User Tag List

Pagina 1 di 9 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 81
  1. #1
    Lib Lib Lib
    Data Registrazione
    21 Apr 2009
    Messaggi
    185
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Moratoria sulla pena di morte

    30-03-2009
    TOSCANA: MARTINI, IMPEGNO REGIONE CONTRO PENA DI MORTE

    (ASCA) - Firenze, 30 mar - ''Sono felice che siate qui, in questa sala 'Pegaso', il cavallo alato simbolo della Toscana e della sua storia come terra di diritti. La Toscana e' fortemente impegnata contro la pena di morte e lo e' da molto tempo. E' vero che in questi anni sono stati ottenuti importanti risultati in molte parti del mondo, ma non dovunque, e noi vogliamo e speriamo di ottenerne di nuovi in futuro''. Lo ha detto il presidende della Regione Toscana Claudio Martini, rivolgendosi ai delegati del comitato direttivo della Coalizione Mondiale contro la pena di morte, riunito stamani nella sede della Regione Toscana a Firenze.

    Il lavoro dei 20 delegati che fanno parte del direttivo, in rappresentanza di enti pubblici e organizzazioni non governative di tutto il mondo si concludera' domani.

    L'apertura dei lavori e' stata dell'assessore regionale alla cooperazione internazionale Massimo Toschi. Toschi ha sottolineato l'importanza del lavoro svolto dalla Coalizione, che ha portato all'approvazione della moratoria sulla pena di morte da parte dell'Onu, e ha ribadito l'obiettivo della definitiva abolizione della pena capitale. In questo ambito Toschi ha osservato come ''l'impegno della Coalizione debba concentrarsi particolarmente nel convertire le grandi religioni monoteiste, Cristianesimo, Islam ed Ebraismo, ad una condanna netta della pena di morte e all'impegno per la sua abolizione. Ancora le grandi religioni mostrano troppe incertezze - ha continuato Toschi- nei confronti di un rifiuto netto verso questo che e' uno dei tre pilastri della cultura della morte e della violenza: la guerra, la tortura e, appunto, la pena di morte. E sono proprio questi che devono essere banditi dalla cultura giuridica dell'umanita', che deve avere al centro la vita e non la morte''.

    afe/rg/lv

    (Asca)

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Lib Lib Lib
    Data Registrazione
    21 Apr 2009
    Messaggi
    185
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Moratoria sulla pena di morte

    Esteri

    03/04/2009 - 13.10
    PENA DI MORTE: NESSUNO TOCCHI CAINO, PROGETTO IN CONGO


    (IRIS9 - ROMA, 3 APR - Abolire la pena di morte in Congo. E' l'obiettivo dichiarato di Nessuno tocchi Caino che ha messo in campo un vero e proprio progetto presentato oggi alla Camera da Sergio d'Elia, segretario dell'associazione, Emma Bonino, Vice-Presidente del Senato; Chantal Kanyimbo, Presidente dell'Associazione della Stampa congolese; Carlo Romeo, Direttore generale Segretariato Sociale RAI; Marco Baccin, Ministro plenipotenziario Direzione Generale Cooperazione allo Sviluppo. "Dopo il secondo voto dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite sulla risoluzione per la moratoria universale delle esecuzioni capitali - ha spiegato D'Elia -, Nessuno tocchi Caino e' impegnata nell'attuazione della risoluzione a partire dal continente africano. L'abolizione della pena di morte nella Repubblica Democratica del Congo farebbe assumere a questo paese il ruolo di paese-simbolo - ad un tempo - del martirio dell'Africa, ma anche della capacita' di questo continente di sanare i suoi conflitti, approdare alla democrazia e lanciare messaggi di tolleranza". Il progetto "Abolizione delle pena di morte nella Repubblica democratica del Congo" e' finanziato al 50 percento dalla Cooperazione allo sviluppo del ministero degli Affari Esteri del governo italiano, ed e' patrocinato dal segretariato sociale Rai e dall'associazione stampa congolese. Il progetto prevede due momenti: una conferenza al Parlamento congolese e l'organizzazione di una grande campagna di comunicazione e sensibilizzazione dell'opinione pubblica che sara' curata da Oliviero Toscani attraverso un seminario di quattro giorni che si svolgera' a Kinshasa dal 9 al 12 giugno. Insomma, si fara' una campagna multimediale contro la pena di morte con spot, manifesti, articoli, slogan. "Bisogna battere alcuni pregiudizi - ha spiegato Chantal Kanyimbo - perche' l'opinione pubblica ritiene che la pena di morte sia uno strumento di espiazione e di deterrenza contro i reati". Per Emma Bonino si tratta di un "progetto originale, innovativo e ambizioso", ma se ci saranno risultati positivi altri paesi africani si uniranno a questa iniziativa.

