User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 16
  1. #1
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    10 Nov 2011
    Messaggi
    9,625
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Maison Ikkoku (3D Musicale)



    Maison Ikkoku (Cara Dolce Kyoko)


    Maison Ikkoku
    27 vol. B/N 128 pag.
    Star Comics,
    novembre ’98
    gennaio 2001

    Correva l’anno 1980 quando in giappone faceva la sua comparsa il primo episodio di Maison Ikkoku. Seconda opera “lunga” di Rumiko Takahashi, Maison ikkoku racconta la storia di Yusaku Godai, uno studente universitario residente in un palazzo di periferia adibito a condominio, il cui nome è, appunto, Maison Ikkoku. Frustrato dalle condizioni in cui vive, e soprattutto dai suoi terribili vicini, Yusaku sta per abbandonare il palazzo,quando conosce la nuova amministratrice: Kyoko Otonashi. Da parte di Godai è amore a prima vista; rimane a vivere nella maison, con l’obiettivo di far innamorare di sé l’amministratrice. Ad ostacolarlo ci saranno ovviamente i suoi tre vicini di casa: Akemi, una cameriera con la mania di girare con sottovesti trasparenti; Yotsuya, un maniaco dall’impiego misterioso, ed infine Ichinose con suo figlio Kentaro; l’una perennemente ubriaca, l’altro impegnato in corse in skateboard o in qualche altra attività che comunque finisce col distogliere Godai dallo studio. Già, perché Godai deve passare l’esame di ammissione all’università, già Ronin (ripetente) del primo anno, ha una sola occasione per andare all’università; passare l’esame dell’anno in corso o tornare al suo paese. Nonostante le infernali condizioni del suo appartamento, passerà l’esame e frequenterà pedagogia all’università. Il suo obiettivo di sposare Kyoko verrà comunque frustrato, quando scoprirà che Kyoko, nonostante la sua giovanissima età, è già stata sposata... e il marito è morto in un incidente, sei mesi dopo il matrimonio. Come se non bastasse il ricordo del marito defunto, Godai verrà sempre ostacolato, in un modo o nell’altro, o dai suoi vicini o da Mitaka, un allenatore di tennis innamorato della bella Kyoko. Oltre a questo, Mitaka è bello, ricco e di ottima famiglia. Per Godai sembra non esserci nessuna speranza, ma a quanto pare il proverbio “chi la dura la vince” ha fondamenti veritieri; i due protagonisti, dopo la sistematica eliminazione dei problemi... beh, forse non dovevo dirlo così rudemente . Anyway, nel corso del manga Mitaka si sposerà, lasciando il campo libero a Godai, a cui Kyoko aprirà il cuore (bella frase).

    Essendo un manga della Takahashi, le scene comiche non mancano; ciò nonostante, sono presenti soprattutto nei primi episodi... nel procedere della storia, queste scene diventano espedienti per mettere i protagonisti in situazioni decisive per lo svolgersi del manga. Diversamente dalla Granat Press (che aveva iniziato la pubblicazione nel lontano anno nonmeloricordopiù) e dalla serie televisiva, nel manga edito dalla Star sono presenti alcuni orifizi nei dialoghi che li rendono straordinariamente credibili e reali. Prima di tutto, i suffissi per i nomi; durante tutta la serie Godai si rivolge a Kyoko chiamandola Kyoko-san... questo anche quando le chiederà di sposarla, e per quasi tutta la serie i due si daranno del lei. Questo ci fornisce un interessante spaccato dell cultura e della civiltà nipponica.. neppure nelle sue recenti fantasie pseudoerotiche Godai si permette di dare del tu a Kyoko.. beh, se non è un segno di civiltà questo... o no?

    In definitiva, Maison Ikkoku è, nel mio umile parere, una delle più belle storie d’amore mai scritte. L’esitazione di Kyoko nel concedersi a Godai, la sua determinazione (di Godai) che sopravvive alle più devastanti sfortune.. insomma un insieme di caratteri che rendono i personaggi VIVI, al punto dal suscitare nel lettore emozioni che altri manga non sarebbero in grado di suscitare. Che dire.. se siete tra gli Eretici che non l’hanno letto, rimediate alla vostra eresia... sperate di trovare arretrati disponibili, altrimenti.. non so.

