User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 17
  1. #1
    airone
    Ospite

    Predefinito Aeroporto di Bari al via i primi test (video)

    EWWIWA non sto più nella pelle, sono troppo impaziente, l'amico aggiano ha appena visitato anche all'interno la nuova aerostazione ed è tutto davvero pronto stanno addiruittura pulendo i vetri, ci siamo, non ci posso credere.
    Scusate l'entusiasmo, ma potete capirmi


    http://www.antennasud.it/index.php?a...ivi.avi.rm.rpm

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Araldo
    Data Registrazione
    13 Nov 2004
    Località
    Bari
    Messaggi
    811
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Posto di seguito le foto del secondo aereo che oggi è stato attaccato ai finger della nuova aerostazione dell'aeroporto di Bari. Il primo aereo a completare con successo le operazioni di imbarco e sbarco a mezzo finger è stato un velivolo AZ questa mattina alle 11. Alle 14 e 30 è toccato ad un 737 Air One avvicinarsi ed essere completamente servito dal finger numero 2.







    Adriano

  3. #3
    Araldo
    Data Registrazione
    13 Nov 2004
    Località
    Bari
    Messaggi
    811
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito







    Adriano

  4. #4
    airone
    Ospite

    Predefinito

    OT :aggiano mi puoi telefonare please che hai il cell spento devo dirti alcune cose

    scusate per il messaggio pvt

  5. #5
    airone
    Ospite

    Predefinito

    Un pò di rassegna stampa sull'argomento, gli articoli di Franco Giuliano della gazzetta del mezzogiorno mi lasciano incantato su come con enfasi il giornalista tratta l'argomento che bello

    L'evento Questa sera la «bonifica» sicurezza. Domani la visita del presidente Berlusconi.

    Bari, atterra il primo aereo

    Collaudata la nuova aerostazione: passeggeri sùbito entusiasti Lo scalo ha superato la delicata prova dell'aggancio telescopico


    BARI17 marzo 2005, ore 11,47: nel nuovo aeroporto di Bari sbarcano i primi passeggeri. Anche se quello di ieri non sarà lo sbarco ufficiale che riporteranno i libri di «storia» dedicati al nuovo aeroporto di Bari (tecnicamente doveva essere una simulazione), in realtà il primo arrivo è diventato un evento. La prova generale prima della vera e propria apertura dello scalo in programma «entro la fine del mese». Il gigantesco «Airbus» dell'Alitalia denominato «W. Amadeus Mozart» si avvicina lentamente a una delle quattro passerelle telescopiche collegate all'aerostazione. Il pilota manovra l'aereo fino al punto limite indicato dalla striscia gialla sulla pista. In realtà - qui a Bari come in molti altri aeroporti di primo livello - a guidarlo c'è un display collegato a sofisticato sistema di lettura ottica che misura, a mano a mano che l'aereo si avvicina al pilastro da cui sporge il finger, la distanza che lo separa dal pilastro. Un'operazione - normale in qualsiasi aeroporto del mondo - che ieri qui nel nuovo scalo di Bari trattandosi della «prima volta» ha emozionato le decine di tecnici, funzionari e dirigenti dei vari enti aeronautici tutti con il fiato sospeso fino all'istante in cui l'aereo è stato quasi «accarezzato» dalla passerella telescopica. Quindici anni dopo il primo progetto tecnico, cinque anni dopo la posa della prima pietra (il 21 marzo del 2000), a due anni di distanza dalla rescissione del contratto con l'impresa che si aggiudicò il primo appalto, e dopo infiniti rinvii e attese, la nuova aerostazione di Bari può dirsi di fatto «operativa». Quando il portellone dell'aereo si apre Francesco Cannito 37 anni di Rutigliano, titolare di un'azienda ittica che importa aragoste dal Canada e proveniente da New York, via Milano-Malpensa, si trova di fronte i flash dei fotografi e le telecamere che lo immortalano. È lui il primo passeggero che entrerà nella storia. Si guarda intorno. «Ho vinto qualcosa?», dice sorridendo. «Sì, per ora la prima pagina», rispondono i tanti cronisti presenti. Tutti i passeggeri del volo non entreranno nella nuova aerostazione tirata ormai a lucido: scenderanno invece dalla scaletta che dà direttamente sulla pista. Dove ad attenderli ci sono i «bus interpista» che li hanno poi trasferiti nella vecchia aerostazione. Qualche minuto dopo, stessa operazione con i passeggeri che si sono imbarcati sullo stesso aereo in partenza sempre per Milano-Malpensa. Sono scesi dai bus e fatti salire con la scala di servizio fin dentro la passerella ancora attaccata all'aereo. Alle 12 e 20 il gioco era finito. L'aereo, il primo aereo che aveva avuto gli onori della cronaca, è ridecollato dalla nuova aerostazione di Bari-Palese. Pronta ora per il grande giorno. Che la Seap dice di tenere segreto. In realtà si tratta ormai di ore, forse pochissimi giorni. Una cosa è certa: non ci sarà alcuna cerimonia, nessun taglio del nastro. Così ha detto il presidente della Regione, Raffale Fitto, l'unico che ha la chiave per aprire lo scalo al traffico. È così direttore? «Certo, sarà il presidente a dirci quando aprire. Noi da oggi siamo teoricamente pronti». O quasi. Certo è che questa verifica era fondamentale anche per le autorizzazioni da parte delle autorità aeronautiche che ieri hanno assistito alla cerimonia tecnica. «La verifica era necessaria - spiega il direttore della Seap, Marco Franchini - per verificare il vero momento critico della gestione aeroportuale: le operazioni di sbarco e imbarco con attracco dell'aeromobile al molo. Un momento delicato che serviva per tarare la complessa macchina della assistenza agli aeromobile e ai passeggeri effettuata dal Seap con una performace di servizio che ha aumentato la qualità professionale degli stessi dipendenti». Fino a ieri infatti gli aerei venivano lasciati sui piazzali e operavano in regime di self manovring, era lo stesso pilota cioè che si fermava in un determinato punto della piazzola assegnata. Oggi invece il pilota deve farsi assistere dal personale della Seap sia al momento dell'arrivo che quando sblocca per la partenza. Quando arriva gli viene assegnato un molo per l'attracco. Il pontile (la passerella telescopica) si avvicina e avvolge la porta anteriore dell'aeromobile per consentire il deflusso dei passeggeri. Alla partenza invece quello stesso pontile si allontana dal naso dell'aeromobile e uno dei tre push back tractor (costo 120 mila euro ciascuno) guidato da un addetto abilitato (ieri da Donato Cardinale) Seap aggancia il rotino anteriore e lo traina fino al centro del piazzale di sosta aeromobile dove lo libera per il decollo. Tutto questo, da ieri, nel nuovo aeroporto di Bari Palese è realtà. Bari insomma come Parigi, Milano o New York. Prego signori si parte. Franco Giuliano

