User Tag List

Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 29
  1. #1
    più arcipreti, meno arcigay
    Data Registrazione
    03 Jun 2004
    Località
    Tra la verità e l'errore non c'è nessuna via di mezzo, tra questi due poli opposti non c'è che un immenso vuoto. Colui che si pone in questo vuoto è altrettanto lontano dalla verità di colui che è nell'errore (J. Donoso Cortes)
    Messaggi
    19,845
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Exclamation Fecondazione: vinta la prima battaglia, prepariamoci alle altre...

    Cari amici,

    abbiamo vinto la prima battaglia contro le orde del demonio vomitate dall'inferno per sopprimere ogni più elementare diritto della vita umana.

    La Cassazione infatti ha dichiarato inammissibile laproposta di abrogazione totale della Legge sulla fecondazione assistita.

    Vinta questa prima battaglia, ne restano altre quattro: ossia i quattro quesiti che i servi di Satana hanno proposto e che probabilmente saremo chiamati a (non) votare.

    Raccogliamo dunque qui tutti gli articoli che possono essere utili a controinformare- al di là dei mass media asserviti al male- sulla necessità di sostenere la legge attuale così com'è, senza modifiche.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    più arcipreti, meno arcigay
    Data Registrazione
    03 Jun 2004
    Località
    Tra la verità e l'errore non c'è nessuna via di mezzo, tra questi due poli opposti non c'è che un immenso vuoto. Colui che si pone in questo vuoto è altrettanto lontano dalla verità di colui che è nell'errore (J. Donoso Cortes)
    Messaggi
    19,845
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    La Corte ammette l'intervento delle associazioni contrarie ai cinque referendum per l'abrogazione della legge sulla procreazione assistita

    È stata chiaramente sconfessata la linea dei radicali

    Sfilano davanti ai giudici costituzionali le ragioni di chi si oppone al Far West

    Nella prima giornata di camera di consiglio sui referendum contro la legge sulla procreazione assistita, la Corte
    Costituzionale ha deciso preliminarmente di ammettere l'intervento di tutti gli otto comitati contrari ai cinque referendum. La decisione è stata presa dalla Corte
    presieduta da Valerio Onida, dopo tre ore di discussione, e dopo che gli avvocati dei comitati promotori si erano
    decisamente opposti a un tale intervento. A favore per l'intervento si è pronunciato tra l'altro l'avvocato Aldo
    Loiodice, sostenendo che gli elettori contrari ai quesiti hanno gli stessi diritti di quelli favorevoli. È prevalsa
    questa linea anche sulla base di precedenti.

    Nel 2000, in occasione del referendum sull'immigrazione, nel gennaio del
    2003, quando il Forum delle associazioni familiari si costituì contro il referendum sulla parità scolastica.
    Critico il radicale Daniele Capezzone, che ha apprezzato però che fosse stato concesso interventi succinti.

    Hanno parlato così gli avvocati di: Movimento per la Vita, Forum delle Associazioni familiari, Comitato per la difesa dell'articolo 75 della Costituzione, Comitato per la tutela della salute della donna, Comitato per la difesa della
    Costituzione, Umanesimo integrale-Comitato per la difesa dei
    diritti fondamentali della persona, Comitato per tutela della ricerca scientifica, Consulta nazionale antiusura.

    Una delle motivazioni ricorrenti per l'inammissibilità è il fatto che la legge riguarda norme attuative di obblighi
    internazionali (la Convenzione di Oviedo). Per la Consulta nazionale antiusura, rappresentata da Tommaso di Gioia e Raffaele Izzo, la legge va sostenuta perché pone un limite
    agli abusi di carattere economico connessi alla «mercificazione degli embrioni» richiamando l'attenzione
    anche sui rischi dell'indebitamento delle coppie.

    Il Comitato per la difesa dell'articolo 75 della Costituzione e il Comitato per la difesa della Costituzione (rappresentati, rispettivamente, dagli avvocati Giovanni
    Pitruzzella e Federico Sorrentino) hanno puntato soprattutto sulla tutela costituzionale del concepito.

    Il Comitato per la salute della donna ha prospettato che se la legge venisse
    abrogata, sarebbero violati il diritto alla vita del concepito, la dignità umana dell'embrione, il diritto alla salute del concepito, della madre genetica e del padre genetico e della madre "in affitto". «Questo referendum non
    è per aprire la strada alla scienza, ma alle case cosmetiche, alle case farmaceutiche e ai miliardari della
    provetta», ha concluso per il Forum delle associazioni familiari l'avvocato Loiodice depositando un documento
    dell'accademico dei Lincei, Oreste Arrigoni, che dimostra che per la ricerca non c'è nessun bisogno delle cellule
    staminali embrionali, bastano le adulte.

