User Tag List

Risultati da 1 a 7 di 7
  1. #1
    Veneto
    Data Registrazione
    01 May 2002
    Località
    Veneto
    Messaggi
    1,508
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito ''Fase della reflazione, caratterizzata da inflazione più recessione''

    Eurispes: ''Italia, un paese senza progetto''
    Presentato il 'Rapporto 2005': aumenta la povertà e il ceto medio rischia seriamente di scivolare nel gradino più basso della scala sociale
    Il rapporto Eurispes 2005
    Alemanno: ''Rapporto a tinte troppo fosche''
    Roma, 28 gen. - (Adnkronos) - ''Un Paese senza progetto''. E' questa l'immagine dell'Italia tratteggiata dal Rapporto 2005 dell'Eurispes. Una situazione, quella del Belpaese, che come afferma il presidente dell'Eurispes Gian Maria Fara "non è particolarmente rosea: l'economia è in affanno, l'industria in grande difficoltà, la perdita di competitività è sotto gli occhi di tutti, il calo della produzione generalizzato''. Il rapporto Eurispes dipinge questa fase economica con il termine di 'reflazione'. Che, spiega ancora Fara, "è caratterizzata da inflazione più recessione''.
    Si evidenziano in particolare due fenomeni, in parte collegati: aumenta la povertà e cresce l'economia sommersa (ormai vicina al 28% del pil, pari a 302 miliardi di euro) e quella criminale; inoltre, parallelamente, sale l'evasione fiscale, che lo scorso anno ha raggiunto i 134 miliardi e si stima arriverà a quota 145 nell'anno in corso. Così, se la società resta nel complesso divisa in tre spicchi di uguale grandezza -quasi un terzo di ricchi (29,9% con reddito superiore a 35.000 euro), un terzo di poveri (32,1% con meno di 17.500 euro), un terzo 'allargato' di ceto medio (38%)- chi sta nel mezzo rischia seriamente di scivolare nel gradino più basso della scala sociale, dove si trovano già ben 14 milioni di cittadini italiani.
    ''E' la cosiddetta povertà fluttuante -sottolinea Fara - che colpisce quelli che potremmo definire come i nuovi poveri 'in giacca e cravatta', ben conosciuti anche nelle mense della Caritas''
    Poi, dal presidente, una puntualizzazione e un nuovo attacco all'Istituto nazionale di Statistica. Innanzi tutto sull'attendibilità della ricerca Eurispes, ''compiuta in collaborazione con cinque università -Modena/Reggio Emilia, Roma Tre, Salerno, Napoli Due e Malta''. A seguire la frecciata all'Istat. ''Oggi - spiega Fara - nessuno può negare l'aumento dei prezzi, riscontrato dal 96,7% degli italiani nel 2004 e dall'85,6% all'inizio 2005. Eppure, l'Istat continua a produrre dati ottimistici. Ma le cose stanno in modo diverso". "Il presidente Luigi Biggeri - conclude Fara - mi ricorda tanto il barone di Munchausen, che diceva di tirarsi fuori dallo stagno tenendosi per il codino dei capelli...''.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Nuovo Iscritto
    Data Registrazione
    27 Jan 2005
    Messaggi
    15
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: ''Fase della reflazione, caratterizzata da inflazione più recessione''

    questo è un grande problema

    ma quale progetto immagina la lega??

    ma veramente pensiamo di poter imporci con le piccole e medie imprese come nel progetto leghista??

    ma veramente pensiamo di poter divenatre + efficenti con la frammentazione geografica delle normative??

    io sono un libero professionista...... lavoro in diversi comuni nell'ambito della progettazione edilizia

    nn vi immaginate quanto sia complesso lavorare senza una normativa nazionale di riferimento.... e pure quando lo stato emama un testo unico .... ogni regione deve ratificarlo.... ed ogni regione ci mette del suo..... in modo ache alla fine è possibile tutto ed il cntrario di tutto

    insomma.... ormai l'italia è parte di una federazione.... e federalizzarsi in essa stesssa è quanto di + antistorico possa avvenire

    spero che venga dato un taglio.... altrimenti la bella italia ce la scordiamo tra qualche anno

  3. #3
    Erwann
    Ospite

    Predefinito Re: Re: ''Fase della reflazione, caratterizzata da inflazione più recessione''

    In origine postato da fabivio
    questo è un grande problema

    ma quale progetto immagina la lega??

    ma veramente pensiamo di poter imporci con le piccole e medie imprese come nel progetto leghista??

    ma veramente pensiamo di poter divenatre + efficenti con la frammentazione geografica delle normative??

    dipende

  4. #4
    La mia autorità morale SONO IO
    Data Registrazione
    30 Oct 2004
    Località
    Martesana, Insubria, Europa.
    Messaggi
    1,355
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Re: ''Fase della reflazione, caratterizzata da inflazione più recessione''

    In origine postato da fabivio
    ma quale progetto immagina la lega??

    ma veramente pensiamo di poter imporci con le piccole e medie imprese come nel progetto leghista??
    Il problema è dare la possibilità a quelle piccole e medie imprese che costituiscono il 90% dell'imprenditoria di crescere e svilupparsi, invece che tentare di ucciderle in favore di quel 10% piu grande.

    ma veramente pensiamo di poter divenatre + efficenti con la frammentazione geografica delle normative??
    ogni territorio ha le sue peculiarità... è un nonsenso fare le stesse leggi sia per un paesino del sudtirolo sia per un paese siciliano, perchè avranno problematiche diverse da affrontare.

    insomma.... ormai l'italia è parte di una federazione.... e federalizzarsi in essa stesssa è quanto di + antistorico possa avvenire
    Non è antistorico, è il principio stesso del federalismo.

    spero che venga dato un taglio....
    Ah, non sai in quanti ci sperano!!! ehehe!!!

