Roma, 168
PANNELLA, RICORDIAMO UN GRANDE AZIONISTA, LOMBARDI

Rendere il giusto riconoscimento ad un grande protagonista della Resistenza e della costruzione della Repubblica, Riccardo Lombardi, nel venticinquesimo anniversario della sua morte, e' una questione, o meglio una ferita aperta. "I Radicali hanno la responsabilita' e il dovere di non subire, come accaduto a tutto il Partito d'Azione, fino ai suoi piu' prestigiosi esponenti, di non doversi rassegnare al corso partitocratico e compromissorio che, come a quei tempi, sta andando va avanti cone le stimmate e le ipoteche di Regime". Cosi' il leader storico dei Radicali, Marco Pannella, vuole, nella seconda giornata del Congresso dei Radicali, ricordare uno dei 'grandi', componenti della "nostra comunita' capitiniana", Riccardo Lombardi, l'Ingegnere prima azionista poi socialista. "Ed in particolare sento che dobbiamo riconoscenza - precisa Pannella - a gente come Calamandrei, Paggi, Rossi, Valiani, La Malfa, Parri, Foa, Calogero e altri, e a Riccardo Lombardi che sicurissimamente per decenni ha sofferto e tentato di reagire a quella sconfitta storica del Partito d'Azione".

(13 novembre 2009)
PANNELLA, RICORDIAMO UN GRANDE AZIONISTA, LOMBARDI | News Politica | La Repubblica.it