User Tag List

Risultati da 1 a 6 di 6
  1. #1
    Dal 2004 con amore
    Data Registrazione
    15 Jun 2004
    Località
    Attorno a Milano
    Messaggi
    19,247
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Martyrologium Romanum, la nuova edizione del ''libro dei santi''

    Martyrologium Romanum, la nuova edizione del ''libro dei santi''

    di Mattia Bianchi/ 24/11/2004

    Il 4 dicembre sarà presentato il nuovo Martyrologium Romanum, il libro liturgico sui santi e il loro carisma. L’annuncio è stato dato ieri dalla sala stampa della Santa Sede che ha diffuso il programma della giornata.


    CITTA’ DEL VATICANO - Una summa che, partendo dall’esperienza dei santi, mette in primo piano la vocazione alla santità di tutti i cristiani. Il prossimo 4 dicembre verrà presentata in Vaticano la seconda edizione del Martyrologium Romanum, il libro che raccoglie per ogni giorno brevi frasi e notizie biografiche, oltre all’attività e al carisma, dei santi della Chiesa. L’occasione coincide con l’annuale giornata di approfondimento, promossa dalla Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti, su temi di interesse liturgico. All’incontro, parteciperanno i cardinali Francis Grinze e José Saraiva Martins, insieme a rappresentanti dei dicasteri vaticani, che offriranno degli spunti di riflessione sulla santità, “lungo il duplice e parallelo crinale scientifico ed ecclesiale”.

    “L'edizione attuale del Martirologio – si legge in una nota - si caratterizza, rispetto al passato, per uno sforzo non soltanto di aggiornarne il contenuto con l'aggiunta dei nuovi santi e beati proclamati tra i pontificati di Pio XII e di Giovanni Paolo II, ma anche di trasmettere tradizioni autentiche concernenti il culto dei santi più antichi, eliminando errori inesorabilmente confluiti da martirologi altomedioevali”. Uno strumento importante, quindi, per cogliere il cuore della spiritualità dei santi in duemila anni di cristianesimo. Il catalogo è strutturato per ogni giorno dell’anno, secondo un ordine cronologico; in ogni pagina è presente l'indicazione della data, la menzione del luogo di morte, della qualifica di santo o di beato e del titolo liturgicnome dei santi accompagnata da un conciso elogio, dalle notizie sul o e dai tratti del carisma e delle doti principali. Tutti elementi che cercano di rievocare la figura, offrendo una descrizione essenziale delle sue qualità all’insegna della stringatezza e della semplicità.

    L’idea dell’opera ha radici profonde, risalendo al tempo di san Girolamo, alla metà del IX secolo intorno all'attività scrittoria di Usuardo, monaco di Saint-Germain-des-près a Parigi. Papa Gregorio XIII, nella seconda metà del ‘500, promosse un aggiornamento dei testi, che coinvolse numerosi eruditi del tardo Rinascimento italiano, dal cardinale Guglielmo Sirleto alla non meglio definita «congregatione d'huomini eccellenti» nominata dal Pontefice. È storia recente, la prima edizione post conciliare, un’opera monumentale, frutto di un impegno protrattosi per oltre un trentennio che ha comportato il ricorso a un attento esame teologico, storico e pastorale per ripristinare il culto dei santi “nella sua più genuina autenticità”. Con la nuova edizione del 2004, il Martirologio si conferma uno strumento importante per la vita della Chiesa, che non ha lo scopo di comunicare notizie, ma “di celebrare la santità di Cristo e le meraviglie compiute nei suoi servi”, facendo cogliere la santità stessa come un luogo teologico, da cui si rivela nella molteplicità delle esperienze umane il mistero e il volto di Dio”.

    fonte: korazym.org

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Dal 2004 con amore
    Data Registrazione
    15 Jun 2004
    Località
    Attorno a Milano
    Messaggi
    19,247
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    No, visto che non è ancora stato presentato

  3. #3
    Dal 2004 con amore
    Data Registrazione
    15 Jun 2004
    Località
    Attorno a Milano
    Messaggi
    19,247
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Non so, dovresti dirmi il titolo e l'editore...
    Poi sentiamo Augustinus che l'esperto di santi

  4. #4
    Dal 2004 con amore
    Data Registrazione
    15 Jun 2004
    Località
    Attorno a Milano
    Messaggi
    19,247
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Il Martyrologium viene presentato questa mattina.


