User Tag List

Risultati da 1 a 5 di 5
  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    26 Jul 2003
    Località
    Codigoro (Ferrara)
    Messaggi
    730
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito 12 marzo - S. Fina di San Gimignano, Vergine



    Santa Fina (Ciardi) di San Gimignano, Vergine

    12 marzo

    San Gimignano, 1238 - 12 marzo 1253

    Nata nel 1238 da due nobili decaduti di San Gimignano, Iosefina (Fina) mori giovanissima, 15enne, nel 1253. Colpita a dieci anni da una grave malattia che la immobilizzò, fu esempio di vita cristiana per chi la visitava. Il dolore della santa fu aumentato, oltretutto, dalla morte della madre. Al momento del trapasso di Fina le campane della città suonarono senza che nessuno le azionasse, narra il suo biografo, il domenicano Giovanni del Coppo, attento più alla devozione che alla storia. Il culto si diffuse subito anche per i molti miracoli avvenuti sulla tomba. Dichiarata patrona della cittadina toscana, in suo onore fu costruito un ospedale. Nel 1457 il Consiglio del Popolo decise la realizzazione di una splendida cappella nella collegiata. (Avvenire)

    Martirologio Romano: Nella città di San Gimignano in Toscana, beata Fina, vergine, che fin dalla tenera età sopportò con invitta pazienza una lunga e grave infermità confidando solo in Dio.

    Emblema: violette, ratti, tavola di legno

    Nata da Cambio ed Imperia, nobili decaduti, a san Gimignano nel 1238, Fina (abbreviazione di Iosefina) ebbe una vita breve, ma religiosamente molto intensa. A dieci anni di età fu colpita da una gravissima malattia che la costrinse a letto impedendole qualsiasi movimento. Ad accrescere il dolore si aggiunse la perdita della madre.
    Col corpo piagato diede ai visitatori esempio di pazienza, insegnando loro il culto della Passione del Signore e la devozione alla Regina dei martiri.
    Si spense il 12 marzo 1253, festa di s. Gregorio Magno, di cui era devota e dal quale avrebbe avuto l'annuncio della morte; al momento del trapasso le campane di San Gimignano suonarono a festa senza che mano alcuna toccasse le corde. Quando il corpo della Santa fu sollevato dall'asse di quercia che era stato il suo giaciglio, questo si coprì di fiori. Contemporaneamente, torri e mura si ornarono di migliaia di viole gialle, e ancor oggi questa fioritura si ripete ogni anno, per quanto rigido sia l’inverno.
    Questi particolari si trovano nella sua biografia scritta al principio del sec. XIV dal domenicano Giovanni del Coppo, più con intenti pii e devoti che storici.
    Il culto per s. Fina fu molto vivo fin dagli inizi anche per i numerosi miracoli che avvenivano al suo sepolcro. Fu eletta patrona della città; in suo onore fu costruito un ospedale; nel 1457 il Consiglio del Popolo deliberò la costruzione della magnifica cappella che si può ancora ammirare nella collegiata, realizzata da Giuliano da Maiano e ornata di sculture di Benedetto da Maiano ed affreschi del Ghirlandaio. La città volle la piccola Fina come propria protettrice al fianco del patrono ufficiale, Geminiano, e a lei ricorse nella calamità con fiducia e devozione. Le feste annuali in suo onore sono due. La prima cade il 12 marzo - anniversario della sua dipartita; la seconda si celebra la prima domenica d'agosto, per ricordare che nel 1479 Fina salvò la città dalla peste e dalla guerra.

    Autore: Adone Terziarol

    Fonte: SANTI E BEATI (con modifiche)

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    **********
    Data Registrazione
    04 Jun 2003
    Messaggi
    23,775
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Benozzo Gozzoli, S. Fina, 1464-65, Cappella absidale, Chiesa di S. Agostino, San Gimignano

    Domenico Ghirlandaio, S. Gregorio Magno annuncia a S. Fina la sua morte, 1473-75, Collegiata, San Gimignano

    Domenico Ghirlandaio, Esequie di S. Fina, 1473-75, Collegiata, San Gimignano

  3. #3
    **********
    Data Registrazione
    04 Jun 2003
    Messaggi
    23,775
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

  4. #4
    **********
    Data Registrazione
    04 Jun 2003
    Messaggi
    23,775
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Saint Fina

    Saint Fina (Seraphina, Serafina) (1238-1253) was a thirteenth century Italian saint. Born in San Gimignano, she became ill with an incurable disease at the age of ten. Experiencing five years of enormous suffering, she nevertheless worked at making garments for the poor until paralysis forced her to stop. She then used a wooden board as her bed and increased her mortification of the flesh in order to be nearer to Christ. Her sufferings increased when rats attacked her as she lay alone on her board. She was unable to drive them off.[1] Because of this, the rat has become one of her emblems.

    Fina took a vow of chastity, but never became a nun. She lived at home under obedience to the Rule of Saint Benedict.

    The house said to be where she lived and died still stands in the town.