    18/03/2005


    SONDAGGIO/Successo dell'iniziativa della Gazzetta

    Un nome all'aeroporto

    Bari, centinaia le proposte dei nostri Lettori


    «Come vorresti che si chiamasse il nuovo aeroporto internazionale di Bari»? Eccole le prime proposte: «Aeroporto degli Ulivi», Aeroporto del Mediterraneo»; oppure «Volare Oh Oh». Ma anche Aeroporto «Aldo Moro», Aeroporto d'Oriente». Sono già centinaia i fax, le e-mail e le lettere dei lettori che stanno rispondendo alla nostra iniziativa per dare un nome al nuovo aeroporto di Bari. Il sondaggio lanciato dalla Gazzetta che mira a coinvolgere i nostri lettori nella scelta di un nome per la nuova aerostazione di Bari, ha già avuto un grande successo. Le proposte giunte agli indirizzi pubblicati. Da oggi, oltre a poter «votare» stampando il coupon pubblicato sul portale internet «www.lagazzettadelmezzogiorno.it» è possibile chiamare (dalle 10 alle 19) il nostro numero verde dedicato. Tutte le proposte dei lettori verranno pubblicate tra qualche settimana sul giornale. Sarà poi - come ha consigliato la stessa Seap - una apposita commissione composta dalle istituzioni territoriali (Comuni, Province, Camere di Commercio, Università) a scegliere alla fine il nome più evocativo. Comunque, come detto, da un punto di vista aeronautico i quattro scali (come anche quelli di altri aeroporti italiani) continueranno a chiamarsi con il nome che hanno: quello di Bari «Bari-Palese-Macchie»; quello di Brindisi, «Papola-Casale»; quello di Grottaglie, «Marcello Arlotta»; e quello di Foggia, «Gino Lisa». Cominciamo con questo di Bari, secondo le modalità indicate nel tagliando qui sotto. Dopo il sondaggio sarà allargato anche agli altri tre aeroporti, cioè Brindisi, Foggia e Grottaglie. Il nome dovrebbe poter dare una caratterizzazione geografica ai singoli aeroporti, contribuendo così alla identificazione dello scalo rispetto al territorio. f.g.

