COMO - George Clooney non si accontenta di tre ville e una dependance a Laglio, sul lago di Como, ma ha anche chiesto al Comune di poter acquistare, o in subordine di ottenere in concessione d'uso, una porzione di terreno comunale, una spiaggetta pubblica. Lo si e' appreso da una delibera con cui la giunta comunale di Laglio ha conferito una consulenza tecnica ''per la cessione di area di proprieta' comunale al mappale 3703''.

Si tratta, appunto, della spiaggetta su cui si affaccia villa Margherita, uno dei due edifici ottocenteschi che l'attore americano ha da poco acquistato e che vuole restaurare.

L'intenzione di Clooney e' di unire le proprieta' vecchie e nuove, attraverso un ponticello in ferro da realizzare tra villa Margherita e villa Oleandra, la dimora principale. Il tutto passando sulla spiaggetta pubblica, che pero' viene usata dagli abitanti del paese.

E se finora, l'amministrazione comunale di Laglio, nulla ha mai obiettato all'attore, e ha sempre concesso di buon grado le autorizzazioni al restauro, prima, e alla costruzione di una passerella sopra la strada provinciale, poi, per quanto riguarda la spiaggetta potrebbe sorgere qualche problema.

Due consiglieri di minoranza, apprese le intenzioni dell'attore dalla delibera di giunta, intendono infatti opporsi e hanno gia' messo le mani avanti: ''Con tutto il bene che vogliamo a George, ha annunciato il consigliere Roberto Pozzi, anticipo l'opposizione del nostro gruppo a qualsiasi cessione o occupazione di area pubblica. E' una delle poche aperture a lago, ed e' frequentata dai residenti''.

L'amministrazione comunale non ha ancora deciso al riguardo, tanto che il conferimento dell'incarico ai due professionisti (con parcelle che dovrebbero essere a carico della societa' di Clooney Orcaison Ltd) significa che si intende definire meglio la questione, anche dal punto di vista giuridico.

Intanto, dagli atti depositati in Comune, si e' appreso anche che l'ultimo acquisto del divo, villa Margherita, consta di seminterrato con finestre a lago; piano terra con ingresso, soggiorno, due sale, locale studio, tinello, cucina, balconi a lago; primo piano con quattro camere e due bagni; secondo piano con camera e ripostigli abitabili. L'altra villa acquistata e' piu' piccola e sobria, non e' affacciata direttamente sul lago, ma e' dotata di un ampio giardino.
----------------------------------------------------------------------------------

Oltre alla dicitura in lingua locale, sarebbe opportuno che i cartelli stradali riportassero la frase: NOT FOR SALE. Dalle mie parti, magari, andrebbe anche tradotta in milanese....