  5. #5
    Dal 2004 con amore
    Data Registrazione
    15 Jun 2004
    Località
    Attorno a Milano
    Messaggi
    19,247
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    PRESENTATA OGGI A ROMA

    LA SECONDA EDIZIONE DEL MARTIROLOGIO ROMANO,

    L’ELENCO AGGIORNATO DI TUTTI I SANTI E BEATI VENERATI DALLA CHIESA

    - Intervista con il dottor Roberto Fusco -



    Si è svolta oggi a Roma, presso il Palazzo della Cancelleria, una giornata di studio, promossa dalla Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti, nell’anniversario della Sacrosanctum Concilium, la Costituzione conciliare sulla riforma liturgica promulgata il 4 dicembre del 1963. In questa occasione è stata presentata la seconda edizione del Martirologio Romano aggiornato ad oggi. Ha inaugurato la giornata il cardinale Francis Arinze, prefetto del dicastero, mentre la prolusione è stata tenuta dal cardinale José Saraiva Martins, prefetto della Congregazione per le Cause dei Santi. Ma cos’è esattamente il Martirologio Romano? Giovanni Peduto lo ha chiesto al dottor Roberto Fusco, che ha lavorato al suo aggiornamento:



    **********

    R. – Anzitutto, contrariamente a quello che si potrebbe pensare dal nome, non è un elenco di martiri. E’ un elenco, invece, di tutti i Santi che la Chiesa cattolica venera come tali. Santi e Beati in un libro liturgico, quindi, destinato alla proclamazione liturgica.



    D. – Quali novità vi sono in questa seconda edizione?



    R. – Moltissime novità innanzitutto scaturiscono dalla prima edizione del 2001, che è la prima dopo il Concilio, dopo ben 35 anni di fatiche che forse sono state poco sottolineate. Nella seconda edizione si è proceduto innanzitutto alla rettifica di alcuni errori che erano comparsi nella prima edizione, di natura tipografica, e poi all’integrazione dei numerosi Santi e Beati che sono stati proclamati in questo triennio – dal 2001 ad oggi – per l’esattezza 117. In più sono stati aggiunti molti Santi che hanno un culto effettivo soprattutto nell’Italia meridionale, figure del monachesimo prevalentemente italo-greco, che sono state finora tenute fuori dal martirologio.



    D. – All’incirca, quanti nominativi contiene il Martirologio?



    R. – Settemila tra Santi e Beati oggi venerati dalla Chiesa, e dunque il cui culto è ufficialmente riconosciuto dalla Chiesa e proponibile alla Chiesa universale.



    D. - Spostiamo l’attenzione alla chiamata alla santità, che viene rivolta a tutti i discepoli di Cristo…



    R. – Il Martirologio è un libro che nella sede liturgica è destinato proprio ad accentuare questo aspetto. Vale a dire celebrare il mistero di Cristo attraverso le figure dei suoi Santi e al tempo stesso comunicare ai fedeli non soltanto degli esempi da imitare ma anche una certa fiducia, vale a dire si può essere santi!


    fonte: radiovaticana.org

  6. #6
    Dal 2004 con amore
    Data Registrazione
    15 Jun 2004
    Località
    Attorno a Milano
    Messaggi
    19,247
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    LITURGIA E VITA
    Una giornata di studio ieri in Vaticano sul legame tra le figure additate come modello di vita cristiana e la celebrazione A partire dalla vocazione universale alla santità enunciata dal Concilio

    Settemila nomi nel libro dei santi e beati

    Presentata la nuova edizione del «Martirologio», la fonte dei calendari liturgici


