User Tag List

Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 21

Discussione: La sperada

  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    04 Mar 2002
    Località
    Per non lottare ci saranno sempre moltissimi pretesti in ogni circostanza, ma mai in ogni circostanza e in ogni epoca si potrà avere la libertà senza la lotta!
    Messaggi
    12,320
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito La sperada

    ...la sperada, detta anche coazz o raggiera...qualcuno ha un po' di documentazione?

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    04 Mar 2002
    Località
    Per non lottare ci saranno sempre moltissimi pretesti in ogni circostanza, ma mai in ogni circostanza e in ogni epoca si potrà avere la libertà senza la lotta!
    Messaggi
    12,320
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    fai un salto in chat ilaria?

  4. #4
    padania libera (-:FASP :-)
    Data Registrazione
    18 Feb 2004
    Località
    Medhleàn Padania
    Messaggi
    4,916
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito



  5. #5
    ilariamaria
    Ospite

    Predefinito

    ce ne serve una vera, da usare. dove l'hai trovata?

  6. #6
    padania libera (-:FASP :-)
    Data Registrazione
    18 Feb 2004
    Località
    Medhleàn Padania
    Messaggi
    4,916
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In origine postato da ilariamaria
    ce ne serve una vera, da usare. dove l'hai trovata?
    Ad una festa ad Erba (c'era un'esposizione con diversi pezzi)

    Forse la mia mogliettina ne sa di più..


  7. #7
    Veneto indipendente
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Serenissima Euganea
    Messaggi
    5,951
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: La sperada

    In origine postato da Nanths
    ...la sperada, detta anche coazz o raggiera...qualcuno ha un po' di documentazione?
    Se ti può essere utile...


    ..."Lucia usciva in quel momento tutta attillata dalle mani della madre.
    Le amiche si rubavano la sposa, e le facevano forza perché si lasciasse vedere: e lei s'andava schermendo con quella modestia un po' guerriera delle contadine, facendosi scudo alla faccia col gomito, chinandola sul busto, e aggrottando i lunghi e neri sopraccigli, mentre però la bocca s'apriva al sorriso.
    I neri e giovanili capelli, spartiti sopra la fronte, con una bianca e sottile drizzatura, si ravvolgevan, dietro il capo, in cerchi molteplici di trecce, trapassate da lunghi spilli d'argento, che si dividevano all'intorno, quasi a guisa de' raggi d'un'aureola, come ancora usano le contadine del Milanese.
    Intorno al collo aveva un vezzo di granati alternati con bottoni d'oro a filigrana" ...

    (A. Manzoni. I Promessi Sposi, cap. II)





    Si può tranquillamente affermare che quella del Manzoni sia la più antica citazione dell'uso della raggiera.
    Gli avvenimenti che si svolgono nel romanzo sono datati 1628, e questa è, appunto, la testimonianza più precisa su un uso ancora in voga dopo duecento anni.
    Non vi sono notizie certe di impiego della raggiera quale ornamento femminile prima del XIX secolo. Si può presumere che la stessa fosse già in uso nella Brianza intorno al 1100/1200.

    Probabilmente quale evoluzione degli spilloni in osso usati dai Romani ritrovati nelle necropoli lombarde risalenti al secondo secolo dopo Cristo (Villa Romana di Biassono e necropoli di Via Carloni, a Como).


    La raggiera (cuazz o sperada in dialetto brianzolo), adornava il capo delle promesse spose e delle donne maritate della Brianza, compresa la Lucia dei Promessi Sposi.


    Le spadine d'argento che la componevano venivano regalate dai giovanotti alle ragazze quali pegno d'amore.

    Il loro numero variava in funzione dell'età della promessa sposa.

    Il promesso sposo si impegnava a donare ogni anno una spadina sino ad arrivare ad un massimo di 45/47 (sempre dispari), per circa 600 grammi di argento.




    Il desiderio di tramandare questa tradizione ha spinto Giuseppe Sara ad imparare, dalle ultime pettinatrici rimaste, la particolare arte di acconciare i capelli delle donne brianzole, rimanendo l'unico custode di questa tradizione, ora portata avanti dai figli Luigi e Maurilia.


    Possiamo affermare che il gruppo Renzo e Lucia di Milano è attualmente l'unico che pettina le donne con la treccia di capelli e lana disponendola a guisa di corona.


    Attualmente Luigi Sara sta svolgendo una ricerca storica sulla raggiera, ricostruendone fedelmente alcune da disegni, foto e stampe di varie epoche.




    Da: http://www.grupporenzoelucia.it/raggiera.htm

  8. #8
    Ecogiustiziere Insubre
    Data Registrazione
    05 Apr 2004
    Località
    Dove c'è bisogno di me, in Insubria
    Messaggi
    3,516
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Ma scusate...visto che la sperada è un accessorio femminile della nostra Brianza, cioè della parte orientale dell'Insubria, che cosa c'entra con l'elezione di Miss Padania??? Non è assolutamente rappresentativa di tutte le terre padane. Ora capisco di più, ad esempio, le lamentele di molti leghisti veneti riguardo ad un presunto "lombardocentrismo" della LN.
    O, più probabilmente, è un segno di una certa approssimazione culturale che rischia di non portarci da nessuna parte.
    Iunthanaka
    Conte della Martesana

  9. #9
    Veneto indipendente
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Serenissima Euganea
    Messaggi
    5,951
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In origine postato da Iunthanaka
    Ma scusate...visto che la sperada è un accessorio femminile della nostra Brianza, cioè della parte orientale dell'Insubria, che cosa c'entra con l'elezione di Miss Padania??? Non è assolutamente rappresentativa di tutte le terre padane. Ora capisco di più, ad esempio, le lamentele di molti leghisti veneti riguardo ad un presunto "lombardocentrismo" della LN.
    O, più probabilmente, è un segno di una certa approssimazione culturale che rischia di non portarci da nessuna parte.
    Se è una miss Padania di origine brianzola, allora fa anche bene ad indossare la sperada.
    Se si tratta di una miss di una qualunque altra parte della Padania, allora hai ragione tu.

  10. #10
    email non funzionante
    Data Registrazione
    04 Mar 2002
    Località
    Per non lottare ci saranno sempre moltissimi pretesti in ogni circostanza, ma mai in ogni circostanza e in ogni epoca si potrà avere la libertà senza la lotta!
    Messaggi
    12,320
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    A ognuno la sua miss

    intanto grazie a tutti per le info

 

 
Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226