User Tag List

Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 30
  1. #1
    Nebbia
    Ospite

    Predefinito La morte dell'economia? Il passaggio dall'economia reale a quella virtuale!

    Il paese Europa sta affondando. Il perchè? Troppo liberismo e liberalismo hanno aperto le porte alla babilonia consumistica e come al solito il capitalismo è finito coll'avvitarsi su se stesso e si è cannibalizzato autodistruggendosi. L'ultima fase di questo abominio (ossia l'uccisione dell'economia reale) è stata la sterminata offerta di servizi che hanno radicalmente cambiato la vita nostra di tutti giorni, nonchè il drammatico cambio delle abitudini nostre e delle priorità nostre alla quale il turbocapitalismo ci ha indotto. Si è arrivati a questa considerazione in una semplice storia di arte, di architettura e di tendenze dell'ultimo milllennio. A questo punto desidererei sentire la campana di qualche liberlista convinto.

    http://www.politicaonline.net/forum/...hreadid=136895
    Graditi interventi. Grazie.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    15 Oct 2004
    Messaggi
    13,224
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: La morte dell'economia? Il passaggio dall'economia reale a quella virtuale!

    In origine postato da Nebbia
    Il paese Europa sta affondando. Il perchè? Troppo liberismo e liberalismo hanno aperto le porte alla babilonia consumistica e come al solito il capitalismo è finito coll'avvitarsi su se stesso e si è cannibalizzato autodistruggendosi. L'ultima fase di questo abominio (ossia l'uccisione dell'economia reale) è stata la sterminata offerta di servizi che hanno radicalmente cambiato la vita nostra di tutti giorni, nonchè il drammatico cambio delle abitudini nostre e delle priorità nostre alla quale il turbocapitalismo ci ha indotto. Si è arrivati a questa considerazione in una semplice storia di arte, di architettura e di tendenze dell'ultimo milllennio. A questo punto desidererei sentire la campana di qualche liberlista convinto.

    [
    La nostra campana ti dice che l'Italia non ha nulla di liberista.
    Per questo ha la peggiore crescita mondiale, eccetto Malta.
    La cd Babilonia consumistica permette al consumatore di fare le scelte PIU' convenienti.
    Quelle che appagani di più le proprie preferenze, in termini di qualità e di prezzo.
    Sopravvive il produttore più bravo.
    Ovvio.
    In Italia abbiamo un sistema economico arretrato, protezionista e burocraticazzato.
    E' il sistema delle quote latte, delle mucche finanziate a 2 € e mezzo al giorno, dell'Alitalia tenuta in piedi a forza di prepensionamenti e sovvenzionamenti, dell'incertezza del risprmio (caso Ciro e Parlmalat), del duopolio radiotelevisivo, della posizione domnante, quasi monopolistica della Fiat, dell'ultimo paese ad abolire il monopolio sulla telefonia, delle categorie professionali protette, delle università finalizzate a mantenre in piedi le cattdre, anziché finalizzzare l'insegnamento al mercato del lavoro, del divieto di licenizamento, dei salari minimi garantiti che inevitabilmente creano lavoro nero, dei mercati proibiti e quindi illegali ecc ecc.
    Nulla, DAVVERO NULLA di liberista.
    Ecco perché l'Italia ha la peggior crescita mondiale del PIL dopo Malta.


    Che significa l'uccisione della economia reale?

  3. #3
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    15 Oct 2004
    Messaggi
    13,224
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: La morte dell'economia? Il passaggio dall'economia reale a quella virtuale!

    In origine postato da Nebbia
    L'ultima fase di questo abominio (ossia l'uccisione dell'economia reale) è stata la sterminata offerta di servizi che hanno radicalmente cambiato la vita nostra di tutti giorni, nonchè il drammatico cambio delle abitudini nostre e delle priorità nostre alla quale il turbocapitalismo ci ha indotto.
    Mi sa che non hai proprio idea di che signfichi il liberismo e il capitalismo.

  4. #4
    I Have a Dream
    Data Registrazione
    07 Mar 2002
    Località
    "Castello Sforzesco"
    Messaggi
    2,123
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    roppo liberismo e liberalismo hanno aperto le porte alla babilonia consumistica e come al solito il capitalismo è finito coll'avvitarsi su se stesso e si è cannibalizzato autodistruggendosi. L'ultima fase di questo abominio (ossia l'uccisione dell'economia reale) è stata la sterminata offerta di servizi che hanno radicalmente cambiato la vita nostra di tutti giorni, nonchè il drammatico cambio delle abitudini nostre e delle priorità nostre alla quale il turbocapitalismo ci ha indotto.
    Potrei rispondere che il capitalismo va un "minimo guidato", che spesso si finisce più per creare danni nel tentativo di guidarlo piuttosto che riuscire a dare a tutto il sistema economico un indirizzo che sia il più possibile sostenibile e che permetta una crescita del benessere complessivo massima...
    Potrei rispondere, ma non lo faccio semplicemente perchè un ragionamento come questo non merita risposta... non voglio offendere nessuno, ma non credo si sia ancora perfortuna auto-distrutto nulla e non capisco tutto questo catastrofismo... Si può ragionare su tutto, ma non partendo da queste basi. Credo.

    Cordialità.
    Se vuoi amarmi, amami per null'altro che l'amore stesso.
    Non dire mai " io l'amo per il suo sorriso, il volto, il modo di parlare " perchè queste cose col tempo possono cambiare, o cambiare per te.

