riacceso e quasi furoreggia, l'intervento pronunciato ieri da Giovanni Paolo II giunge quanto mai centrato per opportunità e pertinenza.
    Due sono i punti del suo discorso che in particolare richiamano l'attenzione nostra e della collettività, politici e media compresi. Il primo è quello per cui "la famiglia, come società fondata sul matrimonio, è un'istituzione naturale insostituibile ed elemento fondamentale del bene comune di ogni società".
    In che senso una "istituzione naturale"? Certamente storia e cultura incidono sull'istituzione familiare, così come su tutte le istituzioni umane. Anche nella nostra società abbiamo conosciuto dei mutamenti nell'esperienza della famiglia, riflessi nella sua disciplina giuridica. E tuttavia si deve riconoscere, a cominciare dagli insegnamenti della storia, che nella sostanza la famiglia possiede una struttura fondamentale e diversa da quella delle altre formazioni sociali; una struttura di base che si può culturalmente reinterpretare ma che non è modificabile nel tempo, data com'è dall'unione di un uomo e di una donna i quali cercano il completamento di se stessi, qui ed ora, e nei giorni a venire, con apertura alla procreazione e quindi all'educazione dei figli.
    È quanto in sostanza vuol dire anche la nostra Costituzione quando all'art. 29 dichiara che la famiglia è "una società naturale fondata sul matrimonio".
    Di qui la conseguenza che, quale dato strutturale dell'umano, essa non è mutabile a piacimento dalle inflessioni soggettive, dei privati, né può essere modificata dalla volontà del legislatore. Come i diritti umani, nella sua struttura fondamentale la famiglia è un a-priori rispetto al diritto positivo, di cui questo no n può che prendere atto. Un grande giurista del Novecento, Arturo Carlo Jemolo, certo non sospetto di clericalismo, esprimeva quest'idea con una immagine famosa, secondo la quale il matrimonio e la famiglia sono come un'isola, che il mare del diritto può lambire, ma lambire soltanto.
    Il secondo punto di riflessione nasce da quel passaggio del discorso pontificio, per cui "chi distrugge questo tessuto fondamentale dell'umana convivenza, non rispettandone l'identità e stravolgendone i compiti, causa una ferita profonda alla società e provoca danni spesso irreparabili". Il richiamo è innanzitutto alla responsabilità del legislatore: responsabilità grande quale sarebbe quella della pretesa di modificare un dato strutturale. Ma il richiamo si estende anche a tutti coloro, singoli ed istituzioni, che svolgono funzioni in grado di incidere sulla realtà sociale e sui modelli di comportamento, giacché lo stravolgimento delle basi naturali dell'istituto familiare può avvenire anche al di fuori dell'intervento legislativo.
    È singolare constatare quanto si sia accresciuta, e giustamente, la nostra sensibilità a fronte degli stravolgimenti che l'intervento sconsiderato dell'uomo può arrecare alla natura, ad esempio nel campo dell'ambiente; ma quanto si sia parallelamente offuscata la nostra sensibilità per i danni arrecabili alla natura in altri ambiti, come quello delle strutture sociali fondamentali.
    Una riflessione pacata, scevra da passionalità e ideologismi, su tematiche fondamentali quali quelle del matrimonio e della famiglia, non è solo possibile, come dimostrano le più recenti evoluzioni d'oltreoceano, ma anche necessaria.

    Avvenire - 21 novembre 2004
    OTTIMO ARTICOLO DEL MIO PROFESSORE DI DIRITTO ECCLESIASTICO ALL'UNIVERSITà LATERANENSE

    PACE E BENE

    FRANCESCANO

  3. #3
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    15 Oct 2004
    Messaggi
    13,224
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Ma non ho ancora capiot perché i preti non si fanno per primi una famiglia.
    Anche gli apostoli erano sposati.
    Qual'è il problema?
    Se avessero una famiglia saprebbero cosa è l'amore e non sarebbero perennemente arrabbiati e alla ricerca del peccatore da redarguire.

