User Tag List

Risultati da 1 a 8 di 8
  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 May 2009
    Messaggi
    30,192
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Post La Stella Rossa e la Stella di David

    Porzioni del presente rapporto apparvero dapprima nel mio li-
    bro The Great Holocaust Trial: The Landmark Battle for
    Freedom of Speech (« II grande processo dell'Olocausto: la bat-
    taglia fondamentale per la libertà di espressione»). La diffusione di questo libro è stata proibita dal governo canadese e l'opera è tutt'ora
    soggetta a confisca da parte delle poste e delle dogane del Canada che poi
    bruciano le copie confiscate. Il professore ebreo Arno Mayer, di Princeton,
    nel suo'importante libro Why Did the Heavens Not Darken? ("Perché non si oscurarono i cieli"?) ha stabilito che l'invasione tedesca della Russia fu eseguita con l'intenzione di sradicare l'ideologia bolscevica. I tedeschi erano quindi, secondo il Nostro, gli unici nell'Ovest a credere che "la Russia sovietica è
    una dittatura degli ebrei". Tuttavia, un giovane scrittore britannico fece un'osservazione del tutto simile scrivendo dalle colonne dell'Illustratedd Sunday Herald (dell'8 febbraio 1920): «Non c'è nessun bisogno di esagerare la
    parte giocata nella creazione del bolscevismo e nell'attuale conduzione
    della Rivoluzione russa da parte di ebrei internazionali ed in gran parte atei. Lo scrittore in questione era Winston Churchill (1874-1965).
    Nonostante più tardi preferisse vendere la sua anima per molto più di trenta denari d'argento, la sua analisi dell'autentica natura del comunismo sovietico rimane tagliente. Churchill mostrò grande intuito circa il fatto che i crimini perpetrati da ebrei comunisti contro tedeschi e russi abbia instillato in quei popoli un desiderio di vendetta: "Il predominio degli ebrei stupisce ancor più nelle istituzioni sovietiche. E la prominente, se non principale, parte nel sistema di terrorismo applicato dalle Commissioni Straordinarie per la Lotta alla Controrivoluzione è stata presa da ebrei, ed in casi notevoli da ebree. La stessa cattiva prominenza fu ottenuta da ebrei nel breve periodo di terrore durante il quale il giudeo Bela Kun dominò in Ungheria. Il medesimo fenomeno si è presentato in Germania (specialmente in Baviera), fino a che a questa canaglia è stato permesso di predare sulla prostrazione provvisoria del popolo tedesco. Il fatto che, in molti casi, proprietà ebraiche e luoghi sacri ebraici sono stati risparmiati dal furore universale dei bolscevichi, ha portato sempre più ad associare in Russia la razza ebraica alle infamie che il comunismo perpetrava [...]. Inutile dirlo, la più intensa voglia di vendetta è stata così risvegliata nel cuore del popolo russo".
    Chaim Bermant, scrivendo sul Jewlsh Chronicle,del 30 agosto 1991, diceva: "Fu il comunismo a far traballare gli odiati Zar; fu il comunismo che rimosse le incapacità ebraiche e che ha proscritto l'antisemitismo. E fu il comunismo che, almeno nei suoi primi giorni, aprì le porte ad un avanzamento ebraico... "
    L'analista politico Joseph Sobran afferma che la rivelazione di questo «componente etnico» del comunismo contesta una bugia storica molto benvoluta: "[...] è probabile che la storia etnica del comunismo incrini la convenzionale lacrimevole versione della storia ebraica, secondo la quale gli ebrei sempre e dappertutto siano state le vittime innocenti del pregiudizio dei "gentili" e delle persecuzioni... " Lenin (1870-1924), il cui nonno materno, Israel Blank, era ebreo, disse che ebrei erano i migliori rivoluzionari: «Il russo intelligente quasi sempre è un ebreo o ha sangue ebreo." Si riferiva certamente a sé stesso. Il ricercatore Wayne McGuire, dell'Università di Harvard, scrive: "Lenin era un ebreo per gli standard della Legge del Ritorno di Israele egli aveva un nonno ebreo. Sembrerebbe che non solo Lenin fosse ebreo, ma che fosse anche un razzista ed uno sciovinista, sebbene lui tenesse le sue idee su questa questione lontano, nella penombra. Probabilmente perché tali idee erano in conflitto radicale con il supposto universalismo del marxismo [....]. Lenin era un razzista ebreo che diede intenzionalmente e specialmente ad ebrei, i compiti intellettualmente più esigenti". Lui stesso ammise che il 50% dell'avanguardia terrorista e comunista, nelSud e nell'Ovest della Russia, era composta da ebrei... Lenin dichiarò: "Noi stiamo sterminando la borghesia come classe" II suo partner nel crimine, l'ebreo Zinoviev (Grigori Apfelbaum;1883-1936) dichiarò: «Gli interessi della rivoluzione richiedono l'annientamento fisico della;
    classe borghese" Chi erano questi «borghesi»? Certamente i non ebrei.
    L'ebreo Trotsky (Leon Bronstein; 1879-1940) diede un indizio sulla loro identità in una intervista nel 1937 al giornale ebraico di New York, il Daily Forward «Più a lungo la corrotta società borghese vive, più il barbarico antisemitismo arriverà dappertutto. "Borghesia", era una parola in codice dei bolscevichi per «gentile» (in ebraico "goi "che significa «non ebreo»). La prima legge passata dopo l'ascesa al potere dei comunisti in Russia fu di rendere l'antisemitismo un delitto punibile con la morte. Lo stesso Zinoviev affermò: "Senza misericordia e senza risparmio, noi caccieremo a centinaia i nostri nemici. Facciamo sì che essi siano migliaia; facciamo in modo che affoghino nel loro stesso sangue. Per il sangue di Lenin e Uritzky, Zinoviev e Volodarsky, facciamo sì che ci siano inondazioni di sangue della borghesia. Píù sangue! Quanto più è possibile."!
