User Tag List

Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 27
  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    17 Jul 2003
    Località
    laddove fabbricano la nebbia
    Messaggi
    173
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Calderoli e i forestali calabri

    Ho trovato quest'articolo di Gian Antonio Stella (non certo un giornalista padano ), che ha scritto questo simpatico articolo su Calderoli: beh se è vero, chissà perchè non lo dubito, è davvero una storia penosa!

    =========================================
    Incarichi inespletati Calabria, il commissario Calderoli non arrivò
    Nominato commissario, annunciò: vado lì per sistemare una rogna, sono la persona giusta. Ma nessuno l’ha mai visto

    «Sbrigate le formalità, partirò», aveva giurato. Di più: «Se al prossimo comizio non mi trovate, venite a cercarmi in Aspromonte». Sì, ciao. Sua Eccellenza il Commissario Spazzola Roberto Calderoli, dopo aver fatto fulmini e saette per essere lui a strigliare personalmente i forestali calabresi, in Calabria non ha mai messo piede. Manco una volta in mesi e mesi. Manco per sbaglio. Mai chiesto ai sindacati una carta, un numero, un documento. Zero. Offrendo ai critici, in questi giorni di sospiri sulle ragioni della legnata al Polo, buone ragioni per fare una domanda: è questo il modo di affrontare i problemi del Sud? Perché sia chiaro: i forestali calabresi un problema lo sono. E' vero che non siamo più ai deliri clientelari dell'83 quando il loro numero si impennò al record di 28.904, ridicolizzando i 20 mila forestali della British Columbia cui spetta vigilare sui boschi di un territorio 65 volte più grande. E' vero che le assunzioni indecenti di un tempo nei paesi di mafia (una «giacca verde» ogni 15 adulti a Mammola, una ogni 13 a Platì, una ogni 8 ad Africo) sono molto più rare. E' vero che oggi nessuno oserebbe riproporre le 19 qualifiche varate 7 anni fa su cui svettava l'«aiuto-autobottista».
    E magari oggi Giacomo Mancini non ripeterebbe quella maledizione del '98 quando lui, calabrese e socialista, urlò che i forestali erano «una maledizione». Restano però sacche di inefficienza, contaminazioni pericolose, vistosi residui di clientelismo. E anche se i sindacalisti reggini hanno ragione se dicono che la Lega «non si indignò quando gli allevatori del Nord scaricavano letame sull'asfalto, per le quote latte», è fuori discussione che uno Stato non può essere ricattato con un blocco di aeroporti, autostrade, stazioni e imbarcaderi quale quello scatenato dai forestali nel dicembre scorso dopo il taglio, in Finanziaria, dei 160 milioni di euro necessari a pagare gli stipendi per un altro anno. Detto questo, la gestione dell'affare, a distanza di mesi, appare catastrofica.
    Ricordate? Costretto a mollare e ripristinare i finanziamenti tagliati, Berlusconi (che si limitò a sfogare il malumore sul proprio cedimento definendolo «un paradigma illuminante di ciò che non deve fare lo Stato» e lagnandosi di quanti «mettono a dimora le piante e nello stesso tempo si augurano un incendio») prese in parola la scenata di Calderoli. E per strappare il sì della Lega lo nominò seduta stante «commissario ai forestali». Quelli di An, di Forza Italia e dell'Udc saltarono su come tarantolati: «Ma come: un leghista!» «Attenzione, se viene a monitorare la gestione dei fondi, bene. Se invece viene a invadere i compiti della Regione, ciò suonerebbe come inaccettabile rimprovero!», si indignò l'allora presidente regionale Giuseppe Chiaravalloti. E le accuse di assistenzialismo? «Infamia!». Più di tutti, però, strillò Gianni Alemanno il quale, urlando che Calderoli non era «assolutamente l'uomo adatto», cercò in tutti i modi di mettersi di traverso. Inutilmente. «E' chiaro che Alemanno ha paura di Calderoli come commissario», insinuò Alessandro Cè, «perché quanto è stato coperto fino ad oggi riguardo l'assistenzialismo di certe zone del Sud verrebbe scoperto».
    Dotatosi di lente, pipa e berrettino a scacchi, Robert «Sherlock» Calderoli si mise dunque al lavoro. Meglio: annunciò che si sarebbe messo al lavoro. Suonando oboe, tromba e grancassa: «Sistemare il Sud, risolvendo assistenzialismo e clientele, è interesse del Nord. E per la faccenda dei forestali ci vuole qualcuno con una testa diversa...». Cioè lui: «Non certo Alemanno: lui ha bisogno forse di garantirsi simpatie dei forestali. Io andrò lì per sistemare una rogna». Certo, ammise, poteva apparire un po' inesperto: è vero che aveva fatto dei rally, scritto un'autobiografia («Mutate mutanda») dove aveva fatto «una faticosa autopsia di se stesso» e assunto la carica di ministro per le Riforme pure essendo un dentista, tuttavia in materia era a digiuno. Niente paura, però: «Non conosco il problema, ma sono la persona giusta per risolverlo». Sicuro? Sì, rispose parlando in terza persona come Giulio Cesare e i mediani: «Abbiamo trovato finalmente la persona giusta che risolverà il problema dei forestali calabresi». Sul serio? «Io vengo dalle montagne e dai boschi e credo di avere competenza». E rincarò: «Se Berlusconi ha scelto me non è un segno di ostilità verso il Meridione ma è per il mio pragmatismo. Affronterò la questione degli 11.200 forestali in Calabria in modo concreto. Sto già pensando a un progettino per lo sviluppo turistico dei parchi calabri...». Lo spiegò anche a Bruno Vespa, venendone benedetto come un uomo che «adora il Sud»: «Ignazio La Russa prevede che verrò dato per disperso sull'Aspromonte. Vuole scommettere invece che mi innamorerò dei calabresi? Anzi...». Anzi? «Delle calabresi».
    Macché: mai viste. Almeno non in Calabria. E neppure a qualche riunione con i forestali o i loro delegati, dato che non ne ha fatta una. L'unica volta che fu sul punto (quasi) di scendere, alla vigilia di Natale, diede buca: «Improcrastinabili impegni istituzionali». Gli amici della Casa delle Libertà, che gli avevano preparato un'accoglienza calorosa sperando di far rientrare le diffidenze, ci restarono male. «Verrò un'altra volta», disse lui. Mai visto. Peccato. Sarebbe stato interessante sentirgli spiegare un'altra idea grandiosa: «Stiamo lavorando a un progetto che non vada a penalizzare nessuno ma addirittura sia un'occasione rilancio. Ne faremo una Svizzera: il Cantone Calabro!».
    Gian Antonio Stella
    13 aprile 2005