    MarDi

  3. #3
    Lib Lib Lib
    Data Registrazione
    21 Apr 2009
    Messaggi
    185
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Moratoria sulla pena di morte

    PENA DI MORTE. Campagna per abolirla in Africa
    03 aprile 2009



    La promuove Nessuno Tocchi Caino

    A volte non basta abolire la pena di morte se poi non si riesce a diffondere la cultura del diritto e delle garanzie. Parte da questo principio la campagna promossa da Nessuno Tocchi Caino per l'abrogazione delle esecuzioni capitali nel continente africano. L'organizzazione guidata da Sergio d'Elia, attraverso il finanziamento della Cooperazione allo sviluppo del ministero degli Esteri e con il patrocinio del segretariato sociale della Rai, ha deciso di cominciare questa battaglia partendo dalla Repubblica democratica del Congo, dove sono stati organizzati, dal 9 al 12 giugno 2009, una conferenza nazionale per la moratoria della pena di morte e un seminario, destinato a giornalisti e operatori della comunicazione, per diffondere nel Paese l'informazione su questo tema.

    Dal 2003, ha riferito d'Elia, il Congo ha sospeso le esecuzioni e una commissione governativa, ha spiegato la presidente dell'Associazione della stampa congolese Chantal Kanyimbo, è al lavoro per riformare il codice penale e abrogare le norme sulla pena di morte. Ma al lavoro legislativo, ha aggiunto d'Elia, va affiancato l'impegno per diffondere nel Paese la cultura del diritto. «L'abolizione della pena di morte -ha affermato l'esponente dei Radicali - farebbe assumere alla Repubblica democratica del Congo il ruolo di Paese-simbolo nella capacità di questo continente di sanare i suoi conflitti, approdare alla democrazia e lanciare un messaggio di tolleranza». E qui entra in gioco il fotografo Oliviero Toscani, a cui è stato affidato il compito di realizzare una campagna di informazione abolizionista e di condurre un seminario sulla comunicazione sociale destinato a 50 tra giornalisti e operatori dell'informazione. «Per noi -ha aggiunto Chantal Kanyimbo- è essenziale che l'opinione pubblica venga sensibilizzata sul tema dell'abolizione della pena di morte. C'e' un imponente lavoro di informazione da fare».

  4. #4
    Lib Lib Lib
    Data Registrazione
    21 Apr 2009
    Messaggi
    185
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Moratoria sulla pena di morte

    Pena di morte: il punto di Amnesty International PDF Stampa E-mail
    martedì 24 marzo 2009

    'La pena di morte è la punizione estrema. E' crudele, inumana e degradante. Nel XXI secolo non dovrebbe esserci più posto per decapitazioni, sedie elettriche, impiccagioni, iniezioni letali, fucilazioni e lapidazioni''. E' quanto dichiarato da Irene Khan, segretaria generale di Amnesty International presentando il rapporto annuale sulla pena di morte nel mondo.

    Secondo il rapporto, "Condanne a morte ed esecuzioni nel 2008", sono state messe a morte circa 2.390 persone in 25 paesi del mondo, in cui si è evidenziato un incremento del 50% a causa della Cina. Nel rapporto si legge infatti che "Solo in Cina hanno avuto luogo quasi tre quarti delle esecuzioni su scala mondiale, 1718 su 2390, dati che si teme potrebbero essere piu' elevati poiche' le informazioni sulle condanne a morte e le esecuzioni restano un segreto di stato".