    L'ebreo bolscevico ritenne la politica come un posto di controllo della peste dei gentili. Odiare i cristiani, specialmente il contadino «borghese», era la loro motivazione primaria. La distruzione sistematica del contadinato cristiano russo, alla stessa stregua di insetti parassiti, cominciata con l'attacco di Lenin contro di essi nell'estate del 1918 e la carestia forzata del 1921, è stata ignorata pressoché completamente dalla storiografia occidentale. Lo scrittore siberiano Valentin Rasputin scrisse nel 1990: «Penso che oggi gli ebrei qui in Russia dovrebbero sentirsi responsabili per il peccato di avere eseguito la Rivoluzione e per avervi preso parte. Essi dovrebbero sentirsi responsabili per il terrore, per il terrore che dominò durante la Rivoluzione e specialmente dopo la Rivoluzione [...]. La loro colpa è grande. Gli ebrei perpetrarono una campagna implacabile contro la classe contadina la cui terra fu brutalmente espropriata dallo Stato e che fu assassinata spietatamente".
    II biografo di Aleksandr Solzhenitsyn narra cosa significasse crescere come bambino cristiano e russo fra i bambini dell'élite comunista ebraica: «Dall'età di dieci anni egli ebbe la croce strappata dal collo dai "Pionieri" che lo insultavano e fu messo in ridicolo per più di un anno [...]. Da ragazzo Solzhenitsyn era esposto a studenti i cui genitori avevano ufficialmente una condizione sociale superiore. La maggior parte dei membri dei movimenti "Giovani Pionieri" e "Komsomol"; almeno a Rostov, erano ragazzi ebrei." comunismo è il movimento politico che più di tutti è da ritenersi responsabile di genocidio nella Storia del mondo; esso creò i più grandi campi di concentramento ed il sistema di lavoro in schiavitù più orrendo del XX secolo, nei quali milioni di cristiani furono macellati . Questo sistema di sfruttamento e di sterminio fu mandato avanti
    per anni da ebrei comunisti giunti ad occupare gli alti gradi della
    nomenclatura sovietica. Il mondo è ancora scandalosamente in silenzio a proposito di questo olocausto e dei crimini commessi attraverso detto sistema, completamente "kosher" per non parlare delle persone che architettarono questo sistema. Auschwitz è sulla punta di ogni lingua, ma chi ha mai sentito parlare di Kolyma, di Magadan, delle Isole di Solovetsky e degli altri infernali centri sovietici di distruzione umana nella Siberia
    orientale? Chi ha mai visto film o letto libri a riguardo dei milioni di esseri umani che lavorarono, che furono congelati e affamati a
    morte nella costruzione del Canale Mar Bianco-Mar Baltico, su cui fu eretta una colossale statua trionfante del massacratore
    Genrikh Grigoryevich Pagoda, comunista
    ed ebreo? L'epopea degli stermini di massa ebraico-comunisti è scomparsa dalla storiografia ufficiale con uno degli atti di nemesi storica più disgustosi che si siano mai
    visti. Solamente illusionisti professionisti, con
    tutta la bravura dei maghi da palcoscenico
    più abili, potrebbero mettere a segno un tale colpo contro il resto dell'umanità. II fatto di imbrogliare l'umanità indirizzandola verso la focalizzazione di sentimenti quasi sempre di espiazione nei confronti dele «povere vittime ebraiche» e di imprimere il «marchio di Caino» (l'espressione che stigmatizza più efficacemente la colpa del preteso «Olocausto» subito dagli ebrei ad opera del nazismo) sulla Germania e sui tedeschi, come loro marchio di fabbrica di proprietà riservata, deve essere ritenuto come uno dei migliori risultati della guerra propagandistica. Ai nostri giorni, il potere ebraico nell'Ovest si è espanso in maniera commisurata all'espansione della propaganda dell'«Olocausto», come è stato notato anche dallo scrittore israeliano Moshe Leshem: "'". Questo avviene perché l'ebreo Edgar Bronfman, il miliardario canadese commerciante del whisky Seagram e Presidente del potentissimo Congresso Mondiale Ebraico dice:" Il crescente numero di sostenitori del revisionismo non può essere ignorato. Noi dobbiamo usare ogni risorsa per fermare ora il revisionismo, prima che sia troppo tardi."
    La ragione per cui il revisionismo storico dev'essere fermato a tutti i costi è che esso è l'unica forza che può impedire al popolo sedicente «eletto» di portare a termine il lavoro che cominciò in Russia, solo che questa volta esso stà usando metodi intellettuali per arrivare allo stesso scopo. Si consideri il fatto che il popolo che sopporta maggiormente l'urto dell'odio, del razzismo ebreo e delle sue invettive, ovvero quello tedesco, ha un tasso di natalità infimo ed uno dei più elevati tassi di aborti nel mondo. Ogni anno muoiono molti più tedeschi di quanti ne nascono . Comunque, i tedeschi che odiano sé stessi non sono le uniche vittime della propaganda corrosiva delle "camere a gas".
    Il cristianesimo d'oggi è poco più di un enorme gregge di tacchini che si abbassa adulando servilmente e strisciando alla ricerca dell'approvazione ebraica. II nostro Redentore definì i capi ebraici del suo tempo, "l figli del diavolo" (Mt23, 15), ma quelli che pretendono di parlare oggi nel Suo nome, sono chiamati santi e saggi universali solo se chiamano gli ebrei ..fratelli maggiori» (l'espressione è di Giovanni Paolo II) o se sopprimono il culto dei martiri cristiani trucidati dai giudei .