    Iconography

    The Collegiata di San Gimignano has two main chapels, one of which is called the Cappella di Santa Fina, designed by Giuliano da Maiano, with the sculpture by his brother Benedetto. Domenico Ghirlandaio painted the frescoes in the latter chapel.

    Fina often is depicted with violets. This in reference to the legend that states that after her death, the wooden board upon which she had laid for so long was covered with white violets of great sweetness.

    Legends

    It is said that after learning of the great sufferings that the seventh century Church Father Saint Gregory the Great had endured in his lifetime, Fina became devoted to him.

    One day, Saint Gregory appeared to Fina and revealed to her that she would receive eternal rest on the day of his feast day, which fell on March 12 because he had died on that date in 604. Saint Fina thus died on March 12, 1253 and March 12 became her feast day as well.

    She is said to have restored a choirboy's sight. After her death, her hand, a relic, also is said to have cured her nurse of a serious disease.

    Sources
    George Ferguson, Signs and Symbols in Christian Art (New York: Oxford University Press, 1961), 118.

    Notes
    1. Similarly, Saint Verdiana was forced to deal with snakes that had infiltrated her cell.

    Fonte: wikipedia

  5. #5
    Forumista senior
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    IPERURANIO INTERIORE
    Messaggi
    2,985
    Mentioned
    12 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Lightbulb Re: 12 marzo - S. Fina di San Gimignano, Vergine

    12 MARZO 2019: TERZO GIORNO della NOVENA (dal 10 al 18 marzo) a S. GIUSEPPE; S. Fina di San Gimignano, SAN GREGORIO MAGNO, PAPA, CONFESSORE E DOTTORE DELLA CHIESA…


    12 MARZO 2019...
    Onore al Venerabile Papa Pio XII (Eugenio Pacelli, Roma 1876 - Castel Gandolfo 1958) nel giorno della Festa di San Gregorio Magno, Papa e Dottore della Chiesa, e dell’80esimo anniversario della sua Incoronazione: 12 marzo 1939 - 12 marzo 2019…
    Papa Pio XII - Eugenio Pacelli (Roma 1876 - Castel Gandolfo 1958): R.I.P.
    Pio XII è stato, quasi sicuramente (per ora è solo un giudizio privato di una esigua minoranza di vescovi, sacerdoti e laici cattolici c.d. sedevacantisti, ma in quanto fondato sul Magistero e sulla Verità evangelica verrà per forza confermato ufficialmente da una futura autorità papale...), l’ultimo vero e legittimo Papa…
    Proprio sotto il Pontificato di Papa Pacelli fu elevato agli onori degli altari Papa Pio X (1951), implacabile nemico dell'eresia modernista e glorioso difensore dell'ortodossia cattolica, mentre San Francesco d'Assisi e Santa Caterina da Siena furono proclamati patroni d’Italia (1939): PAPA PIO XII, ULTIMO VERO PAPA LEGITTIMO della CHIESA CATTOLICA (prima del lungo periodo di SEDE VACANTE almeno formale che molto probabilmente dura ormai da circa 60 anni cioè appunto dalla sua morte avvenuta il 9 ottobre 1958...Speriamo cessi al più presto e che Dio ci conceda la Grazia inestimabile di un nuovo Sommo Pontefice!) e degno erede (anche per ragioni di famiglia, dato che il nonno paterno fu un suo fedelissimo) di PAPA PIO IX, ULTIMO PAPA-RE dello STATO PONTIFICIO...
    Papa Pio XII medesimo, a quanto pare, disse 'profeticamente' sul suo letto di morte: “dopo di me il diluvio”!! Una previsione purtroppo assai veritiera che rivelava la sua consapevolezza della tragica situazione...NON PRAEVALEBUNT!!!
    Che Dio abbia misericordia di noi, ci liberi dai sommi impostori che usurpano la Prima Sede e ci doni prima o poi di nuovo un vero e legittimo Successore di San Pietro e Vicario di NSGC!!! W PAPA PIO XII!!!




    https://w2.vatican.va/content/pius-xii/it.html
    “Pius PP. XII Eugenio Pacelli 2.III.1939-9.X.1958.”


    La solenne cerimonia d'incoronazione in San Pietro:


    http://web.tiscali.it/serenella/e28.jpg


    Altre foto di Pio XII:


    http://web.tiscali.it/serenella/e5.jpg
    http://web.tiscali.it/serenella/u107.jpg Con Mons. Marcel Lefebvre
    http://web.tiscali.it/serenella/m22.jpg R.I.P.


    http://www.ilmarengo.com/vaticano/pio12/10l1952rh.jpg


    http://www.sodalitium.biz/sodalitium_pdf/47.pdf
    http://www.sodalitium.biz/sodalitium_pdf/47.jpg



    https://twitter.com/@NovusOrdoWatch
    “Today is the birthday of Pope Pius XII (b. 1876, d. 1958), as well as the anniversary of his election as Pope in 1939.”

    "Radio Spada è un sito di controinformazione cattolico Radio Spada | Radio Spada ? Tagliente ma puntuale e una casa editrice Edizioni Radio Spada - Home "
    “La sera del 2 marzo 1939 Papa Pio XII Pacelli, il Pastore Angelico, viene esaltato al Sommo Pontificato.”