  4. #4
    Dal 2004 con amore
    Data Registrazione
    15 Jun 2004
    Località
    Attorno a Milano
    Messaggi
    19,247
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Non c'entra nulla.

  5. #5
    più arcipreti, meno arcigay
    Data Registrazione
    03 Jun 2004
    Località
    Tra la verità e l'errore non c'è nessuna via di mezzo, tra questi due poli opposti non c'è che un immenso vuoto. Colui che si pone in questo vuoto è altrettanto lontano dalla verità di colui che è nell'errore (J. Donoso Cortes)
    Messaggi
    19,845
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by aguas
    Ma non ho ancora capiot perché i preti non si fanno per primi una famiglia.
    Anche gli apostoli erano sposati.
    Qual'è il problema?
    Se avessero una famiglia saprebbero cosa è l'amore e non sarebbero perennemente arrabbiati e alla ricerca del peccatore da redarguire.
    a parte che qual è si scrive senza apostrofo, in secondo luogo l'argomento è off topic, e prego la moderazione di cancellare questo post.

  6. #6
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    15 Oct 2004
    Messaggi
    13,224
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Dreyer
    a parte che qual è si scrive senza apostrofo, in secondo luogo l'argomento è off topic, e prego la moderazione di cancellare questo post.
    A parte che se fai una rapida ricerc in google scoprirai che si scrive indiffententemente "qual'è" e "qual è", tralasciando le tue considerazioni da...chi sa tutto (o crede) e non capisce niente, ti faccio presente che se il papa parla di "famiglia fondata sul matrimonio come istituzione naturale insostituibile", lui e gli altri preti dovrebbero dare il buon esempio.
    No?
    Perché no?
    Mi pare che il celibato dei preti sia una novità del secondo millennio cristiano e il concubinato di preti, vescovi e papi è terminato ufficialmente solo dopo il concilio di Trento.
    E c'era una ragione: impedire che le sostanze della chiesa si disperdessero in eredi legittimi degli ecclesiastici.
    Dunque perché i preti non danno il buon esempio?

  7. #7
    Dal 2004 con amore
    Data Registrazione
    15 Jun 2004
    Località
    Attorno a Milano
    Messaggi
    19,247
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Ora siamo passati anche alle illazioni più basse.

    Dire che la famiglia è fondata necessariamente sul matrimonio,
    quale fondamento univoco, non sminuisce per nulla l'importanza della scelta del celibato, alla quale molti passi della Scrittura si riferiscono.

  8. #8
    più arcipreti, meno arcigay
    Data Registrazione
    03 Jun 2004
    Località
    Tra la verità e l'errore non c'è nessuna via di mezzo, tra questi due poli opposti non c'è che un immenso vuoto. Colui che si pone in questo vuoto è altrettanto lontano dalla verità di colui che è nell'errore (J. Donoso Cortes)
    Messaggi
    19,845
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Fra l'altro è la prima volta che google viene considerato testo ufficiale per la grammatica...non credo abbia molta autorità in questo campo, non più di quella che si arroga aguas per parlare di cose di cui ignora totalmente il significato come la storia della Chiesa...

    quando mi spiegherà come mai un troncamento come qual è possa diventare per lui (e google) un'elisione, allora gli darò credito anche per i temi ecclesiastici che finora ha clamorosamente toppato...

 

 

Discussioni Simili

  1. governo Berlusconi: diritto al futuro: lavoro, casa e famiglia
    Di QUINTO nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 24-11-10, 20:30
  2. Amore civile – progetto di riforma del diritto di famiglia
    Di libertando nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 13-10-09, 20:28
  3. L'acqua è un diritto non un bene di mercato
    Di King Z. nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 50
    Ultimo Messaggio: 10-04-09, 11:16
  4. Lo sapevate che.....: Diritto di famiglia nell’islam
    Di mosongo nel forum Politica Estera
    Risposte: 39
    Ultimo Messaggio: 11-06-06, 21:52
  5. Ogni bambino ha diritto ad una famiglia?
    Di dejudicibus nel forum Parlamento di Pol
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 28-01-05, 00:33

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226