User Tag List

Risultati da 1 a 8 di 8
  1. #1
    Castellano
    Data Registrazione
    13 Sep 2003
    Messaggi
    2,579
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Thumbs up Zarqawi braccato e seriamente ferito ormai è alle corde

    Iraq, Al Zarqawi seriamente ferito
    Un medico lo avrebbe curato a Ramadi
    Al Zarqawi, ferito in Iraq da un raid Usa, sarebbe in gravi condizioni. A riferirlo è un dottore iracheno, che avrebbe portato le prime cure al terrorista giordano sanguinante, presso l'ospedale di Ramadi. Secondo quanto riporta il Times, il medico avrebbe sollecitato un ricovero ma Al Zarqawi, capo di Al Qaeda in Iraq, avrebbe deciso di lasciare ugualmente l'ospedale per sfuggire a una probabile cattura.

    Il l ferimento di Zarqawi è forse il risultato più eclatante dell'offensiva contro la guerriglia scatenata dagli Usa con l'operazione Matador: centinaia le vittime tra i ribelli. Iquali comunque, ormai quotidianamente, continuano a colpire con attentati kamikaze. Il governatore della provincia irachena di Diyala, che comprende la città di Baquba, Raed Rashid Hamid al-Mullah Jawad, è rimasto illeso nell'esplosione di una bomba avvenuta al passaggio del suo convoglio. Lo ha riferito il colonello della polizia Mudhafar Muhammed. L'attentato ha fatto almeno 4 morti e decine di feriti


    tgcom

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Neutrino NO-TUNNEL
    Data Registrazione
    07 Apr 2009
    Messaggi
    35,811
    Mentioned
    4 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito

    scommetto quanto vuoi che è la solita bufala
    Nè DAVANTI Nè DI DIETRO, MA DI LATO

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    24 Nov 2003
    Messaggi
    4,895
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Zarqawi braccato e seriamente ferito ormai è alle corde

    In Origine Postato da Misterbianco
    Iraq, Al Zarqawi seriamente ferito
    Un medico lo avrebbe curato a Ramadi
    Al Zarqawi, ferito in Iraq da un raid Usa, sarebbe in gravi condizioni. A riferirlo è un dottore iracheno, che avrebbe portato le prime cure al terrorista giordano sanguinante, presso l'ospedale di Ramadi. Secondo quanto riporta il Times, il medico avrebbe sollecitato un ricovero ma Al Zarqawi, capo di Al Qaeda in Iraq, avrebbe deciso di lasciare ugualmente l'ospedale per sfuggire a una probabile cattura.

    Il l ferimento di Zarqawi è forse il risultato più eclatante dell'offensiva contro la guerriglia ........

    tgcom
    Prosegue la Resistenza Iraqena supportata dagli USA contro le forze di invasione terroristiche provenienti dall'esterno; catturati guerriglieri provenienti dai più svariati paesi arabi tra cui ci sono anche alcuni Palestinesi:

    Iraq, visita a sorpresa della Rice
    "Non c'è ancora sicurezza"
    Nove morti a Baquba e Bagdad. Trovati 34 cadaveri di iracheni uccisi
    Autori strage al mercato si confessano sulla tv pubblica Iraqia


    Condoleezza Rice a Erbil
    BAGDAD - Il segretario di Stato americano Condoleezza Rice ha compiuto oggi una visita a sorpresa in Iraq. Solo qualche stretto collaboratore era stato informato del viaggio. Il viaggio è il primo in Iraq dalla sua nomina a fine gennaio. "Attendevo da tempo l'occasione di compiere questa visita", ha detto.

    "Gli insorti sono molto violenti" ha detto durante il viaggio a bordo dell'aereo militare C-17 che dal Qatar l'ha portata nella città curda di Erbil, "ma si sconfiggono non solo militarmente, si sconfiggono avendo un'alternativa politica che sia forte".

    "Gli iracheni - ha aggiunto - dovranno ora intensificare i loro sforzi per dimostrare che in realtà il processo politico è la risposta per il popolo iracheno". Rice ha poi confermato che si farà il mese prossimo la conferenza internazionale sulla ricostruzione dell'Iraq, e sarà allestita di concerto tra gli Stati Uniti e l'Unione Europea come principali patrocinatori. L'intento, ha spiegato, è cercare di coinvolgere altri Stati e organizzazioni sovranazionali perché sia messa a disposizione delle autorità irachena un'assistenza "in natura": cioè, ha spiegato, consistente tanto in aiuti materiali veri e propri quanto in supporto tecnico e logistico, onde ottimizzare gli sforzi per il rilancio di istituzioni ed economia nazionali.

    Dopo l'atterraggio il segretario di Stato ha preso un elicottero per recarsi a Salahdin per incontrare Massud Barzani, leader del partito democratico curdo. Poi il trasferimento a Bagdad, per incontrare Jaafari e esprimergli la piena solidarietà degli Usa nella lotta al terrorismo, e per confermare il totale sostegno dell'amministrazione di Washington alla ricostruzione del Paese arabo.