    Tornando al discorso della propaganda masmediatica internazionale, può essere interessante analizzare come fu trattato l'episodio che ebbe come protagonista il nipote del comandante Leon Trotsky, capo dell'Armata Rossa (rossa, forse, perché... fradicia di sangue!), David Axelrod. Questi, nel novembre del 1990, colpì a morte una coppia di anziani; palestinesi in qualità di israeliano facente parte di un gruppo terroristico: di incursione del partito razzista "Kach"! («Così»!). Si immagini - se si può - il polverone che si sarebbe alzato se un nipote di un criminale di guerra nazista avesse sparato su di una coppia turca in Germania! I piangenti, gementi e perenni riferimenti al «per non dimenticare» e alle «lezioni della Storia» colerebbero fuori dai set delle televisioni del mondo occidentale come rifiuti di un serbatoio tossico. Ciò che appare chiaro da questo duplice modo di procedere è che non si stanno imparando le vere lezioni della Storia e che quest'ultima è ostaggio della propaganda sionista.
    Sedici milioni di tedeschi furono forzatamente espulsi dalla Slesia, dalla Moravia e dal Volga, regioni appartenenti ai territori orientali alla fine della Seconda Guerra Mondiale. Due milioni di essi perirono per le ferite, colpiti a morte, affamati, stuprati e picchiati. Qualcuno chieda oggi in strada a mille, diecimila persone: "Lo sapevate? "La risposta sarà no. Il film dell'ebreo Steven Spielberg Schindler's List mostra vagoni per il trasporto del bestiame bovino stipati con carico umano e riservati solo a vittime ebraiche. Ma i più di 800.000 musulmani ceceni deportati dai commissari ebrei e selvaggiamente stipati in vagoni nel Kazakhistan non incontrano lo standard della messa a fuoco cinematografica di Hollywood. È per questo che quasi nessuno sà che durante quel viaggio atroce morirono 250.000 «passeggeri». Le deportazioni dei vagoni di bestiame sovietico afflissero più di mezzo milione di cristiani estoni, lettoni e lituani che furono inviati nei Gulag. II 12% dell'intera popolazione del Baltico o fu deportato in Siberia o fu assassinato dalla Polizia Segreta sovietica comandata, ed in gran parte composta, da ebrei. Chi ne sà qualcosa? A chi importa? Chi tenta di ricordare questa parte della Storia? Invece, il Presidente della Lituania ha fatto un pellegrinaggio al sacrario della pretesa "camera a gas" per ebrei a Yad Vashem giacendo prono e implorando «perdono» per il suo popolo. Si badi bene: a nostro avviso chiedere perdono in tutta umiltà si impone solamente quando si hanno delle vere colpe da farsi perdonare; ma adulare il fariseo perché questi è padrone di mezzo mondo significa compiere lo stesso peccato che compì chi adorò il Vitello d'Oro.