    Irene Khan, ha voluto comunque sottolineare come la situazione stia migliorando, "La buona notizia è che le esecuzioni hanno luogo in un piccolo numero di Paesi. Questo dimostra che stiamo facendo passi avanti verso un mondo libero dalla pena di morte. La brutta notizia, invece, è che centinaia di persone continuano a essere condannate a morte nei Paesi che ancora non hanno formalmente abolito la pena capitale".

    Se infatti il 75% dei paesi del mondo hanno abolito la pena capitale, il 93% di tutte le esecuzioni è avvenuto in soli cinque paesi: Cina, Iran, Arabia Saudita, Pakistan e Stati Uniti.

    Per quanto riguarda gli USA, le esecuzioni nel 2008 sono state 37, 18 solo in Texas, e rappresenta il numero più basso dal 1995; ''E' chiaro che ormai anche negli Usa l'orientamento generale va cambiando,ha affermato Irene Kahn, stiamo progredendo verso un mondo senza pena capitale''.

    Il rapporto analizza le singole zone geopolitiche, sottolineando come in Asia i paesi che ancora ricorrono alla pena di morte siano 11: Afghanistan, Bangladesh, Cina, Corea del Nord, Giappone, Indonesia, Malaysia, Mongolia, Pakistan, Singapore e Vietnam.

    La seconda zona con il più alto numero di esecuzioni (508) è la regione dell'Africa del Nord-Medio Oriente, solo in Iran sono state messe a morte almeno 346 persone, tra cui segnaliamo otto minorenni, mentre in Arabia Saudita le esecuzioni sono state 102.

    In Europa, l'unico stato a prevedere ancora la pena di morte è la Bielorussia, Amnesty International ha evidenziato come "non esistono dati o statistiche ufficiali", stimando che "piu' di 400 persone siano state messe a morte dal 1991, anno in cui la Bielorussia e' diventata indipendente". "L'intero procedimento che riguarda la pena di morte e' avvolto dal segreto, si legge nel documento di AI, I prigionieri e i loro familiari non sono informati sulla data dell'esecuzione; il corpo del condannato non viene restituito alla famiglia, ne' viene detto dove sia sepolto".

    Nel 2004, la Corte costituzionale ha dichiarato che la pena di morte e' in conflitto con la Costituzione e che dovrebbe essere abolita dal Presidente e dal parlamento; Ai ha visitato il paese nell'ottobre scorso e ha dichiarato come "le autorita' non hanno ancora dimostrato la volonta' politica di intraprendere i necessari cambiamenti legislativi o di iniziare un ampio dibattito pubblico sull'argomento".

    ALESSIA CARLOZZO

  5. #5
    Lib Lib Lib
    Data Registrazione
    21 Apr 2009
    Messaggi
    185
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Moratoria sulla pena di morte

    Abolire la pena di morte in Congo, iniziativa di Nessuno tocchi Caino

    venerdì 03 aprile 2009
    “L’Africa è il luogo dove si decide il futuro di un mondo realmente condiviso”. Sono le parole di Marco Baccin, ministro plenipotenziario Direzione Generale Cooperazione allo Sviluppo MAE, durante conferenza stampa di presentazione del progetto di abolizione della pena di morte nella Repubblica democratica del Congo, sostenuto dall’associazione “Nessuno tocchi Caino”.

    L’Africa, oltre a vantare il numero più alto di paesi abolizionisti, ha compiuto significativi passi in avanti rispetto al tema della pena capitale. Nel 2008 le esecuzioni in tutto il Continente sono state 19 contro le almeno 26 del 2007 e i paesi ad aver praticato la pena di morte sono stati 4 (e non 7 come nel 2007): Botswana, Libia, Somalia e Sudan.