    Uno dei manga più belli della Takahashi! Forse addirittura il più bello, per l’abilità con cui l’autrice racconta una “storia di ogni giorno” come quella tra Kyoko e Godai. Difficile da eguagliare, praticamente impossibile da superare, nel suo campo.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    10 Nov 2011
    Messaggi
    9,625
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Qui di seguito vi posto tutte le opening e le closing in formato MP3, con relativo link alla videosigla se c'è buona visione e ascolto.

    Da oggi in poi periodicamente partirà un 3D dedicato ai "vecchi" cartone animati giapponesi, che con gli anni sono diventati classici introvabili (specialmente in videocassette e DVD) spero che questi 3D portino alla mente degli appassionati un'infanzia ormai passata, ma che nel nostro cuore ha sempre un'angolino dedicatovi (chi più chi meno) e che resterà per sempre il cuore di un bambino, nonostante gli anni passino

  3. #3
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    10 Nov 2011
    Messaggi
    9,625
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito



    Kanashimi yo Konnichi wa (Hello! Sadness)


    Sigla di apertura per gli episodi 1 - 37 (1986)


    Cantante: Saitou Yuki
    Parole: Mori Yukinosuke
    Musica: Tamaki Kouji
    Arrangiamenti: Takebe Satoshi
    Anno: 1986

    Tenohira no soyokaze ga

    hikari no naka ki-ra-ki-ra odori-dasu
    oroshitate no egao de
    shiranai hito ni mo ohayootte ieta no

    anata ni aenaku natte
    sabita tokei to naita kedo

    heiki namida ga kawaita ato ni wa
    yume e no tobira ga aru no
    nayandecha yukenai
    kondo kanashimi ga kite mo
    tomodachi mukaeru you ni warau wa
    ...kitto yakusoku yo

    furi-sosogu hanabira ga
    kami ni kata ni hi-ra-hi-ra sasayaku no
    deai to onaji kazu no
    wakare ga aru no ne anata no sei ja nai

    omoide afure-dashite mo
    watashi no genki makenaide

    heiki hibi wareta mune no sukima ni
    shiawase shinobi-komu kara
    tameiki wa tsukanai
    fui ni kanashimi wa yatte kuru kedo
    nakayoku natte miseru wa
    ...datte yakusoku yo

    heiki namida ga kawaita ato ni wa
    yume e no tobira ga aru no
    nayandecha yukenai
    sou yo yasashiku tomodachi
    mukaeru you ni warau wa
    ...kitto yakusoku yo

    fui ni kanashimi wa yatte kuru kedo
    nakayoku natte miseru wa
    ...datte yakusoku yo
    -------------------------------------------------------------------------------

    Traduzione


    Addio! Tristezza



    Una brezza delicata nella mia mano
    inizia a danzare scintillando nella luce.
    Portandomi per la prima volta un sorriso,
    potrei dire buongiorno anche agli sconosciuti.

    Quando non ti ho più visto,
    avrei potuto piangere fino a che un orologio non fosse arrugginito, maora sto bene.

    Dopo che le lacrime si sono asciugate,
    si è aperta la porta dei sogni.
    Non devo preoccuparmi.
    Se la tristezza dovesse tornare ancora,
    le sorriderò, come se dovessi salutare un amico.
    ...è una promessa, lo assicuro.

    Petali cadenti
    bisbigliano, fluttuando sui miei capelli e sulle mie spalle.
    Ci sono tante persone che si dividono, tante quante quelle che si riuniscono.
    Non è un difetto.

    Anche se i ricordi mi dovessero sopraffare,
    non perderò il mio buon umore.

    Ora sto bene. Perchè la felicità si è insinuata
    attraverso le fenditure del mio cuore infranto.
    Non sospirerò.
    Se la tristezza mi circondasse improvvisamente,
    diventerò sua amica,
    ...è una promessa, lo assicuro.