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    piemonteis downunder
    Data Registrazione
    20 Mar 2002
    Località
    sydney
    Messaggi
    3,615
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Ahi ahi ahi Asterix, si vede che sei nuovo del Forum

    adesso ti attirerai una sequenza di interventi di gente
    che gli indichi la luna e loro guardano il dito.

    Prevedo due correnti di risposte Intelligenti":
    1) Stella e' antileghista, vuole screditare il movimento
    2) La sinistra avrebbe fatto peggio, non vuoi mica
    che vada la sinistra al governo?



    (Per quel che mi riguarda, la mia opinione e' che Calderoli
    in Aspromonte dovrebbe andarci e restarci....e anch'io non ho trovato
    minima traccia di lavoro svolto da Calderoli nel suo nuovo incarico)

  3. #3
    Ecogiustiziere Insubre
    Data Registrazione
    05 Apr 2004
    Località
    Dove c'è bisogno di me, in Insubria
    Messaggi
    3,516
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In origine postato da aussiebloke
    Ahi ahi ahi Asterix, si vede che sei nuovo del Forum

    adesso ti attirerai una sequenza di interventi di gente
    che gli indichi la luna e loro guardano il dito.

    Prevedo due correnti di risposte Intelligenti":
    1) Stella e' antileghista, vuole screditare il movimento
    2) La sinistra avrebbe fatto peggio, non vuoi mica
    che vada la sinistra al governo?



    (Per quel che mi riguarda, la mia opinione e' che Calderoli
    in Aspromonte dovrebbe andarci e restarci....e anch'io non ho trovato
    minima traccia di lavoro svolto da Calderoli nel suo nuovo incarico)
    Propendo per l'ipotesi:
    3) Sappiamo che Stella è antileghista e antipadanista, ma sappiamo anche che Calderoli è Calderoli...
    Iunthanaka
    Conte della Martesana

  4. #4
    email non funzionante
    Data Registrazione
    17 Jul 2003
    Località
    laddove fabbricano la nebbia
    Messaggi
    173
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In origine postato da Iunthanaka
    Propendo per l'ipotesi:
    3) Sappiamo che Stella è antileghista e antipadanista, ma sappiamo anche che Calderoli è Calderoli...
    Beh che Stella sia anti-lega e anti-Padania si sà (l'ho inserito anche nella mia premessa): si era già svelato tale ai tempi delle sue prime pubblicazioni come "Dio Po" oppure "Scheì".
    Diciamo che approfitta subito quando un leghista "pesta una cacca" per renderlo pubblico. Peccato che questa potrebbe essere una cacca molto grossa per il dentista!

