User Tag List

Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 24
  1. #1
    Silvioleo
    Ospite

    Predefinito La cultura della vita, la cultura del mercato

    La cultura della vita, la cultura del mercato

    Di don Robert Sirico*

    Che cosa svaluta la vita umana? I nosti tempi sono indubbiamente caratterizzati dalla mancanza di rispetto per la dignità della persona umana. Molti che proclamano la cultura della vita evitano il mercato in quanto corruttore della vita umana. Si pensa che il mercato riduca le persone a meri attori economici, il cui valore risieda soltanto nella loro potenzialità di guadagnare o nella loro capacità produttiva. Ad ogni modo, un simile fraintendimento dell’economia di mercato finsce per ostacolare coloro che si sforzano di lottare contro il degrado della persona umana. Riflettiamo più profondamente sull’interazione, la tensione e la definitiva riconciliazione della cultura del mercato e la cultura della vita.

    Vorrei essere chiaro nelle definizioni. La cultura della vita è il riconoscimento che questa vita è uno stadio temporaneo dell’esistenza eterna e che la vita stessa è un dono fattoci dal nostro Creatore che dovrebbe essere preservato con la massima cura e responsabilità. La vita porta in sé un valore sacro dal primo concepimento fino alla fine, ed ogni essere umano ha il diritto di vedere la propria vita rispettata al massimo. Il mercato non è una mera astrazione che descrive la produzione e la distribuzione economica, quanto, piuttosto, rappresenta le stesse persone _ persone che risparmiano ed investono, stipulano contratti e scoprono mercati, si assumono il rischio e fanno sogni. Nelle loro vite economiche, in quanto produttori e consumatori, essi cooperano all’interno di una vasta rete di scambi nei quali individui di mezzo mondo comprano i loro prodotti e forniscono i loro prodotti.

    Il mercato rinforza la cultura della vita ed il suo ordine morale in tre fondamentali modi. In primo luogo, il mercato promuove la pace tra gli uomini. Dai più semplici ai più complessi tra gli scambi di mercato, hanno tutti una cosa in comune: le persone scambiano volontariamente l’un l’altro per la loro reciproca soddisfazione. In secondo luogo, il mercato offre agli individui le migliori opportunità per impiegare la loro creatività e partecipare pienamente alla società, obbedendo così al comando di Dio di lavorare e di creare. Di contro, vincoli legali ed incentivi perversi posti in essere dai governo impediscono alle persone di entrare nella forza lavoro, di migliorare le proprie capacità e di diventare una parte vitale della divisione del lavoro nella società. In terzo luogo, il libero mercato promuove il miglioramento materiale dell’umanità. Ad esempio, ad esso dobbiamo la moderna medicina, l’elettricità, l’acqua corrente e, adesso, l’accesso all’informazione ad un segmento della popolazione mondiale in continua espanzione.

    È una sfortuna e altamente pericoloso che gran parte dei più espliciti difensori del mercato spesso tralasciano le fondamenta morali della libertà. A coloro che possono essere tentati di credere che la società possa ruotare attorno all’estratto conto, la cultura della vita lancia un messaggio: le ragioni di base possono esistere anche in una economia di mercato. Ci sono valori più elevati del profitto e del successo di mercato, tra i quali c’è il preminente valore della stessa vita. Ciò che proponiamo, allora, è una libera economia che ponga la persona umana al centro delle azioni economiche, dal momento che la persona umana è la fonte di qualsiasi iniziativa economica. Il mercato, permeato dalla virtù e dalla libertà, è un alleato necessario per un ordine sociale che rispetti la dignità umana.

    * Presidente Istituto Acton

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    God, Gold & Guns
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    La democrazia è due lupi e un agnello che votano su cosa mangiare a colazione. La libertà è un agnello ben armato che contesta il voto. (Benjamin Franlink)
    Messaggi
    14,798
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Io sono dell'idea che una persona vale piu' per quello che HA e che FA che non per quello che E'.

    Lo scopo della vita e' il Progresso (quello che ci permette di dominare la natura), e non un semplice trascorrere del tempo. In altre parole io vedo la vita come un MEZZO (un mezzo importante, importantissimo, il piu' importante di tutti, ma pur sempre un mezzo) e non come un FINE.

    La Liberta' Economica e' l'unica liberta' Sacra, le altre sono subordinate e derivanti da essa. Ad esempio dalla liberta' economica di produrre e di vendere il cibo, deriva la liberta' di sfamarsi.... discorso simile per vestirsi, abitare in una casa, svagarsi su Pol, ecc, ecc

  3. #3
    Enciclopedista
    Data Registrazione
    18 Apr 2004
    Località
    Milano
    Messaggi
    1,627
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In origine postato da Il Condor
    Io sono dell'idea che una persona vale piu' per quello che HA e che FA che non per quello che E'.

    Lo scopo della vita e' il Progresso (quello che ci permette di dominare la natura), e non un semplice trascorrere del tempo. In altre parole io vedo la vita come un MEZZO (un mezzo importante, importantissimo, il piu' importante di tutti, ma pur sempre un mezzo) e non come un FINE.

