User Tag List

Pagina 5 di 5 PrimaPrima ... 45
Risultati da 41 a 50 di 50
  1. #41
    Registered User
    Data Registrazione
    18 Feb 2004
    Messaggi
    5,259
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Marco,
    quanto dice Dav è esatto. La terra, oltre a ruotare intorno al sole, ruota su sé stessa in senso antiorario lungo un asse inclinato di circa 23.5°. Compie un giro in in 23 ore - 56 minuti - 4,09 secondi ( Giorno Siderale ).

    L'inclinazione dell'asse può variare (ma durante periodi lunghissimi, di decine di millenni).

    Un terremoto violentissimo le può dare uno "scossone", anche se pure io nutro qualche dubbio sull'espressione "in modo considerevole" del redattore.

    L'asse di inclinazione del nostro pianeta è importantissimo, e influisce in modo determinante sull'irraggiamento solare, e quindi sulle stagioni e sui diversi climi che vi sono.

    Se la terra ruotasse lungo un asse non inclinato, giorno e notte avrebbero, tutto l'anno e ovunque, la stessa durata: 12 ore.

    Ciao!
    Chris
    Chris76

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #42
    Io lo sono ma lui no
    Data Registrazione
    15 Mar 2003
    Località
    Brasile
    Messaggi
    2,015
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In Origine postato da I-DAVE
    Ho qualche dubbio invece su quel "in modo considerevole" del redattore di Kataweb, mi sembra un po' allarmistico, terremoti di questo tipo se ne sono già verificati in passato con le medesime conseguenze. Per il momento niente catastrofi hollywoodiane
    Dav,

    non è per difendere il redattore di Kataweb, ma se ti rileggi la materia vedrai che non è una sua affermazione ma dei ricercatori del Centro di geodesia spaziale dell'Asi. Se loro sono preoccupati un motivo ci sarà.

    Sicuramente ne risentiranno ancora di più le stagioni (forse più caldo d'estate e più freddo d'inverno).

    Ciao

    Zarco

  3. #43
    Habemus Marcionem!
    Data Registrazione
    22 Oct 2002
    Messaggi
    6,718
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In Origine postato da Zarco
    Dav,

    non è per difendere il redattore di Kataweb, ma se ti rileggi la materia vedrai che non è una sua affermazione ma dei ricercatori del Centro di geodesia spaziale dell'Asi. Se loro sono preoccupati un motivo ci sarà.

    Sicuramente ne risentiranno ancora di più le stagioni (forse più caldo d'estate e più freddo d'inverno).

    Ciao

    Zarco
    Le dichiarazione dell'ASI non le ho sentite, e spesso (purtroppo) quei "hanno riferito // hanno detto che" riportate sulle agenzie non sono molto attendibili in quanto rielaborate, soprattutto su temi molto specialistici. Lo fanno pure in un tema che di specialistico non ha nulla, come la politica!!!

    Attualmente, se non erro, la precessione dell'asse (cioè la rotazione dell'asse stesso, dovuto al fatto che la terra non è sferica ma sferoidale e risente in maniera differenziata dell'attrazione gravitazionale del sole) avviene ogni 25000 (?) anni circa. Ogni 40000 (? Chris help, non ricordo molto bene le date) avviene anche la nutazione, cioè l'oscillazione del piano di rotazione con quello dell'ecclittica (il piano dell'orbita) dovuto all'attrazione terra-luna e di quello degli altri pianeti. Quindi sono cambiamenti lentissimi e graduali (anzi, sono proprio loro che mantengono il nostro clima in uno stato di discreta stabilità in confronto ad altri pianeti del sistema solare PS: Chris correggi ogni errore e credo che ce ne siano molti, i ricordi del Liceo si affievoliscono!!!). Riferendosi alla storia e dando un occhio ai grandi terremoti, anche di epoca recente, non si sono visti effetti questi effetti catastrofici, che pur avrebbero dovuto esserci: per quello che vado un po' coi piedi di piombo su quel "hanno riferito" senza citare "chi" (se non un generico "i ricercatori dell'ASI) e le conseguenze esatte.

    In simpatia, ovviamente!