    Nell'era Bolscevica, il 52% dei membri capi del Partito Comunista sovietico era composto da ebrei, sebbene questi ultimi fossero solamente l'1,8% della popolazione totale . Quello che segue è un piccolo elenco di alcuni dei capi ebrei comunisti, commissari, spie e propagandisti politici (gli pseudonimi sono indicati tra parentesi). L'elenco che segue non è per nulla esaustivo. Catalogare tutti gli ebrei comunisti coinvolti in crimini contro l'umanità richiederebbe centinaia di pagine.


    ELENCO DEGLI EBREI COMUNISTI

    * Vladimir Uljanov (Lenin): dittatore supremo.

    * Leon Bronstein (Trotsky): Comandante Supremo dell'Armata Rossa


    * Grigory Apfelbaum (Zinoviev): dirigente d'azienda, Capo della polizia Segreta sovietica.

    * Solomon Lozovsky: deputato sovietico, Ministro degli Esteri.

    * Maxim Wallach (Litvinov): Ministro degli Esteri sovietico.

    * Yuri Andropov (1914-1984): dirigente, Capo del KGB sovietico, più tardi dittatore supremo dell'Unione Sovietica.

    * Jacob Sverdlov: primo Presidente dell'Unione Sovietica. Sverdlov ordinò il massacro della famiglia dello Zar - donne e bambini compresi - nella città di Ekaterinburg (chiamata così dopo la morte di Caterina la Grande). Nel 1924, tale città cambiò il nome, assumendo quello di Sverdlovsk in onore
    del feroce assassino.

    * Jacob Yurovsky: comandante della Polizia Segreta sovietica. Yurovsky comandò la squadra della morte che eseguì l'ordine di Sverdlov di sterminare la famiglia dello Zar, incluso il colpire con la baionetta a morte le sue figlie. La casa degli lpatyev, nella cui cantina avvenne il massacro, rimase intatta fino al 1977, quando il capo del Partito Comunista locale, Boris Eltsin, ordinò che fosse demolita. affinché non divenisse un sacrario del sentimento antiebraico.

    * Lazar Moiseyevich Kaganovic : principale massacratore di Stalin, ordinò lo sterminio di milioni di persone e la distruzione di tantissimi monumenti cristiani e chiese, inclusa la grande Cattedrale di Cristo Redentore. Stando in piedi nella breccia di questo luogo sacro, Kaganovich proclamò: "La Madre Russia è caduta. Noi le abbiamo strappato i suoi lembi..".


    Mikhail Kaganovich: deputato, Commissario dell'industria pesante, supervisore al lavoro degli schiavi, fratello di Lazar Moiseyevich.

    * Rosa Kaganovich: amante di Stalin; sorella di Lazar e Mikhail.

    * Paulina Zhemchuzina: membro del Comitato Centrale del Partito Comunista e moglie del Ministro degli Esteri sovietico Míchajlovic Molotov.

    * Olga Bronstein: ufficiale della CEKA, la Polizia Segreta sovietica, sorella di Trotsky e moglie di Kamenev.

    * Genrikh Yagoda: Capo della Polizia Segreta sovietica, straordinario assassino di massa.