    «SEDE VACANTE - MCMLVIII»
    https://www.ilmarengo.com/vaticano/pio12/500l1958rh.jpg
    https://static.deamoneta.com/auctions/211/img/2043D.jpg




    «12 MARZO SAN GREGORIO MAGNO, PAPA E DOTTORE DELLA CHIESA.»
    http://www.unavoce-ve.it/pg-12mar.htm




    "San Gregorio Magno - Sodalitium"
    http://www.sodalitium.biz/san-gregorio-magno/
    «12 marzo, San Gregorio Magno, Papa e Dottore della Chiesa (Roma 540 ca –Roma, 12 marzo 604).

    “A Roma san Gregorio primo, Papa, Confessore ed esimio Dottore della Chiesa, il quale, per le ammirabili gesta e per aver convertito gli Inglesi alla fede di Cristo, è stato detto Magno e soprannominato Apostolo dell’Inghiltérra”.
    In questo tempo di Quaresima prega anche per il gregge fedele che si applica alla penitenza, ottenendogli la compunzione del cuore, l’amore alla preghiera, l’intelligenza dei divini misteri. Leggiamo ancor oggi le Omelie che indirizzasti, in quell’epoca, al popolo di Roma; ora la giustizia e la misericordia di Dio è sempre la stessa: fa’ che i nostri cuori siano presi da timore e consolati di speranza. Spesso la nostra debolezza si spaventa del rigore delle leggi che la Chiesa ci prescrive quanto al digiuno e all’astinenza; rianima di coraggio, e che nei nostri cuori sia ravvivato lo spirito di mortificazione. Sono luce i tuoi esempi e guida i tuoi insegnamenti; che la tua intercessione presso Dio ci faccia tutti veri penitenti, affinché possiamo ritrovare con la gioia d’una coscienza purificata, quell’Alleluia che ci insegnasti a cantare sulla terra e speriamo di ripetere con te per tutta l’eternità (Dom Prosper Guéranger).»
    http://www.sodalitium.biz/wp-content...no-232x300.jpg






    "Sante Messe - Sodalitium"
    http://www.sodalitium.biz/sante-messe/

    "S. Messa in provincia di Verona - Sodalitium"
    http://www.sodalitium.biz/s-messa-provincia-verona/

    “Sodalitium - IMBC.”
    https://www.youtube.com/user/sodalitium

    “Omelie dell'I.M.B.C. a Ferrara.”
    https://www.facebook.com/OmelieIMBCFerrara/

    http://www.oratoriosantambrogiombc.it/
    “Oratorio Sant'Ambrogio, Milano - Offertur Oblatio Munda (Malachia 1, 11).”





    «Don Floriano Abrahamowicz - Domus Marcel Lefebvre.
    http://www.domusmarcellefebvre.it/
    https://www.youtube.com/user/florianoabrahamowicz
    http://www.domusmarcellefebvre.it/santa-messa-1.php
    La Santa Messa tutte le domeniche alle ore 10.30 a Paese, Treviso.».




    http://www.centrostudifederici.org/san-gregorio-magno/
    «Il grande papa san Gregorio I
    Centro studi Giuseppe Federici – Per una nuova insorgenza
    Comunicato n. 22/19 del 12 marzo 2019, San Gregorio Magno
    Il grande papa san Gregorio I
    Il 12 marzo la liturgia romana festeggia san Gregorio Magno, Papa, Confessore e Dottore. Lo ricordiamo con alcuni passaggi del card. Schuster tratti dal suo Liber Sacramentorum.