    Anche per Umanesimo integrale (avvocati Luigi e Andrea Manzi) i referendum sono inammissibili perché altrimenti vi sarebbe una violazione
    del diritto comunitario (Convenzione di Oviedo e Protocollo di Parigi). Infine il Movimento per la Vita (rappresentato
    dall'avvocato Giovanni Giacobbe), ha argomentato che l'abrogazione della legge comporterebbe la violazione di
    diritti fondamentali del cittadino, costituzionalmente garantiti, non solo la tutela del diritto alla vita del concepito non ancora nato, ma anche la condizione del nato con le tecniche.

    Hanno parlato poi i legali dei comitati promotori dei referendum. In fine l'avvocato generale dello Stato,
    Francesco Caramazza, ha detto che i quesiti «sono disomogenei, in contrasto con obblighi comunitari e vincoli internazionali, e in contrasto con norme costituzionali necessarie o quantomeno vincolanti».

    Pier Luigi Fornari

    Avvenire, 13-1-2004

  3. #3
    più arcipreti, meno arcigay
    Data Registrazione
    03 Jun 2004
    Località
    Tra la verità e l'errore non c'è nessuna via di mezzo, tra questi due poli opposti non c'è che un immenso vuoto. Colui che si pone in questo vuoto è altrettanto lontano dalla verità di colui che è nell'errore (J. Donoso Cortes)
    Messaggi
    19,845
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    SULLA DIFESA DELL'EMBRIONE, IN ITALIA SI ACCENDE IL DIBATTITO POLITICO E CULTURALE DOPO LA DECISIONE DELLA CORTE COSTITUZIONALE, CHE HA DATO IL VIA LIBERA A QUATTRO REFERENDUM PER L'ABROGAZIONE PARZIALE DELLA
    LEGGE SULLA PROCREAZIONE ASSISTITA

    - Con noi, l'arcivescovo Elio Sgreccia, il vescovo Rino Fisichella -

    In Italia, si accende il dibattito politico e culturale dopo la decisione della Corte Costituzionale, che ieri ha stabilito l'inammissibilità del quesito referendario
    proposto dai Radicali per l'abrogazione totale della legge n. 40 sulla procreazione assistita.

    La Consulta ha, tuttavia, ritenuto ammissibili gli altri quattro referendum di abrogazione parziale della legge.
    Quesiti che riguardano il limite alla ricerca sperimentale sugli embrioni; le norme sui limiti all'accesso alla procreazione medicalmente assistita; le norme sulle finalità, sui diritti dei soggetti coinvolti e sui limiti all'accesso, infine il divieto di
    fecondazione eterologa. [...]

    Ma quali sono i riferimenti culturali per il mondo cattolico in relazione alla cruciale questione della difesa dell'embrione?
    Luca Collodi lo ha chiesto all'arcivescovo Elio Sgreccia, presidente della Pontificia Accademia per la Vita:

    **********
    Già prima che la legge fosse approvata, il mondo cattolico aveva un preciso punto di riferimento. Primo: per i cattolici la procreazione artificiale è sempre negativa e illecita. in ordine ad una società pluralista, come è quella italiana, ci sono due punti essenziali che il documento Donum vitae chiedeva fin dal 1987: una legge che voglia regolare la materia sulla procreazione artificiale deve, infatti, salvaguardare il diritto alla vita di ogni embrione fecondato e, secondo, rispettare il concetto di famiglia fondato sul matrimonio. Ora, la legge che è passata nel marzo scorso non rispetta compiutamente né l'uno né l'altro punto, considerati essenziali, e che sono anche in qualche maniera presenti nella Costituzione italiana. Se molti deputati cattolici hanno votato, hanno utilizzato il cosiddetto principio di evitare il peggio, ma ora qualsiasi
    modifica si voglia apportare, anche a quella legge, credo non possa essere accettata dal mondo cattolico.

