User Tag List

Pagina 1 di 4 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 34
  1. #1
    Globalization Is Freedom
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Messaggi
    2,486
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Angry Il partito liberale di massa invoca il colbertismo: maledetti ladri di voti!

    Il responsabile economico Luigi Casero annuncia la «svolta» sull¹italianità
    delle imprese. «Berlusconi in cabina di regia»

    Per industria e banche Forza Italia lancia il «colbertismo mite»

    ROMA - Dalla difesa dell¹italianità della Fiat, dei settori strategici
    dell¹industria e delle grandi banche nazionali, alla proposizione attiva
    delle nostre imprese sui mercati esteri con il sostegno del governo. Come si
    è fatto nella gara, ormai vicina al verdetto, per la fornitura
    dell¹elicottero presidenziale americano. Come si vorrebbe fare per la
    ricostruzione dell¹Iraq e dei Paesi colpiti dal maremoto. Per rafforzare il
    sistema Paese, accrescere la competitività internazionale e la concorrenza
    sul mercato interno. «Né dirigismo, né aiuti di Stato», spiega Luigi Casero,
    responsabile economico di Forza Italia, «ma un¹azione forte di politica
    economica e industriale cui il governo non può più rinunciare, e che Silvio
    Berlusconi vuole guidare di persona». Un colbertismo mite. La colazione di
    una settimana fa tra il presidente del Consiglio e il Governatore della
    Banca d¹Italia, Antonio Fazio, il comune intento di salvaguardare la
    proprietà delle banche italiane, è solo un capitolo della storia che gli
    economisti di Forza Italia hanno cominciato a scrivere con il presidente del
    Consiglio subito dopo Capodanno. Un piano di politica economica «attiva» che
    punta ad alleggerire la presenza pubblica nell¹economia, e che ha come
    corollario non secondario la riduzione delle tasse, che passa per la
    semplificazione normativa, e che contempla oltre alla difesa del Made in
    Italy e il sostegno alle piccole imprese, anche «la salvaguardia e il
    supporto dei campioni nazionali, dalle banche, all¹energia, alle
    telecomunicazioni, cercando di mantenerne il controllo in Italia», anche se
    non necessariamente in mano pubblica. «Non per limitare la concorrenza, ma
    per aiutare le imprese a crescere e a fornire prodotti e servizi migliori e
    più competitivi. Ma anche per evitare di ripetere - spiega Casero - gli
    errori commessi in passato nella chimica, nell¹energia, o crisi tipo quella
    della Fiat: la scomparsa o l¹ipotesi di un ridimensionamento dell¹auto
    italiana preoccupa e dobbiamo evitarlo».
    Motore della nuova azione di politica industriale sarà lo stesso
    presidente del Consiglio, una rinnovata cabina di regia a Palazzo Chigi.
    «Solo lui può tenere le redini dell¹iniziativa. E¹ un imprenditore, è nel
    suo Dna. Lo ha dimostrato quando faceva anche il ministro degli Esteri,
    operando la riconversione nella nuova diplomazia economica. Che ha portato
    un¹impresa italiana a competere per l¹elicottero di George W. Bush. E¹ una
    commessa importantissima anche per l¹immagine dell¹Italia».
    Sotto la regìa di Berlusconi «i ministri dovrebbero muoversi con
    intelligenza, sfruttandone la leva politica, evitando di ricadere in sterili
    polemiche sulle competenze» aggiunge Casero. «Dobbiamo creare sinergie tra
    il governo, le banche, la Confindustria. Dare un senso al gioco di squadra
    richiamato da Montezemolo. Dobbiamo e possiamo giocare un ruolo
    internazionale importante, in Iraq come nel Sud-Est asiatico, finalizzare i
    nostri sforzi umanitari». E, aggiunge il responsabile economico degli
    azzurri, «cambiare atteggiamento culturale, facendo quello che altri Paesi
    non hanno timore a fare. Se Huygens ci ha svelato la faccia e i suoni di
    Titano è merito della ricerca italiana. Ma è stato celebrato come un
    successo europeo. Al Parlamento di Strasburgo c¹era l¹Esa, la Nasa e il
    ministro tedesco dell¹industria. Strano, non le pare?»
    Mario Sensini
    "Non spargerai false dicerie; non presterai mano al colpevole per essere testimone in favore di un'ingiustizia. Non seguirai la maggioranza per agire male e non deporrai in processo per deviate la maggioranza, per falsare la giustizia. Non favorirai nemmeno il debole nel suo processo" (Esodo 23: 1-3)

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Estremista della libertà
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Stanza dei bottoni del Forum "Libertarismo"
    Messaggi
    18,289
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Sarà bastato un sondaggio veloce tra gli elettori di centrodestra.
    L'idea protezionista piace agli ignoranti, e a questo punto della legislatura non c'è più tempo per educare: per questo si assecondano gli istinti più (auto)distruttivi.
    Come detto da sempre, il cambiamento doveva partire dall'inizio: è impensabile riformare in campagna elettorale.
    Questo governo è stato sostanzialmente una (irripetibile) occasione gettata alle ortiche.

  3. #3
    Straborghese
    Data Registrazione
    06 Sep 2004
    Messaggi
    396
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Tzè. il partito liberale di massa è diventato il partito keynesiano di massa..........e ti pareva!