    Questa festa, celebrata anche dai Greci, si ritrova già nel Sacramentario Gregoriano dei tempi di Adriano I, ed è una delle poche penetrate sin da antico nel Calendario Romano durante il periodo quaresimale. La celebrità di san Gregorio (+ 604), e soprattutto il significato simbolico che assunse la sua personalità storica, quando nel medio evo incarnò il concetto del papato romano nella più sublime espressione del suo primato su tutta la Chiesa, giustificavano quest’eccezione. Si può dire infatti, che l’intera età di mezzo visse dello spirito di san Gregorio; la liturgia romana, il canto sacro, il diritto canonico, l’ascesi monacale, l’apostolato fra gl’infedeli, la vita pastorale, tutta, in una parola, l’attività ecclesiastica, faceva capo al Santo Dottore, i cui scritti sembravano esser divenuti come il codice universale del cattolicismo. Il numero assai grande di antiche chiese dedicate in Roma al Santo Pontefice attesta la popolarità del suo culto, il quale, oltre al suo antico monastero di sant’Andrea al Clivo di Scauro, aveva per centro la sua veneranda tomba nella basilica vaticana. (…)
    Bisogna servire il Signore nelle condizioni in cui Egli ci ha posti, e non in quelle in cui vorremmo porci noi. Un bell’esempio di questo senso pratico nel cammino della santità, ce l’offre Gregorio. Il suo carattere meditabondo lo spingeva allo studio tranquillo della filosofia, nella pace del chiostro. Iddio invece lo vuole diplomatico, papa, amministratore d’un immenso patrimonio immobiliare, perfino stratego nel dirigere le opere di difesa delle città italiche assediate dai Langobardi; vero console di Dio, dall’attività e dal potere vasto come tutto il mondo. Gregorio, assai spesso trattenuto a letto dalla podagra e dalle sofferenze di stomaco, senza empire l’aria dei suoi rimpianti, s’adatta meravigliosamente a tutti questi uffici, e nell’intento di servire unicamente al Signore, li sostiene con si mirabile maestria e perfezione, che riempie del suo spirito tutta l’età di mezzo, e lascia profonde le orme del suo genio nella successiva vita del Pontificato Romano. (…)
    Tutta l’Eterna Città, di cui Gregorio fu pastore vigilantissimo, le sue chiese stazionali, i cemeteri dei Martiri, ricordano lo zelo attivo dell’incomparabile Pontefice. Alcuni santuari romani però, oggi quasi rivendicano l’onore d’una festa speciale e sono: oltre alla basilica vaticana che ne custodisce il corpo, quella di sant’Andrea al Clivo di Scauro, dove Gregorio fu prima monaco e poi abbate; quella di san Paolo, che il santo fece abbellire e dove aveva la tomba di sua famiglia; il Laterano dove visse nei quasi quattordici anni del suo supremo pontificato. Nel medio evo, le quattordici regioni urbane fecero a gara nell’onorare Gregorio e nel dedicare al suo nome tempi e cappelle, così che abbiamo le chiese S. Greg0rii ad Clivum Scauri, S. Gregorii de Cortina, S. Greg0rii de Gradellis, S. Gregorii dei Muratori, S. Gregorii in Campo Martio, S. Gregorii de ponte Iudaeorum, per nulla dire dei moltissimi altri oratorii a lui intitolati. Una bolla di Gregorio III nella basilica di san Paolo, ricorda una messa quotidiana che sin da quel tempo si celebrava in quell’insigne santuario apostolico sull’altare S. Gregorii ad ianuas; precisamente come a san Pietro, dove la tomba del Santo si trovava nel portico esterno, prope secretarium. L’epigrafe di Gregorio III a san Paolo rappresenta forse uno dei monumenti più antichi del culto liturgico attribuito a san Gregorio Magno.
    La circostanza che ancora adesso il Papa, quando il giorno della sua Coronazione celebra solennemente il Divin Sacrificio in san Pietro ed assume i sacri paramenti all’altare che ricopre la tomba di san Gregorio, oltre ad un significato speciale di venerazione verso il Santo il quale ha, per cosi dire, incarnato in sé tutto il più sublime ideale compreso nel concetto cattolico del Pontificato Romano, deriva dal fatto che, in origine, il sepolcro del grande Dottore nell’atrio della basilica vaticana era attiguo al Secretarium o sacristia, dove appunto i sacri ministri si rivestivano degli indumenti liturgici. Nell’erezione della nuova basilica di san Pietro, ci si tenne a conservare a san Gregorio questo posto tradizionale, a fianco cioè della sacristia, e fu così che venne conservata altresì la consuetudine della vestizione solenne del Papa all’altare del Santo.
    Card. A. I. Schuster, O.S.B. Liber Sacramentorum. Note storiche e liturgiche sul Messale Romano – Vol. VII. I Santi nel mistero della Redenzione (Le Feste dei Santi dalla Quaresima all’Ottava dei Principi degli Apostoli), Torino-Roma, Marietti, 1930, pagg. 47-57.»
    http://www.centrostudifederici.org/w...50-300x225.jpg





    https://www.agerecontra.it/2019/03/san-gregorio-magno/







    https://www.facebook.com/catholictradition2016/
    «MARTIROLOGIO ROMANO, 1955. Sancti et Sanctae Dei, orate pro nobis.»
    https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net...3d&oe=5D20396D