    **********

    Il confronto sulla legge 40 si inserisce in un più ampio dibattito sulla sfida della vita, che non riguarda solamente la società italiana. Per una riflessione su questa stagione di confronto, e a volte scontro, di idee e valori, Alessandro Gisotti ha raccolto la riflessione del vescovo Rino Fisichella, Rettore della Pontificia Università Lateranense:

    **********
    R. - E' una sfida su ciò che sarà il futuro del pianeta, perché ciò che è in gioco essenzialmente è il concetto stesso della vita e il concetto stesso dell'uomo e dell'umanità.
    Mi auguro che in questo dibattito non ci sia mai una pregiudiziale nei confronti di nessuno, soprattutto nella maniera di riflettere del mondo cattolico, ma ci sia invece la più ampia apertura per ritrovare le ragioni fondamentali che ispirano il concetto di vita.

    D. - Lo sottolineava lei, la difesa dell'embrione viene spesso definita come una battaglia cattolica. Non è più
    giusto dire che la difesa della vita fin dall'origine è una battaglia di civiltà?

    R. - Infatti è una battaglia di civiltà. Io non condivido quando si dice che è una battaglia tra cattolici e non cattolici. Penso che sia invece una battaglia per la libertà. La libertà è un esercizio faticoso di chi è capace di incontrarsi, e verificare le proprie istanze, con la verità.

    D. - Nel discorso al corpo diplomatico, Giovanni Paolo II ha affermato che una "ricerca scientifica che degradi l'embrione a strumento di laboratorio non è degna dell'uomo". "La ricerca scientifica in campo genetico - ha detto ancora il Papa - va incoraggiata e promossa, ma come ogni altra attività umana non può mai essere esente da imperativi morali". Perché sembra così difficile trovare un accordo unanime su questo principio?

    R. - La riflessione è che la scienza non è mai neutrale.
    Quindi, non si può mai pensare che i progressi che la scienza e la tecnica compiono prescindano da scelte che sono poste alla base. La difficoltà sta proprio nel riconoscere che anche la scienza ha bisogno di una istanza etica. Se noi non sottolineiamo con forza questa dimensione rischiamo ancora una volta di fare della scienza un assoluto e di lasciare il dominio della scienza e della tecnica nelle mani di poche persone che sono uomini e non possono arrogarsi la pretesa di sostituirsi al Creatore.

    Radiovaticana, 14 gennaio 2005

  4. #4
    Ospite

    Predefinito Re: Fecondazione: vinta la prima battaglia, prepariamoci alle altre...

    Originally posted by Dreyer
    Cari amici,

    abbiamo vinto la prima battaglia contro le orde del demonio vomitate dall'inferno per sopprimere ogni più elementare diritto della vita umana.

    La Cassazione infatti ha dichiarato inammissibile laproposta di abrogazione totale della Legge sulla fecondazione assistita.

    Vinta questa prima battaglia, ne restano altre quattro: ossia i quattro quesiti che i servi di Satana hanno proposto e che probabilmente saremo chiamati a (non) votare.

    Raccogliamo dunque qui tutti gli articoli che possono essere utili a controinformare- al di là dei mass media asserviti al male- sulla necessità di sostenere la legge attuale così com'è, senza modifiche.
    Veramente non avete vinto un bel niente, perchè la ccorte costituzionale non è il popolo, e poi.......ma che liguaggio usi?

    "le orde del demonio vomitate dall'inferno "?

    I servi di satana? Ma come ti permetti?

  5. #5
    Dal 2004 con amore
    Data Registrazione
    15 Jun 2004
    Località
    Attorno a Milano
    Messaggi
    19,247
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    e per rendere il concetto

  6. #6
    più arcipreti, meno arcigay
    Data Registrazione
    03 Jun 2004
    Località
    Tra la verità e l'errore non c'è nessuna via di mezzo, tra questi due poli opposti non c'è che un immenso vuoto. Colui che si pone in questo vuoto è altrettanto lontano dalla verità di colui che è nell'errore (J. Donoso Cortes)
    Messaggi
    19,845
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Cari amici,

    finalmente la Chiesa parla, e ci indica il comportamento da tenere in occasione dei temuti referendum che permetteranno, se approvati, di speculare impunemente sulla vita umana.

    La rotta da seguire è dunque tracciata per ogni buon cristiano, e la parola d'ordine di questa battaglia contro il demonio e i suoi servi è: ASTENSIONE.