  5. #5
    I Have a Dream
    Data Registrazione
    07 Mar 2002
    Località
    "Castello Sforzesco"
    Messaggi
    2,123
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Il paese Europa sta affondando.
    In che senso? Rispetto a quali parametri? Rispetto a quale altro modello? Rispetto al modello Statunitense che in genere è il termine di paragone più utilizzato? Se si allora credo che debba rivedere un pochino di passaggi logici... Perchè gli Stati Uniti sono un Paese molto più Liberale dell'Europa, che rimane un'area a forte connotazione sociale...
    Dove si cresce meno, ma forse ancora si ha qualche garanzia in più...

    A presto.
    Se vuoi amarmi, amami per null'altro che l'amore stesso.
    Non dire mai " io l'amo per il suo sorriso, il volto, il modo di parlare " perchè queste cose col tempo possono cambiare, o cambiare per te.

  6. #6
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    17,464
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In origine postato da aguas
    La nostra campana ti dice che l'Italia non ha nulla di liberista.
    Molti nn lo capiscono. Secondo me in italia il capitalismo esiste in forma molto molto blanda. Se ci fosse un capitalismo ben applicato, senza monopoli o duopoli privati, senza presenze statali(esclusa sanità e scuola ke devono ESSERE PUBBLICHE) e si cercasse di investire nella ricerca rendendo il mercato più elastico alle innovazioni ALLORA SI KE CI SI AVVICINEREBBE AL CAPITALISMO...
    Ma qui ci sono ankora i notai ke per fare una firmetta ti prendono 40 milioni...Paghiamo il prezzo di un medioevo ben presente nelle teste degli italiani!

  7. #7
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    15 Oct 2004
    Messaggi
    13,224
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In origine postato da Sir Demos
    gli Stati Uniti sono un Paese molto più Liberale dell'Europa, che rimane un'area a forte connotazione sociale...
    Dove si cresce meno, ma forse ancora si ha qualche garanzia in più...

    A presto.
    Quale garanzia hai di più?
    Di avere un benessere minimo.
    Di dover pagare delle tasse sagerate.
    Di dover assistere al protezionismo parassita dell'egrixoltura e dei disopccupati di professione?
    No, grazie, preferisco gli USA

  8. #8
    I Have a Dream
    Data Registrazione
    07 Mar 2002
    Località
    "Castello Sforzesco"
    Messaggi
    2,123
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    La garanzia che hai la sicurezza che sarai curato anche se non puoi permetterti di pagare l'assicurazione privata ad esempio...
    Io non rinuncerei a questa garanzia fondamentale... In cambio di cosa poi?
    Si potrebbe pensare a meccanismi di tutela diversi, questo si... Ad polizze private pagate in ultima istanza dallo stato ad esempio...

    Cordialità.
    Se vuoi amarmi, amami per null'altro che l'amore stesso.
    Non dire mai " io l'amo per il suo sorriso, il volto, il modo di parlare " perchè queste cose col tempo possono cambiare, o cambiare per te.

  9. #9
    Liberale
    Ospite

    Predefinito Re: La morte dell'economia? Il passaggio dall'economia reale a quella virtuale!

    In origine postato da Nebbia
    Il paese Europa sta affondando. Il perchè? Troppo liberismo e liberalismo hanno aperto le porte alla babilonia consumistica e come al solito il capitalismo è finito coll'avvitarsi su se stesso e si è cannibalizzato autodistruggendosi. L'ultima fase di questo abominio (ossia l'uccisione dell'economia reale) è stata la sterminata offerta di servizi che hanno radicalmente cambiato la vita nostra di tutti giorni, nonchè il drammatico cambio delle abitudini nostre e delle priorità nostre alla quale il turbocapitalismo ci ha indotto. Si è arrivati a questa considerazione in una semplice storia di arte, di architettura e di tendenze dell'ultimo milllennio. A questo punto desidererei sentire la campana di qualche liberlista convinto.

    http://www.politicaonline.net/forum/...hreadid=136895
    Graditi interventi. Grazie.
    Risponderti è impossibile. I tuoi giudizi non so se parlano dell'Italia o della Luna. Tutto questo liberalismo serpeggiante non lo vedo a giro e purtroppo questo presenta il suo prezzo in termini di minore crescita e di minore competitività internazionale.
    In quanto al resto rimango stupito. Ma la tua era un'analisi sociale, un'analisi economica, un'analisi artistica,

    O forse era un'analisi erboristica? Perché francamente solo la magia di qualche pianta miracolosa può far partorire idee tanto assurde tanto fuori da qualsiasi parametro di analisi economica.

  10. #10
    Homo faber fortunae suae
    Data Registrazione
    03 Mar 2003
    Località
    Gussago
    Messaggi
    4,237
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In origine postato da Enrico1987
    Se ci fosse un capitalismo ben applicato, senza monopoli o duopoli privati, senza presenze statali(esclusa sanità e scuola ke devono ESSERE PUBBLICHE)
    il monopolio maggiore è quello della formazione che porta a tutti gli altri monopoli e alla mentalità statalista dell' itagliano medio, se la scuola fosse solo privata non vi sarebbero ste cose....

 

 
Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 76
    Ultimo Messaggio: 28-11-12, 20:15
  2. L'economia reale soffre
    Di Ludis nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 12-08-11, 11:57
  3. l'economia reale
    Di dDuck (POL) nel forum Il Termometro Politico
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 13-10-08, 00:34
  4. La crisi della finanza si tradurrà in crisi dell'economia reale?
    Di Io Robert nel forum Il Termometro Politico
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 09-10-08, 18:39
  5. L'economia reale
    Di Klaatu nel forum Padania!
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 29-08-07, 20:07

Chi Ha Letto Questa Discussione negli Ultimi 365 Giorni: 0

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226