  4. #4
    email non funzionante
    Data Registrazione
    11 Dec 2010
    Messaggi
    5,525
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Prescindendo dai richiami italianisti della strategia, credo che il Colbertismo, in un mercato dove la provenienza, l'origine, la localizzazione rappresentano un valore aggiunto, una possibilità di superamento culturale o comunque "simbolico" delle semplici "commodities", possa essere una strategia vincente, perseguibile solo attraverso una collaborazione fra governo e imprese. Mite nel senso che il governo dovrebbe limitarsi a integrare, con appositi strumenti e forniture di "servizi", le strategie di marketing. Del resto gli aiuti di Stato sono finiti (fortunatamente) fuori-gioco da qualche tempo.

  5. #5
    Araldo
    Data Registrazione
    17 Mar 2004
    Località
    nel web
    Messaggi
    564
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Zena,
    posta in forma così ideologica la difesa del colbertismo e della politica del Governo è vero protezionismo e ciecità sulle nuove forme di politica di sostegno delle imprese.
    Esistono sicuramente misure economiche con cui proteggere i nostri prodotti, i nostri marchi e brevetti, da un'aggressione spesso disonesta della concorrenza, ma di qui a difendere il protezionismo, fin quasi a ventilare ipotesi autarchiche, ne passa!
    Riguardo poi alle nuove forme di sostegno alle aziende amiche, ti invito a fare un po' più d'attenzione, guardandoti attorno.
    Ma piuttosto, posto che il colbertismo talvolta in circostanze particolari, può essere giustificabile, vorrei chiederti come ti trovi invece a sostenere la politica dei nazional-social-fascisti di Fini, Larussa e Alemanno oppure dei democristiani tipo Follini Casini e Buttiglione?
    Ti piace? Ci godi tanto?
    Ci godete tutti quanti così tanto da continuare ancora?

  6. #6
    Straborghese
    Data Registrazione
    06 Sep 2004
    Messaggi
    396
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Lo ha detto Stonewall: "ladri di voti". I liberali-si-fa-per-dire che sono diventati nazionalsalutisti, protezionisti, interventisti, colbertisti, democristiani................Insomma, questo governo fa schifo ogni giorno di più!

  7. #7
    Estremista della libertà
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Stanza dei bottoni del Forum "Libertarismo"
    Messaggi
    18,289
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Renzo Audisio
    il colbertismo talvolta in circostanze particolari, può essere giustificabile
    Quali circostanze?
    il colbertismo è, oltre che il trionfo dello stato sulla pelle degli individui, l'ignoranza più cieca applicata all'economia.

  8. #8
    email non funzionante
    Data Registrazione
    11 Dec 2010
    Messaggi
    5,525
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Renzo Audisio
    Zena,
    posta in forma così ideologica la difesa del colbertismo e della politica del Governo è vero protezionismo e ciecità sulle nuove forme di politica di sostegno delle imprese.
    Esistono sicuramente misure economiche con cui proteggere i nostri prodotti, i nostri marchi e brevetti, da un'aggressione spesso disonesta della concorrenza, ma di qui a difendere il protezionismo, fin quasi a ventilare ipotesi autarchiche, ne passa!
    Riguardo poi alle nuove forme di sostegno alle aziende amiche, ti invito a fare un po' più d'attenzione, guardandoti attorno.
    Ma piuttosto, posto che il colbertismo talvolta in circostanze particolari, può essere giustificabile, vorrei chiederti come ti trovi invece a sostenere la politica dei nazional-social-fascisti di Fini, Larussa e Alemanno oppure dei democristiani tipo Follini Casini e Buttiglione?
    Ti piace? Ci godi tanto?
    Ci godete tutti quanti così tanto da continuare ancora?
    Io parlavo del colbertismo in sé, non del colbertismo applicato all'Italia.

  9. #9
    Araldo
    Data Registrazione
    17 Mar 2004
    Località
    nel web
    Messaggi
    564
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Ok Zena,
    ma anche la mia prima parte, dove criticavo la tua posizione di difesa quasi ideologica del colbertismo, o meglio di un vero e proprio protezionismo, rispecchiava la tua stessa genericità.

    La seconda parte era più in particolare riferita alle tue posizioni politiche contingenti Italiane o Europee, dove effettivamente il tuo colbertismo o quello dei finti neo-liberali è di gran lunga superato dallo statalismo di altri partners di governo...

  10. #10
    Amico del forum
    Data Registrazione
    06 Nov 2010
    Messaggi
    32,637
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Ero già intervenuto sul tema anni fa: ma voi davvero avete creduto che FI e la CdL fossero forze liberiste? Davvero credevate ciò?
    Ari, guarda che non è un problema di campagna elettorale e di mancata educazione delle masse: è un problema, molto semplicemente, di non volontà politica di portare avanti un programma liberista. Non è quella la loro cultura politica, non la porteranno mai avanti.

 

 
Pagina 1 di 4 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Ladri di voti: Not in my name!
    Di Francor nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 17-03-08, 08:54
  2. Maledetti ladri
    Di Alberich nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 41
    Ultimo Messaggio: 14-01-08, 19:16
  3. Cdx- Ladri di voti
    Di galileo (POL) nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 21
    Ultimo Messaggio: 16-04-06, 16:25
  4. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 26-11-05, 19:38
  5. Maledetti ladri
    Di Aug83 nel forum Fondoscala
    Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 29-04-03, 22:04

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226