User Tag List

Risultati da 1 a 3 di 3
  1. #1
    Dal 2004 con amore
    Data Registrazione
    15 Jun 2004
    Località
    Attorno a Milano
    Messaggi
    19,247
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito 28/11: I Domenica di Avvento

    LITURGIA DELLA PAROLA


    Prima Lettura Is 2,1-5
    Il Signore unisce tutti i popoli nella pace eterna del suo Regno.

    Dal libro del profeta Isaia
    Visione di Isaia, figlio di Amoz, riguardo a Giuda e a Gerusalemme.
    Alla fine dei giorni, il monte del tempio del Signore
    sarà elevato sulla cima dei monti e sarà più alto dei colli;
    ad esso affluiranno tutte le genti.
    Verranno molti popoli e diranno:
    «Venite, saliamo sul monte del Signore,
    al tempio del Dio di Giacobbe, perché ci indichi le sue vie
    e possiamo camminare per i suoi sentieri».
    Poiché da Sion uscirà la legge
    e da Gerusalemme la parola del Signore.
    Egli sarà giudice fra le genti e sarà arbitro fra molti popoli.
    Forgeranno le loro spade in vomeri, le loro lance in falci;
    un popolo non alzerà più la spada contro un altro popolo,
    non si eserciteranno più nell'arte della guerra.
    Casa di Giacobbe, vieni, camminiamo nella luce del Signore.



    Salmo Responsoriale Dal Salmo 121
    Andiamo con gioia incontro al Signore.

    Quale gioia, quando mi dissero:
    «Andremo alla casa del Signore».
    E ora i nostri piedi si fermano
    alle tue porte, Gerusalemme!

    Là salgono insieme le tribù,
    le tribù del Signore,
    secondo la legge di Israele,
    per lodare il nome del Signore.
    Là sono posti i seggi del giudizio,
    i seggi della casa di Davide.

    Domandate pace per Gerusalemme:
    sia pace a coloro che ti amano,
    sia pace sulle tue mura,
    sicurezza nei tuoi baluardi.

    Per i miei fratelli e i miei amici
    io dirò: «Su di te sia pace!».
    Per la casa del Signore nostro Dio,
    chiederò per te il bene.



    Seconda Lettura Rm 13, 11-14
    La nostra salvezza è vicina.

    Dalla lettera di san Paolo apostolo ai Romani
    Fratelli, è ormai tempo di svegliarvi dal sonno, perché la nostra salvezza è più vicina ora di quando diventammo credenti.
    La notte è avanzata, il giorno è vicino. Gettiamo via perciò le opere delle tenebre e indossiamo le armi della luce. Comportiamoci onestamente, come in pieno giorno: non in mezzo a gozzoviglie e ubriachezze, non fra impurità e licenze, non in contese e gelosie. Rivestitevi invece del Signore Gesù Cristo e non seguite la carne nei suoi desideri.



    Vangelo Mt 24, 37-44
    Vegliate, per essere pronti al suo arrivo.

    Dal vangelo secondo Matteo
    In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Come fu ai giorni di Noè, così sarà la venuta del Figlio dell'uomo. Infatti, come nei giorni che precedettero il diluvio mangiavano e bevevano, prendevano moglie e marito, fino a quando Noè entrò nell'arca, e non si accorsero di nulla finché venne il diluvio e inghiottì tutti, così sarà anche alla venuta del Figlio dell'uomo. Allora due uomini saranno nel campo: uno sarà preso e l'altro lasciato.
    Due donne macineranno alla mola: una sarà presa e l'altra lasciata.
    Vegliate dunque, perché non sapete in quale giorno il Signore vostro verrà. Questo considerate: se il padrone di casa sapesse in quale ora della notte viene il ladro, veglierebbe e non si lascerebbe scassinare la casa. Perciò anche voi state pronti, perché nell'ora che non immaginate, il Figlio dell'uomo verrà».

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    24 Aug 2009
    Messaggi
    5,382
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Ci fu un tempo tra l'entrata di Noè e dei suoi nell'arca e il terribile diluvio, un tempo propizio, di indulgenza, che però gli uomini non seppero riconoscere e utilizzare opportunamente. Il Signore Gesù ci avverte che anche oggi c'è un tempo opportuno, un tempo di grazia prima della sua venuta, del suo ritorno glorioso. Non ci resta che accogliere l'invito della prima lettura tratta dal libro del profeta Isaia: "Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio del Dio di Giacobbe, perché ci indichi le sue vie e possiamo camminare per i suoi sentieri" affrettiamoci però perchè come ci dice l'Apostolo Paolo "la notte è avanzata, e il giorno è vicino". Vegliamo, dunque, perchè è certa la venuta ed il giudizio. Ricordiamoci di come abbiamo accolto la parola, osserviamola e ravvediamoci (cfr. Ap 3,3).