    * Romain Rolland: poeta e vincitore del Premio Nobel, scrisse un inno di encomio a Yagoda.

    * Matvei Berman e Naftaly Frenkel: fondatori del sistema dei campi di morte detti Gulag.

    * Lev Inzhir: Commissario per il trasferimento nei campi di sterminio sovietici e responsabile dell'amministrazione degli stessi.

    * Boris Berman: ufficiale esecutivo della Polizia Segreta sovietica e fratello di Matvei.

    * K. V Pauker: Capo delle operazioni, nonché membro importante della NKVD, la Polizia Segreta sovietica.

    * Firin, Rappoport, Kogan e Zhuk: Commissari nei campi della morte e per il lavoro degli schiavi; essi diressero l'uccisione in massa dei lavoratori durante la costruzione dei Canale Mar Bianco-Mar Baltico.

    * M. I. Gay: Comandante della Polizia Segreta sovietica.

    * Slutsky e Shpiegelglas: anch'essi Comandanti della Polizia Segreta sovietica.

    * Isaac Babel: importante ufficiale della Polizia Segreta sovietica.

    * Leiba Lazarevich Feldbin (Aleksandr Orlov): Comandante dell'Armata Rossa e ufficiale della Polizia Segreta. Feldbin ricoprì inoltre la carica di Capo della Sicurezza durante la Guerra Civile spagnola. Diresse il massacro dei sacerdoti cattolici e dei contadini spagnoli.

    * Yona Yakir: Generale dell'Armata Rossa e membro del Comitato Centrale del Partito Comunista.

    * Dimitri Shmidt: Generale dell'Armata Rossa.

    * Yakov ("Yankel") Kreiser: Generale dell'Armata Rossa.

    * Miron Vovsi: Generale dell'Armata Rossa.

    * David Dragonsky: Generale dell'Armata Rossa ed "eroe"dell'Unione Sovietica.

    * Grigori Shtern: Generale dell'Armata Rossa.



    * Mikhail Chazkelevich: Generale dell'Armata Rossa.

    * Shimon Kirvoshein: Generale dell'Armata Rossa.

    * Arseni Raskin: Vicecomandante dell'Armata Rossa.

    * Haim Fomin: Comandante di Brest-Litovsk, dell'Armata Rossa. Almeno cento Generali sovietici erano ebrei . Molti Generali che non erano ebbero però spesso mogli ebree . Fra questi il Maresciallo Clem Efremovic Voroshilov (1881-1969), il Maresciallo Nicolaj Aleksandro Bulganin (1875-1975), il Maresciallo Peresypkin e il Generale Pavel Sudoplatov. La moglie ebrea come «polizza di assicurazione» si estese a membri del Politburo come Andrei Andreyev e Leonid Brezhnev (1906- 1982).

    * Sergei Eisenitein: Direttore della propaganda comunista. Egli girò un film che dipinse i contadini cristiani (i cosiddetti «kulaki») come orrendi parassiti a caccia dì denaro. I «kulaki, furono quindi massacrati .

    * Julius Rosenwald: fondatore del «K.O.M.Z.E.T.», la Commissione per la sistemazione degli ebrei comunisti sulla terra rapinata ai cristiani assassinati in Ucraina. Rosenwald era un finanziere ebreo-americano.

    * Uya Erenburg (1891-1967): Ministro della Propaganda sovietica disseminatore di materiale d'odio antitedesco fin dagli anni '30. Erenbu istigò gli stupri dell'Armata Rossa e l'assassinio in massa dei civili tedeschi. Riferendosi alle donne tedesche, Erenburg esultò per l'avanzata delle truppe dell'Armata Rossa e disse:" Quelle streghe bionde sono nei guai". Erenburg scrisse. fra l'altro, in un volantino indirizzato alle truppe sovietiche:"[...] i tedeschi non sono esseri umani[...].Niente ci dà tanta gioia come i cadaveri tedeschi". Goldberg afferma che Erenburg, "[..] provò sempre antipatia per i tedeschi[..]. Ora che c'era una guerra contro di loro mise in atto il suo vecchio pregiudizio". Un'altra pubblicazione distribuita all'Armata Rossa, quando i soldati si avvicinavano a
    Danzica, fu così descritta da uno storico: «Furono lasciati cadere dagli aerei sulle truppe milioni di volantini contenenti un discorso propagandistico composto da IIya Erenburge firmato da Stalin: "Soldati dell'Armata Rossa! Uccidete i tedeschi! Uccidete tutti i tedeschi! Uccidete! Uccidetel Uccidete!" Il comando sovietico ammise che Erenburg perseguiva lo sterminio di tutto il popolo tedesco . Erenburg vinse inoltre l'Ordine di Lenin e il Premio Stalin,e volle che i suoi scritti fossero conservati al Museo israeliano dell'Olocausto Yad Vashem.