    DaV
    [glow=5][up]D[/up][down]a[/down][up]V[/up][/glow]

  4. #44
    Habemus Marcionem!
    Data Registrazione
    22 Oct 2002
    Messaggi
    6,718
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Double post, scusate.

    DaV
    [glow=5][up]D[/up][down]a[/down][up]V[/up][/glow]

  5. #45
    Registered User
    Data Registrazione
    09 Aug 2004
    Località
    Napoli
    Messaggi
    768
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: 50 bare?? speriamo che ne occorrano meno

    In Origine postato da chielloduebis
    Un aereo C-130J della 46/ma Brigata Aerea dell'Aeronautica militare e' decollato questa mattina dalla pista dell'aeroporto militare ''Dall'Oro'' di Pisa. Il velivolo raggiungera' Phuket (Thailandia),

    e quando c'arriva...
    You land a million planes safely then you have one little mid-air and you nerver hear the end of it.

    ATC New York
    Tracon Westbury, Long Island

  6. #46
    Io lo sono ma lui no
    Data Registrazione
    15 Mar 2003
    Località
    Brasile
    Messaggi
    2,015
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Terremoti, Misna: colpito anche Madagascar

    Danni per il maremoto anche in Madagascar: secondo fonti dell'agenzia missionaria Misna, nella grande isola africana dell Oceano indiano almeno 1200 persone sono rimaste senza tetto dopo che il mare si è alzato improvvisamente investendo circa 150 abitazioni di pescatori.

    Fonte: Messaggero Veneto - 28/12/2004

  7. #47
    email non funzionante
    Data Registrazione
    07 Sep 2003
    Località
    Pavia
    Messaggi
    3,723
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In quanto all'asse terrestre, un ricercatore dell'ASI ha riferito (TG5 ore 20, 28 dicembre) di uno scostamento di 5 o 6cm dal 25 al 26 dicembre: l'aggettivo "considerevole" va dunque inteso in senso relativo, ovvero nel senso che non si è mai osservato uno spostamento così grande nell'arco di poche ore. Le conseguenze tangibili (clima, insolazione o altro) sono dunque assolutamente nulle.

    Pier

  8. #48
    Io lo sono ma lui no
    Data Registrazione
    15 Mar 2003
    Località
    Brasile
    Messaggi
    2,015
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Pier,

    mi dispiace doverti smentire con la materia che segue pubblicata nell'edizione online di oggi del Corriere della Sera.

    Come avevo precedentemente detto, il clima cambierà e probabilmente ci sarà un aumento delle inondazioni.

    Ciao

    Zarco

    -----------------------------------------------------------------

    Spostato l'asse terrestre, il clima può cambiare

    Il sisma del 26 dicembre di 9 gradi Richter al largo di Sumatra ha spostato l'asse terrestre. Già si sapeva che un terremoto di magnitudo superiore a 8 gradi mette in moto una quantità di energia tale da modificare la distribuzione delle masse sulla crosta terrestre e quindi è in grado di spostare l'asse terrestre. Ma finora non era mai avvenuto che questo fatto potesse essere osservato strumentalmente. Infatti erano 40 anni esatti (28 marzo 1964) che la Terra non era colpita da un movimento tellurico simile, e nel 1964 non c'erano ancora strumenti così sofisticati da poter valutare lo spostamento.

    2 MILLESIMI DI SECONDO D'ARCO - Giuseppe Bianco, scienziato del Centro di geodesia spaziale dell'Agenzia spaziale italiana (Asi) di Matera, ha affermato che, secondo i primi rilevamenti effettuati tramite i satelliti Lageos 1 e Lageos 2, l'asse terrestre si è spostato di 2 millesimi di secondo d'arco (più o meno la distanza tra un lato e l'altro di una moneta di 1 euro vista alla distanza di 2 mila km), corrispondenti a uno spostamento lineare di 5-6 centimetri. «Lo spostamento», ha aggiunto Bianco, «è avvenuto proprio lungo la direzione dell'epicentro del terremoto», quasi all'equatore. Quindi non si è modificata l'angolazione dell'asse (che è di circa 23 gradi e mezzo), ma la direzione laterale verso cui punta l'asse nello spazio.
    «L'analisi dei dati prosegue per avere ulteriori conferme, ma siamo ragionevolmente sicuri di questa osservazione; gli studi si stanno svolgendo in collaborazione con il professor Roberto Sabadini, dell'Università di Milano, per verificare l'effetto prodotto dal sisma su altri parametri terrestri, come la posizione del centro di massa e la forma del campo di gravità». Secondo Bianco, però, «la variazione osservata è molto piccola e non penso che ci possano essere ripercussioni sul clima. Per avere conseguenze di questo tipo sarebbero necessari spostamenti di gran lunga maggiori».

