Lunardi: «Ho fatto il mio dovere con le competenze che ho»
Caos A3, Berlusconi, governo non è responsabile
Il ministro dei Trasporti: «Il mio compito non è quello di dirigere il traffico ma dare direttive a enti come l'Anas»
ROMA - «Non credo che il governo abbia alcuna responsabilità» per quanto è successo sulla Salerno-Reggio Calabria. È l'opinione espressa dal presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, che ha commentato anche la richiesta delle opposizioni delle dimissioni del ministro delle Infrastrutture Pietro Lunardi. «Le opposizioni chiedono sempre le dimissioni di qualcuno».
Venerdì però il vice premier Marco Follini si era scusato a nome del governo con gli automobilisti bloccati sulla A3.

Pietro Lunardi (Ansa)
LUNARDI: «HO FATTO IL MIO DOVERE» - Il ministro delle Infrastrutture e dei trasporti Pietro Lunardi è contento dell'intervento di Berlsuconi e risponde a quanti hanno chiesto le sue dimissioni: «Il mio compito non è quello di dirigere il traffico ma dare direttive a enti come l'Anas. E questo è esattamente ciò che ho fatto», ha detto Lunardi. «Trovo che sia una posizione giusta quella espressa dal presidente del Consiglio, tenuto conto delle dichiarazioni fuori luogo espresse da quegli illustri signori politici che non sono informati sulle mie competenze» ha detto Lunardi, precisando che le sue competenze «non sono quelle di soccorrere gente né di dirigere il traffico. Il mio compito, oltre a quello di progettare interventi per le infrastrutture del Paese, è di dare direttive all'Anas. E questo è ciò che ho fatto».
29 gennaio 2005