User Tag List

Risultati da 1 a 2 di 2
  1. #1
    Veneto
    Data Registrazione
    01 May 2002
    Località
    Veneto
    Messaggi
    1,508
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Interessante Articolo Di Massimo Fini:federalismo Imperfetto

    Il Gazzettino
    Venerdì, 25 Marzo 2005





    FEDERALISMO IMPERFETTO
    Di Massimo Fini


    La Riforma Costituzionale varata in prima istanza dal Parlamento (ce ne vorrà una seconda, ex articolo 138 della Costituzione, come per ogni legge che modifichi la carta) non è grave perché mette in pericolo l'unità nazionale e porta al "disfacimento del Paese" come scrive Ernesto Galli della Loggia sul Corriere di ieri e come pensano in molti, a sinistra ma anche, sia pur sottotraccia per disciplina di partito, a destra.
    I poteri forti conferiti al premier (che vengono, in modo contraddittorio, contestati dalla sinistra, sempre in nome di quell'unità nazionale e di quell'amor di Patria di cui, per decenni, imbevuta dell'internazionalismo marxista, non le è importato nulla) servono proprio a bilanciare il nuovo assetto federale, un po' come avviene negli Stati Uniti dove ogni Stato ha le sue leggi ma l'unità della Nazione è garantita e gestita dal Presidente eletto direttamente dal popolo.

    Inoltre gli idolatri dell'unità nazionale (fra cui non mi annovero) ritenendo a dir poco vergognosa la storia dell'Italia nei centrotrent'anni della sua unità e invece straordinaria, da ogni punto di vista, a cominciare da quello artistico e culturale (la sua storia pre-unitaria, dell'Italia dei Comuni e delle Repubbliche) devono rassegnarsi a un progressivo indebolimento e, alla lunga, alla scomparsa dello Stato nazionale in Europa.

    Quando l'Europa sarà veramente unita, oltre che economicamente anche politicamente e militarmente, lo Stato nazionale troppo piccolo e debole per assicurare da solo la difesa, troppo grande e poco coeso per rispondere alle esigenze identitarie dei localismi, non avrà più alcun senso.

    La debolezza della riforma sta nell'aver spalmato il federalismo su ventuno Regioni. Ciò impedirà a ciascuna Regione qualsiasi politica di ampio respiro e porterà a uno spezzettamento legislativo ridicolo e foriero di intoppi e di inefficienze (non ha alcun senso, per esempio, che il Veneto e la Lombardia che sono molto simili orograficamente, economicamente, socialmente, culturalmente, abbiano una legislazione diversa). In questo modo andrà a finire fatalmente che alla burocrazia dello Stato centrale si aggiungeranno le burocrazie delle ventuno Regioni, in una sommatoria di poteri invece che in un loro snellimento e decentramento.

    La riforma federale utile, ragionevole e necessaria era quella proposta dalla Lega alle sue origini delle tre "macroregioni", Nord, Centro e Sud, coese dal punto di vista orografico, economico, sociale, culturale ed etnico, e sufficientemente ampie per poter impostare politiche localistiche di buon respiro. Inoltre, in prospettiva, le "macroregioni" sarebbero state i punti di riferimento periferici di un'Europa realmente unita al posto dello Stato nazionale del malo tempo che fu di cui oggi sono nostalgici quasi solo i 60-80enni e i cultori di un Risorgimento che fu opera di élites ristrettissime che lo imposero all'italiano (ai plebisciti unitari partecipò il 4 per cento della popolazione) e di una Resistenza che non c'è mai stata, cioè i nostri fasulli miti fondativi.

    Il premierato forte, come dicevo, è coerentemente il contrappeso all'assetto federale. Certo che se il presidente del Consiglio assomma ulteriori poteri controlla anche tutte le televisioni nazionali, il determinante settore pubblicitario con il quale può condizionare anche l'informazione di carta stampata, e vasti comparti dell'economia, allora è vero che il premierato può trasformarsi in una "dittatura del premier". Ma questo è un problema che è legato alla figura di Silvio Berlusconi e che, con lui premier, ci sarà nell'Italia di domani, riformata, esattamente come c'è già da tempo in quella di oggi.

    Massimo Fini

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    11 Dec 2010
    Messaggi
    5,525
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Fini ha ribadito l'essenza del suo pensiero, ormai noto ai più. E' un autore piuttosto vicino alle tematiche della "nouvelle droite francese", che nel federalismo e nel superamento dell'idea nazionale vede una sorta di continuità fra l'antica organizzazione pre-moderna e i tempi presenti.
    Interessante l'idea macro-regionale, a patto che sia controbilanciata dalla massima autonomia "cantonale" e che quindi rappresenti un organismo leggero di coordinamento senza forti responsabilità decisionali.
    Tuttavia i problemi, purtroppo, ora sono ben altri.

 

 

Discussioni Simili

  1. Articolo di Massimo Fini
    Di Rodolfo (POL) nel forum Destra Radicale
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 10-11-05, 01:11
  2. Un articolo di Massimo Fini
    Di daca. nel forum Destra Radicale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 04-04-05, 00:16
  3. Federalismo Imperfetto
    Di Der Wehrwolf nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 29-03-05, 13:00
  4. Articolo di Massimo Fini
    Di Spirit nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 22-03-04, 08:52

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226