    «TROPPO POCO» - «È plausibile l'ipotesi che vi sia stato uno spostamento dell'asse di rotazione terrestre, ma le masse in gioco nel terremoto dell'oceano Indiano sono talmente minime che credo difficilmente possano intaccare la statica dell'intero pianeta», è l'opinione di Piero Manetti, direttore dell'Istituto di geoscienze e georisorse del Cnr di Pisa.

    ASSE DI ROTAZIONE - La modificazione dell'angolo dell'asse di rotazione può alterare il clima. Infatti l'alternarsi delle stagioni dipende proprio dal fatto che l'asse è inclinato. Se fosse perfettamente verticale, ai poli sarebbe quasi sempre buio e farebbe molto più freddo di oggi, mentre le regioni equatoriali e tropicali riceverebbero molta più radiazione solare e avrebbero temperature di gran lunga superiori alle attuali. Perciò se l'angolo fosse minore degli attuali 23°40, farebbe più freddo alle alte latitudini e più caldo all'equatore, se fosse maggiore di 23°40 i poli riceverebbero più sole e le calotte di ghiaccio rischierebbero lo scioglimento.

    FASE SISMICA - Il fatto che l'angolo di rotazione non si è modificato, ma solo spostato lateralmente ci rassicura, ma non del tutto se si guardano i dati del recente passato.
    Secondo il servizio geologico degli Stati Uniti, sette dei dieci più forti terremoti dell'ultimo secolo (escludendo quello di Sumatra del 26 dicembre) sono avvenuti in un arco di tempo molto limitato: solo 15 anni.
    Dal 15 agosto 1950 (sisma di 8,6 Richter in India nord-orientale e Tibet) al 4 febbraio 1965 (isola Rat, in Alaska), le scosse superiori a 8,5 gradi sono state sette, di cui quattro superiori a 9 gradi che si trovano ai primi quattro posti della classifica del secolo. Tutti sono avvenuti nell'area indiana e circumpacifica. Si può affermare che si è trattata di una fase di parossismo tellurico, in cui le placche dell'intera area in questione si sono mosse e hanno dovuto trovare un nuovo equilibrio provocando una serie di terremoti di alta intensità che, sebbene non immediatamente correlabili l'un l'altro, possono trovare una giustificazione a grande scala. Un equilibrio che potrebbe (potrebbe!) essere stato rotto il 26 dicembre. Anzi, tre giorni prima con il sisma di 8,1 Richter avvenuto al largo di Macquarie, isoletta a sud-est della Tasmania che potrebbe (potrebbe!) aver innescato il sisma di Sumatra, che ha spostato la zolla che la contiene di 30 cm a sud-ovest.
    Ci troviamo all'inizio quindi di una nuova fase di parossismo tellurico che potrebbe durare 15-20 anni? Può darsi, al momento non ci sono elementi per dirlo. Ma se nei prossimi anni si verificassero nella stessa macroarea altri sismi di grande intensità, allora ci si potrebbe trovare nella stessa situazione degli anni Cinquanta-Sessanta.

