User Tag List

Risultati da 1 a 8 di 8
  1. #1
    Dal 2004 con amore
    Data Registrazione
    15 Jun 2004
    Località
    Attorno a Milano
    Messaggi
    19,247
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Gruppo di cattolici russi in pellegrinaggio sulla tomba di Giovanni Paolo II

    RUSSIA: PELLEGRINAGGIO SULLA TOMBA DI GIOVANNI PAOLO II E SPECIALE ANNO A LUI DEDICATO


    Un gruppo di cattolici russi arriverà questa sera a Roma, proveniente da Mosca, in un pellegrinaggio guidato dall’arcivescovo della capitale russa, mons. Tadeush Kondrusevich. Si tratta del primo incontro di una piccola delegazione di fedeli russi con il nuovo Papa Benedetto XVI (prenderanno parte all’udienza di mercoledì 18 maggio, invitandolo a visitare la Russia) e anche dell’occasione per visitare il luogo della sepoltura del defunto papa Giovanni Paolo II. Fra i pellegrini ci saranno parrocchiani provenienti dalle città di Mosca, San Pietroburgo, Kaliningrado e da altre località della Russia. Il desiderio di pregare presso la sua tomba è così grande – ha detto l’arcivescovo - che sono state le persone stesse a chiedermi di organizzare il pellegrinaggio". Eccezionalmente al primo gruppo di pellegrini russi sarà permesso di celebrare la santa messa nella cripta della basilica di San Pietro il 18 maggio, nel giorno della nascita di Karol Wojtyla. Di solito, il mercoledì, giorno dell’udienza generale, nella basilica non vengono celebrate simili messe. Mentre il gruppo di pellegrini sarà a Roma, nell’arcidiocesi moscovita della “Madre di Dio” il 18 maggio verrà ufficialmente proclamato un anno dedicato alla memoria di Giovanni Paolo II, che si concluderà il 18 maggio 2006. Nel corso dell'anno in tutte le parrocchie della arcidiocesi verrà esposta una mostra del fotografo Gregorij Galonski, sarà aperta un'esposizione di libri di Giovanni Paolo II tradotti in russo, verranno organizzate conferenze scientifiche e incontri vari. Inoltre verrà aperta la raccolta di testimonianze di grazie ricevute dai cattolici russi per le preghiere rivolte a Giovanni Paolo II.

    Agenzia Sir

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    memoria storica
    Data Registrazione
    17 Feb 2005
    Messaggi
    2,680
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Smile

    2005-05-15

    I cattolici russi sperano in una visita di Benedetto XVI

    Maggiore apertura della Chiesa ortodossa nei confronti del Vaticano

    CITTA’ DEL VATICANO, domenica, 15 maggio 2005 (ZENIT.org).- La Chiesa ortodossa russa ha una maggiore “apertura” che “fa ben sperare” nei confronti del Vaticano e i cattolici del Paese sperano che Benedetto XVI possa realizzare il sogno di Giovanni Paolo II di recarsi in Russia, ha rivelato il metropolita di Mosca, Tadeusz Kondrusiewicz.

    In base ad alcune dichiarazioni rilasciate dal metropolita all’agenzia “AsiaNews”, i migliori rapporti tra la Chiesa cattolica e la Chiesa ortodossa russa derivano dal fatto che nel Patriarcato di Mosca c'era stima per le posizioni dottrinali del cardinal Ratzinger già prima della sua elezione al soglio pontificio.

    Gli ortodossi, infatti, “apprezzano la solidità della fede e le ferme posizioni in materia di dottrina, come ad esempio la centralità di Cristo”, di Joseph Ratzinger.

    Questo può essere “uno dei punti di incontro” tra le due confessioni, ha sottolineato monsignor Kondrusiewicz ricordando che “tra la globalizzazione e i conflitti in atto quello che si pone alla Chiesa cristiana è un problema quasi shakespeariano: ‘essere o non essere’. Per superarlo c’è bisogno di una collaborazione più amichevole, passo fondamentale verso una possibile unità”.