    “Nell’ultimo anno – ha spiegato Sergio D’Elia segretario di Nessuno tocchi Caino – Burundi, Mali e Togo hanno annunciato l’imminente abolizione della pena di morte e l’ultima esecuzione in Congo risale al gennaio 2003 quando, un mese dopo l’uccisione in segreto di 15 persone condannate dal tribunale militare, quest’ultimo è stato soppresso”.

    Un risultato raggiunto anche grazie alla missione del 2003 a Kinshasa, la capitale del Congo, capeggiata da Nessuno tocchi Caino, Emma Bonino e Aldo Ajello. “L’incontro con il presidente Kabila – ha proseguito D’Elia – è stato decisivo perché fu egli stesso ad assumersi l’impegno di interrompere le esecuzioni e di fermare anche quelle previste di lì a poco per gli assassini del padre”.

    La campagna di sensibilizzazione di cui Nessuno tocchi Caino si fa promotore, comprende la cooperazione di Oliviero Toscani, fotografo di fama mondiale, e della Rai: dal 9 al 12 giugno, infatti, Toscani condurrà un seminario sulla comunicazione multimediale a Kinshasa, cui parteciperanno pubblicitari, fotografi e giornalisti provenienti da diverse province del Congo con l’obiettivo di realizzare una campagna multimediale contro la pena di morte.

    Emma Bonino ha sottolineato “L’originalità di questo progetto ambizioso che vede la triangolazione tra privati ed istituzioni tesa a creare una concreta cooperazione che funga da stimolo per gli altri paesi”. Non è casuale la scelta del Congo: esso costituisce il simbolo dei conflitti che colpiscono l’Africa ma anche della necessità e della possibilità di arrivare a soluzioni basate sulla democrazia e sulla tolleranza.

    “L’Africa è anche nei punti centrali dell’agenda del G8 di cui l’Italia ha la presidenza” ha spiegato Baccin. “L’impegno italiano per l’affermazione del diritto inalienabile di ogni essere umano alla vita è costante e – ha proseguito il ministro – sfida la diffusione di un atteggiamento, incrementato dalla crisi globale che stiamo attraversando, che ritiene irrealizzabile una cooperazione costruttiva”.

    Una cooperazione, quindi, che costituendo un dovere morale e un impegno internazionale, svolge un fondamentale interesse comune. (Em.M)

  6. #6
    Lib Lib Lib
    Data Registrazione
    21 Apr 2009
    Messaggi
    185
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Moratoria sulla pena di morte

    Iran, condanna a morte per la ragazza-pittrice
    venerdì 17 aprile 2009

    “Spero che i colori mi restituiscano alla vita”. Sono le parole di Delara Darabi, 23enne iraniana con la passione per la pittura che il 20 aprile sarà impiccata: il 28 dicembre 2003, quando aveva 17 anni, si introdusse insieme al fidanzato Hamir Hossain 19enne, in casa di una cugina del padre per derubarla. La donna, Mahin, 58 anni, fu uccisa con una pugnalata e Delara si assunse la colpa, convinta dal ragazzo che, essendo minorenne, non sarebbe stata condannata a morte.

    Solo più tardi rivelò che l’omicidio era stato commesso da Hamin ma ormai il tribunale di Teheran aveva già stabilito il giorno della sua impiccagione: condannata a morte nel 2005, la Corte Suprema confermò il verdetto nel 2007.

    L’Iran, infatti, pur avendo ratificato la Convenzione Onu sui Diritti dell’Infanzia, punisce come adulti i bambini a partire dai 15 anni e le bambine dai 9. Delara e Hamin sono stati puniti con 3 anni di carcere, 50 frustrate per tentata rapina e 20 per la loro “relazione illecita”. Consegnata alla polizia dal padre che non volle parlarle una volta saputo che la cugina era stata uccisa, Delara fu portata nella prigione di Rasht dove, per sfuggire a una reclusione ingiusta che oltre alla libertà, le aveva sottratto la gioia della pittura e dei suoi colori, tentò il suicidio tagliandosi le vene nel 2007. Salvata e trasferita in un altro carcere della città iraniana, Delara ha potuto riprendere a dipingere e a disegnare - quando le sono stati sequestrati pennelli e colori - con le dita e il carboncino, aspettando il giorno della sua esecuzione. A inviarle l’occorrente dagli Stati Uniti è Lily Mazahery, attivista iraniana che si sta interessando anche di far conoscere il dramma e il talento di Delara esponendo le sue opere a Teheran e a Stoccolma.

