User Tag List

Pagina 1 di 6 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 51
  1. #1
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    15,429
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Borsato e gli "errori di gioventù"

    Il musicista:<<Sì, sono stato vicino alla Lega ma si tratta di un errore di gioventù. Credo però sia giusto valorizzare e trasmettere le tradizioni locali>>

    Borsato:<< Canto in dialetto la strada della vita>>

    Esce l’ultimo disco del cantautore bassanese. Le ballate raccontano il Vento degli anni Cinquanta

    LE RADICI
    L’idea è quella di mettere assieme le cose semplici a partire dalle nostre origini.

    I MAESTRI
    Tra i miei punti di riferimento De Andrè, Knopfer e Springsteen

    Usare il linguaggio universale della musica per trasmettere il legame con le tradizioni e il territorio. Bassanese figlio di immigrati, un'infanzia vissuta fra la campagna veneta e un paesino vicino a Zurigo, una gioventù segnata dall'attrazione per le spinte autonomiste espresse dalla Lega (allora in Veneto era semplicemente la Liga), Sergio Borsato ha fatto bingo con il suo quarto album dal titolo La strada bianca.

    L'ultimo lavoro in studio del cantautore bassanese, distribuito da Sony Music in tutto il mondo, sta conquistando pubblico, critica e media statunitensi e tedeschi. E mentre «America Oggi», il più importante quotidiano italiano distribuito in milioni di copie negli Stati Uniti, gli dedica un corposo primo piano, l'ormai ex «cantautore della Lega» guarda avanti.
    Liquidando la vicinanza al movimento di Umberto Bassi come «un errore di gioventù» e dando vita ad un ampio progetto culturale che ha un univo obiettivo: promuovere e diffondere la lingua, la tradizione e la cultura locali attraverso la musica.

    Borsato, cosa significa trasmettere in musica il legame con il territorio?

    «La grande idea è quella di mettere assieme le cose semplici, a partire dalla nostra storia e dalle nostre origini. Occorre valorizzare, e nel mio caso, cantare, le tradizioni locali, basate anche sulle piccole cose, per confrontarsi con il resto del mondo».

    Da cosa è animato il suo nuovo disco?

    «Fa parte di un progetto che ruota attorno ai "Figli di una luna storta", un gruppo di amici e musicisti che cerca di ripercorrere una strada tradizionale che parta dal nostro territorio, per riscoprire la cultura e la koinè locali.
    Solo grazie alle differenze si può ambire a un mondo unitario».



    Che cos'è la «strada bianca» che dà il titolo all'album?

    «È un percorso pieno di sassi e di buche, la strada della vita, quella che ci porta a vivere gioie e dolori e che ci riconduce a noi stessi. La strada bianca è l'anello di congiunzione tra passato e presente che fa aprire i cassetti della memoria».

    Le sue ballate cantano il Veneto degli anni Cinquanta e Sessanta. E’ un mondo che non esiste più l'immaginario di riferimento del disco?

    «Cerco di cantare delle storie reali, senza voler a tutti i costi condannare l'attualità. Dobbiamo cercare di trasferire gli aspetti positivi di quel periodo parlando però il linguaggio dei nostri figli. Purtroppo, in questi anni, alla fonte del progresso abbiamo dovuto lasciare molte cose belle, a partire dal paesaggio».

    Quanto pesa il dialetto nella sua musica?

    «Cerco di utilizzare la musicalità della lingua veneta, che fa parte del nostro patrimonio. Nelle canzoni unisco la lingua veneta a quella nazionale, ma anche gli arrangiamenti si basano su sonorità locali che io amo chiamare "adriatiche". In questo mi ha aiutato molto un grande musicista come Andrea Braido. Per il resto i punti di riferimento sono De André, Knopfler e Springsteen».

    Il suo primo album; del '96, s'intitolava Camicia Verde. Quanto conta la politica per Borsato?

    «Da giovane pensavo che urlando si potesse cambiare il mondo. Quando mi sono avvicinato alla Lega volevo capire se quella voglia di indipendenza c'era davvero; la storia non mi ha dato ragione, oggi la Lega è al potere come tutti gli altri partiti, mentre io mi riconosco solo come messaggero di libertà ed essere usato per alimentare il fuoco del potere mi dà fastidio».

    Federica Baretti

    fonte: CORRIERE DEL VENETO MERCOLEDì 27 APRILE 2005

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Insubre
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Val Bossa - Padania
    Messaggi
    298
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    .

  3. #3
    VENETO LÌBARO
    Data Registrazione
    14 Mar 2002
    Messaggi
    631
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    bravo a Borsato pa aver parlà de Lengoa Veneta e no de dialetto (de l'italian.....). Ghe xe solo on erore: pa nialtri veneti la "lingua veneta" la xe propio quela "nazionale".

  4. #4
    www.leganordromagna.org
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Località
    Romagna Nazione Padana
    Messaggi
    4,777
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    ahahahahahahahahhhhhahahahahahahahaahahahah quando ho alzato dei dubbi sulla svolta "commerciale" e politicaly correct di questo personaggio qualche tempo fa ho scatenato il polverone.
    dalle sue dichiarazioni sui peccati di gioventù mi sa che avevo proprio ragione.
    questo è un altro desfroos...potere del dio denaro....

