User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 20

Discussione: Ormai è Africa

  1. #1
    Cacciatore di leoni
    Data Registrazione
    06 May 2003
    Località
    Savana brianzola
    Messaggi
    2,805
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Unhappy Ormai è Africa

    Capisco che questo sia un forum di politica e che il tema che lancio non sia al 100% attinente, ma mi sembra comunque assurdo farlo passare sotto silenzio.

    Mi sembra infatti che su questo sito nessuno menzioni il dramma che sta vivendo il NW in tema di siccità e caldo: non bastano certo 2 settimane di freddo in pianura a marzo per fare un inverno come si deve. Le Alpi infatti sono pelate fino a quasi 3000m, in alcuni posti non nevica da dicembre.
    Ormai è una situazione da maggio inoltrato più che da marzo.
    Mi sa che di questo passo le Alpi così come le conosciamo saranno solo un ricordo.
    La domanda che mi pongo è questa: non vi accorgete di queste cose o magari non vi interessa e basta?

    di seguito allego alcune foto come testimonianza.

    massiccio del rosa visto da Punta Jolanda a Gressoney


    Punata jolanda a 2300 mt, alcune piste come questa sono state già chiuse per massi e prati affioranti, neve marrone ovunque!


    un gigante morente sotto un sole d'agosto, a voi il Liskam! Ghiaccio scoperto ovunque e valle desolante!!


    Ecco un'ingrandimento delle tre lingue agonizzanti. Ma cosa succederà a questo punto quest'estate??? ps: notare le cupole di ghiaccio completamente pelate nelle parte alta


    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Veneto indipendente
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Serenissima Euganea
    Messaggi
    5,951
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    A dir la verità, il fenomeno siccità lo sto toccando con mano.
    Io vivio in Veneto e il mio quartiere confina cona il terreno agricolo coltivato a frumento.
    A parte quei pochi centimetri di neve recente, qui non piove da parecchi mesi. Il frumento è giallo. Stanno soffrendo di siccità anche prati e piante ornamentali e da frutto. I corsi d'acqua sono a secco in una stagione che dovrebbe registrare delle piene.
    C'è qualcosa di mutato nel clima. Non si capisce se si tratta di uno squilibrio momentaneo a carattere eccezionale o se si tratta di un fenomeno più vasto e tuttora in evoluzione.
    Anche il sole (sorvegliato anche col telescopio SOHO) ha avuto un'attività un po' anomala per il numero di macchie.

    Non sono quindi solo le Alpi occidentali a preoccupare.

  3. #3
    Registered User
    Data Registrazione
    29 Mar 2004
    Località
    Veneto/Padania
    Messaggi
    283
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In origine postato da Orso Brrrrr
    A dir la verità, il fenomeno siccità lo sto toccando con mano.
    Io vivio in Veneto e il mio quartiere confina cona il terreno agricolo coltivato a frumento.
    A parte quei pochi centimetri di neve recente, qui non piove da parecchi mesi. Il frumento è giallo. Stanno soffrendo di siccità anche prati e piante ornamentali e da frutto. I corsi d'acqua sono a secco in una stagione che dovrebbe registrare delle piene.
    C'è qualcosa di mutato nel clima. Non si capisce se si tratta di uno squilibrio momentaneo a carattere eccezionale o se si tratta di un fenomeno più vasto e tuttora in evoluzione.
    Anche il sole (sorvegliato anche col telescopio SOHO) ha avuto un'attività un po' anomala per il numero di macchie.

    Non sono quindi solo le Alpi occidentali a preoccupare.
    marso suto, april temperà, majo suto, formento par tuto.

    ve sa£udo fioi

    sb

  4. #4
    The Kount
    Ospite

    Predefinito

    come dicono i Belumàt:

    "pa forsa riva sempre pi negri: semo drio crearghe l'habitat! "

  5. #5
    Sempre Avanti
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Bologna
    Messaggi
    74,329
    Mentioned
    6 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Qui in Emilia invece è nevicato molto di più che negli scorsi anni, ma in effetti, adesso che ci penso, di pioggia non se n'è vista quasi per nulla, almeno qui a Bologna. Ho avuto l'impressione che questo inverno, sebbene iniziato in netto ritardo (a gennaio) e durato poco, sia stato più freddo dei precedenti. Che sia un segnale di inversione di tendenza? Anch'io sono molto preoccupato.
    Riaffiorano i ricordi degli anni di passione
    ritorna il vecchio sogno per la rivoluzione.
    Racconti senza fine di gente che ha pagato
    non puoi mollare adesso la lotta a questo stato.
    La rivoluzione è come il vento, la rivoluzione è come il vento.

  6. #6
    Moderatore
    Data Registrazione
    07 Mar 2002
    Messaggi
    4,076
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    i responsabili siamo noi.


  7. #7
    Il vero è un momento del falso
    Data Registrazione
    24 Oct 2004
    Località
    Sud
    Messaggi
    5,739
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Quaggiù ha piovuto più degli scorsi anni, ed è stato un inverno pìù freddo.
    Credo che le condizioni cambiano da zona a zona.
    Ma c'è alla base una tendenza al riscaldamento globale e sopratutto l'instabilità del clima.

  8. #8
    Moderatore
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    La Lupa romana è una cagna bastarda che muore allattando 2 figli di puttana
    Messaggi
    8,867
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In origine postato da PINOCCHIO
    i responsabili siamo noi.