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    11 Dec 2010
    Messaggi
    5,525
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Re: ''Fase della reflazione, caratterizzata da inflazione più recessione''

    In origine postato da fabivio
    questo è un grande problema

    ma quale progetto immagina la lega??

    ma veramente pensiamo di poter imporci con le piccole e medie imprese come nel progetto leghista??

    ma veramente pensiamo di poter divenatre + efficenti con la frammentazione geografica delle normative??

    io sono un libero professionista...... lavoro in diversi comuni nell'ambito della progettazione edilizia

    nn vi immaginate quanto sia complesso lavorare senza una normativa nazionale di riferimento.... e pure quando lo stato emama un testo unico .... ogni regione deve ratificarlo.... ed ogni regione ci mette del suo..... in modo ache alla fine è possibile tutto ed il cntrario di tutto

    insomma.... ormai l'italia è parte di una federazione.... e federalizzarsi in essa stesssa è quanto di + antistorico possa avvenire

    spero che venga dato un taglio.... altrimenti la bella italia ce la scordiamo tra qualche anno
    Le solite frattaglie anti-autonomiste. Quelle dei testi unici, della Roma che sa e fa tutto. Peccato che il federalismo non sia un'invenzione leghista. E' il metodo di governo che funziona meglio, a tal punto che perfino la Francia ha fatto passi da gigante in direzione della "localizzazione" di poteri e risorse. Per non parlare di Spagna, Belgio, Gran Bretagna, che vanno ad aggiungersi a Stati tradizionalmente federali come Germania e Svizzera, senza citare l'Irlanda o la Slovenia che di federalismo non hanno bisogno essendo già Stati-regioni autodeterminatesi. Altro che anti-storicità. E' lo Stato nazionale ottocentesco ad essere anti-storico e a non capire che la riduzione di scala, oggi, è un valore aggiunto e non un limite: nel campo delle libertà economiche e, allo stesso tempo, in quello della tutela sociale e ambientale. Ed è persino miope pensare che l'Europa possa avere un futuro se non affonda "in loco" le sue radici.
    Allora quali conclusioni dobbiamo trarne? Forse che in Italia il federalismo non funziona perchè, invece che esser federalismo, è nepotismo politico? Forse perchè le regioni, invece di rappresentare uno scudo fiscale e anti-burocratico (oltrechè culturale) a tutela del cittadino, sono state pensate come propaggini romane?
    Se il tuo Stato iniziasse a delegiferare (altro che Stato emanante il testo unico, come se vivessimo tutti in un unico condominio) e a fare respirare la società civile, ti accorgeresti che il problema non è il federalismo, che anzi diventa la soluzione, bensì la codificazione esasperata che, tradizionalmente e storicamente, è tutto fuorchè appannaggio e interesse delle autonomie locali. A meno che non abbiano interesse ad auto-castrarsi.

  6. #6
    Veneto indipendente
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Serenissima Euganea
    Messaggi
    5,951
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Re: ''Fase della reflazione, caratterizzata da inflazione più recessione''

    In origine postato da fabivio
    .................................................. ...........................
    insomma.... ormai l'italia è parte di una federazione.... e federalizzarsi in essa stesssa è quanto di + antistorico possa avvenire

    spero che venga dato un taglio.... altrimenti la bella italia ce la scordiamo tra qualche anno
    Se è per quanto dici tu, spero che l'itaglia se ne vada a puttane quanto prima!

  7. #7
    Veneto indipendente
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Serenissima Euganea
    Messaggi
    5,951
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Io nutro molti dubbi sia sugli studi dell'Eurispes che su quelli dell'Istituto di Statistica: entrambi hanno molti interessi ad imbrogliare la matassa.
    Non dimentichiamo che viviamo in un paese di teatranti buffoni, ingannatori di popoli e venditori di fontane di Trevi.

 

 

Discussioni Simili

  1. aumenta l' iva, timori per inflazione e recessione
    Di Avanguardia nel forum Socialismo Nazionale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 17-09-11, 00:51
  2. Inflazione e recessione, Rothbard citato sul Sole 24 Ore
    Di Abbott (POL) nel forum Politica Estera
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 08-09-08, 18:17
  3. Inflazione e recessione, Rothbard citato sul Sole 24 Ore
    Di Abbott (POL) nel forum Liberalismo e Libertarismo
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 05-09-08, 14:46
  4. Inflazione e recessione, Rothbard citato sul Sole 24 Ore
    Di Abbott (POL) nel forum Liberalismo e Libertarismo
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 04-09-08, 16:48
  5. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 13-07-05, 20:14

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226