User Tag List

Risultati da 1 a 5 di 5
  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    02 Apr 2009
    Messaggi
    1,785
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Che bello, il mare da casa mia !!

    Che bello, il mare da casa mia !!

    Alla radio, una canzone nuova: un senario doppio. Che in metrica vuol dire un verso di sei sillabe con accento sulla seconda e sulla quinta. Ma non fa rima:
    “Lascia che io sia, il tuo brivido piu’ grande
    non andare via, accorciamo le distanze…”

    non e’ giusto. Ah, questi giovani che non conoscono il rimario. Sarebbe meglio:
    “Lascia che io sia, il tuo brivido piu’ grande
    non andare via, accorciamo le mutande…”

    meno romantico ma corretto.

    Vabbe’


    Questa notte ho fatto in tempo a vedermi un film sul satellite: SESSO & POTERE con De Niro e Dustin Hoffmann che fanno la parodia dei creativi che stanno attorno alla Casa Bianca, che per non far scoprire uno scandalo sessuale del Presidente USA si inventano una guerra all’Albania e un soldato disperso in guerra.
    Epico. Andrebbe proiettato nelle scuole.

    Invece, chi non ha bisogno di suggeritori e’ quel tenerone di Bushettino che ha preso l’aereo per andare fino in casa di Putin a rompergli i maroni.
    In viaggio per andare a Mosca per celebrare la fine della seconda guerra mondiale, si ferma a Riga e fa un discorso da togliere la pelle non solo ai Russi, ma pure a quell’intronato di Roosevelt che col citrullo Churchill firmarono a Yalta un tentativo di pace che duro’ ben cinquant’anni.

    Commentatori politici (tra i quali il nostro Sergio Romano) dicono che con questo discorso Bush abbia voluto riaffermare la supremazia della democrazia americana sulle altre e per far cio’ non si e’ limitato a denunciare i tirannici regimi comunisti imposti da Mosca all’Europa centrorientale, ma ha predicato la democrazia a tutti gli Stati post-sovietici, fra cui la Russia, e si è spinto sino ad affermare che gli accordi di Yalta appartengono, con il patto di Monaco del 1938 e i protocolli tedesco-sovietici del 1939, a una stessa condannabile famiglia: quella delle intese che ignorano la sorte delle piccole potenze.
    Ora, dico io, se non gli stanno bene le celebrazioni altisonanti di Putin, NON POTEVA STARSENE A CASA SUA?
    Boh


    P.S.
    Fonti ben informate comunicano che vista la situazione incandescente che si e’ creata, da Roma e’ partito quell gaffeur del nostro beneamato Berlusconi che cerchera’ di metterci una buona parola.
    Vuoi vedere che scoppia la Terza Guerra Mondiale?


    Ari P.S.
    Grazie all’interessamento di quel generosone di Davide Ruda di DADA, ho un nuovo dominio http://www.ciaoteheran.com da dove potro’ con calma organizzare tutta la comunicazione da e per Teheran.
    Al momento ci sono informazioni turistiche, e sto preparando un Forum con le prime opportunita’ (business e opportunita’ di lavoro) al quale, mi auguro, interveniate numerosi.
    Cia’, e grazzzzie Davide.



    .

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    02 Apr 2009
    Messaggi
    1,785
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    CARABATTOLE

    Se partire e’ un po’ morire, ritornare e’ forse cercare il proprio cuore smarrito tra i ritagli, i biglietti da visita, i piccoli souvenirs, le foto, i filmati…
    Vuoto la valigia e ritrovo due pagine di Corano miniate a mano con scene della Nascita di Gesu’ Cristo. Ho pure qualche scritta con il nome di Allah e piccole gemme di agata e granata dove i monaci Kufik del deserto hanno inciso sopra microscopiche preghiere…

    La granata non e’ solo una pietra, e’ anche il melograno che abbiamo anche noi, ma che in Iran matura tutto l’anno. E’ un frutto ammantato di una sorta di sacralita’ e non e’ raro trovare bottegucce per strada che sotto l’insegna dei melograni, preparano bevande fresche, gelatine e marmellate e pure intrugli che le donne comprano per la propria bellezza (non ne sono certissimo, ma credo che si facciano impacchi per la pelle).