    E poi dicono che la Padania non esiste, guardala lì che bella rossa
    Tu che odi dio e la vita cristiana
    Senti la sua presenza come un doloroso cancro
    Vengano profanate e profanate aspramente
    Le praterie del cielo bagnate di sangue

    Odiatore di dio
    E della peste della luce

    Guarda negli occhi paralizzati di dio
    E sputa al suo cospetto
    Colpisci a morte il suo miserevole agnello
    Con la clava

    Dio, con ciò che ti appartiene ed i tuoi seguaci
    Hai mandato il mio regno di Norvegia in rovine
    I tempi antichi, le solide usanze e tradizioni
    Hai distrutto con la tua orrida parola
    Ora vai via dalla nostra terra!

  9. #9
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    15,370
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito

    Che cosa ci si aspettava di ottenere coprendo il territorio di asfalto e cemento come è stato fatto negli ultimi 50 anni?
    L'ecosistema padano era uno dei più vari e interessanti esistenti al mondo perchè nel giro di pochi Km vi si ritrovano sistemi orografici tra i più diversi ed estremi.
    Ma era altrettanto delicato dal punto di vista dell'equilibrio complessivo tra i diversi ecosistemi.
    Il rispetto che presupponeva questo autentico paradiso naturale, doveva essere ben compreso da chi aveva avuto la fortuna di abitarlo.
    Purtroppo il dilavamento celebrale ad opera del dio skeo ha fatto si che i popoli padano alpini, un tempo consci del tesoro che avevano ereditato, abbiano preferito la svendita di questa preziosa eredità.
    Ora cani e porci lo stanno trasformando in una grigia e immensa periferia degradata e inquinata, dove regna incontrastata l’apatia e dove le menti “illuminate” progettano nuove strade (per correre più veloci), ferrovie (per portare passeggeri e merci in gran quantità), nuove zone industriali (per creare lavoro e sviluppo), nuovi quartieri residenziali (per dare un tetto ai milioni di disperati in arrivo), il tutto naturalmente in un territorio dove staziona stabilmente la più fetida nube tossica del pianeta; dove i fiumi sono cloache a cielo aperto; dove il suolo e il sottosuolo contengono più veleni che terra.
    Naturalmente qui devono arrivare a milioni, altrimenti a sentire qualche idiota, esiste la possibilità di diminuire di numero…………
    Non sia mai detto, vi immaginate la sciagura di vedere la Padania con una sola decina di milioni di abitanti?
    Eppure questa è la massima concentrazione antropica possibile se si desidera ancora l’esistenza degli ecosistemi sufficientemente integri.
    Quello che era possibile dare in termini di benessere e qualità della vita, il territorio con il suo ambiente l’ha dato.
    Ora non c’è più niente perché il limone è stato spremuto e ci resta tra le mani la scorza rinsecchita.
    Quello che accadrà da ora in poi, non potrà altro che essere la giusta risposta di una natura offesa e violata.
    Le piogge si faranno sempre più rade e magari si alterneranno a disastrose alluvioni.
    Il dramma è che troppi zombie lobotomizzati si aggirano ancora tra queste desolate contrade predicando ricette economiche che non possono più essere applicate ad un territorio che è ESAURITO E CONSUMATO in ogni senso.
    Ogni persona che si aggiungerà al numero spropositato che insiste su questo territorio, così come ogni infrastruttura che si renderà necessaria per le esigenze intrinseche di questa orda umana, non faranno altro che accelerare la corsa verso un disastro di dimensioni apocalittiche.
    (Proviamo a immaginare per un momento di avere a disposizione pochi litri di acqua a testa nel caso di un definitivo cambiamento dei livelli di piovosità)!
    Ho più volte accennato a queste problematiche proponendo delle riflessioni a politici, imprenditori, e a quant’altri ho potuto avvicinare.
    Devo dire che le risposte e le soluzioni non andavano più in la della beota fiducia che questa terra ha ancora tante risorse e che non c’è di che preoccuparsi.
    Se lo dicono loro……..

  10. #10
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    15,370
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Re: Ormai è Africa

    [QUOTE]In origine postato da Tahoeman
    [B]Capisco che questo sia un forum di politica e che il tema che lancio non sia al 100% attinente, ma mi sembra comunque assurdo farlo passare sotto silenzio.

    Mi sembra infatti che su questo sito nessuno menzioni il dramma che sta vivendo il NW in tema di siccità e caldo: non bastano certo 2 settimane di freddo in pianura a marzo per fare un inverno come si deve. Le Alpi infatti sono pelate fino a quasi 3000m, in alcuni posti non nevica da dicembre.
    Ormai è una situazione da maggio inoltrato più che da marzo.
    Mi sa che di questo passo le Alpi così come le conosciamo saranno solo un ricordo.
    La domanda che mi pongo è questa: non vi accorgete di queste cose o magari non vi interessa e basta?

    di seguito allego alcune foto come testimonianza.



    Le montagne le amo e guardo con sofferenza le foto che hai postato.
    Tuttavia mi chiedo se non ci sia da fare qualche riflessione vedendo gli impianti di risalita a 3000 metri.
    Per quel che mi riguarda, spero che le prossime olimpiadi della neve che altro non sono l'occasione per scraventare nel territorio, milioni di metri cubi di cemento, si svolgano in un clima festoso........
    mi riferisco alla temperatura che spero non scenda mai sotto i 10 gradi sopra lo zero.
    Notte compresa.

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Africa....
    Di Carrie nel forum Natura e viaggi
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 13-11-09, 17:39
  2. In Africa
    Di Sheera (POL) nel forum Politica Estera
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 06-06-08, 10:34
  3. Africa
    Di Alberich nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 28-06-07, 16:45
  4. L'Africa
    Di Sgiar nel forum Il Seggio Elettorale
    Risposte: 31
    Ultimo Messaggio: 24-03-05, 18:50
  5. USA for Africa
    Di Oli nel forum Musica
    Risposte: 16
    Ultimo Messaggio: 09-09-02, 17:37

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226