User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 16
  1. #1
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    49,549
    Mentioned
    39 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Bagheria muore sotto i rifiuti

    14/11/2009 (8:1) - REPORTAGE

    Bagheria muore sotto i rifiuti
    Ma non è un film


    Scuole chiuse nella città di Tornatore
    Emergenza in 60 Comuni palermitani
    LAURA ANELLO
    BAGHERIA (PALERMO)

    L’Oscar per la munnizza, quello lo vinciamo di sicuro». Giuseppe Scirè, venditore ambulante di frutta, ride di amarezza prima di turarsi il naso davanti a una montagna di spazzatura. Giuseppe Tornatore è a Los Angeles a lanciare il film nella corsa alla Statuetta, ma la sua Baarìa, la sua Bagheria, è sommersa dai rifiuti. Scuole chiuse, uffici pubblici a rischio di serrare le porte da lunedì, mascherine esaurite alla farmacia centrale: «Sono andate a ruba per la spazzatura».

    E con Bagheria soffocano 60 comuni del Palermitano, da Misilmeri a Ficarazzi, da Villabate a Casteldaccia, rimasti senza una discarica, con i sacchetti che sfiorano i balconi, chiudono le strade, sbarrano gli ingressi dei cantieri. Un disastro che nasconde una guerra tra poveri. L’Amia, l’azienda per l’igiene ambientale che gestisce i rifiuti a Palermo e che è sull’orlo del dissesto finanziario con 180 milioni di deficit - con la Procura che ne ha chiesto il fallimento, migliaia di precari assunti a ogni tornata elettorale e i pochi compattatori sempre più malridotti - ha sbarrato le porte della discarica di Bellolampo a tutte le società della provincia che non pagano per depositare la spazzatura.

    Cinque su sei hanno accumulato debiti per 65 milioni di euro e tra questi c’è il Coinres, il consorzio dei comuni che gestisce la raccolta nell’Ato 4, (l’Ambito territoriale di cui fa parte Bagheria) e che, a sua volta, non riesce più a pagare gli stipendi. Città già sfregiata dal cemento, Baarìa, tanto che Tornatore ha dovuto ricostruirla in Tunisia. «E qualcuno si è divertito con la locandina del film», racconta Giovanni Di Salvo, musicista, che ha collaborato con Tornatore negli allestimenti dei carretti, indicando il manifesto dove è stato disegnato un cumulo di rifiuti dietro il bambino protagonista.

    «Un danno d’immagine pazzesco, proprio ora che siamo sotto i riflettori del mondo», dice il sindaco Biagio Sciortino, accerchiato dai cittadini in piazza Matrice, l’unica pulita con il corso principale. «Qui - sussurra - portiamo via la spazzatura con due piccoli mezzi che teniamo nascosti, per evitare lo sconcio nel cuore della città».

    Ma dietro l’angolo, nella via intitolata a Guttuso, ecco altri cumuli di munnizza. «E se la discarica riaprisse - aggiunge Gino Di Stefano, assessore ai Lavori pubblici e ai servizi a rete - non si risolverebbe niente, perché i lavoratori sono in agitazione permanente, vengono pagati a singhiozzo e chiedono che tornino in servizio 179 colleghi con il contratto scaduto». Storia lunga e pirandelliana, perché i 179 lavoratori sono stati presi per fare la raccolta differenziata, «ma la raccolta differenziata - spiega l’assessore - non è mai partita, così sono stati impiegati nelle mansioni ordinarie». E se a questo si aggiunge che il Coinres spende 10 milioni all’anno per noleggiare i compattatori e non ne ha mai comprato uno, che per un lungo periodo di tempo ha preso in affitto i cassonetti, che ha una sua discarica a Bolognetta mai entrata in funzione, e che gran parte dei Comuni consorziati ha pensato a ingrassare gli organici ma non a pagare la quota di competenza al consorzio, ecco - forse - spiegato il disastro.

    Epilogo inevitabile, secondo Franco Lo Piparo, professore di Filosofia del linguaggio all’Università di Palermo, uno degli intellettuali di Bagheria: «La munnizza rappresenta bene la classe dirigente della città, perché qui la raccolta va come era previsto che funzionasse, cioè per drenare soldi pubblici e nient’altro».

    Il sindaco non vuole parlare di colpevoli: «La nostra quota al consorzio l’abbiamo pagata, e il comprensorio non è certo l’unico in Sicilia ad avere problemi, sono tutti insolventi e tutti sull’orlo del precipizio. L’unica cosa da fare adesso è cambiare la legge, sciogliere gli Ato, restituire ai Comuni l’autonomia nella gestione della raccolta». Ieri, tutti i sindaci in pellegrinaggio dal presidente della Regione Raffaele Lombardo a chiedere la riforma ma soprattutto ottenere i soldi per ripianare i debiti e assicurare gli stipendi fino al 2010. A tarda sera dalla giunta arrivano 4 milioni di euro, che basteranno per sei mesi. Fino alla prossima emergenza.

    Bagheria muore sotto i rifiuti Ma non è un film - LASTAMPA.it
    Rubano, massacrano, rapinano e, con falso nome, lo chiamano impero; infine, dove fanno il deserto dicono che è la pace.
    Tacito, Agricola, 30/32.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    49,549
    Mentioned
    39 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Rif: Bagheria muore sotto i rifiuti

    ...e poi ci rompono i coglioni con la grande cultura siciliana.
    Rubano, massacrano, rapinano e, con falso nome, lo chiamano impero; infine, dove fanno il deserto dicono che è la pace.
    Tacito, Agricola, 30/32.