    Nonostante la difesa dell’avvocato Abdolsamad Khorramshahi che ha puntato sull’autopsia dimostrando che a pugnalare Mahin fu un destrorso, mentre Delara è mancina, i giudici sono stati irremovibili: il sistema giudiziario iraniano, infatti, non è basato sulle prove e i giudici possono condannare qualcuno sulla sola base della propria “intuizione”. Non importa neanche se, in questo caso specifico, la condanna a morte di un minorenne viola le leggi internazionali.

    Le associazioni per i diritti umani hanno contato 150 bambini iraniani nel braccio della morte e la morte di almeno 8 minorenni solo nel 2008: dati che fanno dell’ Iran il secondo Paese dopo la Cina per numero di esecuzioni.

    Unico caso in cui la pena di morte può essere revocata è se i parenti della vittima accettano del denaro in cambio della vita del condannato ma nel caso di Delara, la proposta non è stata accettata.

    Toccanti le parole scritte da Delara due anni fa e rese pubbliche sul quotidiano iraniano “Etemad” dal suo avvocato: “Sai cosa significa essere prigioniero dei colori? Significa me. La mia vita dai 4 anni in poi è stata fatta di colori. Compiuti i 17 anni, li ho persi... Ora la sola immagine che appare ogni giorno davanti ai miei occhi è quella di un muro. Io Delara Darabi, incarcerata per omicidio, condannata a morte... mi sono difesa con i colori, le forme e le espressioni”. Tra tre giorni, le restituiranno la vita.

  7. #7
    Lib Lib Lib
    Data Registrazione
    21 Apr 2009
    Messaggi
    185
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Moratoria sulla pena di morte

    DIRITTI UMANI. Radicali, interrogazione al governo su 128 iracheni a rischio esecuzione
    ITALIA, 07:10:00

    2009-04-11 ROMA
    I deputati Radicali del Partito Democratico, primo firmatario l'On. Matteo Mecacci, hanno depositato un'interrogazione parlamentare a risposta scritta al Ministro degli Esteri e al Presidente del Consiglio dei Ministri per sapere quali iniziative intendano promuovere verso le autorità irachene affinché venga salvata la vita di 128 iracheni a rischio di imminente esecuzione.
    Amnesty International ha recentemente lanciato un appello per salvare la vita dei 128 condannati a morte, alcuni dei quali accusati di omosessualità.
    Le autorità irachene hanno fatto sapere di voler eseguire le condanne a morte a gruppi di 20 a settimana.
    Nell'interrogazione si chiede se non si ritenga di intervenire affinche' gli aiuti dell'Italia all'Iraq siano vincolati al rispetto dei piu' elementari diritti civili e umani e se non si ritenga urgente sollecitare le autorita' irachene ad aderire alla richiesta Onu di moratoria contro la pena di morte.
    Lo scorso febbraio il Governo italiano aveva fatto proprio un Ordine del Giorno dei deputati Radicali del Pd che prevede specifiche clausole per assicurare il rispetto dei diritti umani analoghi a quelli previsti dall'Unione europea relativamente al suo impegno di cooperazione con l'Iraq.
    Per saperne di piu' : http://www.radicali.it/

  8. #8
    Lib Lib Lib
    Data Registrazione
    21 Apr 2009
    Messaggi
    185
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Moratoria sulla pena di morte

    Il Colosseo oggi si accende in onore del New Mexico
    [M.V. IX nr. 70 | 15-04-2009 10:24 | Enti del turismo]


    l Governatore Bill Richardson ed il Reverendo Michael J. Sheehan, Arcivescovo di Santa Fe, sono parte della delegazione proveniente dal New Mexico, a cui verrà reso onore mercoledì 15 aprile durante una cerimonia che si svolgerà a Roma al Colosseo.
    La comunità di Sant'Egidio, importante organizzazione della Chiesa Cattolica gestita da laici, che promuove il dialogo, la pace e la giustizia sociale organizzerà una cerimonia in onore della delegazione dello Stato del New Mexico guidata dal Governatore Bill Richardson che è riuscito ad abrogare la pena di morte in questo Stato.