    -------------------------------------------------

    FECONDAZIONE: RUINI, ASTENSIONE LEGITTIMA DA REFERENDUM

    (AGI) - Bari, 17 gen. - La legge sulla fecondazione artificiale e' un 'male minore'. E per evitare il male maggiore di modifiche in senso piu' permissivo, i cattolici legittimamente possono astenersi dal referendum per far mancare il quorum. E' in gioco infatti il valore della vita umana, e dunque 'per esprimere piu' efficacemente il rifiuto del peggioramento della legge, sembra giusto avvalersi di tutte le possibilita' previste dal legislatore'.

    In estrema sintesi e' questa la linea della Conferenza Episcopale Italiana, cosi' come emerge dalla prolusione del card. Camillo Ruini al Consiglio Episcopale Permanente.

    Questa legge, ha spiegato il Presidente della Cei, 'sotto diversi e importanti profili non corrisponde all'insegnamento etico della Chiesa, ma ha comunque il merito di salvaguardare alcuni principi e criteri essenziali, in una materia in cui sono in gioco la dignita' specifica e alcuni fondamentali diritti e interessi della persona umana'.

    Per questo i Vescovi italiani, pur non cercando 'alcuna contrapposizione' ed essendo anzi consapevoli 'delle difficolta' che li attendono e delle critiche a cui potranno essere sottoposti', si dichiarano pubblicamente contrari, ha scandito il cardinale, 'a ipotesi di modifiche della legge fatte con l'intento di evitare i referendum: esse non sarebbero infatti in alcun modo migliorative, ma al contrario dovrebbero forzatamente abdicare proprio a quei principi e criteri ess! enziali'.

    Prendendo atto delle decisioni della Consulta, 'al di la' dei non pochi interrogativi e perplessita' che esse possono legittimamente suscitare', i Vescovi si impegneranno quindi 'affinche' la campagna referendaria si svolga in forme serene e rispettose, e al contempo attente all'obiettiva gravita' dei problemi'.

    E intanto auspicano che 'le diverse posizioni abbiano ciascuna spazio adeguato sui mezzi di comunicazione, specialmente su quelli di maggiore diffusione, lieti che in questo confronto i cattolici non siano soli ma si trovino a concordare con molte persone anche non credenti, tra cui uomini di scienza, di cultura, delle comunicazioni sociali ugualmente preoccupate del nostro comune futuro'.

  7. #7
    più arcipreti, meno arcigay
    Data Registrazione
    03 Jun 2004
    Località
    Tra la verità e l'errore non c'è nessuna via di mezzo, tra questi due poli opposti non c'è che un immenso vuoto. Colui che si pone in questo vuoto è altrettanto lontano dalla verità di colui che è nell'errore (J. Donoso Cortes)
    Messaggi
    19,845
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Volete saperne di piùsul referendum in questione? Cliccate QUI:



    Articoli e dibattito obbiettivo

  8. #8
    più arcipreti, meno arcigay
    Data Registrazione
    03 Jun 2004
    Località
    Tra la verità e l'errore non c'è nessuna via di mezzo, tra questi due poli opposti non c'è che un immenso vuoto. Colui che si pone in questo vuoto è altrettanto lontano dalla verità di colui che è nell'errore (J. Donoso Cortes)
    Messaggi
    19,845
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Thumbs up IMPORTANTE! ISCRIVETEVI GRATIS!

    Fecondazione: una mailing list per non lasciarsi sfuggire nulla

    di Stefano Caredda/ 13/12/2004

    Gratis, sulla propria casella di posta elettronica, una rassegna di tutto ciò che accade sul tema della fecondazione. Per essere sempre aggiornati e per prepararsi al tema caldo dei prossimi mesi: il referendum contro la legge 40. Iscrivetevi subito!


    In Italia si parla da mesi di fecondazione artificiale. Basta ciò che sappiamo a proposito? Di fronte ad un referendum che vedrà coinvolta l’intera opinione pubblica, ci accontentiamo di prendere per buono tutto ciò che ci comunicano i grandi mezzi di comunicazione di massa, o vogliamo provare ad approfondire davvero il tema? I mezzi per farlo sono tanti, e quello che vi proponiamo oggi è semplicissimo e, particolare non insignificante, non costa praticamente nulla. Se non quel tempo che il nostro interesse e la nostra curiosità ci spingeranno ad utilizzare per approfondire il tema.