    Ora sto bene. Dopo che le lacrime si sono asciugate,
    si è aperta la porta dei sogni.
    Non devo preoccuparmi.
    E' giusto, io semplicemente
    sorriderò, come se dovessi accogliere un amica.
    ...è una promessa, lo assicuro.

    Se la tristezza mi circondasse improvvisamente,
    diventerò sua amica,
    ...è una promessa, lo assicuro.

  4. #4
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    10 Nov 2011
    Messaggi
    9,625
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito




    Ashita hareru ka (Will it be sunny tomorrow?)

    Sigla di chiusura per gli episodi 1 - 14 (1986)



    Cantante: Kisugi Takao
    Parole: Kisugi Etsuko
    Musica: Kisugi Takao
    Arrangiamenti: Takebe Satoshi


    Doushite anata wa suzushige de irareru
    fureru hodo chikaku kuchibiru munamoto
    konna ni mo boku o kiken ni sasetoku

    ai shite mo ii hazu soredemo toki ga jukusanai
    sekitateru kokoro ni oi-tsukanakute
    genjitsu wa mama naranai

    shizen ni daki-yose hitonami no machikado
    kuruma no BUREEKI ushiro de hibiite
    jouken hansha de futari wa yokomuku

    tamaranaku koi nara CHANSU wa ima da otozurezu
    tamaranaku oroka na otoko ni natte ikisou de
    mama naranai

    ayaui BEERU o kisetsu ni kasanete
    anata wa higoto ni onna ni natteku

    tamaranaku koi nara ashita hareru ka harenai ka
    sukoshi demo koi nara yume wa mireru ka mirenai ka
    kaze ni kiku yo

    ai shite mo ii hazu ashita hareru ka harenai ka
    tamaranaku koi nara tsuki-susundeku kokoro nara
    kaze ga shitteru

    -----------------------------------------------------------------------------

    Traduzione



    Ci sarà il sole Domani ?



    Come mai sei così tranquilla?
    Mi stai così vicina che le tue labbra e i tuoi seni mi sfiorano,
    ma così facendo potrei non rispondere di me

    Forse potrei amarti, ma non è il momento.
    Non mi sento tranquillo, quindi non posso fare niente.
    Questa è la verità

    Abbracciamoci con naturalezza in mezzo alla folla all'angolo della strada
    abbiamo sentito venire da dietro lo stridere dei freni di un'auto
    Quel rumore ci ha fatto voltare lo sguardo

    Se fosse amore, questa sembrerebbe l'occasione giusta,
    ma mi sento molto stupido,
    ma non posso farci niente

    Ancora una volta in questa stagione indossi un velo provocante,
    ogni giorno diventi sempre più donna

    Se fosse amore domani sarà bel tempo... oppure no?
    Se c'è solo un po' d'amore, riesci a vedere il sogno... oppure no?
    Chiedo una risposta al vento

    Forse posso amarti, quindi domani sarà bel tempo... oppure no?
    Se fosse amore il mio cuore avrebbe l'energia necessaria per affrontarlo.
    Solo il vento conosce la risposta

  5. #5
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    10 Nov 2011
    Messaggi
    9,625
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito



    Alone again (Naturally)


    Sigla di apertura per l'episodio 24 (1986)



    Cantante/Parole/Musica/Arrangiamenti: Gilbert O'Sullivan

    In a little while from now,
    If I'm not feeling any less sour,
    I promise myself to treat myself
    and visit a nearby tower,

    And climbing to the top Will throw myself off
    In an effort to Make it clear to who-
    Ever what it's like when you're shattered,
    Left standing in the lurch At a church
    Where people, saying "My God,
    that's tough, She's stood him up.
    No point in us remaining, we may as well go home."
    As I did on my own,
    Alone again, Naturally.

    To think that only yesterday,
    I was cheerful bright and gay,
    Looking forward to, well who wouldn't do
    the role I was about to play;

    But as if to knock my down, Reality came around
    And without so much, As a mere touch
    Cut me into little pieces,
    Leaving me to doubt Talk about
    God in his mercy, who if
    He really does exist
    Why did he desert me in my hour of need
    I truly am indeed
    Alone again, Naturally.