    ...e ancora molti,molti altri!

    Il dare voce all'altra faccia della storia, quella autentica, spesso detta «revisionista», contro le menzogne propinateci dai media, è merito di pochi e, come abbiamo visto perseguitatissimi storici. Il dare voce ai milioni di vittime, morte in silenzio, a causa del comunismo ebraico è considerato come «odioso» dall'orgoglioso sionismo che vomita uno sbarramento di liquame menzognero che, quotidianamente, cola dalla nostra televisione, dai nostri giornali, dai nostri libri e dalle nostre riviste sulla nostra «memoria storica» creata ad arte dalla propaganda, su ciò che era il cristianesimo prima di sottomettersi agii adoratori del vitello d'oro, e su ciò che erano i nostri popoli prima di essere dominati dalla giudeo-Massoneria. Il difendersi contro tutti questi tentativi, peraltro quasi sempre ben riusciti, di disonorare la nostra eredità spirituale ed i nostri antenati, non è certamente frutto dell'odio, ma è anche l'esercizio del naturale diritto di difendere sé stessi, il proprio onore e le proprie radici da questa guerra psicologica.


    Tratto da The Prop-Masters.Perpetrators of the holocaust against Christian Russia transform themselve into "survivors" of a holocaust di Michael.A.Hoffman
    Sito internet: http://www.hoffman-info.com/
    "Sarà qualcun'altro a ballare, ma sono io che ho scritto la musica. Io avrò influenzato la storia del XXI secolo più di qualunque altro europeo".

    Der Wehrwolf

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 May 2009
    Messaggi
    30,192
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    su!

  3. #3
    RUS
    RUS è offline
    Sopra il Nord
    Data Registrazione
    04 Dec 2005
    Località
    Europa autogenocida.
    Messaggi
    8,988
    Mentioned
    9 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    * Uya Erenburg (1891-1967): Ministro della Propaganda sovietica disseminatore di materiale d'odio antitedesco fin dagli anni '30. Erenbu istigò gli stupri dell'Armata Rossa e l'assassinio in massa dei civili tedeschi. Riferendosi alle donne tedesche, Erenburg esultò per l'avanzata delle truppe dell'Armata Rossa e disse:" Quelle streghe bionde sono nei guai". Erenburg scrisse. fra l'altro, in un volantino indirizzato alle truppe sovietiche:"[...] i tedeschi non sono esseri umani[...].Niente ci dà tanta gioia come i cadaveri tedeschi". Goldberg afferma che Erenburg, "[..] provò sempre antipatia per i tedeschi[..]. Ora che c'era una guerra contro di loro mise in atto il suo vecchio pregiudizio". Un'altra pubblicazione distribuita all'Armata Rossa, quando i soldati si avvicinavano a
    Danzica, fu così descritta da uno storico: «Furono lasciati cadere dagli aerei sulle truppe milioni di volantini contenenti un discorso propagandistico composto da IIya Erenburge firmato da Stalin: "Soldati dell'Armata Rossa! Uccidete i tedeschi! Uccidete tutti i tedeschi! Uccidete! Uccidetel Uccidete!" Il comando sovietico ammise che Erenburg perseguiva lo sterminio di tutto il popolo tedesco . Erenburg vinse inoltre l'Ordine di Lenin e il Premio Stalin,e volle che i suoi scritti fossero conservati al Museo israeliano dell'Olocausto Yad Vashem.




    maledetti bastardi, ecco chi sono i responsabili!

  4. #4
    kalashnikov47
    Ospite

    Predefinito

    Sarebbe interessante conoscere anche il numero dei Visitors nei varii stati d'oltre cortina. In Polonia, Cecoslovacchia, Ungheria...
    La cosa è difficile, anche perchè questi coraggiosi Visitors, non si sa perchè, erano soliti darsi un nome d'arte che suonasse il più possibile vicino al popolo che tiranneggiavano.