    Il Metropolita, della diocesi della Madre di Dio nella capitale russa, sta preparando il primo pellegrinaggio di cattolici russi a Roma dopo la morte di Papa Wojtyla.

    “Giovanni Paolo II non è riuscito a venire a Mosca e ora siamo noi ad andare da lui”, ha affermato Kondrsuiewicz, che guiderà un gruppo di 40 persone e ha raccontato come l’iniziativa sia nata proprio dai laici russi: “Mi hanno chiesto con insistenza di organizzare il viaggio, che non siamo riusciti a fare in occasione dei funerali per questioni di tempi organizzativi”.

    La data stabilita per la visita a Roma non è affatto casuale: “Ho scelto il 18 maggio, perché è il giorno della nascita di Giovanni Paolo II”, ha spiegato il prelato.

    Il culmine del pellegrinaggio sarà proprio mercoledì 18, quando i pellegrini parteciperanno ad una Messa sulla tomba di San Pietro per poi pregare su quella di Giovanni Paolo II.

    “C’è trepidazione nel gruppo perché assisteremo anche all’udienza generale in Vaticano e per la prima volta i fedeli avranno modo di vedere Benedetto XVI”, ha confessato monsignor Kondrusiewicz.

    I cattolici russi, “come quelli di tutto il mondo, sentono il bisogno di ringraziare il nuovo Papa per aver accelerato il processo di beatificazione del suo predecessore”, ha aggiunto, riferendo che “subito dopo la notizia inaspettata dell’apertura del processo di canonizzazione”, decine e decine di fedeli si sono riversati nella Cattedrale di Mosca “per pregare e partecipare alla Messa”.

    Il 18 maggio nelle diocesi russe verrà aperto ufficialmente un Anno in memoria di Giovanni Paolo II. “Abbiamo in programma diverse manifestazioni: una mostra fotografica itinerante, conferenze e la pubblicazione di altri libri di papa Wojtyla ancora non tradotti in russo”, ha spiegato il Metropolita.

    “È finito un pontificato lungo e ricco – ha dichiarato Kondrusiewicz – ma oggi la Chiesa ortodossa è molto più aperta al dialogo”, ha continuato, dicendosi infine fiducioso che “il sogno di Giovanni Paolo II si realizzi” con il suo successore.

    tratto da agenzia Zenit

  3. #3
    memoria storica
    Data Registrazione
    17 Feb 2005
    Messaggi
    2,680
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Thumbs up

    14 Maggio 2005

    Mons. Kondrusiewicz: migliorato il clima con gli ortodossi

    Metropolita a Mosca conferma una maggiore “apertura” della Chiesa ortodossa verso il Vaticano, spera che Benedetto XVI possa realizzare il sogno di papa Wojtyla e prepara il primo pellegrinaggio di cattolici russi a Roma dopo la morte di Giovanni Paolo II.

    Mosca (AsiaNews) – Il clima con gli ortodossi è migliorato, perché nel Patriarcato di Mosca c'era già apprezzamento per le posizioni dottrinali del cardinale Ratzinger, e tra i cattolici russi c'è la speranza che a Benedetto XVI riesca quello che non è stato possibile a papa Wojtyla. Lo afferma il metropolita Tadeusz Kondrusiewicz, della diocesi della Madre di Dio nella capitale russa, alla vigilia di un pellegrinaggio che nella prossima settimana lo porterà a Roma.

    “Giovanni Paolo II non è riuscito a venire a Mosca e ora siamo noi ad andare da lui”. Così mons. Kondrusiewicz spiega ad AsiaNews lo spirito con cui dalla Russia il primo gruppo di pellegrini cattolici - dalla morte di Giovanni Paolo II - si recherà in pellegrinaggio in Vaticano in clima più disteso tra le due confessioni cristiane che “fa ben sperare”.