  5. #5
    Iscritto
    Data Registrazione
    04 May 2002
    Messaggi
    822
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Sveglia! calderoli non è MAI STATO NOMINATO COMMISSARIO PER LA CALABRIA!
    Possibile che ci cascate anche voi alle idiozie antipadane di quel figuro?

  6. #6
    email non funzionante
    Data Registrazione
    04 Mar 2002
    Località
    Per non lottare ci saranno sempre moltissimi pretesti in ogni circostanza, ma mai in ogni circostanza e in ogni epoca si potrà avere la libertà senza la lotta!
    Messaggi
    12,320
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In origine postato da Herr Mann
    Sveglia! calderoli non è MAI STATO NOMINATO COMMISSARIO PER LA CALABRIA!
    Possibile che ci cascate anche voi alle idiozie antipadane di quel figuro?
    ma infatt anche a me sembrava che la "nomina" non fosse mai andata in porto, per le forti opposizioni dei soliti noti terronofili

  7. #7
    email non funzionante
    Data Registrazione
    18 Dec 2004
    Messaggi
    4,622
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In origine postato da Herr Mann
    Sveglia! calderoli non è MAI STATO NOMINATO COMMISSARIO PER LA CALABRIA!
    Possibile che ci cascate anche voi alle idiozie antipadane di quel figuro?
    Sempre per quanto riguarda la questione dei forestali calabresi, il centrodestra ha deciso di nominare commissario il ministro per le Riforme Roberto Calderoli, che prenderà questa funzione da subito.
    http://www.panorama.it/italia/politi...-A020001028252

    Bari, 14 mar. - (Adnkronos) - ''Non bisogna dare spago a Calderoli e alla campagna elettorale della Lega. Siccome e' stato nominato commissario per i forestali calabresi perche' non va a occuparsi di loro?''.
    http://it.news.yahoo.com/050314/201/35aa1.html

    Fra le questioni risolte della Finanziaria, la vertenza dei forestali calabresi, una grana scoppiata proprio in questi giorni: il governo è pronto a stanziare 160 milioni di euro per il 2005. Le risorse saranno reperite dal fondo occupazione del welfare e sarà il ministro leghista per le Riforme istituzionali Roberto Calderoli, nella veste di commissario, a seguire la questione.
    http://www.informaconsumatori.it/ras...82d7b6ded7ba86


    Sveglia...mah

  8. #8
    email non funzionante
    Data Registrazione
    04 Mar 2002
    Località
    Per non lottare ci saranno sempre moltissimi pretesti in ogni circostanza, ma mai in ogni circostanza e in ogni epoca si potrà avere la libertà senza la lotta!
    Messaggi
    12,320
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    sul sito del senato questo incarico non risulta...

  9. #9
    Padania libera dai padioti
    Data Registrazione
    14 Jun 2002
    Messaggi
    2,329
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Se Stella ha toppato (allora è davvero un coglione) si beccherà una querela di sicuro.

    Io lo farei

  10. #10
    email non funzionante
    Data Registrazione
    17 Jul 2003
    Località
    laddove fabbricano la nebbia
    Messaggi
    173
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In origine postato da LosVonRom
    Se Stella ha toppato (allora è davvero un coglione) si beccherà una querela di sicuro.

    Io lo farei

    Se è una balla allora è stato Stella a pestare un bella cacca!
    Io ad onor del vero ho usato il condizionale, la verità non la conosco, spero di apprendela da voi, però non so' perchè ma credo che stavolta Stella abbia ragione....

 

 
Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Calabri impenitenti
    Di Eridano nel forum Lega
    Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 11-04-13, 15:26
  2. FORESTALI AL SUD e Calderoli
    Di Felsineo nel forum Padania!
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 20-06-06, 20:01
  3. Alemanno: no Calderoli commissario per i forestali
    Di benelos nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 26
    Ultimo Messaggio: 17-12-04, 12:37
  4. Calderoli commissario dei forestali
    Di pensiero nel forum Padania!
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 16-12-04, 09:20
  5. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 10-12-04, 14:30

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226