    It seems to me that there are
    more hearts broken in the world
    That can't be mended Left unattended;
    What do we do?
    What do we do?

    Alone again, Naturally.

    Now looking back over the years,
    And whatever else that appears;
    I remember I cried, when my father died,
    never wishing to hide the tears;

    And at sixty-five years old,
    My mother, God rest her soul,
    Couldn't understand why The only man
    She had ever loved had been taken:
    Leaving her to start With a heart
    So badly broken,
    Despite encouragement from me
    No words were ever spoken and when she passed away
    I cried and cried all day;
    Alone again, Naturally
    Alone again, Naturally.

    ----------------------------------------------------------------

    Traduzione


    Ancora Sola (Naturalmente)



    Entro breve tempo,
    se non mi sentirò un pò meno amareggiato,
    mi riprometto di offrirmi ciò che merito
    e di visitare una vicina torre,

    e salito in cima ad essa, mi butterò giù
    nel tentativo di spiegare a tutti
    come ti senti quando sei a pezzi,
    abbandonato in una chiesa
    dove la gente dice: "Oh mio Dio,
    è terribile, l'ha piantato in asso.
    Non c'è nessun motivo per restare, possiamo anche tornarcene a casa".
    Come ho fatto io.
    Di nuovo solo, naturalmente.

    E pensare che solo ieri,
    Ero raggiante, felice e contento
    nell'attesa [del domani], nel ruolo che stavo per interpretare;

    Ma come per colpirmi dentro, la realtà mi venne vicino,
    e senza troppe difficoltà, come un semplice tocco
    mi ridusse in briciole
    lasciandomi a dubitare se fosse il caso di parlare
    della misericordia di Dio, il quale
    se realmente esiste
    perché mi ha lasciato da solo nel mio momento di maggior bisogno?
    Infatti sono davvero
    Ancora solo, Naturalmente.

    Mi sembra che ci siano
    Troppi cuori spezzati nel mondo,
    che non possono essere guariti, lasciati da soli;
    Che cosa possiamo fare?
    Che cosa possiamo fare?

    Di nuovo solo, naturalmente.

    Adesso, guardando indietro attraverso gli anni,
    e a qualsiasi altra cosa appaia,
    ricordo che piansi, quando mio padre morì,
    senza mai voler nascondere le lacrime;

    E a sessantacinque anni,
    mia madre, che Dio accolga la sua anima,
    non riusciva a capire perché il solo uomo
    che avesse mai amato le fosse stato portato via:
    lasciandola sola a ricominciare, con un cuore
    così brutalmente straziato,
    e nonostante gli incoraggiamenti da parte mia
    nessuna parola venne mai detta, e quando lei venne a mancare
    io piansi e piansi tutto il giorno;
    Di nuovo solo, naturalmente
    Di nuovo solo, naturalmente.

  6. #6
    Orazio Coclite
    Ospite

    Predefinito

    Ah, le BGM di Maison Ikkoku sono tra le mie preferite di sempre. Ne ho una collection su CD che acquistai in Giappone nel lontano 1992.

    Che nostalgia a ripensare alla serie televisiva, ricordo ancora che quando finì non furono in pochi ad avere il magone e la malinconia, io tra loro, per la fine di una vicenda che ormai seguivano da qualche anno, e per la giusta conclusione della storia di Godai e Kyoko...