    Da Roma Fabrizio Mastrofini

    Un lungo elenco che continua ad arricchirsi. Provocazione per la comunità dei fedeli, invitata a non considerare i santi come modelli irraggiungibili, ma a seguirli invece nella ricerca continua di una via «ordinaria» alla santità. È il messaggio scaturito ieri in Vaticano dalla giornata di studio in occasione della presentazione della nuova edizione del Martirologio Romano, il volume che seguendo lo stile delle più antiche edizioni, risalenti alla Chiesa primitiva, riporta l'elenco completo dei santi e beati (martiri e confessori) della Chiesa. Un «libro liturgico», ha sottolineato monsignor Domenico Sorrentino, segretario della Congregazione per il Culto Divino, perché la santità non è solo un modello astratto, ma una realtà prima di tutto da celebrare. Sono ben settemila i nomi contenuti nel volume presentato ieri nel palazzo della Cancelleria. La nuova edizione, che aggiorna la prima post-Conciliare pubblicata nel 2001, comprende ovviamente tutti i nuovi santi e beati proclamati da Giovanni Paolo II in questi tre anni. Ma non solo. «Sono stati aggiunti - ha spiegato ad esempio Roberto Fusco - anche molti santi che hanno un culto effettivo soprattutto nell'Italia meridionale, figure del monachesimo prevalentemente italo-greco, che erano state finora tenute fuori dal martirologio». La presentazione è stata anche l'occasione per aggiornare le cifre sui santi e beati di questo Pontificiato: 1.828 in totale, 1.345 beati e 483 santi. E a chi ha parlato di un'«inflazione» di queste figure il cardinale prefetto della Congregazione per le cause dei santi José Saraiva Martins ha ricordato la risposta data una volta dallo stesso Giovannio Paolo II: «È colpa dello Spirito Santo».
    Ma la santità è un dono che la Chiesa è chiamata a celebrare. Di qui, appunto, la giornata di studio, incentrata sul rapporto tra questo tesoro e la liturgia. Come ha sottolineato don Maurizio Barba è nel rito la comunità «passa dal semplice fare memoria al memoriale». Con la memoria dei santi - ha ribadito monsignor Sorrentino - la liturgia fa sì che lo sguardo rivolto al passato diventi invito i fedeli «a proiettarsi nel futuro». E non a caso, questa nuova edizione è stata presentata proprio nell'anniversario della promulgazione della costituzione conciliare Sacrosanctum concilium, avvenuta il 4 dicembre 1963. Come ha sottolineato il cardinale Francis Arinze, prefetto della Congregazione per il culto divino, la Chiesa ha oggi l'obiettivo di «animare una riflessione sempre più matura sulla santità lungo il crinale scientifico ed ecclesiale». E in questo contesto il cardinale Saraiva Martins ha rilanciato la «vocazione universale alla santità», tema propriamente conciliare, concretizzato da Giovanni Paolo II con l'impegno ad additare esempi concreti e quotidiani di santità. Il porporato ha citato in proposito una lettera scritta da Giorgio La Pira negli anni Cinquanta in cui l'uomo politico (di cui è in corso il processo di beatificazione) affermava che «la santità del futuro sarà soprattutto di laici». «Allora sembrava una prospettiva irrealistica - ha commentato Saraiva Martins - mentre adesso è sotto i nostri occhi».
    La santità non può non affondare però le sue radici nell'oggettività della storia. Il gesuita Robert Godding della Società dei Bollandisti, ha ricordato il lavoro compiuto nei secoli per arrivare dall'agiografia a una edizione critica seria e affidabile. Già Pio XI - ha ricordato - voleva modificare in modo radicale il Martirologio Romano dopo aver riscontrato che in diversi casi la memoria era fondata su documenti smontabili da una «sana critica storica». In ogni caso però, come ha rilevato Piero Coda nel suo intervento teologico, la santità è una sequela radicale ma «all'altezza dei tempi». E per la «cultura cristiana» i santi sono sempre più coloro che «rendono concretizzabile e realizzabile la bellezza del Vangelo e la forza di trasformazione della storia».

    Avvenire - 6 novembre 2004

 

 

Discussioni Simili

  1. Guardia di Ferro - Nuova edizione
    Di margini nel forum Destra Radicale
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 14-11-05, 11:59
  2. Risposte: 147
    Ultimo Messaggio: 10-09-04, 00:33
  3. Il libro dei sogni. Ultima edizione.
    Di Dario nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 30-07-04, 20:14
  4. Militia: nuova edizione
    Di Der Wehrwolf nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 14-12-03, 13:37
  5. Militia: nuova edizione
    Di Der Wehrwolf nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 30-09-03, 17:11

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226