User Tag List

Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 22
  1. #1
    Simply...cat!
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Brescia,Lombardia,Padania
    Messaggi
    17,080
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Economia:i nodi stanno venendo al pettine

    Pesanti flessioni per alcuni settori chiave del «Made in Italy»
    La produzione arretra ancora, calo del 5,2%
    I dati dell'Istat di marzo: 0,6 su febbraio. In discesa i beni di consumo. Crollano automobili, abbigliamento, pelli e calzature

    (Ansa)
    ROMA - Nuova pesante contrazione per la produzione industriale italiana, che a marzo ha registrato il terzo calo consecutivo su base annua, con un -5,2% che è il peggiore fin da ottobre 2004.
    Tra febbraio e marzo la produzione è diminuita dello 0,6%. Lo comunica l'Istat, precisando che la flessione su base annua risente di un giorno lavorativo in più rispetto allo stesso mese dello scorso anno, il dato corretto per il giorni lavorativi registra infatti una contrazione del 2,9%.

    Il peggior risultato ha colpito la produzione di beni di consumo, diminuita del 2,5% rispetto a febbraio e del 7,4% su base annua. A marzo il calo generale si è esteso a quasi tutte le tipologie produttive, con pesanti flessioni per alcuni settori chiave del «Made in Italy»: le industrie di tessile ed abbigliamento hanno registrato un -11% su base annua, cuoio e prodotti in cuoio un -16,6%, mentre per i mezzi di trasporto il calo trimestrale è del 7,1% (+1,5% in marzo su febbraio). In particolare nella voce mezzi di trasporto a soffrire sono le autovetture, che evidenziano un calo della produzione grezza del 9,8% in marzo sullo stesso mese del 2004, chiudendo il trimestre con una -17,7%. Per la produzione industriale, aggiunge l'Istat, il bilancio del primo trimestre si chiude con una contrazione media del 3,7%. In questo caso il dato corretto per i giorni lavorativi registra un -2,5%. Tra l'ultimo trimestre del 2004 e il primo di quest'anno la produzione è calata dell’1,2%.

    Nel rendere noti i dati di marzo 2005 e del primo trimestre dell'anno, l'Istat ha comunicato di aver rivisto al ribasso i dati di febbraio, che sono stati abbassati di circa 0,2 punti percentuali: l'indice grezzo subisce una flessione tendenziale del 3,4% (-3,2% la precedente stima).
    12 maggio 2005


    12 mag 11:02
    Istat: Pil in calo dello 0,5%

    ROMA - L'economia italiana e' in stagnazione. Nel primo trimestre del 2005 il Prodotto interno lordo e' sceso dello 0,5% rispetto all'ultimo trimestre del 2004. Il dato, destagionalizzato e corretto per giorni lavorativi, e' stato rilevato dall'Istat nella stima preliminare. E' il secondo calo trimestrale consecutivo. Su base annua il Pil e' sceso dello 0,2%. (Agr)


    Il sistema Itaglia è alla frutta: forse è la volta buona che i padioti aprono gli occhi.
    Il castello di carte creato nel 1860 sta crollando miseramente.
    Con la sinistra al governo non potrà che peggiorare.

    Via dall'Itaglia al + presto!

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    11 Dec 2010
    Messaggi
    5,525
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Se vi si aggiunge il debito fuori controllo e la spinta sindacale a un aumento spropositato dei contratti pubblici, che comunque vi sarà dato che l'aumento supererà i 95 euro che rappresentavano l'estremo e insuperabile margine di sostenibilità, il quadro è completo. Basta un'ultima spinta e siamo gambe all'aria.

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    18 Dec 2004
    Messaggi
    4,622
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Economia:i nodi stanno venendo al pettine

    In origine postato da Dragonball

    Con la sinistra al governo non potrà che peggiorare.

    Via dall'Itaglia al + presto![/color] [/B]
    Gia'. Per la destra invece basterebbe abolire el vacanze. Che pirla a non pensarci prima...

    ROMA - "Siamo a marzo, ci sono state le vacanze di Pasqua, non si può andare al mare e pretendere che il pil cresca". Nuda e cruda eccola la spiegazione di Silvio Berlusconi sui pessimi risultati del Pil del primo trimestre.

    In che paese pensi di trasferirti?

