User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 17
  1. #1
    Dal 2004 con amore
    Data Registrazione
    15 Jun 2004
    Località
    Attorno a Milano
    Messaggi
    19,247
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito La giurisdizione dei singoli Vescovi non viene dal Papa

    Dopo il Concilio Vaticano I diversi cattolici massimalisti pensarono che la giurisdizione dei singoli vescovi proviene direttamente dal Papa.

    I singoli Vescovi sarebbero quindi dei semplici agenti nei vari stati di un sovrano straniero, il Papa, con una potestà immediata tale da far ritenere inutile il ruolo dei vescovi.

    Sappiamo invece che N.S. Gesù Cristo, utilizzando un linguaggio antico, conferì la potestas iurisdictionis non al solo Pietro, ma a tutti gli Apostoli, così questa potestà si è trasmessa ai successori legittimi degli Apostoli, cioè a coloro che mantengono il vincolo di unità con il successore di Pietro, senza tuttavia che dal Papa derivi la loro giurisdizione.

    Nel 1872 il cancelliere Bismarck, con una lettera circolare, aveva messo in guardia i governi europei rispetto al fatto che con quel dogma i vescovi dei loro Paesi erano divenuti dei meri strumenti del papa.

    L'interpretazione di Bismark del dogma era decisamente massimalista: il Papa è re della Chiesa e i vescovi sono sui semplici sudditi. Non gli stava bene l'ingerenza di un sovrano straniero negli affari interni..

    Tre anni dopo, i vescovi tedeschi nel loro intervento risposero che è quindi un «errore capitale credere che, per le decisioni del Concilio Vaticano, “la giurisdizione episcopale sia assorbita dalla giurisdizione papale”, che il papa sia “in teoria subentrato al posto di ciascuno dei vescovi”, che “i vescovi non siano più se non strumenti del papa e officiali senza responsabilità personale”».

    La potestà suprema e immediata del Papa è infatti tale in relazione alla necessitas Ecclesiae: il Papa, quando è necessario, può intervenire nella Chiesa senza bisogno di intermediari. La necessità o meno dipende dalla contigente situazione storica.

    Quelle di Bismark erano le stesse interpretazioni illegittime che il Concilio stesso, rispondendo alle apprensioni della minoranza, aveva rifiutato.

    Lo stesso Pio IX citò due volte questa dichiarazione dell’episcopato tedesco, confermandola col suo magistero, nella lettera apostolica Mirabilis illa constantia del 1875 e in un’allocuzione al concistoro.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Moderatore
    Data Registrazione
    18 Apr 2010
    Località
    Pistoia fraz.San Felice
    Messaggi
    2,445
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Spiegatemi meglio: il papa ha una giurisdizione "propria,immediata,ordinaria, veramente episcopale,su tutti e singoli, pastori e fedeli, ciuoè quella stessa che il vescovo diocesano ha sui fedeli della propria diocesi" in tutta quanta la Chiesa. Questo vuol dire, se non male intendo, che su uno stesso territorio ci sono due giurisdizioni che hanno la caratteristica di "propria,immediata,ordinaria,veramente episcopale" col fatto che il titolare di una delle due (il papa) ha questa giurisdizione anche sull'altro titolare (il vescovo) in quanto quella del papa si estende "a tutti e singoli pastori e fedeli".
    Detto questo, dire che il vescovo mantiene autonomia di giurisdizione mi pare un eufemismo.

  3. #3
    Dal 2004 con amore
    Data Registrazione
    15 Jun 2004
    Località
    Attorno a Milano
    Messaggi
    19,247
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    La giurisdizione del Papa è immediata e veramente episcopale su tutta la Chiesa solo in relazione alla necessitas Ecclesiae, cioè a situazioni nelle quali una certa crisi richiede il suo intervento.

  4. #4
    Moderatore
    Data Registrazione
    18 Apr 2010
    Località
    Pistoia fraz.San Felice
    Messaggi
    2,445
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Con tutto il rispetto, comprendo che i cattlici si sforzano di dare all'interpretazione del testo del Vaticano I interpretazioni restrittive perchè quel testo è veramente imbarazzante. La necessitas ecclesiae è qualcosa di cui lo stesso papa è arbitro e di conseguenza si ritorna, come si dice dalle mie parti "punto e a capo".
    Il problema serio, a mio avviso, è che la centralizzazione romana che ha voluto esprimere, al Vaticano I ribadito dal II, il supporto dogmatico della prassi consolidata, si evidenzia specialmente dal fatto che, nell'andar del tempo è stata nullificata la struttura Metropolitana che è la più antica forma ecclesiale di intervento di un primus inter pares in vista della necessitas ecclesiae. Così per l'istituzione patriarcale. ma mai si era detto che chi interviene ha "giurisdizione veramente episcopale" sul vescovo: si parlava di giurisdizione metropolitana o patriarcale e con equilibrio, come l'antico canone: "il vescopvo nulla faccia senza il primo ma nemmeno il primo nulla faccia senza i vescovi". E' questo equilibrio che è venuto meno a Roma.