    La delegazione del New Mexico sarà inoltre presente all’udienza di Papa Benedetto XVI mercoledì 15 aprile.
    La Comunità di Sant’Egidio ha dato vita alla tradizione di illuminare il Colosseo nel 2002, quando venne istituita la Giornata Internazionale per la Vita - Le Città contro la Pena di Morte è un anniversario che si ripete ogni anno per commemorare la data del 30 novembre 1786 quando, primo fra tutti gli stati dell’epoca, il Granducato di Toscana abolì la pena di morte.
    Un'illuminazione speciale del Colosseo venne organizzata nel Dicembre del 2007, quando l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite dichiarò una moratoria internazionale contro la pena di morte in tutto il Mondo.

  9. #9
    Lib Lib Lib
    Data Registrazione
    21 Apr 2009
    Messaggi
    185
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Moratoria sulla pena di morte

    15/4/2009 - Pena di morte
    Accensione straordinaria e cerimonia al Colosseo



    Roma - Il Governatore del New Mexico, Bill Richardson, l’Arcivescovo di Santa Fe, Michael Sheehan con l’On. Gail Chasey e Viki Elky, sono a Roma su invito della Comunità di Sant’Egidio.

    Dal 2002 la Comunità di Sant’Egidio ha lanciato il movimento mondiale delle “Città per la vita, Città contro la pena di morte” e il Colosseo illuminato in maniera eccezionale – in collaborazione con l’ACEA - è diventato il simbolo della campagna Internazionale per una giustizia capace sempre di rispettare la vita e la dignità umana.

    Un'accensione straordinaria del Colosseo celebrerà il New Mexico e la legge che elimina la condanna a morte.
    L'appuntamento è per stasera, dalle 20:15 alle 21:15, con la partecipazione di Mario Marazziti, della Comunità di Sant’Egidio, del Sindaco di Roma Gianni Alemanno, del Governatore Bill Richardson e dell’Arcivescovo di Santa Fe Michael Sheehan.

    Il New Mexico è il 15mo Stato degli USA ad abolire la pena capitale.
    Dopo molti tentativi di legislatori e della società civile, e dopo l’approvazione il 10 marzo 2009 da parte del Senato dello stato del New Mexico del disegno di legge che abolisce la pena di morte, il governatore Bill Richardson ha firmato la norma il 18 marzo scorso. Si tratta di una legge che sostituisce la pena di morte con l’ergastolo, senza la possibilità di sconti di pena. Il New Mexico è il quindicesimo Stato americano ad abolire la pena capitale. Segue di meno di due anni la legge approvata nel dicembre 2007 dallo Stato del New Jersey e firmata dal governatore Corzine il 17 dicembre, alla vigilia della storica approvazione da parte dell’Assemblea generale dell’Onu a New York della Risoluzione per una moratoria universale della pena di morte.

    L’iniziativa del New Mexico è un esempio che potrebbe contagiarsi ad altri stati, dentro a fuori gli USA. Di recente molti altri stati hanno preso in considerazione leggi analoghe alla luce dell’evidenza di errori nel sistema giudiziario, dei numerosi casi di prigionieri nel braccio della morte innocenti, della crescente pressione delle famiglie delle vittime della criminalità e dell’importante risparmio che deriverebbe dall’abolizione delle pena di morte: tra i vari Stati, il Nebraska, il Maryland, il Kansas, il New Hampshire, il Colorado e il Montana.