    “Fecondazione_artificiale_legge_40” è il semplice ed esauriente titolo di uno dei tanti newsgroup presenti su yahoo.it. E’ una mailing list che diffonde articoli, saggi e documenti aventi ad oggetto la fecondazione artificiale e la legge 40 che la regola. “Una legge” – spiega Gianmaria Leotta, il giovane (studente di giurisprudenza a Torino) che ne è stato promotore e ne è ora il moderatore – “che seppur NON etica, in quanto permette pratiche contrarie alla morale cristiana e al rispetto della dignità della persona, ha comunque il merito di aver posto fine ad un vuoto legislativo le cui conseguenze erano foriere di un vero è proprio far west”. Ed è subito iniziata dunque, secondo Gianmaria, “una battaglia culturale”, forse “la più significativa” mai vissuta da noi giovani e che semplicemente “non può lasciarci indifferenti o vederci solo come meri spettatori”.

    Dunque, poiché il tempo è prezioso ed occorre sfruttarlo bene, ecco la comodità di avere qualcuno che fa il lavoro per noi. Gratis e senza alcun impegno. Occorre solamente iscriversi per ricevere i principali contributi in tema di fecondazione artificiale, direttamente sulla propria casella di posta elettronica.

    Avendo peraltro la garanzia di non trovarsi la casella intasata da una quantità illeggibile di messaggi, dal momento che essi saranno inviati solamente dai moderatori (con Gianmaria c’è anche Lorenzo Commodo), che utilizzano un atteggiamento di prudenza inviando solo quanto ritenuto meritevole di essere posto all’attenzione degli iscritti.


    “Ognuno di noi, pur ovviamente nella specificità dei propri interessi, ha il dovere di non sprecare i propri talenti e ha in questa contingenza l'onere e l'onore di prendere parte a questa battaglia in difesa della verità e della vita”. Con l’iscrizione alla lista, che ripetiamo non costa nulla e ruba solo tre minuti, si riceveranno sempre documenti e articoli utili, con la possibilità di creare un archivio personale di sicuro interesse, ora e nei mesi futuri. Volendo si può anche optare, al momento dell’iscrizione, per non ricevere alcun messaggio alla propria casella di posta, scegliendo di visualizzare direttamente sul web tutti i messaggi.

    L’invito dunque è, per tutti, quello di cliccare sulla home page del newsgroup dedicato alla fecondazione. Dopo la registrazione al servizio newsgroup di Yahoo.it potrete confermare l’iscrizione alla mailing list.

    In alternativa, se vi risulta più semplice, potete inviare un messaggio - anche senza oggetto nè testo - all'indirizzo

    fecondazione_artificiale_legge_40-su...ahoogroups.com

    e seguire le istruzioni che riceverete in risposta, o ancora richiedere di essere iscritti direttamente al moderatore, inviando un messaggio a

    [email protected]

    Un motivo per fare tutto questo? Gianmaria non ha dubbi: “Lo spirito e il senso di questa iniziativa lo ravvedo tutto nella frase - a me particolarmente cara - della prima lettera di San Pietro (3, 15). Quale? "Pronti sempre a rispondere a chiunque vi domandi ragione della speranza che è in voi".

  9. #9
    Ministrare non Ministrari
    Data Registrazione
    26 Sep 2004
    Località
    Non mortui laudabunt te Domine: neque omnes qui descendunt in infernum. Sed nos qui vivimus, benedicimus Domino, ex hoc nunc et usque in sæculum.
    Messaggi
    868
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Bene. Allora siamo già in tre.

  10. #10
    Ospite

    Predefinito

    Andremo a votare su due dei quattro referendum, penso che per due di questi sia possibile cambiare la legge senza stravolgerla. Ci sarà da votare sulla possibilità di usare gli embrioni per ricerche scientifiche e sulla fecondazione etereologa.. prevedo il non raggiungimento del quorum.

 

 
Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Malta dice sì al divorzio "Vinta battaglia di laicità"
    Di dedelind nel forum Politica Estera
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 29-05-11, 16:12
  2. La grandezza di Cuba e l'ultima battaglia del Che vinta
    Di yurj nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 38
    Ultimo Messaggio: 30-09-07, 15:19
  3. Risposte: 24
    Ultimo Messaggio: 22-08-06, 22:23
  4. Prepariamoci......sarà una battaglia molto dura
    Di perseomoderno nel forum Padania!
    Risposte: 28
    Ultimo Messaggio: 10-05-06, 18:47
  5. Referendum sulla fecondazione, inizia la battaglia
    Di Pietro di Craon nel forum Cattolici
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 22-01-05, 18:40

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226