    https://sardiniatridentina.blogspot....ore-e.html?m=0
    «SAN GREGORIO MAGNO PAPA, CONFESSORE E DOTTORE DELLA CHIESA.
    Doppio.
    Paramenti bianchi.
    San Gregorio primo, Papa dal 3 settembre 590, Confessore ed esimio Dottore della Chiesa, per le ammirabili gesta per cui illustrò grandemente il Pontificato Romano e per aver convertito gli Inglesi alla fede di Cristo, è stato detto Magno. Passò alla gloria eterna il 12 marzo 604.
    INTROITUS
    Joannes 21:15-17.- Si díligis me, Simon Petre, pasce agnos meos, pasce oves meas. ~~ Ps 29:2.- Exaltábo te, Dómine, quóniam suscepísti me, nec delectásti inimícos meos super me. ~~ Glória ~~ Si díligis me, Simon Petre, pasce agnos meos, pasce oves meas.
    Joannes 21:15-17.- Se mi ami, Simon Pietro, pasci i miei agnelli, pasci le mie pecore. ~~ Ps 29:2.- Ti voglio esaltare, Signore, perché mi hai salvato, né hai fatto che gioisca colui che mi ha in odio. ~~ Gloria ~~ Se mi ami, Simon Pietro, pasci i miei agnelli, pasci le mie pecore.
    Gloria
    ORATIO
    Orémus.
    Deus, qui ánimæ fámuli tui Gregórii ætérnæ beatitúdinis praemia contulísti: concéde propítius; ut, qui peccatórum nostrórum póndere prémimur, ejus apud te précibus sublevémur. Per Dominum nostrum Jesum Christum, Filium tuum: qui tecum vivit et regnat in unitate Spiritus Sancti Deus, per omnia saecula saeculorum. Amen.
    Preghiamo.
    O Dio, che desti il premio dell'eterna beatitudine all'anima del tuo servo Gregorio; concedi a noi, gravati dal peso dei nostri peccati, di essere sollevati dalle sue preghiere presso di te. Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio, e vive e regna con te, in unità con lo Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli. Amen.
    Si fa la commemorazione della Feria di Quaresima
    LECTIO
    Léctio Epístolæ beáti Petri Apóstoli.
    l Pet 5:1-4; 5:10-11.
    Caríssimi: Senióres, qui in vobis sunt, obsécro consénior et testis Christi passiónum, qui et ejus, quæ in futúro revelánda est, glóriæ communicátor: páscite qui in vobis est gregem Dei, providéntes non coácte, sed spontánee secúndum Deum, neque turpis lucri grátia, sed voluntárie; neque ut dominántes in cleris, sed forma facti gregis ex ánimo. Et, cum appáruerit princeps pastórum, percipiétis immarcescíbilem glóriæ corónam. Deus autem omnis grátiæ, qui vocávit nos in ætérnam suam glóriam in Christo Jesu, módicum passos ipse perfíciet, confirmábit solidabítque. Ipsi glória et impérium in saecula sæculórum. Amen.
    Carissimi: Sacerdote anch'io e teste della Passione di Cristo e chiamato ad aver parte alla futura gloria, io scongiuro i sacerdoti che sono tra voi: Pascete il gregge di Dio, che vi è affidato, governandolo non per forza, ma volentieri per amor di Dio; non per il vil guadagno, ma con animo generoso; non come dominatori delle Chiese, ma come sinceri modelli del gregge; e così, quando apparirà il principe dei pastori, riceverete l'incorruttibile corona della gloria. Il Dio di ogni grazia, il quale ci ha chiamati in Gesù Cristo all'eterna sua gloria, con un po' di patire vi perfezionerà, vi conforterà, vi confermerà. A Lui impero e gloria in eterno. Amen.
    GRADUALE
    Ps 1062; 1061
    Exáltent eum in Ecclésia plebis: et in cáthedra seniórum laudent eum.
    V. Confiteántur Dómino misericórdiæ ejus; et mirabília ejus fíliis hóminum
    Lo esaltino nell'assemblea del popolo e lo lodino nel consesso degli anziani.
    V. Ringrazino il Signore per la sua bontà e per i suoi prodigi a favore degli uomini.
    TRACTUS
    Ps 39:10-11
    Annuntiávi justítiam tuam in ecclésia magna, ecce, lábia mea non prohibébo: Dómine, tu scisti.
    V. Justítiam tuam non abscóndi in corde meo: veritátem tuam et salutáre tuum dixi.
    V. Non abscóndi misericórdiam tuam, et veritátem tuam a concílio multo.
    Ho annunziato la giustizia nella grande assemblea; ecco, non tengo chiuse le mie labbra: Signore, Tu lo sai.
    V. Non ho tenuta nascosta nel mio cuore la tua giustizia: ho annunciato la tua fedeltà e la tua salvezza.
    V. Non nascosi ad una grande folla la tua clemenza e la tua fedeltà.
    EVANGELIUM
    Sequéntia ☩ sancti Evangélii secúndum Matthaeum.
    Matt 16:13-19
    In illo témpore: Venit Jesus in partes Cæsaréæ Philíppi, et interrogábat discípulos suos, dicens: Quem dicunt hómines esse Fílium hóminis? At illi dixérunt: Alii Joánnem Baptístam, alii autem Elíam, alii vero Jeremíam aut unum ex prophétis. Dicit illis Jesus: Vos autem quem me esse dícitis? Respóndens Simon Petrus, dixit: Tu es Christus, Fílius Dei vivi. Respóndens autem Jesus, dixit ei: Beátus es, Simon Bar Jona: quia caro et sanguis non revelávit tibi, sed Pater meus, qui in coelis est. Et ego dico tibi, quia tu es Petrus, et super hanc petram ædificábo Ecclésiam meam, et portæ ínferi non prævalébunt advérsus eam. Et tibi dabo claves regni coelórum. Et quodcúmque ligáveris super terram, erit ligátum et in coelis: et quodcúmque sólveris super terram, erit solútum et in coelis.
    In quel tempo, Gesù, venuto nella zona di Cesarea di Filippo, interrogava i suoi discepoli: «Chi dicono che sia il Figlio dell'uomo?». Ed essi risposero: «Alcuni Giovanni il. Battista, altri Elia, altri ancora Geremia, o uno dei profeti». Disse loro Gesù: «Ma voi, chi dite che io sia?». Rispose Simon Pietro: «Tu sei il Cristo, il Figlio del Dio vivente». E Gesù, in risposta, gli disse: «Beato sei tu, Simone, figlio di Giona, poiché non la carne e il sangue te l'hanno rivelato, ma il Padre mio che è nei cieli. E io dico a te che tu sei Pietro, e su questa pietra edificherò la mia Chiesa, e le porte degli inferi non prevarranno contro di essa. E ti darò le chiavi del regno dei cieli: tutto ciò che avrai legato sulla terra sarà legato anche nei cieli, e tutto ciò che avrai sciolto sulla terra sarà sciolto anche nei cieli».
    OFFERTORIUM
    Jer 1:9-10
    Ecce, dedi verba mea in ore tuo: ecce, constítui te super gentes et super regna, ut evéllas et destruas, et ædífices et plantes.
    Ecco che le mie parole pongo sulla tua bocca: ecco che io ti prepongo a nazioni e a regni per svellere ed abbattere, per edificare e piantare.
    SECRETA
    Annue nobis, quǽsumus, Dómine: ut intercessióne beáti Gregórii hæc nobis prosit oblátio, quam immolándo totíus mundi tribuísti relaxári delícta. Per Dominum nostrum Jesum Christum, Filium tuum: qui tecum vivit et regnat in unitate Spiritus Sancti Deus, per omnia saecula saeculorum. Amen.
    Ci giovi, o Signore, questo sacrificio, per l'intercessione del beato Gregorio; in grazia di esso hai voluto che fossero rimessi i peccati di tutto il mondo. Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio, e vive e regna con te, in unità con lo Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli. Amen.
    COMMUNIO
    Matt 16:18
    Tu es Petrus, et super hanc petram ædificábo Ecclésiam meam.
    Tu sei Pietro, e su questa pietra edificherò la mia Chiesa!
    POSTCOMMUNIO
    Orémus.
    Deus, qui beátum Gregórium Pontíficem Sanctórum tuórum méritis coæquásti: concéde propítius; ut, qui commemoratiónis ejus festa percólimus, vitæ quoque imitémur exémpla. Per Dominum nostrum Jesum Christum, Filium tuum: qui tecum vivit et regnat in unitate Spiritus Sancti Deus, per omnia saecula saeculorum. Amen.
    Preghiamo.
    O Dio, che elevasti il beato Pontefice Gregorio ai meriti dei tuoi santi; donaci propizio che, celebrandone la festa, imitiamo gli esempi della sua vita. Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio, e vive e regna con te, in unità con lo Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli. Amen.»
    https://1.bp.blogspot.com/-7BF2MCmxS...52185328_n.jpg