  10. #10
    Lib Lib Lib
    Data Registrazione
    21 Apr 2009
    Messaggi
    185
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Moratoria sulla pena di morte

    Comune di Empoli
    IL CONSIGLIO COMUNALE DI EMPOLI A BARAK OBAMA: "LA PENA DI MORTE VA ABOLITA"
    Mozione approvata all’unanimità da tutti i gruppi
    Inoltrata tramite il Consolato fiorentino una lettera indirizzata al presidente degli Stati Uniti
    Una lettera indirizzata al presidente degli Stati Uniti Barak Hussein Obama, inoltrata al capo di stato americano tramite il Consolato Usa di Firenze, nella quale si chiede una moratoria della pena di morte negli Stati Uniti. La richiesta è stata inviata nei giorni scorsi dal Comune di Empoli dopo che il Consiglio Comunale, nella seduta del 27 marzo, aveva approvato una mozione proposta da gruppo consiliare Udc. Una proposta che ha riscosso il favore di tutti i gruppi presenti in Consiglio, facendo registrate un voto di approvazione unanime.

    “Nel momento in cui Lei si è appena insediato, come Presidente, su uno dei più importanti seggi del mondo – si legge nel testo della lettera inviata a Obama – Le facciamo arrivare una voce da quella terra, la Toscana, che , come stato, ebbe l’encomiabile primato ed i privilegio di abolire, per primo, la pena di morte. Abbiamo letto dalla stampa che si è già espresso con la tortura, crediamo che il sigillo migliore per chiudere questo argomento sarebbe, da persona saggia, l’abolizione della pena di morte.

    Crediamo che uno Stato sovrano non possa uccidere nessuno dei propri “figli” in quanto tali, anche se questi si fossero macchiati delle colpe più esecrabili ed è con questo spirito che la imploriamo perché durante il suo mandato si adoperi con tutte le forze affinché venga abolita negli Stati Uniti ed in tutti gli stati del mondo quella vergognosa pratica che risponde al nome di pena di morte.

    L’Italia ha già chiesto una moratoria nella sede più rappresentativa, le Nazioni Unite, speriamo che Lei, Presidente, la possa sentire come un vento saggio che spira dalla Toscana e dalla vecchia Europa verso il nuovo mondo, che Lei rappresenta, riuscendo a convincere Lei e la maggioranza del suo popolo che non si può continuare a comminare la pena di morte.

    A sessant’anni dalla “Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo” poco è stato fatto nei vari paesi e nel mondo intero per rendere valida questa dichiarazione che ci dovrebbe rendere tutti uguali nel bene. Nello sforzo che dobbiamo continuare a fare tutti insieme, nessuno escluso, se crediamo in qualcosa che è al di sopra di noi, volendo rendere veramente valida questa dichiarazione dobbiamo intraprendere un cammino fermo e risoluto contro tutto ciò che lo impedisce, e quindi anche contro la pena di morte.

    Nel formulare gli auguri più fervidi per Lei, per il suo popolo, per il suo mandato che è appena iniziato, perché questo nuovo anno 2009 che comincia con molte difficoltà di varia natura, possa portare la pace e la serenità a tutti e soprattutto una speranza a quelli che, nei vari stati del mondo, sono in attesa di una condanna che speriamo non debba essere mai più la “pena di morte”.

    15/04/2009 137
    Comune di Empoli

 

 
Pagina 1 di 9 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Moratoria sulla pena di morte
    Di Gordon Gekko (POL) nel forum Politica Estera
    Risposte: 187
    Ultimo Messaggio: 19-01-09, 17:05
  2. Approvata la moratoria sulla pena di morte!
    Di LegittimaOffesa nel forum Destra Radicale
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 17-11-07, 02:56
  3. La Moratoria sulla Pena di Morte
    Di Daniele86 nel forum Politica Estera
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 03-10-07, 18:09
  4. la moratoria sulla pena di morte è una buffonata
    Di benfy nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 07-05-07, 22:45
  5. Prodi: moratoria sulla pena di morte.
    Di lerimini nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 63
    Ultimo Messaggio: 04-01-07, 11:33

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226