    18/03/2005


    IN OMAGGIO/Su Ali del Levante

    Una pubblicazione dedicata al gigante




    BARILa Seap pubblicherà un numero speciale della rivista «Ali del Levante» (diretta da Michele Fortunato) nel quale saranno contenuti tutti i numeri del «gigante». L'iniziativa editoriale oltre ad offrire dettagliate informazioni sulle caratteristiche tecnologiche offrirà importanti spunti e considerazioni sull'aeroporto. Questo luogo di transito di passeggeri da e per la Puglia vuole essere - nelle intenzioni dei vertici della Seap - anche un vero e proprio centro di aggregazione culturale «fortemente rappresentativo della nostra regione». Tra le altre informazioni la pubblicazione conterrà quindi, il programma delle manifestazioni culturali che la società organizzerà nel corso dell'anno all'interno della struttura. L'idea è quella di dedicare un'area del piano uffici per eventi (mostre e concerti) che si terranno con frequenza settimanale. Nel volume naturalmente non mancheranno le cifre finanziarie dell'opera e i numeri che fanno di questa struttura un record di dettagli. «Grazie ai quali - giurano alla Seap - il nuovo aeroporto di Bari entrerà nella storia di questa regione». A partire dal suo suo valore economico: 90 milioni di euro (aerostazione 60, trenta vie di rullaggio e piazzale aeromobili), più 7 milioni di euro per il parcheggio multipiano. «Ma soprattutto per ciò che esso rappresenta per lo sviluppo del territorio». Per avere un'idea della sua grandezza, basta pensare che, solo le superfici distribuite su cinque livelli, coprono 29.000 metri quadrati; la potenza elettrica necessaria ad illuminarla è di 5 megawatt, sufficiente per 1.600 appartamenti. I numeri forniti dalla Seap parlano di «300.000 metri di cavi per potenza, pari a 200.000 chilogrammi, di canalizzazioni per 200 chilometri». Il gigante vive e respira: oltre il 50-60% dei duecentomila metri cubi d'aria trattati, viene recuperato e riutilizzato. A mandare avanti la struttura sono stati impiantati 210 motorizzazioni tra pompe, compressori e caldaie, oltre ai 130 motori ad uso esclusivo dei nastri trasportatori dei bagagli. All'interno duemila lampade e otto lucernari di vetro blu a forma piramidale. Eppoi: 14 ascensori e quattro scale mobili, oltre 60.000 metri quadrati di superficie asfaltati. Per finire alle quattro passerelle telescopiche, ai ventimila metri quadrati di controsoffittatura, quattromila di superfici vetrate, alle 700 porte interne, ai 500.000 kg di solai in ferro, 40.000 metri quadrati di pitture, 15.000 di superfici impermeabilizzate e 25.000 di murature. Una chicca: la Seap ha realizzato una colonna sonora «adeguata per ogni fascia oraria» che verrà diffusa all'interno della aerostazione. Non solo: gli esperti hanno anche selezionato un profumo, anzi «un timbro olfattivo» con una essenza profumata particolare che verrà irradiata nello scalo attraverso un sistema di vaporizzazione. f.giul

    18/03/2005

  6. #6
    You'll never walk alone!
    Data Registrazione
    28 Oct 2004
    Messaggi
    838
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Il gigantesco «Airbus» dell'Alitalia denominato «W. Amadeus Mozart»
    --> Non male

    Più seriamente, in bocca al lupo all'aeroporto di Bari, e grazie a Adriano per le foto!

    Nicola

  7. #7
    airone
    Ospite

    Predefinito

    In Origine postato da Nicola_LIMF
    [i]
    e grazie a Adriano per le foto!

    Nicola
    Grazie si, ma se si fosse portato delle batterie cariche non si sarebbe trovato con la digitale fuori uso e ci avrebbe postato anche qualche foto degli interni, la prox volta sta più attento altrimenti ti spacco le braccine

  8. #8
    Member of EA
    Data Registrazione
    24 Mar 2004
    Località
    Milan, Italy.
    Messaggi
    4,738
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Ciao!!!

    Eh,eh la prima foto un Luthanza, ops scusami un AirEinz!

    Complimenti per le foto....! E in cul. al cetaceo per Bari!

    Per tua info, Bologna -3,9% a Febbraio (traf. pax)...

  9. #9
    airone
    Ospite

    Predefinito

    In Origine postato da I-TIGI


    Per tua info, Bologna -3,9% a Febbraio (traf. pax)...
    Vedrai che si riprendono dopo che Blu Bricorama inizierà ad usare l'hangar

  10. #10
    Member of EA
    Data Registrazione
    24 Mar 2004
    Località
    Milan, Italy.
    Messaggi
    4,738
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Si certo per i ferry fly da FCO e MXP !

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Video collegamento metro Bari-aeroporto.
    Di Paxromana nel forum Aviazione Civile
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 05-11-05, 10:39
  2. nuvo aeroporto di bari
    Di francesco1974 nel forum Aviazione Civile
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 17-02-05, 07:44
  3. Ancora su aeroporto di Bari
    Di airone nel forum Aviazione Civile
    Risposte: 26
    Ultimo Messaggio: 16-09-04, 16:02
  4. Ancora su aeroporto di Bari
    Di airone nel forum Aviazione Civile
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 10-06-04, 20:19
  5. aeroporto bari
    Di francesco1974 nel forum Aviazione Civile
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 19-01-04, 18:20

Chi Ha Letto Questa Discussione negli Ultimi 365 Giorni: 0

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226