    “L'ANGOLO PATRISTICO
    Omelia di sant'Agostino Vescovo.
    Libro sulla fede e le opere, cap. 15, tomo 4, verso la metà.
    Se si può giungere alla vita eterna senza osservare i comandamenti, e colla sola fede, «che è morta senza le opere» (Jac. 2.6), come ammettere che egli dirà a quelli che porrà alla sua sinistra: «Andate nel fuoco eterno preparato per il diavolo e per i suoi angeli» (Matth. 25.44), rimproverando loro non già di non aver creduto in lui, ma di non aver fatto opere buone? Difatti, affinché nessuno si creda di ottenere la vita eterna colla sola fede, che è morta senza le opere, disse che farà la cernita di tutte le genti che si trovavano confuse nella stessa pastura: onde è evidente che coloro che allora gli risponderanno: «Signore, quando ti vedemmo soffrire questo o quello, e non ti prestammo soccorso?» saranno quelli che credevano in lui, ma non si curarono di operar il bene, come se si potesse arrivare alla vita eterna col solo merito d'una fede morta.
    O forse che andranno al fuoco eterno quelli che non fecero opere di misericordia: e non vi andranno quelli che rapirono i beni altrui? ovvero trattarono se stessi senza misericordia, distruggendo nei loro cuori il tempio di Dio: quasi che le opere di misericordia giovino a qualche cosa senza l'amore, dicendo l'Apostolo: «Se io distribuissi tutto il mio ai poveri, ma non avessi la carità, non mi giova nulla» (Cor. 13)? E può uno amare il prossimo come se stesso, se non ama se stesso? «Ma chi ama l'iniquità, odia l'anima sua» (Ps. 10).
    Né si può dire, cadendo nell'illusione di molti, che qui si parla solo d'un fuoco eterno, ma non d'un fuoco che bruci eternamente. A loro avviso il fuoco eterno non sarebbe che attraversato da quelli ai quali promettono la salute, sia pure attraverso il fuoco, a motivo della loro fede morta: così che se il fuoco stesso è eterno, non sia però eterna la loro combustione o l'azione del fuoco su di essi: ma siccome il Signore ha previsto questo errore, ha conchiuso la sua dottrina dicendo: «Ed essi andranno alla combustione eterna, e i giusti alla vita eterna» (Matth. 25:40). Pertanto la combustione sarà eterna come il fuoco: e la Verità dice che andranno ad essa quelli che essa avrà riconosciuto mancanti non di fede, ma di opere buone.”