  5. #5
    CIAVARDINI LIBERO
    Data Registrazione
    23 Oct 2006
    Messaggi
    1,507
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da .SOVIET. Visualizza Messaggio
    * Uya Erenburg (1891-1967): Ministro della Propaganda sovietica disseminatore di materiale d'odio antitedesco fin dagli anni '30. Erenbu istigò gli stupri dell'Armata Rossa e l'assassinio in massa dei civili tedeschi. Riferendosi alle donne tedesche, Erenburg esultò per l'avanzata delle truppe dell'Armata Rossa e disse:" Quelle streghe bionde sono nei guai". Erenburg scrisse. fra l'altro, in un volantino indirizzato alle truppe sovietiche:"[...] i tedeschi non sono esseri umani[...].Niente ci dà tanta gioia come i cadaveri tedeschi". Goldberg afferma che Erenburg, "[..] provò sempre antipatia per i tedeschi[..]. Ora che c'era una guerra contro di loro mise in atto il suo vecchio pregiudizio". Un'altra pubblicazione distribuita all'Armata Rossa, quando i soldati si avvicinavano a
    Danzica, fu così descritta da uno storico: «Furono lasciati cadere dagli aerei sulle truppe milioni di volantini contenenti un discorso propagandistico composto da IIya Erenburge firmato da Stalin: "Soldati dell'Armata Rossa! Uccidete i tedeschi! Uccidete tutti i tedeschi! Uccidete! Uccidetel Uccidete!" Il comando sovietico ammise che Erenburg perseguiva lo sterminio di tutto il popolo tedesco . Erenburg vinse inoltre l'Ordine di Lenin e il Premio Stalin,e volle che i suoi scritti fossero conservati al Museo israeliano dell'Olocausto Yad Vashem.
    Ehrenburg leccò il culo di Stalin fino all'ultimo, salvo poi sputtanarlo dopo la morte, accusandolo di antisemitismo per non avergli dato il permesso di pubblicare il suo libro sulle "atrocità" commesse dai tedeschi contro gli ebrei sovietici...

  6. #6
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    21,711
    Mentioned
    37 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Lombardoveneto Visualizza Messaggio
    Ehrenburg leccò il culo di Stalin fino all'ultimo, salvo poi sputtanarlo dopo la morte, accusandolo di antisemitismo per non avergli dato il permesso di pubblicare il suo libro sulle "atrocità" commesse dai tedeschi contro gli ebrei sovietici...
    molto interessante questo

  7. #7
    RUS
    RUS è offline
    Sopra il Nord
    Data Registrazione
    04 Dec 2005
    Località
    Europa autogenocida.
    Messaggi
    8,988
    Mentioned
    9 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Lombardoveneto Visualizza Messaggio
    Ehrenburg leccò il culo di Stalin fino all'ultimo, salvo poi sputtanarlo dopo la morte, accusandolo di antisemitismo per non avergli dato il permesso di pubblicare il suo libro sulle "atrocità" commesse dai tedeschi contro gli ebrei sovietici...
    tipico degli ebrei, esseri diabolici aprofittatori.

  8. #8
    RUS
    RUS è offline
    Sopra il Nord
    Data Registrazione
    04 Dec 2005
    Località
    Europa autogenocida.
    Messaggi
    8,988
    Mentioned
    9 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da kalashnikov47 Visualizza Messaggio
    Sarebbe interessante conoscere anche il numero dei Visitors nei varii stati d'oltre cortina. In Polonia, Cecoslovacchia, Ungheria...
    La cosa è difficile, anche perchè questi coraggiosi Visitors, non si sa perchè, erano soliti darsi un nome d'arte che suonasse il più possibile vicino al popolo che tiranneggiavano.
    per non farsi riconoscere,

    gli ebrei invece sono facili da trovare, si aggirano intorno o addirittura dentro i luoghi di potere di ogni stato.

 

 

Discussioni Simili

  1. La c.d. Stella di David? Un simbolo esoterico
    Di Augustinus nel forum Tradizionalismo
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 07-05-09, 08:00
  2. Stella di david insanguinata di Militia!
    Di jugend nel forum Destra Radicale
    Risposte: 60
    Ultimo Messaggio: 12-12-08, 19:34
  3. La Stella Rossa e la Stella di David
    Di Der Wehrwolf nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 05-07-06, 15:23
  4. Quella stella di David...
    Di Kobra nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 06-06-04, 21:27
  5. Stelle e strisce o stella di David?
    Di Der Wehrwolf nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 24-01-04, 12:24

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226