Internet: NYT rivela intrusione siti militari e Nasa

WASHINGTON - 10 Maggio 2005 -- Un hacker svedese sedicenne, penetrato nella rete informatica Cisco Systems, è riuscito ad ottenere informazioni segrete che hanno causato la violazione per un anno di altre migliaia di sistemi di computer, compresi quelli di basi militari Usa, della Nasa e di laboratori di ricerca.

Lo rivela oggi il New York Times.

Il pirata era riuscito un anno fa a carpire a Cisco Systems istruzioni per la programmazione di molti dei computers che controllano il flusso di dati di Internet. Questo furto iniziale aveva portato ad una catena di intrusioni sfruttando la vulnerabilità dei sistemi.
(swissinfo)