  4. #4
    Globalization Is Freedom
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Messaggi
    2,486
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Le dichiarazioni di Berlusconi sono surreali e irresponsabili. I dati sulla pessima performance economica - non solo quest'anno, ma negli ultimi decenni, quando l'Italia è cresciuta meno degli altri paesi europei, per non dire degli USA - dicono tutto. Ma bisogna avere il coraggio di capire che si tratta solo di un sintomo. Il paese potrà guarire solo quando la diagnosi si concentrerà sui veri mali: centralismo e statalismo.
    "Non spargerai false dicerie; non presterai mano al colpevole per essere testimone in favore di un'ingiustizia. Non seguirai la maggioranza per agire male e non deporrai in processo per deviate la maggioranza, per falsare la giustizia. Non favorirai nemmeno il debole nel suo processo" (Esodo 23: 1-3)

  5. #5
    Moderatore
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    La Lupa romana è una cagna bastarda che muore allattando 2 figli di puttana
    Messaggi
    8,867
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    E ora attendiamoci l'aumento degli sctatali a 110E mensili poverini
    Tu che odi dio e la vita cristiana
    Senti la sua presenza come un doloroso cancro
    Vengano profanate e profanate aspramente
    Le praterie del cielo bagnate di sangue

    Odiatore di dio
    E della peste della luce

    Guarda negli occhi paralizzati di dio
    E sputa al suo cospetto
    Colpisci a morte il suo miserevole agnello
    Con la clava

    Dio, con ciò che ti appartiene ed i tuoi seguaci
    Hai mandato il mio regno di Norvegia in rovine
    I tempi antichi, le solide usanze e tradizioni
    Hai distrutto con la tua orrida parola
    Ora vai via dalla nostra terra!

  6. #6
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,255
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito prodi risolve

    NON PREOCCUPATEVI. RISOLVERA' TUTTO PRODI.

  7. #7
    Registered User
    Data Registrazione
    01 Jun 2004
    Messaggi
    3,135
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: prodi risolve

    In origine postato da dime can
    NON PREOCCUPATEVI. RISOLVERA' TUTTO PRODI.
    Vero, il disastro dev'essere totale prima di pensare
    di ricostruire qualcosa di serio.

  8. #8
    Erwann
    Ospite

    Predefinito

    In origine postato da Shaytan
    E ora attendiamoci l'aumento degli sctatali a 110E mensili poverini
    Su che base poi i sindacalisti pretendono per gli statali un aumento superiore a quello avuto dai dipendenti del settore privato???
    In pratica si vuole dare ai primi togliendo ai secondi!
    Bisognerebbe sbattergli in faccia queste vergogne quando li si trova in piazza o nei dibattiti televisivi!!!

  9. #9
    Moderatore
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    La Lupa romana è una cagna bastarda che muore allattando 2 figli di puttana
    Messaggi
    8,867
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Allora nel 2006 tutti a votare centro sinistra
    Tu che odi dio e la vita cristiana
    Senti la sua presenza come un doloroso cancro
    Vengano profanate e profanate aspramente
    Le praterie del cielo bagnate di sangue

    Odiatore di dio
    E della peste della luce

    Guarda negli occhi paralizzati di dio
    E sputa al suo cospetto
    Colpisci a morte il suo miserevole agnello
    Con la clava

    Dio, con ciò che ti appartiene ed i tuoi seguaci
    Hai mandato il mio regno di Norvegia in rovine
    I tempi antichi, le solide usanze e tradizioni
    Hai distrutto con la tua orrida parola
    Ora vai via dalla nostra terra!

  10. #10
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    Milano
    Messaggi
    18,777
    Mentioned
    45 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Intanto oggi Enrico Letta ha detto, a chi gli ha chiesto come l'Unione avrebbe cercato di risolvere il problema dell'economia, che e' necessario togliere il federalismo regionale per relazionarsi con Cina e India, dove dovrebbero entrare non le singole regioni (?) bensì il "sistema italia". Non ho capito cosa intendeva dire, nè cosa c'entri ciò col problema dell'economia, ma mi è sembrato inquietante lo stesso.

 

 
Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. I nodi stanno venendo al pettine
    Di Alepk nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 20
    Ultimo Messaggio: 15-11-11, 16:16
  2. Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 25-02-05, 18:26
  3. I nodi al pettine?
    Di ITALIANO (POL) nel forum Destra Radicale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 23-10-04, 18:51
  4. i nodi al pettine
    Di socialista1892 nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 07-07-04, 10:45
  5. I nodi stanno venendo al pettine...
    Di patatrac (POL) nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 21-09-02, 20:47

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226