  7. #7
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    10 Nov 2011
    Messaggi
    9,625
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In Origine Postato da Orazio Coclite
    Ah, le BGM di Maison Ikkoku sono tra le mie preferite di sempre. Ne ho una collection su CD che acquistai in Giappone nel lontano 1992.
    Già, una delle migliori serie TV, ai tempi, 7-8 anni fà mi sono preso tutti i CD audio esistenti sul mercato (una dozzina)

    Che nostalgia a ripensare alla serie televisiva, ricordo ancora che quando finì non furono in pochi ad avere il magone e la malinconia, io tra loro, per la fine di una vicenda che ormai seguivano da qualche anno, e per la giusta conclusione della storia di Godai e Kyoko...
    A tutti è dispiaciuto che finisse Maison Ikkoku, qualcuno ha versato anche qualche lacrimuccia, adesso di serie simili non ne fanno più....purtroppo.
    Maison Ikkoku resterà una pietra miliare nella storia dell'animazione giapponese, senza poi contare il magnifico disegno (non dall'inizio) di Akemi Takada, uno stile simile è difficile da trovarsi in giro al giorno d'oggi.

  8. #8
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    10 Nov 2011
    Messaggi
    9,625
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito





    Get down


    Sigla di chiusura per l'episodio 24 (1986)


    Cantante/Parole/Musica/Arrangiamenti: Gilbert O'Sullivan



    Told you once before
    And I won't tell you no more
    Get down, get down, get down
    You're a bad dog baby
    But I still want you around

    You give me the creeps
    When you jump on your feet
    So get down, get down, get down
    Keep your hands to yourself
    I'm strictly out of bounds

    Once upon a time, I drank a little wine
    Was as happy as could be, happy as could be
    Now I'm just like a cat on a hot tin roof
    Baby what do you think you're doin' to me

    Told you once before
    And I won't tell you no more
    So get down, get down, get down
    You're a bad dog baby
    But I still want you around around
    I still want you around

    I don't give a damn
    And I'd like you if you can
    To get down, get down, get down
    You're a bad dog baby
    But I still want you around

    Once upon a time, I drank a little wine
    Was as happy as could be, happy as could be
    Now I'm just like a cat on a hot tin roof
    Baby what do you think you're doin' to me

    Told you once before
    And I won't tell you no more
    So get down, get down, get down
    You're a bad dog baby
    But I still want you around around
    I still want you around

    -----------------------------------------------------------------------------

    Traduzione



    Get Down


    Una volta, ho bevuto un pò di vino
    Ero felice come non mai, felice come non mai
    Ora mi sento soltanto come un gatto sul tetto che scotta
    Piccola cosa pensi di farmi

    Te l'ho già detto una volta
    E non te lo ripeterò più
    E allora a cuccia! a cuccia! a cuccia!
    Sei un tipetto cattivo piccola
    Ma ti voglio lo stesso qua intorno -- qua intorno
    Ti voglio lo stesso qua intorno

    Non me ne importa un bel niente
    E mi piacerebbe se tu potessi
    stare a cuccia! a cuccia! a cuccia!
    Sei un tipetto cattivo piccola
    Ma ti voglio lo stesso qua intorno
    Una volta, ho bevuto un pò di vino
    Ero felice come non mai, felice come non mai
    Ora mi sento soltanto come un gatto sul tetto che scotta
    Piccola cosa pensi di farmi

    Te l'ho già detto una volta
    E non te lo ripeterò più
    E allora a cuccia! a cuccia! a cuccia!
    Sei un tipetto cattivo piccola
    Ma ti voglio lo stesso qua intorno - qua intorno
    Ti voglio lo stesso qua intorno

  9. #9
    Orazio Coclite
    Ospite

    Predefinito

    Erano anni che avevo 'accantonato' Maison Ikkoku, ora riascoltando e riguardando le sigle cado prigioniero di una malinconia indescrivibile.
    Che grande cartone che è stato. Assieme a Urusei Yatsura un apice difficilmente raggiungibile, specie dalle produzioni moderne, che a me esaltano assai poco.
    Le vecchie serie 70/80 rimangono le migliori.

    Maliconia...

  10. #10
    Orazio Coclite
    Ospite

    Predefinito

    Ah, dimenticavo, amo Rumiko Takahashi.

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Picasso - Shi-Ne-ma (Cinema)(Maison Ikkoku)
    Di yota71 nel forum Musica
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 22-02-05, 00:38
  2. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 21-02-05, 00:52
  3. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 20-02-05, 01:15
  4. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 19-02-05, 02:04
  5. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 17-02-05, 01:29

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226