    CLIMA - Ma tutto ciò cos'ha a che fare con il cambiamento climatico se l'asse terrestre con il sisma di Sumatra non ha cambiato l'angolazione verticale?
    Se i sismi di grado superiore a 8 spostano l'asse terrestre, sicuramente questo sarà avvenuto anche durante la fase sismica degli anni '50-'60, che sono stati anche più forti. Anche allora lo spostamento dell'asse è avvenuto solo orizzontalmente e non ha modificato l'angolazione? Non lo sappiamo, non c'erano gli strumenti in grado di misurarlo con accuratezza.
    Sappiamo però con certezza che proprio in corrispondenza di quegli anni si è verificata una fase più fredda del normale, specialmente alle alte latitudini, con un abbassamento fino a 0,4 °C rispetto alla media. Dopo di che la temperatura media è aumentata fino ai massimi livelli del secolo di questi ultimi anni. La temperatura media dipende da molti fattori: gas serra, fasi solari, presenza di polveri nell'alta atmosfera dovute a grandi eruzioni, angolo dell'asse terrestre. Quest'ultimo inoltre varia non solo per gli «strappi» dei grandi terremoti, ma anche per l'attrazione di sole e luna. La fase fredda degli anni Cinquanta-Sessanta può essere stata dovuta a una combinazione di questi fattori, ai quali possono aver contribuito i grandi terremoti. Contributo modesto, è vero, ma avvertibile.

    CONSEGUENZE - Se quindi siamo all'inizio di una nuova fase sismica parossistica, il clima può essere alterato, anche se in maniera limitata e per un breve lasso di tempo. Se così dovesse essere (e non è detto), speriamo che l'asse terrestre diminuisca la propria angolazione così da innescare un periodo più freddo specie ai poli e salvare per qualche anno in più le calotte ghiacciate in attesa che entrino in atto i benefici previsti dal Trattato di Kyoto. Se invece l'angolo dovesse aumentare, le conseguenze catastrofiche dello scioglimento dei ghiacci avverranno con velocità ancora maggiore di oggi. Con danni rispetto ai quali il dramma dell'attuale maremoto nell'oceano Indiano sembreranno limitati.

    Paolo Virtuani

  9. #49
    email non funzionante
    Data Registrazione
    07 Sep 2003
    Località
    Pavia
    Messaggi
    3,723
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Caro Zarco,
    nell'articolo che hai postato si dice che in generale La modificazione dell'angolo dell'asse di rotazione può alterare il clima: è un periodo ipotetico, non è riferito al caso attuale.

    Infatti si dice anche: «la variazione osservata è molto piccola e non penso che ci possano essere ripercussioni sul clima. Per avere conseguenze di questo tipo sarebbero necessari spostamenti di gran lunga maggiori».

    E si specifica che non si è modificata l'angolazione dell'asse (che è di circa 23 gradi e mezzo), ma la direzione laterale verso cui punta l'asse nello spazio.

    Pier

  10. #50
    Habemus Marcionem!
    Data Registrazione
    22 Oct 2002
    Messaggi
    6,718
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In Origine postato da Pierluigi
    In quanto all'asse terrestre, un ricercatore dell'ASI ha riferito di uno scostamento di 5 o 6cm dal 25 al 26 dicembre: l'aggettivo "considerevole" va dunque inteso in senso relativo, ovvero nel senso che non si è mai osservato uno spostamento così grande nell'arco di poche ore. Le conseguenze tangibili (clima, insolazione o altro) sono dunque assolutamente nulle.

    Pier
    Qualcuno ha voglia di farsi il calcolo in gradi? A me viene 0.00005 gradi (2.5pigreco*10(-7) rad).

    DaV
    [glow=5][up]D[/up][down]a[/down][up]V[/up][/glow]

 

 
Pagina 5 di 5 PrimaPrima ... 45

Discussioni Simili

  1. esperanismo asiatico
    Di edera rossa nel forum Repubblicani
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 19-09-12, 12:00
  2. Caos asiatico
    Di tigermen nel forum Politica Estera
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 03-12-05, 17:45
  3. 2 CL-415 in partenza per il sud est asiatico
    Di Trapani_Birgi nel forum Aviazione Civile
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 05-01-05, 01:36
  4. patner asiatico per Skyteam
    Di skyrobbie nel forum Aviazione Civile
    Risposte: 16
    Ultimo Messaggio: 09-02-04, 11:51
  5. Cattolicesimo asiatico
    Di Scettico nel forum Padania!
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 03-07-03, 13:57

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226