    Il metropolita, che guiderà un gruppo di 40 persone, racconta che l’iniziativa è arrivata proprio dai laici: “Mi hanno chiesto con insistenza di organizzare il viaggio, che non siamo riusciti a fare in occasione dei funerali per questioni di tempi organizzativi”. La data del viaggio non è casuale: “Ho scelto il 18 maggio, perché è il giorno della nascita di Giovanni Paolo II”. Culmine del pellegrinaggio a Roma sarà infatti proprio mercoledì quando i pellegrini parteciperanno a una messa sulla tomba di san Pietro e pregheranno poi su quella del defunto pontefice. “C’è trepidazione nel gruppo – racconta Kondrusiewicz - perché assisteremo anche all’udienza generale in Vaticano e per la prima volta i fedeli avranno modo di vedere Benedetto XVI”.

    I cattolici russi – aggiunge – come quelli di tutto il mondo sentono il bisogno di ringraziare il nuovo Papa per aver accelerato il processo di beatificazione del suo predecessore”. "Ieri a Mosca – racconta il metropolita – subito dopo la notizia inaspettata dell’apertura del processo di canonizzazione, decine e decine di fedeli si sono riversati in cattedrale per pregare e partecipare alla messa”.

    Sempre il 18 maggio nelle diocesi russe sarà aperto ufficialmente un Anno in memoria di Giovanni Paolo II. “Abbiamo in programma diverse manifestazioni: una mostra fotografica itinerante, conferenze e la pubblicazione di altri libri di papa Wojtyla ancora non tradotti in russo”.

    Il metropolita racconta che tra i cattolici è ancora forte il ricordo e il legame con un Papa che “tanto ha fatto per la Russia”, ma il cui sogno di visitare Mosca non si è mai realizzato per la ferma opposizione della Chiesa ortodossa nazionale e le sue accuse di proselitismo. Il clima sembra però destinato a cambiare. “È finito un pontificato lungo e ricco - dichiara Kondrusiewicz - ma oggi la Chiesa ortodossa è molto più aperta al dialogo”. Il metropolita a Mosca si dice fiducioso che “il sogno di Giovanni Paolo II si realizzi”. La speranza viene proprio dal nuovo pontefice, di cui gli ortodossi “già quando era cardinale apprezzano la solidità della fede e le ferme posizioni in materia di dottrina, come ad esempio la centralità di Cristo”. Questo, secondo il metropolita, può essere “uno dei punti di incontro” tra le due confessioni. Mons. Kondrusiewicz sottolinea che nel mondo di oggi ormai tutti, cattolici e ortodossi, avvertono la “necessità di una testimonianza comune”. “Tra la globalizzazione e i conflitti in atto quello che si pone alla Chiesa cristiana è un problema quasi shakespeariano: ‘essere o non essere’. Per superarlo c’è bisogno di una collaborazione più amichevole, passo fondamentale verso una possibile unità”. (MA)

    tratto da asianews.it

  4. #4
    memoria storica
    Data Registrazione
    17 Feb 2005
    Messaggi
    2,680
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    alcune immagini di Mons. Tadeusz Kondrusiewicz, Arcivescovo metropolita dell'Arcidiocesi della Madre di Dio a Mosca