    La Liberta' Economica e' l'unica liberta' Sacra, le altre sono subordinate e derivanti da essa. Ad esempio dalla liberta' economica di produrre e di vendere il cibo, deriva la liberta' di sfamarsi.... discorso simile per vestirsi, abitare in una casa, svagarsi su Pol, ecc, ecc

    Meglio parlare di libertà dal bisogno.
    Diderot

  4. #4
    God, Gold & Guns
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    La democrazia è due lupi e un agnello che votano su cosa mangiare a colazione. La libertà è un agnello ben armato che contesta il voto. (Benjamin Franlink)
    Messaggi
    14,798
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In origine postato da Diderot
    Meglio parlare di libertà dal bisogno.
    I bisogni sono lo stimolo necessario che porta al Progresso.

    E' la lotta fra individui per accapparrarsi egoisticamente delle risorse limitate, che spinge l'evoluzione (non solo socio-economica, ma anche biologica) verso nuovi traguardi.

    Un mondo dove "tutti hanno tutto" e' il peggior mondo che riesco ad immaginare... molto peggio dello stalinismo...

  5. #5
    Enciclopedista
    Data Registrazione
    18 Apr 2004
    Località
    Milano
    Messaggi
    1,627
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In origine postato da Il Condor
    I bisogni sono lo stimolo necessario che porta al Progresso.

    E' la lotta fra individui per accapparrarsi egoisticamente delle risorse limitate, che spinge l'evoluzione (non solo socio-economica, ma anche biologica) verso nuovi traguardi.

    Un mondo dove "tutti hanno tutto" e' il peggior mondo che riesco ad immaginare... molto peggio dello stalinismo...
    A te dispiace un mondo - che non esisterà mai - dove tutti hanno tutto. Evidentemente preferisci il mondo attuale, in cui pochi hanno troppo e masse sterminate muoiono di fame.
    Diderot

  6. #6
    God, Gold & Guns
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    La democrazia è due lupi e un agnello che votano su cosa mangiare a colazione. La libertà è un agnello ben armato che contesta il voto. (Benjamin Franlink)
    Messaggi
    14,798
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In origine postato da Diderot
    A te dispiace un mondo - che non esisterà mai - dove tutti hanno tutto. Evidentemente preferisci il mondo attuale, in cui pochi hanno troppo e masse sterminate muoiono di fame.
    A me piace un mondo dove ognuno ha in base alle sue CAPACITA'.

    Ed il giudice sulle capacita' e' il MERCATO

    Il compito della politica deve essere quello di far rispettare le regole a tutti. Per questo, ad esempio, io sarei favorevole ad iniziare subito una guerra contro l'Argentina per obbligarla a pagare i suoi debiti. Una cosa del tutto improbabile... quindi come vedi il mondo attuale e' molto lontano da quello che piace a me

  7. #7
    Silvioleo
    Ospite

    Predefinito

    In origine postato da Diderot
    A te dispiace un mondo - che non esisterà mai - dove tutti hanno tutto. Evidentemente preferisci il mondo attuale, in cui pochi hanno troppo e masse sterminate muoiono di fame.
    è in quel "non esisterà mai" che sta il punto...

  8. #8
    Enciclopedista
    Data Registrazione
    18 Apr 2004
    Località
    Milano
    Messaggi
    1,627
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In origine postato da Il Condor
    A me piace un mondo dove ognuno ha in base alle sue CAPACITA'.

    Ed il giudice sulle capacita' e' il MERCATO

    Il compito della politica deve essere quello di far rispettare le regole a tutti. Per questo, ad esempio, io sarei favorevole ad iniziare subito una guerra contro l'Argentina per obbligarla a pagare i suoi debiti. Una cosa del tutto improbabile... quindi come vedi il mondo attuale e' molto lontano da quello che piace a me
    Certamente il mondo attuale non è un mondo in cui ognuno riceve secondo le sue capacità.

    Certamente il tanto decantato mercato non distribuisce i beni secondo le capacità di ciascuno.

    Certamente il mercato non è un giudice (ovvero è un pessimo giudice).
    Diderot

  9. #9
    Estremista della libertà
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Stanza dei bottoni del Forum "Libertarismo"
    Messaggi
    18,289
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In origine postato da Il Condor
    A me piace un mondo dove ognuno ha in base alle sue CAPACITA'.
    Attento che questa frase può nascondere delle insidie, anche se ovviamente il senso è più che giusto

  10. #10
    Enciclopedista
    Data Registrazione
    18 Apr 2004
    Località
    Milano
    Messaggi
    1,627
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Se ognuno deve ricevere secondo le sue capacità, i cretini devono morire di fame ?
    Diderot

 

 
Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 32
    Ultimo Messaggio: 06-11-07, 13:17
  2. Non esiste democrazia se non c'è cultura della vita
    Di niocat55 (POL) nel forum Cattolici
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 19-05-06, 09:17
  3. Conferenza:Radici Cristiane,cultura e difesa della vita!
    Di normanno nel forum Tradizione Cattolica
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 18-11-05, 19:37
  4. Conferenza:Radici Cristiane,cultura e difesa della vita!
    Di normanno nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 18-11-05, 19:37
  5. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 18-11-05, 19:34

Chi Ha Letto Questa Discussione negli Ultimi 365 Giorni: 0

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226