    https://www.sursumcorda.cloud/
    https://www.facebook.com/CdpSursumCorda/
    «Carlo Di Pietro - Sursum Corda»
    https://www.sursumcorda.cloud/preghi...3-al-18-3.html
    "Novena in onore di san Giuseppe (dal 10.3 al 18.3)."
    https://www.sursumcorda.cloud/preghi...-giuseppe.html
    https://www.sursumcorda.cloud/sostienici/libri.html
    https://www.sursumcorda.cloud/massim...a-eretico.html
    “Appunti sulla questione del cosiddetto «papa eretico»”
    https://www.sursumcorda.cloud/preghi...vera-fede.html
    “Preghiera di San Pietro Canisio per conservare la vera fede”
    https://www.sursumcorda.cloud/preghiere/





    "San Gregorio Magno. Centro studi Giuseppe Federici - Per una nuova insorgenza
    Il 12 marzo la liturgia romana festeggia san Gregorio Magno, Papa, Confessore e Dottore. Lo ricordiamo con alcuni passaggi del card. Schuster tratti dal suo Liber Sacramentorum."
    Leggi tutto: http://www.centrostudifederici.org/san-gregorio-magno/

    https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net...1a&oe=5D1333AE











    «Radio Spada è un sito di controinformazione cattolico http://www.radiospada.org e una casa editrice http://www.edizioniradiospada.com
    https://www.facebook.com/radiospadasocial/ »


    «12 MARZO 2019: SAN GREGORIO MAGNO, PAPA, CONFESSORE E DOTTORE DELLA CHIESA.»
    https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net...98&oe=5D20ACBB






    “12 marzo 1088: Il Beato Urbano II de Châtillon viene esaltato al Sommo Pontificato.

    «Cessino i vostri odî intestini, tacciano le contese, si plachino le guerre e si acquieti ogni dissenso ed ogni inimicizia. Prendete la via del Santo Sepolcro, strappate quella terra a quella gente scellerata e sottomettetela a voi. [...] Quando andrete all'assalto dei bellicosi nemici, sia questo l'unanime grido di tutti i soldati di Dio: ‘Dio lo vuole! Dio lo vuole!’». (Appello di Clermont, 27 novembre 1095).”

    “Il 12 marzo 1144 Papa Lucio II Caccianemici dall'Orso viene esaltato al Sommo Pontificato.”


    “12 marzo 1622 - 12 marzo 2019, Anniversario della canonizzazione di Francesco Saverio, miracolosissimo Apostolo delle Indie.”


    “Il 12 marzo 1622, il Pontefice Gregorio XV canonizzò contemporaneamente cinque santi di straordinario peso nella vita della Chiesa: San Francesco Saverio, Sant’Ignazio di Loyola, Santa Teresa d’Avila, San Filippo Neri, Sant’Isidoro.
    In questa giornata straordinaria, la processione dei vari stendardi al suono di trombe e tamburi partì dalla basilica di San Pietro - trasformata in “theatro” - diretta a varie chiese della Città Eterna, una per ogni santo. Un giorno memorabile e dimenticato da molti.”


    “Il 12 marzo 1507 moriva in un fatto d'arme a Viana in Spagna, Cesare Borgia (1475-1507), duca di Valentinois, già gonfaloniere e capitano delle armate pontificali dal 1498 al 1503, duca di Romagna, già cardinale diacono di Santa Maria Nuova dal 20 settembre 1493 al 17 settembre 1498. Clericus et miles.”
    «Il 12 marzo 1507 moriva in combattimento a Viana (Navarra) Cesare Borgia, figlio di Papa Alessandro VI, Duca del Valentinois, già Cardinale diacono di Santa Maria Nuova, Gonfaloniere di Santa Romana Chiesa e Capitano generale di Santa Romana Chiesa.

    Il post - sebbene ciò sia abbastanza chiaro e non abbisogni di precisazioni - vuole unicamente ed asetticamente ricordare la morte di un personaggio storico di fondamentale importanza nell'ottica della politica italiana ed europea del periodo compreso fra il tramonto del secolo XV e il sorgere del secolo XVI.»
    https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net...aa&oe=5D0C219F


    « Il 12 marzo 1940 passava alla gloria eterna del Paradiso don Luigi Orione, fondatore della Piccola opera della Divina Provvidenza, Apostolo di Carità e di antimodernismo sotto l'amico san Pio X.

    “Il fine della Congregazione è di accrescere in noi e in altri l’amore al Romano Pontefice. Pare che il Signore l’abbia fatta sorgere contro le eresie moderne. Questo fine è precipuo: lottare estremamente contro chi vuole fare il deserto attorno al Santo Padre. Questa Congregazione è tutta del Papa, benché piccola, benché minima, pure essa è tutta di Lui” »
    https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net...a6&oe=5D0ED11B





    “Nell'anniversario della morte (12 marzo 1925).
    https://www.radiospada.org/2018/03/l...il-modernismo/
    L’omaggio di Radio Spada a padre Guido Mattiussi SJ, combattente implacabile contro il modernismo.”