    A proposito di frutta, le arance sono enormi come quelle della California con la differenza che qui hanno sapore. Dolcissimo.
    Per strada vendono anche le mandorle. Insomma sono come le mandorle, e hanno pure il sapore di mandorla, la differenza e’ che sotto la peluria verde non c’e’ il guscio durissimo ma e’ tutto molle da mangiare. Ragazzi per strada, per mantenerle fresche le spruzzano continuamente d’acqua…

    La frutta e’ la prima cosa che ti offrono se vai a far visita a qualcuno. Anche se vai a pranzo o cena.
    Ti fanno entrare in un salone dove in mezzo non c’e’ nulla se non un immenso tappeto. Piu’ la famiglia e’ ricca piu’ e’ prezioso il tappeto. Al vecchio Hilton (ora si chiama in un altro modo ma non ha perso nulla della sua eleganza) il salone principale e’ vuoto con un tappeto in centro. L’ho misurato: e’ diciotto lunghi passi per ventiquattro. Nella casa di Rezha Palhevi, ora trasformata in Museo, ne ho visti di piu’ grandi.

    Ti siedi attorno al tappeto e il padrone di casa ti porta un tavolino, un coltello e una fruttiera con frutta e cetrioli piccoli e saporiti. Si beve the per aperitivo.
    Si parla e si tagliuzza fino all’ora di pranzo che viene servito sul tappeto.
    Tutti giu’ per terra, scalzi, perche’ le scarpe si sono lasciate all’ingresso.
    Prima di partire ho fatto ridere tutti perche’ avevano servito uno spezzatino immerso in una salsa di erbette finissime. Io ho preso quello che mi sembrava un rognoncino e l’ho portato alla bocca: era un limone mummificato che loro impiegano per saporire lo stufato.
    Ci vuole poco per farli ridere a crepapelle.

    Ricordo un mio viaggio tra il Gambia ed il Senegal, in una zona dov’era pericoloso bere l’acqua e mi dissetavo con le arance. Da quelle parti sbucciano la pelle finissima delle arance lasciando intatta la pelle bianca che ricopre gli spicchi. Io nel pelare le arance ogni tanto bucavo la pelle bianca e quando la gente vedeva sbucare lo spicchio, rideva a crepapelle. Si erano passata la voce e quando spellavo le arance io, si formavano capannelli.
    Pensa com’e’ facile far ridere la gente.
    Ci vorrebbe proprio cosi’ poco…



    HO AGGIORNATO: BERLUSCONITE (E’ una malattia?)
    con le minchiate fino al 9 Maggio 2005.
    Le trovate su:
    http://berlusconite.blog.excite.it se non si apre
    provate su: http://guide.supereva.it/satira

    Passaparola !!

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    02 Apr 2009
    Messaggi
    1,785
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Una vita piu’ felice
    PER I MAIALI !!

    Accidenti, leggo i giornali in ritardo e quando ho visto questo titolo mi credevo che fosse il resoconto del discorso di Berlusconi al Senato.
    Invece parla di una svolta negli allevamenti, per la tutela dei salmoni stressati, delle mucche intelligenti e dei corsi di Yoga per cani e l’Europa che si erge sdegnata in difesa delle galline.
    Degli operai della fiat e dei loro disagi, nemmeno una riga.

    Ricordo il secolo scorso quando era apparso sulla stampa nazionale, un accorato appello di Fulco Pratesi per la tutela del il nyala di montagna (Tragelaphus boxtoni), il tragelafo di Menelik (Tragelaphus scriptus meneliki), il rarissimo lupo abissino o lupo del Semien (Canis simensis) e del ratto gigante (Arvicanthis abyssinicus) che la guerriglia sull'altipiano etiopico secondo lui e altri buontemponi con la sua stessa capa fresca avrebbe messo a repentaglio.

    Da quanto avevo capito, mi sembrava preoccupato soprattutto per la sorte del lupo. Infatti la sopravvivenza di questo carnivoro è oggi divenuta drammatica: ridotto in pochissimi esemplari (circa 20) nei monti del Semien (da dove ha preso il nome) a causa della guerriglia che infiamma la regione.
    Fulco dal cuore tenero forniva anche l'indirizzo e i numeri di conto dell' organizzazione a cui rivolgersi per dare il proprio aiuto, anche economico.
    Nemmeno un accenno alla popolazione, che come si sa, da quelle parti, non conta un cazzo.