  5. #5
    **********
    Data Registrazione
    04 Jun 2003
    Messaggi
    23,775
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Thomas Aquinas
    La giurisdizione del Papa è immediata e veramente episcopale su tutta la Chiesa solo in relazione alla necessitas Ecclesiae, cioè a situazioni nelle quali una certa crisi richiede il suo intervento.
    ma che dici? Il Papa, da un punto di vista teologico e canonistico, ha una potestà immediata, piena ed universale su tutto l'orbe cattolico, senza alcuna limitazione (cfr. can. 331). Egli è sempre libero di avocare a sè tutti i casi. Non già in base ad uno stato di necessità o su richiesta di qualcuno. Semmai il discorso va ribaltato: egli interviene non solo quando sia richiesto da qualcuno, ma quando egli, a suo giudizio, ne ravvisi l'opportunità. Insomma, la sua potestà o, meglio, l'esercizio di questa non deriva "dal basso", ma "dall'alto".
    Che, quotidianamente, non lo faccia ... è un altro discorso. Ma ciò non significa che egli non abbia la potestà o che questa sussista solo in certi, sporadici casi quando sia richiesto il suo intervento.
    Questo giusto per chiarirci.

  6. #6
    Dal 2004 con amore
    Data Registrazione
    15 Jun 2004
    Località
    Attorno a Milano
    Messaggi
    19,247
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Questa è una interpretazione.
    In sede di dialogo ecumenico (vedi l'articolo postato da me nel thread sul primato petrino), si pensa che la potestà piena, immediata etc..sia tale in relazione alla necessitas Ecclesiae, cioè allo stato di reale necessità della Chiesa nel momento. (Altrimenti, come dice il Vescovo Silvano, i vescovi diventano inutili, sarebbero dei semplici agenti periferici del Papa).
    Ovviamente questo non è stato ancora positivizzato,
    certamente ci saranno delle difficoltà in merito, data la tradizione da cui proveniamo, ma questa, secondo me, è la via da percorrere.

  7. #7
    Dal 2004 con amore
    Data Registrazione
    15 Jun 2004
    Località
    Attorno a Milano
    Messaggi
    19,247
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by silvano
    Con tutto il rispetto, comprendo che i cattlici si sforzano di dare all'interpretazione del testo del Vaticano I interpretazioni restrittive perchè quel testo è veramente imbarazzante. La necessitas ecclesiae è qualcosa di cui lo stesso papa è arbitro e di conseguenza si ritorna, come si dice dalle mie parti "punto e a capo".
    Il problema serio, a mio avviso, è che la centralizzazione romana che ha voluto esprimere, al Vaticano I ribadito dal II, il supporto dogmatico della prassi consolidata, si evidenzia specialmente dal fatto che, nell'andar del tempo è stata nullificata la struttura Metropolitana che è la più antica forma ecclesiale di intervento di un primus inter pares in vista della necessitas ecclesiae. Così per l'istituzione patriarcale. ma mai si era detto che chi interviene ha "giurisdizione veramente episcopale" sul vescovo: si parlava di giurisdizione metropolitana o patriarcale e con equilibrio, come l'antico canone: "il vescopvo nulla faccia senza il primo ma nemmeno il primo nulla faccia senza i vescovi". E' questo equilibrio che è venuto meno a Roma.

    Il Papa non sostituisce il Vescovo: lo scavalca nelle situazioni di reale necessità, di crisi vera. Questo per il suo ufficio del tutto particolare nella Chiesa.

  8. #8
    **********
    Data Registrazione
    04 Jun 2003
    Messaggi
    23,775
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Thomas Aquinas
    Questa è una interpretazione.
    In sede di dialogo ecumenico (vedi l'articolo postato da me nel thread sul primato petrino), si pensa che la potestà piena, immediata etc..sia tale in relazione alla necessitas Ecclesiae, cioè allo stato di reale necessità della Chiesa nel momento. (Altrimenti, come dice il Vescovo Silvano, i vescovi diventano inutili, sarebbero dei semplici agenti periferici del Papa).
    Ovviamente questo non è stato ancora positivizzato,
    certamente ci saranno delle difficoltà in merito, data la tradizione da cui proveniamo, ma questa, secondo me, è la via da percorrere.
    Interpretazione ... molto libera ... e che certamente non fa testo, dovendo attenerci ai testi del Legislatore Supremo e del Magistero.
    Quelle che sono ipotesi - molto futuribili, penso - qui non contano

  9. #9
    Dal 2004 con amore
    Data Registrazione
    15 Jun 2004
    Località
    Attorno a Milano
    Messaggi
    19,247
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    E' un nuovo modo di intendere il primato, questo vuole il Papa, questo noi cerchiamo.
    Viene prima la verità, e poi la sua positivizzazione.
    E' vincolante quando si ha coscienza di questa o quando è positivizzata?
    La seconda che ho detto.

  10. #10
    **********
    Data Registrazione
    04 Jun 2003
    Messaggi
    23,775
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Thomas Aquinas
    E' un nuovo modo di intendere il primato, questo vuole il Papa, questo noi cerchiamo.
    Viene prima la verità, e poi la sua positivizzazione.
    E' vincolante quando si ha coscienza di questa o quando è positivizzata?
    La seconda che ho detto.
    Beh ... che la voglia il Papa mi pare assai discutibile nè mi risulta (in base a cosa lo dici?), anche perchè egli non ha il potere di modificare una legge divina.
    E poi che c'entra qui il discorso sulla Verità e la sua positivizzazione?
    Vuoi forse intendere che quella da te propugnata e cercata è una "nuova" Verità, mai esistita prima?

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 06-07-10, 12:56
  2. Il Papa cancella la scomunica ai vescovi nominati da Lefebvre
    Di L'Europeo nel forum Destra Radicale
    Risposte: 41
    Ultimo Messaggio: 24-01-09, 17:30
  3. Risposte: 72
    Ultimo Messaggio: 21-11-06, 06:36
  4. Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 06-12-05, 09:51
  5. Referndum IL PAPA STA CON I VESCOVI
    Di Caterina63 nel forum Cattolici
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 31-05-05, 23:59

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226