    «Ascoltiamo il monito di Pio XII nell’80° anniversario dell'incoronazione (12 marzo 1939):

    "A nessuno è lecito essere svogliato e pigro, mentre sovrastano tanti mali e tanti pericoli, mentre quelli che sono dall'altra parte così alacremente lavorano per distruggere le basi stesse della religione cattolica e del culto cristiano. Non si verifichi mai che «i figli del secolo siano più prudenti dei figli della luce» (Lc 16, 8 ); non sia mai che questi siano meno attivi di quelli. Ma le forze umane sono inefficaci, se non sono corroborate dalla grazia divina. Vi esortiamo perciò, venerabili fratelli, a iniziare quasi una crociata di preghiere tra i vostri fedeli, per chiedere dal Padre delle misericordie e dal Dio d'ogni consolazione (cf. 2 Cor 1, 3), gli opportuni rimedi ai mali presenti". (Anni Sacri, 12 marzo 1950).»
    «Pio XII solennemente incoronato "Padre dei principi e dei re, Reggitore del mondo e Vicario in terra del Salvatore nostro Gesù Cristo" il 12 marzo 1939.»
    https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net...f8&oe=5D132E19








    https://www.facebook.com/pietroferrari1973/
    “A.M. «San Gregorio fu un Papa della fine del VI° secolo.
    Le sue grandi virtù attirarono su di lui gli sguardi del Papa Pelagio, il quale voleva farlo un Cardinale, ma il popolo ed il clero romano volevano farlo addirittura un Papa. La sua umiltà fu tale che si nascose all'annuncio della notizia ma la Provvidenza ne dispose diversamente poiché il suo nascondiglio, una caverna, fu scoperto da una misteriosa colonna di fuoco che appariva al di sopra, ma una volta eletto, volle essere chiamato il servitore dei servitori di Dio. Questa virtù si manifestò ancora per il fatto che la sua vasta scienza non lo portò mai a disprezzare gli altri. Difatti, una colomba, simbolo dello Spirito Santo, si trovava vicino a lui nel momento in cui componeva i suoi scritti. Di più, la sua dignità eminente non l'impedì di esercitare la carità, la regina delle virtù, poiché invitava spesso i poveri al suo tavolo, ed il Nostro Signore per approvare questa condotta era venuto tra i suoi invitati sotto l'apparenza di un povero. Fu tanto grande nelle sofferenze poiché malgrado la guttata di cui soffriva, riuscì ad esercitare il suo carico ed a comporre i suoi scritti pieni di saggezza. Si riposò nel Signore nell’anno 604.».”








    Como ovejas sin Pastor
    http://sicutoves.blogspot.com/


    https://moimunanblog.com/





    https://lacontrerevolution.wordpress.com/


    Le CatholicaPedia Blog | CatholicaPedia, une mémoire de la Tradition? en toute liberté
    http://wordpress.catholicapedia.net/


    Sede Vacante -
    http://www.catholique-sedevacantiste.fr/




    Ligue Saint Amédée
    http://liguesaintamedee.ch/
    https://www.facebook.com/SaintAmedee/
    «Intransigeants sur la doctrine ; charitables dans l'évangélisation [Non Una Cum].»
    “Mieux vaut une petite œuvre dans la Vérité, qu’une grande dans l’erreur.”

    "Discipline originelle du carême chrétien."
    https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net...0a&oe=5D10EEFC


    “Neuvaine à Saint Joseph (du 10 au 18 mars).”


    http://liguesaintamedee.ch/saint-du-...goire-le-grand
    “12 mars : Saint Grégoire le Grand, Pape (540-604)”
    http://liguesaintamedee.ch/applicati...e_le_grand.png









    Lodato sempre sia il Santissimo nome di Gesù, Giuseppe e Maria!!!
    Christus vincit! Christus regnat! Christus imperat!
    Luca, Sursum Corda – Habemus Ad Dominum!!!
    ADDIO GIUSEPPE, mio caro fratello di sangue e spirito, sono LUCA e nel mio CUORE sarai sempre PRESENTE!
    NOI 2 insieme, uniti OLTRE LA MORTE ed il tragico DESTINO SIA IN TERRA CHE IN CIELO, per SEMPRE VEDREMO LA LUCE - SURSUM CORDA!

 

 

Discussioni Simili

  1. 25 marzo - Annunciazione della Beata Vergine Maria
    Di Augustinus nel forum Tradizionalismo
    Risposte: 43
    Ultimo Messaggio: 09-04-18, 23:05
  2. 31 marzo 2008: San Giuseppe sposo della Beata Vergine Maria
    Di Guelfo Nero nel forum Tradizione Cattolica
    Risposte: 265
    Ultimo Messaggio: 31-03-08, 02:08
  3. 9 Marzo - S. Caterina (Vigri) da Bologna, Vergine
    Di Vandeano (POL) nel forum Tradizionalismo
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 09-03-08, 12:03
  4. [foto] Toscana: Volterra e S. Gimignano
    Di I-DAVE nel forum Natura e viaggi
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 06-11-05, 10:38
  5. ma che fina ha fatto il 319?
    Di concorde nel forum Aviazione Civile
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 07-04-05, 18:48

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226