    Intanto si registrano nuovi attacchi nel Paese mentre ci sono stati nuovi ritrovamenti di vittime di esecuzioni di massa perpetrate dalla guerriglia. A Bagdad un responsabile della sicurezza del ministero dell'Industria, il colonnello Jassam Mohammed Jomaa, e il suo autista sono stati uccisi oggi in un agguato da un gruppo di uomini armati. Jomaa era il numero due nel servizio di sicurezza che protegge le installazioni del ministero dell'Industria.

    Poche ore dopo fonti della polizia e della comunità sciita hanno riferito che lo sceicco Kassem al-Gharaoui, rappresentante a Bagdad del leader religioso sciita, l'ayatollah Ali Sistani, è stato assassinato in un agguato nella capitale. Insieme a lui è morto, sotto i colpi d'arma da fuoco sparati da sconosciuti, anche un suo collaboratore. I funerali si svolgeranno fra qualche ora.

    A Baquba cinque persone sono morte e 37 sono rimaste ferite in un doppio attentato suicida avvenuto sempre questa mattina a contro un tribunale e un convoglio del governatore della provincia di Diyala. Secondo l'ospedale della città, tra i feriti ci sono sei agenti di polizia. Un kamikaze con una cintura esplosiva si è fatto esplodere poco dopo le 8 (le 6 in Italia) in mezzo alla folla radunata davanti al palazzo di giustizia della città, provocando la morte di quattro persone e il ferimento di altre 15. Alcuni minuti prima, un altro kamikaze aveva fatto esplodere un'auto contro il convoglio di auto di Raad Hamid al Mulah Jauad, governatore della provincia di Diyala, di cui Baquba è capoluogo. Il governatore è uscito illeso dall'attentato, mentre altre due persone sono rimaste ferite.

    Le autorità irachene riferiscono inoltre di aver scoperto nelle ultime 24 ore i corpi di 34 iracheni uccisi in diversi circostanze, chi in combattimento, chi giustiziato, chi mutilato. Nella capitale, la polizia ha riferito di aver trovato in una discarica della capitale i cadaveri di 13 uomini uccisi in un'esecuzione di massa, con un colpo di pistola alla testa. A Ramadi sono stati recuperati i cadaveri di 10 soldati iracheni uccisi dai ribelli tre giorni fa. I corpi di altri 11 iracheni, quattro dei quali decapitati, sono stati trovati a sud della capitale, nella cittadina di Iskandariya.

    Intanto una confessione-shock arriva dagli schermi della televisione pubblica Iraqia: quattro palestinesi e un iracheno, arrestati come gli autori della strage al mercato di Bagdad (che il 12 maggio scorso ha provocato la morte di 15 persone e il ferimento di 84) hanno pubblicamente ammesso i loro crimini in una trasmissione televisiva.

    Tra i palestinesi, tre sono fratelli: uno di loro, Amer Abdallah ha raccontato di aver imbottito di esplosivo l'autobomba su richiesta di un palestinese di nome Ibrahim Idi. Un altro fratello, Adnan, che è apparso col viso tumefatto, ha guidato la macchina fino al centro del mercato e poi l'ha fatta esplodere a distanza.

    Adnan ha spiegato di aver ricevuto sempre da Ibrahim Idi l'ordine di far esplodere l'auto al passaggio di un convoglio americano o della polizia irachena. "Ma ho avuto paura e ho premuto il bottone in anticipo", ha confessato. "Ibrahim Idi mi aveva promesso 300 dollari ma non ho ancora ricevuto niente", si è lamentato, aggiungendo che il loro referente era in contatto "con la Siria o comunque vi si recava frequentemente".

    Il terzo fratello, Faraj Abdallah, ha riferito di aver preparato un'autobomba un anno fa, che "è stata utilizzata contro un convoglio americano", mentre il quarto palestinese, Massud Nureddin Mohammed, si è preso la responsabilità di aver fatto i sopraluoghi e individuato i posti per gli attentati. L'iracheno Kadhem Jawad, presentato come un "ritardato mentale", sarebbe all'origine dell'arresto degli altri quattro.

    La polizia irachena aveva dichiarato nei giorni scorsi di aver arrestato gli autori dell'attentato al mercato dopo solo nove ore di indagini. Ma sono in molti a contestare la versione delle autorità: il Comitato degli ulema, la principale associazione di religiosi sunniti, ha pubblicato un comunicato in cui si afferma che i palestinesi arrestati sono semplici "rifugiati, che non avevano mai maneggiato armi" e che sono stati costretti a dichiararsi colpevoli.

    (15 maggio 2005)
    http://www.repubblica.it

  4. #4
    Castellano
    Data Registrazione
    13 Sep 2003
    Messaggi
    2,579
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Ormai è sempre più evidente che ben pochi sono gli iracheni della cosidetta "resistenza", per lo più sono sbandati morti di fame dei paesi vicini che per un pugno di dollari vengono mandati a compiere stragi da chi non vuole un Iraq democratico ai suoi confini.