  5. #5
    Iscritto
    Data Registrazione
    10 May 2005
    Messaggi
    167
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Vivo tra Italia e Russia da quasi venti anni. Ho girato e giro la Russia (o, meglio, l'ex Urss) in lungo e largo. Ultimo, ne conosco la lingua e le usanze.
    I cattolici in Russia sono percentualmente pochi, ma "grazie" alle deportazioni staliniane si sono insediati in zone dove un tempo non erano presenti.
    Il crollo del comunismo non ha portato ad una vera rinascita della fede. Tutti rammentano come le Chiese fossero piene durante il comunismo. Nessuno chiedeva quante fossero le chiese autorizzate al culto nell'ex Urss.
    Oggi possiamo dire che in termini di praticanti la prima religione della Russia è l'Islam, seguita dall'Ortodossia.
    La presenza islamica sarà causa di grossi problemi per la Russia.
    Se la fine del comunismo ha portato alla perdita dell'impero esterno (indipendenza delle 15 repubbliche socialiste sovietiche) il passo successivo sarà la nascita di nuovi stati che ridurranno geograficamente la Russia: Tatarstan, Baskortostan, Calmucchia, Cechnia, ecc.ecc. Si tratta di popoli che sono stati sottomessi dai russi, ma che con questi ultimi non hanno alcun legame etnico-culturale (se non la comune lingua russa e gli 80 anni di comunismo, durante i quali vennero trattati certamente meglio che durante il regime zarista).
    La Duma della Federazione Russa ha stabilito che ortodossia, islam, ebraismo e buddismo sono da considerare religioni storiche della Russia.
    Apparentemente sembra solo una enfatica dichiarazione, magari volta a tenersi buoni i petrolieri mussulmani, gli oligarchi ebrei, ecc.ecc.
    In realtà queste quattro confessioni ricevono agevolazioni da parte dello stato.
    Riguardo agli ortodossi (che sono e restano scismatici), questi non hanno grossa credibilità.
    Il passato di tutti i vertici del clero ortodosso (collaborazionismo, ruolo di informatori del kgb), la corruttibilità, la scarsa cultura del clero ortodosso (che compensa con significative bevute), lo scarso rispetto per i fedeli, ecc.
    In questi anni l'ortodossia ha recuperato poco terreno, in compenso quelli che dovevano tornare al Patriarcato sono andati spesso verso le sette protestanti, generalmente verso quelle peggiori (ammesso che ne esistano di presentabili).
    QUindi ben venga il proselitismo cattolico, se questo fosse vero.
    In realtà i cattolici hanno provveduto a riorganizzare le proprie comunità. Gli ortodossi hanno sempre ostacolato questo, talvolta contando sulla connivenza dello stato.
    Ricordo che i "fratelli ortodossi" non hanno esitato ad azioni apertamente violente nei confronti dei cattolici. Mentre davanti agli islamici sono buoni a stare sempre in ginocchio.
    Non credo che si giungerà ad una visita del Santo Padre.
    Certo, rispetto a Giovanni Paolo II la situazione si presenterebbe più facile. Questo perchè il nuovo Pontefice non è polacco. In realtà un viaggio papale non verrà mai ben visto da Alessio e non interessa alle autorità statali.

    Riguardo ai, polacchi, è cosa nota che non sono amati dai russi. Durante il precedente pontificato, la Chiesa di Roma aveva inviato in Russia sacerdoti prevalentemente polacchi, che in genere non si preoccupavano di studiare la lingua locale e comunque dicono la messa in lingua polacca. Questo suonava e suona come una offesa per i russi.
    Con l'Islam trionfante e l'Ortodossia agonizzante, non sarebbe il caso che i cattolici si dessero veramente da fare per riportare al cattolicesimo quanti più russi ortodossi possibili? Io nel mio piccolo in questi anni l'ho fatto (tra i miei collaboratori) e con orgoglio alcuni hanno abbracciato il cattolicesimo.

  6. #6
    Napoléon I
    Ospite

    Predefinito

    Originally posted by hertford
    Vivo tra Italia e Russia da quasi venti anni...
    Bravissimo, condivido ogni parola. Un ottimo intervento.

  7. #7
    Dal 2004 con amore
    Data Registrazione
    15 Jun 2004
    Località
    Attorno a Milano
    Messaggi
    19,247
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Complimenti anche da parte mia, molto interessante.

  8. #8
    Iscritto
    Data Registrazione
    10 May 2005
    Messaggi
    167
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    grazie

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 30-08-09, 15:10
  2. Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 23-01-07, 19:04
  3. Risposte: 32
    Ultimo Messaggio: 15-03-06, 13:50
  4. I russi hanno ucciso Aldo Moro e ferito Giovanni Paolo II
    Di Ezechiele (POL) nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 58
    Ultimo Messaggio: 15-05-05, 02:24
  5. Ciampi in preghiera sulla tomba di Giovanni Paolo II
    Di Thomas Aquinas nel forum Cattolici
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 29-04-05, 15:53

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226