User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 13
  1. #1
    DD
    DD è offline
    Serenity is the devil
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Messaggi
    17,997
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Al Vittoriale va in scena il "rock-nazi"...(rock?...nazi?)

    Al Vittoriale va in scena il «rock nazi» Stasera un gruppo austriaco suona con due band italiane. I loro concerti sono stati vietati in Germania e Israele
    MILANO - Suoneranno oggi al Vittoriale di Gardone Riviera, sul palco dell’Auditorium. E questa volta al posto delle divise nere indosseranno abiti tradizionali austriaci. L’ha deciso Albin Julius, leader del gruppo Der Blutharsch, una formazione viennese che fa musica «industrial». Negli ultimi due anni le è stato impedito di esibirsi a Clausnitz, in Germania, e in un locale di Chicago. La polizia tedesca si è giustificata dicendo che la band ha «tendenze di estrema destra ». Pare che per lo stesso motivo i Der Blutharsch (significa «sangue secco») non possano più suonare in Svizzera. In Olanda, a settembre, gli è andata meglio: «Ci sono state altre band che usavano la provocazione. Il loro sito può risultare fastidioso, ma non è una ragione per rifiutarli», disse il manager che aveva organizzato lo show. Ma ad ottobre hanno dovuto rinunciare alla seconda data prevista al Kosmonaut Club di Tel Aviv — dove l’etichetta Topheth Prophet ha inciso un loro album — per le proteste di Natan Sharansky, ministro della Diaspora, e di altri politici ebrei, convinti che si tratti di musicisti vicini al neonazismo e favorevoli al fascismo.«Cancellato il concerto del gruppo rock nazi» ha titolato il Jerusalem Post.
    Da un po’ il loro logo è la croce con la quale Hitler ha decorato i soldati tedeschi dopo il ’39 e l’etichetta Hau Ruck, fondata da Julius, ha prodotto un disco come «Adesso viene il bello», che contiene marce dell’epoca fascista. Stasera i Der Blutharsch suonano in provincia di Brescia. «Apertura cancelli ore 20, durante il concerto non sarà consentito prendere posto o alzarsi» raccomanda l’organizzazione. Lo spettacolo si intitola «Memento audere semper»: ricordati di osare sempre. Forse il più celebre motto di guerra dannunziano, legato alla «Beffa dei Buccari », l’azione compiuta dalla marina italiana nella notte dell’11 febbraio 1918, in una baia difesa dagli austriaci tra l’isola di Cherso e la costa istriana. Vi prese parte anche Gabriele d’Annunzio. Ora sarà la sua ultima residenza a ospitare Albin Julius e il gruppo viennese. Il Vittoriale: che da anni è una casa museo di proprietà del ministero dei Beni culturali, gestita da una Fondazione il cui presidente — adesso è la professoressa Annamaria Andreoli—viene nominato con decreto del presidente della Repubblica.
    A Gardone, con la band austriaca, ci sono altre due formazioni italiane. I Varunna, che su Internet si presentano così: «Abbiam nel petto il nero drappo, abbiam nel cuore il sacro simbolo, e sol per questo noi si muore, e sol per questo noi viviam». E gli Ain Soph, «creati come centro di approfondimento sull’esoterismo » e autori di pezzi folk ispirati a Julius Evola (ma nel disco October ci sono falce e martello in copertina). Manca il gruppo più famoso: i Death in June. Avrebbero dovuto esserci, ma il programma è cambiato. Pare si chiamino così per ricordare la «notte dei lunghi coltelli», giugno ’34, quando Hitler si liberò di Ernst Rhöm e altri comandanti delle Sturm Abteilung, le truppe d’assalto. Il brano che dà il titolo al loro album più noto, «Brown Book» (produzioni Ner, anno ’87), è una versione corale dell’ «Horst Wessel Lied», la canzone intitolata a un giovanemartire nazionalsocialista ucciso nel 1930 dai comunisti e diventata uno degli inni ufficiali dell’era nazista, forse il più caratteristico. Alla Fondazione Vittoriale spiegano che la serata non è organizzata da loro, che la sala è stata affittata. Costo? «Circa 1.000 euro ». Danno il nome di chi li ha contattati. E’ Flavio Nardi, romano, appassionato di musica e anche, dice lui, «amico di Julius». Spiega: «Organizzare eventi musicali è il mio hobby.E questo concerto risponde a miei interessi personali». Lo sottolinea perché è una delle anime di «Perimetro. Suoni, immagini, pensieri d’avanguardia», che su Internet, fra l’altro, promuove la musica «identitaria ». «Con le band che suonano stasera non c’entra — assicura —. Non mescoliamo i piani». Sintetizzando al massimo, il rock identitario lo racconta così: «Il concetto di identità è dinamico: si individuano forme e linee che cambiano nel tempo. Ma significa avere il culto delle proprie radici, invece che essere un volto piatto».
    Questo fenomeno, che dall’Italia ha attecchito in Spagna e Francia, secondo lui non è necessariamente di destra. «Per me — spiega — è identitaria anche la ricerca sulla taranta o quella della Nuova compagnia di canto popolare, che appartengono alla sinistra». Al Vittoriale, il 12 marzo, c’è stato un concerto «identitario». L’ha ideato il Laboratorio Area 27 e sul palco c’erano i Contea. Chi li ha sentiti scrive: «Evento potente, culturalmente ricco e di sapori forti... Impeccabile l’organizzazione della serata, dedicata al compianto Cristian Pertan (ricordato come musicista e sostenitore della causa istriana ndr). Sul palco le bandiere di Istria e Dalmazia, la foto di Cristian e la bandiera del Fronte della gioventù appartenuta a Sergio Ramelli (lo studente aggredito a Milano, il 13 marzo ’75, da militanti di estrema sinistra, e ucciso a colpi di chiave inglese ndr)». Appeso al soffitto della sala, oggi come a marzo, il biposto Sva 10 sul quale d’Annunzio il 9 agosto 1918 volò fino a Vienna per inondarla con 50 mila manifesti che annunciavano la vittoria italiana.
    Mario Porqueddu
    30 aprile 2005
    www.corriere.it