    E in Italia?
    Si fanno tante campagne per preservare il cinghiale maremmano, il camoscio del Trentino, l’orso in Abruzzo e non si fa nulla per impedire l’estinzione del falegname di Vighizzolo, il cavaliere dell’ Utri, il cestaio di Velletri, e udite udite: il professore d’italiano.

    E’ notizia recente infatti che nelle medie superiori del Nord Italia manchino gli insegnanti d’Italiano che invece abbondano al Sud; ed ecco che si profila una nuova transumanza, un’emigrazione epica come quella ai tempi della Fiat che sposto’ masse di manovali dal Sud d’Italia, dove vivevano in canottiera e zoccoli con diecimila lire al mese, fino a Torino la Generosa, dove potevano guadagnare fino a settecento mila lire al mese e dopo averne pagati quattrocento d’affitto, duecento di riscaldamento e centonovanta per comprarsi le scarpe e mandare avanti la casa, potevano inviare al Sud le loro belle quindicimila lirette al mese permettendo ai parenti di continuare a vivere in canottiera e zoccoli.

    Forza Italia! Inteso come Patria e non una fazione politica.
    Avremo insegnanti che declameranno: “T’eme ppie bbove” se saranno compaesani di De Mita, “Tammopiobbovve” se arriveranno dal paese di Cossiga. “ Al Fatha ham Allah” se verranno dal Sud ma proprio Sud.
    Salam Alecum



    Appropo’
    Di operai della fiat

    Ma ci avete fatto caso?
    Ci si inorgoglisce tanto per il made in Italy tanto da spacciarlo persino nei casi della Ferrari, che come si sa, con un direttore inglese, un pilota tedesco, e finche’ c’era il put, (cioe’ si vendeva tutto agli americani), con le gallerie del vento ed i computer della NASA arrivava prima da far schifo.
    Adesso che gli americani sono tramontati, non si vince piu’…
    Chissa’ com’e’ questo fatto…

  4. #4
    email non funzionante
    Data Registrazione
    02 Apr 2009
    Messaggi
    1,785
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    «Settecentoventisei persone in carcere ogni 100 mila abitanti. O un detenuto ogni 138 residenti. O ancora, 2,1 milioni di cittadini dietro le sbarre. Comunque la si voglia mettere, il nuovo dato pubblicato ieri dal Dipartimento di giustizia americano non potrebbe essere più chiaro: negli Stati uniti è in corso un fenomeno che potrebbe essere definito senza enfasi «carcerazione di massa», come infatti lo definiscono autorevoli columnist della stampa americana. In un anno - dal 30 giugno 2003 al 30 giugno 2004 - la popolazione carceraria è cresciuta di 48.452 persone, con un tasso del 2,3%. Ciò significa che, ogni settimana, negli Stati uniti sono finite in carcere in media 900 persone [in più di quante venivano scarcerate]. E questo nonostante da dieci anni il tasso di criminalità sia in costante decremento».

    da: http://solonumeri.splinder.com/

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    02 Apr 2009
    Messaggi
    1,785
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    CARABATTOLE



    Se partire e’ un po’ morire, ritornare e’ forse cercare il proprio cuore smarrito tra i ritagli, i biglietti da visita, i piccoli souvenirs, le foto, i filmati…

    Vuoto la valigia e ritrovo due pagine di Corano miniate a mano con scene della Nascita di Gesu’ Cristo. Ho pure qualche scritta con il nome di Allah e piccole gemme d’ agata e granata dove i monaci Kufik del deserto hanno inciso sopra microscopiche preghiere…



    La granata non e’ solo una pietra, e’ anche il melograno che abbiamo anche noi, ma che in Iran matura tutto l’anno. E’ un frutto ammantato di una sorta di sacralita’ e non e’ raro trovare bottegucce per strada che sotto l’insegna dei melograni, preparano bevande fresche, gelatine e marmellate e pure intrugli che le donne comprano per la propria bellezza (non ne sono certissimo, ma credo che si facciano impacchi per la pelle).



    A proposito di frutta, le arance sono enormi come quelle della California con la differenza che qui hanno sapore. Dolcissimo.

