Radicali Italiani e Associazione Coscioni: Sacconi, Fazio, basta giochi sulla pelle di malati e disabili
Domani alle 14.30 presidio nonviolento alla Conferenza Stato Regioni. Maria Antonietta Farina Coscioni è giunta al diciottesimo giorno di sciopero della fame.

Roma, 25 novembre 2009

• Comunicato stampa congiunto di Radicali Italiani e dell’Associazione Luca Coscioni

Domani, giovedì 26 novembre alle ore 14.30, si terrà in via della Stamperia 8 la riunione della Conferenza Stato-regioni.

All’ingresso della Conferenza, l’associazione Luca Coscioni e Radicali Italiani terranno un presidio nonviolento a sostegno dei malati di sclerosi laterale amiotrofica Salvatore Usala, Giorgio Pinna, Mauro Serra, Claudio Sabelli (che nelle scorse settimane hanno intrapreso uno sciopero della fame, denunciando il loro stato di abbandono) e degli obiettivi per i quali Maria Antonietta Farina Coscioni è da 18 giorni in sciopero della fame.

L’iniziativa nonviolenta, alla quale hanno finora partecipato sei parlamentari e 142 cittadini chiede al Governo, al Ministro Sacconi e al Viceministro Fazio di mantenere finalmente la parola data ed interrompere i giochini di potere e discarico delle responsabilità sulla pelle dei malati, in particolare su tre punti:

1. rendere noto l’effettivo utilizzo dei finanziamenti stanziati nel 2007 e nel 2008 per i “comunicatori” di nuova generazione che consentono ai soggetti con gravi patologie e con compromissione della facoltà di parlare e di interagire con il mondo esterno;

2. rendere effettiva ed operativa l’approvazione della nuova versione dell’assistenza protesica del nuovo Nomenclatore, in modo che sia garantita la fornitura adeguata ad ogni persona con disabilità;

3. adottare le linee guida cui le Regioni si conformano nell’assicurare un’assistenza domiciliare adeguata per i soggetti malati di sclerosi laterale amiotrofica
:: Radicali.it ::