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Sempre Avanti
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Bologna
    Messaggi
    74,329
    Mentioned
    6 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Mitici Blutarsch, qualche anno fa li hanno fatti suonare in una piazza del centro di Bologna nell'ambito di un festival che durava una settimana, cosa che ha stupito un po' tutti, ma ne abbiamo approfittato alla grande. Il bello è che era pieno di alternativi che non sapevano chi fossero quelli sul palco, poi hanno gettato una serie di volantini con simbologia inequivocabile e la scritta "molti nemici, molto onore", e quegli animali finalmente hanno capito e se ne sono andati.

    Comunque "blutarsch" non vuol dire "sangue secco", ma è quando ti si gela il sangue nelle vene per lo spavento.
    Riaffiorano i ricordi degli anni di passione
    ritorna il vecchio sogno per la rivoluzione.
    Racconti senza fine di gente che ha pagato
    non puoi mollare adesso la lotta a questo stato.
    La rivoluzione è come il vento, la rivoluzione è come il vento.

  3. #3
    DD
    DD è offline
    Serenity is the devil
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Messaggi
    17,997
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Il primo album e' un capolavoro
    altro che "nazi-rock"....questa e' musica da capire ed interpretare......la musica dei sentimenti forti

  4. #4
    Sempre Avanti
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Bologna
    Messaggi
    74,329
    Mentioned
    6 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    VAbè, ma tu strai a dare retta ai giornalisti? Lascia che sparino le loro cazzate.
    Riaffiorano i ricordi degli anni di passione
    ritorna il vecchio sogno per la rivoluzione.
    Racconti senza fine di gente che ha pagato
    non puoi mollare adesso la lotta a questo stato.
    La rivoluzione è come il vento, la rivoluzione è come il vento.

  5. #5
    Registered User
    Data Registrazione
    01 Oct 2003
    Messaggi
    1,217
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Fenris
    Mitici Blutarsch, qualche anno fa li hanno fatti suonare in una piazza del centro di Bologna nell'ambito di un festival che durava una settimana, cosa che ha stupito un po' tutti, ma ne abbiamo approfittato alla grande. Il bello è che era pieno di alternativi che non sapevano chi fossero quelli sul palco, poi hanno gettato una serie di volantini con simbologia inequivocabile e la scritta "molti nemici, molto onore", e quegli animali finalmente hanno capito e se ne sono andati.

    Comunque "blutarsch" non vuol dire "sangue secco", ma è quando ti si gela il sangue nelle vene per lo spavento.
    Organizzato dal mitico Dj Andy.

  6. #6
    il merovingio
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Località
    Nel cuore profondo della Padania
    Messaggi
    8,652
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by DD
    Il primo album e' un capolavoro
    altro che "nazi-rock"....questa e' musica da capire ed interpretare......la musica dei sentimenti forti
    Ma i testi sono in tedesco?

  7. #7
    DD
    DD è offline
    Serenity is the devil
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Messaggi
    17,997
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by il merovingio
    Ma i testi sono in tedesco?
    Fondamentalmente non ci sono testi
    Tra l'altro nel primo album non ci sono neanche i titoli delle canzoni
    Gli altri album non so'...ma non credo ci siano veri e propi testi

  8. #8
    Kochaj mnie!!
    Data Registrazione
    04 Apr 2005
    Località
    Pö de 55miliu' de itaja' i gha riå mjå a capeser negot quan che i sent el Bresa-Bergamask...Caheghel en del cül, ansögötå a ciciarå sul en Breha-Bergamask!!!!!!!
    Messaggi
    5,560
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    che roba suonano?

  9. #9
    DD
    DD è offline
    Serenity is the devil
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Messaggi
    17,997
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by steen
    che roba suonano?
    Abbastanza indefinibili
    Potrebbero essere catalogati nel industrial folk per farla breve

  10. #10
    MILANESE DI UNA VOLTA
    Data Registrazione
    25 Mar 2002
    Località
    FUORI DA PORTA CICCA, LUNGO CORSO SAN GOTTARDO...
    Messaggi
    33,215
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Dove posso sentire qualche capolavoro di questi geni della musica?

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Nazi-rock nell'università di Bologna
    Di kamerad nel forum Destra Radicale
    Risposte: 46
    Ultimo Messaggio: 11-04-08, 13:20
  2. Anche il nazi suona il rock
    Di Epifanio nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 28-03-08, 19:23
  3. Nazi Rock ..il Link Con I Video
    Di METALLO nel forum Destra Radicale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 22-03-08, 11:13
  4. Nazi rock forever, forever Nazi rock!
    Di Bandiera Nera nel forum Destra Radicale
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 21-08-06, 02:40
  5. Spigolature: Nazi-rock
    Di kalashnikov47 nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 23-05-06, 10:41

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226