    Per strada vendono anche le mandorle. Insomma sono come le mandorle, e hanno pure il sapore di mandorla, la differenza e’ che sotto la peluria verde non c’e’ il guscio durissimo ma e’ tutto molle da mangiare. Ragazzi per strada, per mantenerle fresche le spruzzano continuamente d’acqua…



    La frutta e’ la prima cosa che ti offrono se vai a far visita a qualcuno. Anche se vai a pranzo o cena (meglio presentarsi con la camicia allacciata ma senza cravatta: e’ piu’ chic).

    Ti fanno entrare in un salone dove in mezzo non c’e’ nulla se non un immenso tappeto. Piu’ la famiglia e’ ricca piu’ e’ prezioso il tappeto. Al vecchio Hilton (ora si chiama in un altro modo ma non ha perso nulla della sua eleganza) il salone principale e’ vuoto con un tappeto in centro. L’ho misurato: e’ diciotto lunghi passi per ventiquattro. Nella casa di Rezha Palhevi, ora trasformata in Museo, ne ho visti di piu’ grandi.



    Ti siedi attorno al tappeto e il padrone di casa ti porta un tavolino, un coltello e una fruttiera con frutta e cetrioli piccoli e saporiti. Si beve the per aperitivo.

    Si parla e si tagliuzza fino all’ora di pranzo che viene servito sul tappeto.

    Tutti giu’ per terra, scalzi, perche’ le scarpe si sono lasciate all’ingresso.

    Prima di partire ho fatto ridere tutti perche’ avevano servito uno spezzatino immerso in una salsa di erbette finissime. Io ho preso quello che mi sembrava un rognoncino e l’ho portato alla bocca: era un limone mummificato che loro impiegano per saporire lo stufato.

    Ci vuole poco per farli ridere a crepapelle.



    Ricordo un mio viaggio tra il Gambia ed il Senegal, in una zona dov’era pericoloso bere l’acqua e mi dissetavo con le arance. Da quelle parti sbucciano la pelle finissima delle arance lasciando intatta la pelle bianca che ricopre gli spicchi. Io nel pelare le arance ogni tanto bucavo la pelle bianca e quando la gente vedeva sbucare lo spicchio, rideva a crepapelle. Si erano passata la voce e quando spellavo le arance io, si formavano capannelli.

    Pensa com’e’ facile far ridere la gente.

    Ci vorrebbe proprio cosi’ poco…







    §§







    Ma ci avete fatto caso?

    Ci si inorgoglisce tanto per il made in Italy tanto da spacciarlo persino nei casi della Ferrari, che come si sa, con un direttore inglese, un pilota tedesco, e finche’ c’era il put, (cioe’ si vendeva tutto agli americani), con le gallerie del vento ed i computer della NASA arrivava prima da far schifo.

    Adesso che gli americani sono tramontati, non si vince piu’…

    Chissa’ com’e’ questo fatto…









    Dal corriere del 9/5

    Berlusconi ha riferito di aver mediato tra il presidente russo e il presidente americano, dopo le polemiche dei giorni scorsi sui crimini dell'Unione Sovietica. «Ho cercato di appianare i contrasti tra Putin e Bush, e ho rassicurato il presidente americano soprattutto sulla volontà democratica del presidente russo»,



    Che vi dicevo?

    E poi…



    «Il comunismo è ancora una minaccia per la libertà: ho applaudito i veterani, che non erano comunisti, ma patrioti russi, cosa ben diversa»



    Aridaje…





    Appropo’





    HO AGGIORNATO: BERLUSCONITE (E’ una malattia?)

    con le minchiate fino al 9 Maggio 2005.

    Le trovate su:

    http://berlusconite.blog.excite.it se non si apre

    provate su: http://guide.supereva.it/satira



    Passaparola !!

 

 

Discussioni Simili

  1. che bello pagare per andare a casa
    Di Guidastro nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 54
    Ultimo Messaggio: 15-01-12, 19:18
  2. chiusura ristorante casa del mare
    Di ascaro41 nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 28-09-06, 10:30
  3. te' alla casa del mare in pericolo?
    Di ascaro41 nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 01-09-06, 17:05
  4. Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 05-08-04, 18:20
  5. La Casa In Riva Al Mare Lucio Dalla
    Di magda (POL) nel forum Musica
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 16-01-04, 18:09

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226