  3. #3
    phasing out
    Data Registrazione
    08 Nov 2009
    Messaggi
    1,615
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Bagheria muore sotto i rifiuti

    ah, Ficarazzi, my dream vacation!
    L'occasione fa l'uomo italiano

  4. #4
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    49,549
    Mentioned
    39 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Rif: Bagheria muore sotto i rifiuti

    Citazione Originariamente Scritto da semipadano Visualizza Messaggio
    ah, Ficarazzi, my dream vacation!
    Giurapapè!
    Rubano, massacrano, rapinano e, con falso nome, lo chiamano impero; infine, dove fanno il deserto dicono che è la pace.
    Tacito, Agricola, 30/32.

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,255
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Bagheria muore sotto i rifiuti

    conoscevo uno di ficarazzuoli di ficarazzi ...

  6. #6
    Lumbard
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Lach Magiùr
    Messaggi
    11,694
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Bagheria muore sotto i rifiuti

    ... dai preparate i portafogli

    questi vogliono altri soldi

  7. #7
    phasing out
    Data Registrazione
    08 Nov 2009
    Messaggi
    1,615
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Bagheria muore sotto i rifiuti

    Il problema si può risolvere senza troppi soldi bruciando la munnizza a Trezzo d'Adda, di fianco a casa mia, grazie all'inceneritore Falck e al federalismo solidale del sindaco legaiolo di Trezzo Danilo Villa.

    Maledetti bastardi, attenti a quello che fate.
    L'occasione fa l'uomo italiano

  8. #8
    phasing out
    Data Registrazione
    08 Nov 2009
    Messaggi
    1,615
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Bagheria muore sotto i rifiuti

    Il comune di Trezzo sostiene di non avere strumenti deliberativi per contrastare l'ampliamento dell'inceneritore di Trezzo, già usato in precedenza per smaltire la munnezza di napoli. Palle. Tra le competenze dei comuni c'è quanto segue:

    gestione dei servizi pubblici locali (trasporti urbani, distribuzione acqua, luce, gas) attraverso aziende municipalizzate e controllo delle emissioni di inquinanti; Ricordo che il termovalorizzatore è connesso con lo sviluppo di un sistema di teleriscaldamento a Trezzo.

    I comuni sono in crisi di bilancio in primis a causa della dilatazione dei loro organici, che devono assumere clienti, consulenti e portaborse a spese dei cittadini (spoils system). In secundis a causa delle briglie tirate del governo federaglione PDL-leganodde che ha appena regalato 7 miliardi di euro al tzudde e gli ha già propmesso agevolazioni fiscali per 100 miliardi di euro. Inoltre dobbiamo costruire il ponte mafia-'ndrangheta.

    Allora i comuni cosa fanno? Chiedono compensazioni economiche in cambio di licenze, tra cui quella alla famiglia Falck in cambio dell'ampliamento dell'inceneritore ben oltre le necessità di smaltimento di Trezzo. Il mercurio e la diossina riversati su tutto il territorio provocheranno malesseri e morti: una perdita accettabile per la logica mercantilista della leganodde.

    La popolazione è stata consultata da questi "federalisti"? Scherziamo? Mai!

    Traditori.

    SOVRANITÀ POPOLARE.
    Ultima modifica di semipadano; 14-11-09 alle 11:03
    L'occasione fa l'uomo italiano

  9. #9
    Lumbard
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Lach Magiùr
    Messaggi
    11,694
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Bagheria muore sotto i rifiuti

    i comuni delle regioni PadanoAlpine sono stati lasciati appositamente da roma senza fondi e l'ici è stata tolta ... quindi parecchi sindaci usano le concessioni e le licenze per finanziarsi: colate di cemento e sfruttamento dei territori in cambio di soldi


    questa è l'itaglia
    questo è il federalismo alla terona
    questo è il governo tremonti-bossi-berluska

  10. #10
    tra Baltico e Adige
    Data Registrazione
    05 Apr 2009
    Località
    terra dei cachi
    Messaggi
    9,567
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Bagheria muore sotto i rifiuti

    Citazione Originariamente Scritto da Eridano Visualizza Messaggio
    ...e poi ci rompono i coglioni con la grande cultura siciliana.
    Dopo Napoli ecco Palermo,poi arriverà qualche città calabrese e pugliese,è un gran "bissinnesse"quello delle "scoasse",una cosa mi frulla per la mente...ma se le popolazioni più simili ai meridios,greci,andalusi e portoghesi si comportano come normali europei,da dove arrivano questi meridionali?ma c'è una goccia di sangue europeo nelle loro vene?
    c'è una goccia di sangue europeo nelle loro vene?

    A tutti quelli che ogni tanto vengono qui a parlarci della squinternata teoria sulla omogeneità italiana chiedo di smetterla di offenderci così pesantemente,nulla ci accomuna,ne la razza,ne la cultura,ne il carattere ,ne altro.

    Quando mi ricapiterà di andare in ferie all'estero,al primo che mi diràtalian?gli tiro un pugno sul naso senza pensarci due volte.



 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Forza Nuova a Bagheria (PA)
    Di no.remorse nel forum Destra Radicale
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 29-10-07, 10:55
  2. Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 28-06-07, 23:30
  3. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 16-03-06, 23:11
  4. Livorno, 17enne muore sotto il bus per salutare i tifosi
    Di Gianmario nel forum Termometro sportivo
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 24-11-02, 22:36
  5. Bagheria e Marsala
    Di Red River nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 10-08-02, 15:08

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226