User Tag List

Risultati da 1 a 2 di 2
  1. #1
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    25,553
    Mentioned
    4 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Per un sindacato di classe

    Per un sindacato di classe
    di Walter Tanzi, Ortelli Fausto, Enzo Jorfida e altri
    su altre testate del 26/11/2009

    Nei prossimi giorni inizieranno i Congressi della CGIL nei luoghi di lavoro e nelle leghe dei pensionati.
    Nella CGIL si confronteranno idee, proposte e progetti molto differenti fra di loro ed i risultati di questa partecipazione, discussione e scelte segneranno per un periodo non certo breve i destini non solo della più grande organizzazione sindacale italiana ma, soprattutto, dell’intera classe lavoratrice, di milioni di pensionati e disoccupati, dell’intera società e del Paese.
    Per questo noi, lavoratori e lavoratrici, pensionati e pensionate, disoccupati e disoccupate, precari e precarie, dirigenti sindacali iscritti sia alla CGIL sia al PRC, nello schierarci con il documento che ha fra i suoi firmatari i segretari generali dei metalmeccanici, della funzione pubblica e di altre importanti categorie e strutture territoriali della CGIL, chiediamo al nostro Partito di non rimanere indifferente ed equidistante rispetto al confronto, alla lotta politica che vi è nella CGIL. Il partito deve stare per coerenza con chi anima le lotte in tutto il paese,contro i contratti separati,per la difesa degli stabilimenti rifutando come la Fiom compromessi contrattuali che ripropongono i contenuti dell'accordo separato.
    Non è in discussione l’autonomia del sindacato, ma in questa fase ove si prendono le decisioni da parte degli iscritti e delle iscritte è altrettanto importante l’autonomia del Partito nel saper orientare i propri iscritti.
    Rimanere indifferenti, invece, significherebbe lasciare nell’isolamento politico decine di migliaia di iscritti alla CGIL che parteciperanno ai congressi di base della CGIL.
    Così come per le alleanze politiche quello che ci contraddistingue sono e saranno i contenuti programmatici, anche per la costruzione di rapporti e interlocuzioni sociali deve valere il medesimo metodo.
    Un orientamento del Partito in questa direzione favorirebbe senza dubbio una ripresa dei rapporti fra il nostro Partito e settori decisivi che a sinistra e nel movimento sindacale conducono e condurranno le lotte per la difesa e il miglioramento delle condizioni di lavoro e di vita e che vedono nel PRC un interlocutore indispensabile e decisivo nella battaglia per la difesa della pace, della democrazia, della crescita di un movimento di lotta per la costruzione dell’alternativa anticapitalista nel nostro Paese.

    Walter Tanzi – Ortelli Fausto – Enzo Jorfida – Bruna Pronzato – Lavecchia Francesco – Simone Pulici – Danilo Cernari – Andreina Muretti – Luigi Signorile – Carlo Busca – Rolando Marrandino – Marco Verga – Dino Mensi – Arturo Geromini – Marco Dal Toso – Dafne Iriti – Luciano Barraco – Giuseppe Iriti – Aurelio Crippa – Jolanda Mei – Sandra Mantovani – Elio Della Frera – Ivan Xamo – Luigi Del Cont – Alfredo Novarini – Michele Tedesco – Graziella Soresini – Achille Zasso – Valerio Tradardi – Gian Carlo Bandinelli – Giuseppe Abba – Giacomo Feltrin – Francesco Cacioppo – Dina Cenderelli – Elisa Milanato – Alain Perretto – Renato Comelli – Carlo Amodeo – Luciano Accalai – Maria Carbone – Jone Bagnoli – Alberto Larghi – Enzo Mambretti – Maria Antonia Agostino – Giuseppe Ferricchio – Achille Pelucchetti – Guzzi Antonio – PierFranco Arrigoni – Francesco Vaia – Paola Reina – Roberto Cocevari – Antonio Lama – Giuseppina Bertoli – Walter Polionato
    Per un sindacato di classe
    -Ma dai, sarà la bora..
    -Ma non siamo a Trieste!

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Tornare tra la gente
    Data Registrazione
    28 Nov 2009
    Messaggi
    37
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Per un sindacato di classe

    Non ci stancheremo mai di ripetere che oggi servirebbe un vero sindacato di classe che tornasse a difendere i lavoratori mettendo la sua azione in sintonia con i precari, i disoccupati e tutti coloro che sono fuori da questo ingiusto mercato del lavoro.
    Sappiamo quanto questo sia ancor più difficile con la scomparsa di una vera sinistra anticapitalista degna di questo nome. Eppure non è pensabile non vedere quanto di positivo si sta muovendo controcorrente rispetto alla palude neo-concertativa di quello che è divenuto oggi il sindacalismo italiano. Da una parte la difficile e meritoria azione del sindacalismo di base che sta tentando un utile processo di riunificazione, dall'altra la minoranza della Cgil che, in questo prossimo congresso, si batte ancora per una visione di classe. Di questo vorrei parlare brevemente. La Rete 28 Aprile, la Fiom e altri hanno costruito un documento programmatico unitario che consentirebbe di tornare ad un quanto mai attuale sindacato di classe nel Paese, in contrasto con la linea filoconcertativa di Epifani che continua ad esser subordinato a Cisl e Uil. Il progetto di Comunisti Sinistra Popolare ritiene sia giusta la scelta di Cremaschi e Rinaldini e non esita ad evidenziare l'originale retromarcia della componente di Lavoro e Società che, in cambio di qualche comoda seggiola, brucia e lascia alle spalle un dignitoso percorso legato al conflitto sociale. Altresì stupefacente è la posizione ufficiale di partiti come Rifondazione ed il Pdci che, per non scontentare nessuno, hanno scelto di non prender posizione. Ma la politica si fà appunto "prendendo parte", schierandosi e noi lo facciamo a testa alta!

    CONGRESSO CGIL: RETE 28 APRILE E FIOM, UNA MINORANZA PER IL SINDACATO DI CLASSE

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 310
    Ultimo Messaggio: 06-12-12, 09:23
  2. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 17-04-12, 13:49
  3. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 16-11-09, 14:20
  4. I comunisti per la ricostruzione di un sindacato di classe
    Di markos nel forum Sinistra Italiana
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 01-01-09, 20:34
  5. OTAM, la Classe Media e La classe Bassa!
    Di ascaro41 nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 05-11-07, 11:08

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226