  5. #5
    Castellano
    Data Registrazione
    13 Sep 2003
    Messaggi
    2,579
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Ora è chiaro che la minaccia terroristica in Iraq viene dai paesi confinanti, in particolare dalla Siria.

    Ogni giorno, le autorità irachene annunciano nuovi arresti di «insorti e terroristi», ma allo stesso tempo continua lo stillicidio quotidiano di micidiali attentati a Baghdad e in altre città del Paese. Solo nella capitale, ieri le esplosioni sono state due, mentre in serata un funzionario del ministero degli esteri è stato ucciso a Baghdad. La prima esplosione, alle 7.30 circa, provocata da un ordigno artigianale nel quartiere meridionale di Doura, ha causato la morte di tre persone e il ferimento di altre quattro. Tutti civili. Alcune ore più tardi, una potente autobomba è esplosa nella parte Est della città, nei pressi del ministero dell'industria e del vicino ministero dell'educazione, al passaggio di una pattuglia della polizia. Il bilancio è di quattro morti e dieci feriti, tra cui di poliziotti. A Samarra, 110 chilometri a Nord di Baghdad, quattro persone, tra cui due soldati iracheni, sono rimaste uccise e dieci altre sono rimaste ferite nel corso di scontri che in mattinata hanno coinvolto le forze di sicurezza irachene e un gruppo di insorti. Poco più ad ovest, a Tikrit, l'esplosione di un'autobomba ha ucciso nella tarda serata di ieri cinque persone e ne ha ferite altre quattro. Ancora una volta tutti civili. I militari Usa intanto ieri sera hanno annunciato la conclusione dell'operazione Matador, avviata dalle forze americane nella provincia occidentale di al Anbar, nei pressi del confine con la Siria, per sradicare la guerriglia e stroncare le infiltrazioni di combattenti arabi nel Paese. Da quando è iniziata, il 7 maggio, almeno un centinaio di insorti sono stati uccisi, hanno affermato fonti militari americane, che hanno però d'altro canto reso noto che venerdì quattro marine sono rimasti uccisi dall'esplosione di un ordigno artigianale che ha investito il loro veicolo nei pressi della città di al Qaim, e che pertanto il bilancio delle perdite americane nell'operazione sale a nove marine morti e diversi altri feriti.

  6. #6
    Hanno assassinato Calipari
    Data Registrazione
    09 Mar 2002
    Località
    "Il programma YURI il programma"
    Messaggi
    69,195
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In Origine Postato da onestuomo
    fonte?sai,le chiacchiere a vuoto valgono zero
    Pensa che l'esercito Usa E' formato da morti di fame che si fanno ammazzare per guadagnarsi da vivere, mandati al macello, ad ammazzare civili come loro senza sapere il perche'.

  7. #7
    Giu' la maschera!
    Data Registrazione
    14 Dec 2002
    Località
    Il Capitale
    Messaggi
    7,438
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In Origine Postato da onestuomo
    fonte?sai,le chiacchiere a vuoto valgono zero
    Dove sono le tue fonti che provano Al Zarqawi "non esista"?

    agli ipocriti che manco se ne accorgono...
    Mr. Hyde


  8. #8
    Makeru ga, katta
    Data Registrazione
    07 Sep 2002
    Località
    Before you all die ghastly, horrible deaths, let me take the hour to describe my latest plan for world domination! Uhauhauha!
    Messaggi
    35,439
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In Origine Postato da Misterbianco
    Ormai è sempre più evidente che ben pochi sono gli iracheni della cosidetta "resistenza", per lo più sono sbandati morti di fame dei paesi vicini che per un pugno di dollari vengono mandati a compiere stragi da chi non vuole un Iraq democratico ai suoi confini.

    Non sono morti di fame che combattono per un pugno di dollari, sono fanatici pronti a tutto, e questo tutto lo fanno gratis. E sono entrati in Iraq quando ci sono entrati gli americani e l'esercito irachen si squagliò come neve al sole.
    Se sono in un paese che non conoscono e riescono a resistere per così tanto tempo significa che hanno anche l'appoggio di molti iracheni (bathisti nostalgici del vecchio regime).
    _______________________
    Gli zeri, per valere qualcosa,
    devono stare a destra.

 

 

Discussioni Simili

  1. La perfida Albione è alle corde !
    Di Affus nel forum Destra Radicale
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 23-01-09, 08:59
  2. Il Baath alla riscossa, Marines alle corde
    Di Der Wehrwolf nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 02-11-06, 21:21
  3. Bersani messo alle corde su Repubblica
    Di O'Rei nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 52
    Ultimo Messaggio: 18-09-06, 11:55
  4. Fassino è alle corde
    Di Dragonball (POL) nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 49
    Ultimo Messaggio: 18-01-06, 10:09
  5. Il Centrodestra E' Alle Corde Attenti A Non Farlo Uscire
    Di benfy nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 24-11-04, 14:53

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226