  5. #5
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    15,429
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito

    In origine postato da Celtic Pride
    ahahahahahahahahhhhhahahahahahahahaahahahah quando ho alzato dei dubbi sulla svolta "commerciale" e politicaly correct di questo personaggio qualche tempo fa ho scatenato il polverone.
    dalle sue dichiarazioni sui peccati di gioventù mi sa che avevo proprio ragione.
    questo è un altro desfroos...potere del dio denaro....

    Spiace dirlo, ma è così. Non trovo in queste dichiarazioni il Borsato che ho sempre conosciuto e apprezzato.

  6. #6
    Indipendentista
    Data Registrazione
    08 Mar 2002
    Località
    veneto
    Messaggi
    925
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Bisogna vedere se veramente ha detto che avvicinarsi alla Lega nel '96 è stato un'errore per lui. mi sembra che abbia detto solo che è deluso dalla Lega di adesso che è al governo a roma....
    poi in ogni caso non penso che il buon vecchio sergio ci metterà tanto a chiarire qui sul forum!

    intanto complimenti a Sergio!

  7. #7
    piemonteis downunder
    Data Registrazione
    20 Mar 2002
    Località
    sydney
    Messaggi
    3,615
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    mi pare che la risposta alla domanda l'abbia
    gia' data in quella stessa intervista...


    «Da giovane pensavo che urlando si potesse cambiare il mondo. Quando mi sono avvicinato alla Lega volevo capire se quella voglia di indipendenza c'era davvero; la storia non mi ha dato ragione, oggi la Lega è al potere come tutti gli altri partiti, mentre io mi riconosco solo come messaggero di libertà ed essere usato per alimentare il fuoco del potere mi dà fastidio».

  8. #8
    Moderatore
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    La Lupa romana è una cagna bastarda che muore allattando 2 figli di puttana
    Messaggi
    8,867
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In origine postato da aussiebloke
    mi pare che la risposta alla domanda l'abbia
    gia' data in quella stessa intervista...


    «Da giovane pensavo che urlando si potesse cambiare il mondo. Quando mi sono avvicinato alla Lega volevo capire se quella voglia di indipendenza c'era davvero; la storia non mi ha dato ragione, oggi la Lega è al potere come tutti gli altri partiti, mentre io mi riconosco solo come messaggero di libertà ed essere usato per alimentare il fuoco del potere mi dà fastidio».
    Come al solito i gionalisti del corriere della serva (seppur veneto) non si smentiscono mai nell'interpretare erroneamente il pensiero altrui.
    Tu che odi dio e la vita cristiana
    Senti la sua presenza come un doloroso cancro
    Vengano profanate e profanate aspramente
    Le praterie del cielo bagnate di sangue

    Odiatore di dio
    E della peste della luce

    Guarda negli occhi paralizzati di dio
    E sputa al suo cospetto
    Colpisci a morte il suo miserevole agnello
    Con la clava

    Dio, con ciò che ti appartiene ed i tuoi seguaci
    Hai mandato il mio regno di Norvegia in rovine
    I tempi antichi, le solide usanze e tradizioni
    Hai distrutto con la tua orrida parola
    Ora vai via dalla nostra terra!

  9. #9
    The Kount
    Ospite

    Predefinito

    mah...errore di gioventù??
    Ma se veniva alle manifestazioni, alle fiaccolate ed alle feste della Lega a Venezia fino all'anno scorso????
    Boh.

    Comunque una cosa è sicura, se vuoi far carriera con la musica, nn puoi dichiararti leghista, o nn venderai mai nulla.
    Molto più semplice sparare cacca su Berlusconi, paralre di pacifismo o menate simili. Allora si che vendi, e ti ritrovi in Rai tutte le settimane.

  10. #10
    Insubre
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Val Bossa - Padania
    Messaggi
    298
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In origine postato da aussiebloke
    mi pare che la risposta alla domanda l'abbia
    gia' data in quella stessa intervista...


    «Da giovane pensavo che urlando si potesse cambiare il mondo. Quando mi sono avvicinato alla Lega volevo capire se quella voglia di indipendenza c'era davvero; la storia non mi ha dato ragione, oggi la Lega è al potere come tutti gli altri partiti, mentre io mi riconosco solo come messaggero di libertà ed essere usato per alimentare il fuoco del potere mi dà fastidio».
    Per una volta, solo per questa, siamo sulla stessa lunghezza d'onda!
    Anche l'appunto di DVD è giusto.
    Però che l'errore è stato di gioventù....te sì masa veciò Sergio?

    Ciao nè

 

 
Pagina 1 di 6 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Alfano: "I giudici non pagano mai i propri errori"
    Di Eyes Only nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 43
    Ultimo Messaggio: 05-10-11, 14:02
  2. "Il comunismo nasce per correggere gli errori del capitalismo"
    Di fabiosko (POL) nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 03-07-05, 19:18
  3. Borsato e gli "errori di gioventù""
    Di Maxadhego nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 28-04-05, 20:48
  4. Risposte: 70
    Ultimo Messaggio: 15-02-05, 09:41
  5. G8, i superpoliziotti confessano: "Errori e violenze alla Diaz"
    Di Paddy Garcia (POL) nel forum Sinistra Italiana
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 07-01-03, 20:12

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226