  3. #3
    Dal 2004 con amore
    Data Registrazione
    15 Jun 2004
    Località
    Attorno a Milano
    Messaggi
    19,247
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Per gli ambrosiani questa è la III domenica di Avvento.

    PRIMA LETTURA
    Is 55,1-11

    Dal libro del profeta Isaia
    Così dice il Signore:
    O voi tutti assetati, venite all’acqua,
    chi non ha denaro venga ugualmente;
    comprate e mangiate senza denaro
    e, senza spesa, vino e latte.
    Perché spendete denaro per ciò che non è pane,
    il vostro patrimonio per ciò che non sazia?
    Su, ascoltatemi e mangerete cose buone
    e gusterete cibi succulenti.
    Porgete l’orecchio e venite a me,
    ascoltate e voi vivrete.
    Io stabilirò per voi un’alleanza eterna,
    i favori assicurati a Davide.
    Ecco l’ho costituito testimonio fra i popoli,
    principe e sovrano sulle nazioni.
    Ecco tu chiamerai gente che non conoscevi;
    accorreranno a te popoli che non ti conoscevano
    a causa del Signore, tuo Dio,
    del Santo di Israele, perché egli ti ha onorato.
    Cercate il Signore, mentre si fa trovare,
    invocatelo, mentre è vicino.
    L’empio abbandoni la sua via
    e l’uomo iniquo i suoi pensieri;
    ritorni al Signore che avrà misericordia di lui
    e al nostro Dio che largamente perdona.
    Perché i miei pensieri non sono i vostri pensieri,
    le vostre vie non sono le mie vie - oracolo del Signore.
    Quanto il cielo sovrasta la terra,
    tanto le mie vie sovrastano le vostre vie,
    i miei pensieri sovrastano i vostri pensieri.
    Come infatti la pioggia e la neve
    scendono dal cielo e non vi ritornano
    senza avere irrigato la terra,
    senza averla fecondata e fatta germogliare,
    perché dia il seme al seminatore e pane da mangiare,
    così sarà della parola uscita dalla mia bocca:
    non ritornerà a me senza effetto,
    senza aver operato ciò che desidero
    e senza aver compiuto ciò per cui l’ho mandata.


    SECONDA LETTURA
    1Gv 5,1-9

    Dalla prima lettera di san Giovanni apostolo
    Carissimi, chiunque crede che Gesù è il Cristo, è nato da Dio; e chi ama colui che ha generato, ama anche chi da lui è stato generato.
    Da questo conosciamo di amare i figli di Dio: se amiamo Dio e ne osserviamo i comandamenti, perché in questo consiste l’amore di Dio, nell’osservare i suoi comandamenti; e i suoi comandamenti non sono gravosi.
    Tutto ciò che è nato da Dio vince il mondo; e questa è la vittoria che ha sconfitto il mondo: la nostra fede.
    E chi è che vince il mondo se non chi crede che Gesù è il Figlio di Dio? Questi è colui che è venuto con acqua e sangue, Gesù Cristo; non con acqua soltanto, ma con l’acqua e con il sangue. Ed è lo Spirito che rende testimonianza, perché lo Spirito è la verità.
    Poiché tre sono quelli che rendono testimonianza: lo Spirito, l’acqua e il sangue, e questi tre sono concordi. Se accettiamo la testimonianza degli uomini, la testimonianza di Dio è maggiore; e la testimonianza di Dio è quella che ha dato al suo Figlio.


    VANGELO
    Mc 1,7- 11

    + Dal Vangelo secondo Marco
    In quel tempo, Giovanni predicava: “Dopo di me viene uno che è più forte di me e al quale io non son degno di chinarmi per sciogliere i legacci dei suoi sandali. Io vi ho battezzati con acqua, ma egli vi battezzerà con lo Spirito Santo”.
    In quei giorni Gesù venne da Nazaret di Galilea e fu battezzato nel Giordano da Giovanni. E, uscendo dall’acqua, vide aprirsi i cieli e lo Spirito discendere su di lui come una colomba. E si sentì una voce dal cielo: “Tu sei il Figlio mio prediletto, in te mi sono compiaciuto”.

 

 

Discussioni Simili

  1. IV Domenica di Avvento o Rorate
    Di Augustinus nel forum Tradizionalismo
    Risposte: 20
    Ultimo Messaggio: 23-12-18, 23:27
  2. I Domenica di Avvento
    Di Augustinus nel forum Tradizionalismo
    Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 03-12-17, 16:37
  3. II Domenica di Avvento
    Di Augustinus nel forum Tradizionalismo
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 07-12-08, 18:31
  4. III Domenica di Avvento
    Di Thomas Aquinas nel forum Cattolici
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 12-12-04, 02:38
  5. 5/12: II domenica di Avvento
    Di Thomas Aquinas nel forum Cattolici
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 04-12-04, 12:26

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226